Translate

lunedì 1 ottobre 2012

I motivi per cui il Movimento 5 Stelle delude...


Giornalettismo... giorno 27 Settembre esce con un articolo: Dieci motivi per cui il Movimento 5 Stelle delude...
L'ho letto ( trovo quasi tutti gli articoli che scrivono molto interessanti...), ma in questo c'è qualcosa che non mi convince... 
Inizia, parlando del consenso dato dai sondaggi, per la prossima campagna elettorale ed ovviamente parla del suo leader ( comico genovese ) e degli amici a Cinque Stelle...
Ora criticare il comico mi sembra riduttivo, considerato che come diceva Charlie Chaplin... un giorno senza un sorriso è un giorno perso e pensare che la credibilità del proprio Movimento sia soltanto legata al saper riempire le piazze facendo divertire i presenti, non mi sembra rappresenti la realtà dei fatti...
Concordo certamente sull'ottenimento di una maggiore libertà nella gestione e nel controllo e della propria personale autonomia ed è palese osservare come i militanti del movimento, hanno poco spazio nei rapporti con l'opinione pubblica in particolare con i giornalisti..., ma è proprio quanto accaduto al consigliere Giovanni Favia, che dovrebbe fare riflettere su come sia fondamentale proteggere il M5Stelle da attacchi mediatici, poiché coloro che dovrebbero essere demandati a presentarsi ai microfoni, risultano per inesperienza, impreparati alle furbizie cui i giornalisti sono inclini e quindi inciampando nei loro tranelli... rovinano quanto di buono si era fatto...
Ora si parla di ordini dall'alto... ma perché negli altri partiti non c'è sempre il veto del Padrone!!!
Berlusconi per il PDL, Casini per l'UDC, Bossi...ora Maroni per la Lega, Bersani ( con dietro D'Alema... ) per il PD, Di Pietro per l'IDV, Lombardo fino a pochi giorni fa per l'MPA e via discorrendo... e quindi di cosa parliamo!!!
Provate ad offrirvi in un qualsivoglia partito, dichiarando di avere le capacità ed i supporti numerici per tentare una scalata elettorale... vi diranno sempre che dovrete mettervi in fila e se interessati portare al partito i voti per il prescelto e che con il tempo, anche a voi vi sarà offerta la possibilità di farne parte... tempo e uomini ( figli, parenti ed amici ) permettendo...
Ai cittadini interessano i programmi, non le barzellette di Beppe Grillo, l'importanza delle azioni, per esempio quella di limitare ai propri eletti lo stipendio a 2.500 Euro, la rinuncia al rimborso elettorale, che abbiamo visto in questi giorni e come se lo sono spartiti i vari tesorieri, ed ancora, la rendicontazione delle spese elettorali,  i bilanci, ecc... 
Ora si da la caccia al guru del web ( ...secondo alcuni vero leader del M5Stelle ) cioè a Gianroberto Casaleggio, il quale decide e ordina chi rimane e chi viene espulso... come per esempio al consigliere di Ferrara Tavolazzi, cacciato per aver organizzato un convegno e la consigliera Modenese Sandra Poppi per aver usato senza alcuna autorizzazione il logo delle Cinque Stelle..., certamente in questa vicenda dovremmo sentire anche l'altra parte della campana...
Non discuto che quanto sopra contrasta con l'appartenere al movimento e mi si trova concorde quando si dice che le scelte debbano passare attraverso una consultazione tra i propri iscritti e non unica scelta di pochi eletti tra cui Casaleggio e/o Beppe Grillo...come però non entro nei meriti fatti dagli altri partiti, dove la scelta del segretario avviene per acclamazione o sugli statuti che dovrebbe indicarne i modus operandi..., mentre sappiamo bene che alla fine chi decide è sempre uno o l'élite..
Inoltre non trovo d'accordo il voler evitare il confronto pubblico... certo lo preferisco all'americana tra due candidati, dove le domande sono state predisposte da persone competenti e non da giornalisti faziosi e dalle quali si ricevono risposte certe, con temi che vanno dall'economia al lavoro..., da programmi d'intervento e dalla lotta all'evasione, alla criminalità ed agli sprechi del denaro pubblico, ognuno esprime cosa vuole fare e lo fa sottoscrivere al proprio partito, attraverso un proprio programma elettorale...
Si dice che il programma del M5Stelle sia molto vago e disorganico, in quanto le proposte riguardano temi che non hanno poi riscontro nella realtà, poiché risultano difficili da mettere in pratica, molto idealizzati e poco concreti...( certo il programma di Berlusconi con i suoi milioni di posti di lavoro era invece prettamente reale...); ora anche se ciò potrebbe essere vero, non dobbiamo dimenticarci che la realizzazione di un modello perfetto, abbisogna di tempo e di esami, di controlli che porteranno ad errori, di verifiche che saranno migliorate con l'esperienza..., qui discutiamo di qualcosa che però deve ancora nascere e che ha bisogno di fare tentativi sul campo...
Certamente alla fine i numeri in parte daranno ragione al movimento, come è altrettanto sicuro che pochi giorni prima delle elezioni, i voti saranno canalizzati verso quegli schieramenti che in questi anni, hanno saputo dividere favori e oggi ne promettono di nuovi..., e quindi proprio nelle regioni dove si sta peggio e si spera ancora nell'aiuto del politico di turno, ecco che allora qui, questi soggetti riusciranno a portare acqua ( di fogna aggiungerei... ) al proprio mulino..., limitando in concreto il danno fatto dagli astensionisti, dagli scettici e da coloro che per protesta voteranno il M5Stelle...
La scelta di Grillo oggi può anche sembrare una scelta folle, ma certamente insistere nel voler credere, che coloro che oggi si presentano a chiederci il voto, con quel faccino casto e puro, sono quanto di meglio il nostro paese possa avere...
Credo che allora sia meglio affrontare, una scelta chissà sbagliata... ma che conserva la speranza di poter dire un giorno... ho fatto la cosa giusta, che accettare per l'ennesima volta questa resa incondizionata per il timore di sbagliare, con l'unico effetto di continuare a vivere sopraffatti ogni giorno di più... ed allora prendendo spunto da un aforisma, dico che oggi in questa scelta... bisogna avere la saggezza dello sciocco e la pazzia del saggio...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo