Translate

sabato 24 agosto 2013

Sicilia... preparati ad essere nuovamente superata!!!


In questi anni, le politiche di sviluppo della nostra regione, sono state realizzate senza alcun programma, ma basate principalmente su quei principi di clientelismo e su quanto realizzato sotto il volere della criminalità organizzata...
Quindi, invece di vedere crescere quelle infrastrutture che ci potavano farci fare quel salto di qualità, necessarie per avvicinarci agli altri paesi nel mondo, potendo offrire quei servizi che al centro del mediterraneo, sarebbero stati di grande giovamento per tutti ed in particolare per noi, ecco che invece si è fatto tutto il contrario...
Si poteva iniziare con il realizzare nuovi porti, in particolare quelli di Catania, Messina, tentare di migliorare quelli esistenti, come quello di Palermo e di realizzarne di nuovi tra Pozzallo e Gela... ed ancora creare dei piccoli porti turistici, inesistenti su quasi tutta la nostra costa e ben presenti invece in altre regioni d'Italia...
E' cosa dire degli aeroporti, parlare di "internazionali" è una parola sconosciuta dalle nostre parti..., per cui nessun Boening 740 potrà mai essere visto sulla nostra pista, mentre casualmente in altri paesi a noi vicini, vedasi Malta, questi sono stati realizzati e da anni ci rubano con il proprio aeroporto quei potenziali clienti mondiali e non parlo soltanto dello scalo per i turisti, ma soprattutto di quello relativo alle merci...
La cosa bella che però la nostra isola è per gli USA fondamentale, sia per la posizione strategica, che occupa, che per la realizzazione di nuove e sofisticate attrezzature militari come quelle in fase d'installazione ( MUOS ), senza voler considerare tutto il resto... mentre per il nostro paese, la nostra regione ed in particolare per i nostri "meravigliosi" politici e soltanto un forziere attraverso cui barattare i propri voti...
Se a quanto sopra, aggiungiamo una economia allo sfacelo, nessun investimento estero, un turismo che vivacchia... ( in particolare dobbiamo ringraziare le voci derivanti sui rischi di quei paesi, molto ricercati dai turisti, ma che oggi purtroppo sono in conflitto...) e dove nessuna politica d'incentivazione viene realizzata, ed ancora, un terziario abbandonato, senza alcun controllo e programmi d'intervento ed i nostri prodotti tipici non garantiti da interventi che ne salvaguardino l'origine, a tipologia ed il marchio...
Ed infine non parliamo di imprenditoria civile ed industriale: non esiste!!!
I cantieri sono tutti fermi, le industrie stanno scomparendo o non sono tecnologicamente avanzate da poter competere con quelle degli altri paesi ed infine uno Stato che, dopo aver sprecato miliardi di euro, in strutture inutili e oggi fatiscenti, si ritrova quindi senza alcuna disponibilità, per poter realizzare quelle necessarie opere per la collettività...
Ecco che in una situazione così disastrosa ( ovviamente e come sempre i siciliani..., saranno felici alle prossime elezioni di poter continuare a donare il loro voto clientelare, all'amico di sempre ...) e soprattutto dove nulla deve cambiare, in particolare mi riferisco al controllo del territorio che deve restare nelle mani dei "soliti", ecco che in altri paesi, ancor più in crisi di noi, provano a cambiare rotta alla propria politica e si rivolgono a nuovi investitori...      
Mi riferisco alla Grecia, che sta divenendo il paradiso per i nuovi investimenti arabi...
E' così mentre l'Unione Europea discute su come sovvenzionare i paesi oggi in crisi, tra cui anche l'Italia, la Grecia in maniera dignitosa, invece di restare ad attendere le politiche europee, grazie al proprio primo ministro Samaras, prova a rialzare la testa, il proprio destino, quello del proprio paese e si rimette in gioco!!!
E' stato invitato il principe saudita Alwaleed Bin Talal, 26esimo miliardario nel mondo, sempre pronto e alla ricerca di nuove opportunità, tra queste infatti ci sono, l'Aeroporto internazionale di Atene e due dei suoi principali porti principali ( come strana la vita...).
Inoltre altri investitori arabi, sono in procinto di giungere nel paese, per iniziare nuove collaborazioni in particolare nel turismo e difatti anche paesi come la Cina, stanno iniziando a scommettere sulla Grecia...
A breve, nel giro di qualche anno, scopriremmo quali danni tutto ciò comporterà...
Statene certi che questi dirottati investimenti, causeranno proprio al nostro territorio, grazie a nuove opportunità nei collegamenti, aerei e portuali, quei vantaggi che si vedranno concretizzarsi in particolare nei settori del turismo e dei prodotti tipici ( similari per molto a noi...), facendo ritornare economicamente la Sicilia, nuovamente una colonia ( già una nuova Magna Grecia ) di quel grande modello che fu l'impero ellenico...

venerdì 23 agosto 2013

L'Italia di Berlusconi finirà male, malissimo, nella vergogna e nella corruzione. E' sarà stato inutile avere ragione!!!

Siamo nel 1994 quando Indro Montanelli intervistato da Curzio Maltese dichiarava: "L'unico modo per liberarci di Berlusconi è lasciarlo governare. Tutto
finirà male, malissimo, nella vergogna e nella corruzione. E sarà stato
inutile avere ragione. Un giorno il giornale ti chiederà di scrivere un
articolo sulla fine di Berlusconi e non ne avrai più voglia...".
Ora dopo tanti anni... possiamo dire che tutto si è avverato ed è bello leggere questa mattina nel ns. quotidiano " La Sicilia " il Cav. che lancia un ricatto a modello aut aut e cioè che se cade Lui... cade il Governo!!!
Ma quando... mi sovviene dire..., perché non cade lui e tutti i suoi inutili filistei!!!
Veniamo ricattati e si cerca di barattare la propria posizione da condannato, con l'esecutivo e sulla legalità... soltanto da noi infatti si può assistere a personaggi che dopo aver ricevuto una sentenza di colpevolezza, vorrebbero dare ora soluzioni su legalità... incredibile... siamo proprio un paese alla frutta!!! 
Crisi, crisi e soltanto crisi, di questo sanno parlare nel Pdl... è ovvio basano tutto sul proprio leader... perché senza di lui c'è il vuoto assoluto.
"Berlusconi ha corrotto l'intero quadro politico. La sua parte, portando nelle istituzioni un'ignorante banda del malaffare, sotto il vessillo di un anticomunismo in morte del comunismo che ha funzionato come immunità totale. Ma ha corrotto anche gli oppositori e in generale il senso comune" ecco come conclude mestamente Maltese!!!
Il Cav. gioca ad alzare la posta, vuole vedere fino a che punto i suoi oppositori sono disponibili a seguirlo e quando si accorge che lo stanno per mollare, lui ritratta e fa parlare qualche suo "succube" portavoce...
Lì manda un po' di qua e un po di la, a seconda delle circostanze, dal quirinale al senato e fino alla camera, nei propri Tg e quando si accorge che qualcosa non va, lì richiama subito agli ordini, nella sua residenza di Arcore...
Il suo tempo è quasi giunto alla fine..., il suo partito vedrete imploderà su se stesso ( non c'è alcun valore morale che lo sostiene... ) ed appena sarà possibile realizzare con i restanti partiti quelle corrette e giuste leggi, ecco che, senza più possibili escamotage giuridici ( finora utilizzati da esperti e professionisti legali..., molti dei quali seduti nelle nostre camere ed ovviamente a nostre spese...) ecco che forse ripuliti da molti di questi soggetti, potremmo ricominciare finalmente in questo nostro paese a parlare di legalità, giustizia ed eguaglianza sociale... 



giovedì 22 agosto 2013

Redditi nascosti per 17,5 Miliardi di euro...


Dall'inizio di quest'anno i controlli della Gdf ha portato ad individuare quasi 5.000 evasori!!!
Sembra che i redditi nascosti sono pari a circa 17,5 miliardi di euro, una montagna di denaro che se proporzionata al numero irrisorio degli evasori scovati, rappresenta soltanto la punta di un iceberg di ciò che rappresenta l'evasione nel nostro paese...
Denunciarne quindi circa 1.800 serve a poco, se tanto alla fine si continua come se nulla fosse...
Ho letto che molti di queste attività sono totalmente sconosciute al fisco e soltanto attraverso società di comodo, parallele alla stessa o facenti parte di un medesimo gruppo, riescono a evadere alla faccia dei contribuenti " onesti "... 
Se a questo si aggiunge che in molti di questi casi, si fa uso di manodopera irregolare, e soprattutto senza alcuna prevenzione di sicurezza nei luoghi di lavoro...
Ovviamente la contraffazione è quella in cui si realizzano i maggiori introiti ed in un paese nel quale l'apparire è più importante dell'essere, ecco che tutti coloro ( e sono la maggioranza...) che desiderano avere un oggetto di valore o di moda... non potendo permetterselo, puntano sul falso... ed allora ecco imitazioni di orologi, occhiali, borse, vestiario, scarpe, ecc... , prodotti contraffatti alla perfezione che crea un giro d’affari fondamentale per l'industria criminale...
Marchi copiati che vengono poi rivenduti da tutti quei poveri extracomunitari che per pochi euro rimangono a vendere intere giornate sotto il sole e sicuramente di notte vengono utilizzati per lo spaccio di stupefacenti...
Un'Italia dedita ad occultare i veri redditi e ad investire i maggiori utili realizzati illecitamente in altri mercati, questa volta regolari, sui quali creare nuove società, che possano rappresentare agli occhi di tutti, quel fiore all'occhiello, quel modello da imitare e dove vengono rispettate tutte le regole e tutte le leggi in vigore...
Già, perché grazie a questa possibile, il suo amministratore ( in pochi anni... ) può crearsi un nuovo e perfetto profilo da "gentiluomo", diventare così un personaggio pubblico, iniziare a frequentare quei livelli sociali nei quali s'incontrano le persone che contano della città, da quelli politici a quelli del proprio settore, ed ancora, attraverso lo sviluppo di progetti di beneficenza e volontariato s'iniziano ad aprire nuove strade verso la solidarietà, diventando così agli occhi dei tanti, personaggi esemplari ( mentre si sta soltanto promuovendo se stessi ), ed infine grazie a qualche dichiarazione sulla legalità e sulla lotta contro la criminalità organizzata, si diventa protagonisti nei quotidiani e nelle televisioni locali...; ecco si è giunti all'obbiettivo..., adesso è di fondamentale importanza consolidare il piedistallo su cui si trova e tentare così di rimanerci il maggior tempo possibile...
E' così che fanno in tanti..., ( e chissà forse qualcuno di questi che si spaccia per persona per bene... lo conoscete anche voi ) e nei casi in cui si accorgono di esser stati scoperti, allora, simulano una crisi aziendale, licenziano il personale e salvano i beni realizzati in altre società appena costituite...
Questa rappresentazione è soltanto una piccola porzione di quei comportamenti che sono del tutto italiani... e in questi purtroppo, ci sono coloro che sotto forma di corretti italiani li vanno ogni giorno compiendo...

martedì 20 agosto 2013

Il Cavaliere su Facebook...

Io resisto! non mollo. State tranquilli che non mi faccio da parte, resto io il capo del centrodestra. Farò sino all'ultimo l’interesse del Paese e degli italiani. Andate avanti con coraggio. Non vi farò fare assolutamente brutte figure. Prepariamoci al meglio...
Al meglio o al peggio direi...
Intanto minaccia la caduta del governo se il pd dovesse votare per la decadenza e poi da solito dittatore dichiara che "il leader resto io...".
E' chiaro che lancia un messaggio a quanti nel suo partito gli darebbero una buona spallata per levarselo dinnanzi e di questi ( statene certi... ) c'è ne sono tanti... mentre qualcun'altro già sperava di prendere il suo posto, promuovendosi nuovo leader del centrodestra... ( io tra questi non ne vedo uno che possa prenderne il posto... )
Ma poi, veramente pensate che uno che ha il potere in mano lo lasci al primi venuto, ma queste cose non succedono neanche tra parenti... forse se proprio non se ne può farne a meno si passa lo scettro al figlio...
Mi piace quando scrive... andate avanti con coraggio, infatti è quello che andiamo facendo da anni... perché ci vuole coraggio a stare in questo paese, governato da soggetti che a differenza di quello che poi aggiunge... ci ha fatto fare soltanto brutte figure!!!!
Vi risparmio i commenti, che a seconda delle frasi vengono epurate... ( quasi fossimo nei vecchi Tg di Rete4 con Emilio Fede direttore...)
La decadenza da senatore del Cavaliere è ormai giunta alla fine... e se si vuole dare nuovamente dignità e rispetto a questo nostro paese, nessun condizionamento deve esserci imposto... in particolare se questo viene fatto al Presidente della Repubblica Napolitano, che non ha alcun motivo di intromettersi in una vicenda giudiziaria in particolare dopo esserci stata una condanna...
Non deve esistere per nessuno, la possibilità di modificare le sentenza... la legge è uguale per tutti... e le sentenza vanno rispettate...anche dai Cavalieri...
Tranquilli che il suo non è amor di patria, ma amor proprio... già proprio per la sua "Robba", vi ricordate la novella del Verga???  
Già in quella novella il contadino Mazzarò viene descritto come un uomo " ricco come un maiale" (metafora che rappresenta anche la sua avidità di ricchezza) che aveva la testa simile a un brillante (per rappresentarne l'intelligenza). 
Egli finisce, piano piano, per appropriarsi di tutti i terreni che appartenevano a un potente barone, il quale viene costretto a vendere prima i suoi possedimenti e successivamente anche il suo castello (eccezion fatta per lo stemma nobiliare, Mazzarò infatti non era interessato all'appropriazione di alcun titolo nobiliare). 
Verga esaspera nella novella i concetti del duro lavoro e dell'attaccamento ai beni materiali, poiché in ogni caso il destino inevitabilmente alla fine travolge l'uomo.
L'ossessione infatti di questo uomo (Mazzarò) è di poter espandere sempre di più i suoi possedimenti, avere sempre più "roba", alla quale egli è molto legato. 
Il suo attaccamento ai beni materiali è così forte che quando gli comunicano che si avvicina il momento di separarsene poiché si trova in punto di morte, non sapendo come poterla portare via con se... decide di ammazzare a colpi di bastone le sue anitre e i suoi tacchini, al grido di "Roba mia, Roba mia... vieni con me!". 


lunedì 19 agosto 2013

Mentre da noi le tasse aumentano... in altri paesi diminuiscono!!!

Ormai è evidente che il nostro governo, intrappolato nel ricatto preparato dal leader del Pdl, si trova a dover gestire una crisi economica, senza sapere dove recuperare i necessari fondi per superarla...
Inoltre, avendogli imposto l'eliminazione dell'Imu sulla prima casa, la ricerca di ulteriori stanziamenti è diventata di estrema necessità.
Se a questo poi, aggiungiamo che in nessun modo è stata fatta alcuna politica di risparmio e di contenimento dei costi della cosa pubblica, ecco che, la prospettiva di un ulteriore prelievo dalla busta dei lavoratori, non fa altro che accrescere quella contestazione, finora limitata a qualche manifestazione, ma che rientrati dal periodo delle ferie, potrebbe sfociare in tutta la sua rabbia...
La mancanza di fiducia da parte di tutti, in particolare dei giovani che non vedono alcuna prospettiva nella loro ricerca di un lavoro, sommata a quanti oggi, tra pensionati e dipendenti, non hanno la possibilità di sopravvivere, ecco che appunto questo dissenso non rappresenta altro che, il punto iniziale di ciò che negli altri paesi è già sfociato in rivolta popolare... 
Lo stesso principio si è già avuto in  Svezia, dove il modello del centrodestra che ha sostituito quello da sempre emulato socialdemocratico, ha iniziato a fare acqua da tutte le parti...
Ed è per questo che il proprio leader Reinfeldt ( a differenza del nostro... ) ha dichiarato che a breve inizierà un nuovo taglio delle tasse, insieme ad ulteriori sgravi per i lavoratori e per i pensionati...
Allora, a differenza di quanto viene fatto nel nostro paese da un bel po' di anni e dove si continua imperterriti ad aumentare il prelievo fiscale, con particolare interesse per quanti hanno una busta paga, dimenticando nel contempo di colpire invece coloro che non dichiarando un reddito certo, fanno dell'evasione il loro primo obbiettivo...
Alla fine sono sempre le nostre tasche a dover piangere... mentre le loro ( e parlo di quelle dei nostri politici e di quanti girano attorno a questo sistema... ) stranamente continuano a gonfiarsi...
Quindi da noi tutto aumenta in particolare la disoccupazione che ha raggiunto ormai quota 20%, mentre da loro pur avendo anch'essi gli stessi problemi, hanno percentuali di gran lunga inferiori, che si aggirano intorno al 7,8%  ed ancora, almeno lì, si prende in considerazione la possibilità di non gravare sui soggetti più deboli, che poi sono quelli che sostengono l'economia di un paese... 
Qualcuno mi contraddice ricordandomi che in Svezia, la tassazione sui redditi delle persone fisiche è tra le più alte d'Europa, ma io ricordo che non esiste alcun paragonare tra i servizi offerti in maniera esemplare e completa alle loro famiglie, con quelli invece totalmente inesistenti o mal organizzati da noi...
Ma la differenza sostanziale dalla quale siamo veramente lontani nel poter essere paragonati alla Svezia è in quei principi fondamentali di democrazia e di uguaglianza, quel modello cioè nel quale, tutti sin dalla nascita sono eguali!!!
Ecco è in questo principio che si giocherà fondamentalmente la partita della ripresa economica del nostro paese...; già, mentre da noi le disuguaglianze sociali sono elevate e le differenza tra ricchi e poveri restano ancora grandi, ecco che in Svezia, la differenza in base al merito viene invece premiata!!!
Da noi non esiste alcuna parità di opportunità!!!
E' infatti totalmente possibile ( se non andando via dal nostro paese... ) partire dal basso ed ottenere quella corretta scalata sociale e non come da noi, dove si prosegue grazie alle solite raccomandazioni da padre in figlio e dove si mantiene come unico obbiettivo quello della disuguaglianza, dove i figli dei ricchi rimarranno ricchi, mentre quelli dei poveri continueranno ad essere poveri: a differenza però di quanto riportato nell'articolo 34 della Costituzione dove coloro che sono capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi...

domenica 18 agosto 2013

La Sicilia, clichè di "cosa nostra"...

Non c'è una volta in cui, trovandomi all'estero, appena sentito che fossi siciliano, qualcuno non mi dicesse: ah... mafia...., corleone, il padrino, ecc...
Le meraviglie della nostra terra, per fortuna sono poi talmente tante, da sovrastare questa consuetudine negativa, che purtroppo ci ha fatto conoscere così negativamente nel mondo...
In questo bisogna aggiungere, che proprio una mano c'è stata data anche dalla cinematografia hollywoodiana e da quella di casa nostra ( qui non c'è termine migliore... ), che con quei film realizzati ed ambientati nel nostro territorio, hanno dato modo di farci conoscere...
Ed allora, ecco che qualcuno vedendo in ciò un business ( che è poi l'interesse principale di cosa nostra... ), si propone di pubblicizzare il proprio locale, attraverso l'immagine di questa organizzazione criminale...  

Abbiamo visto in Austria il ristorante ''Don Panino'', mentre da poco è nato in Danimarca, un analogo locale questa volta una pizzeria, che propone nel proprio menù la pizza del mafioso o la pizza di Al Capone..., non so se nel menù troviamo anche altri nomi eccellenti della associazione mafiosa... anche perché l'elenco sarebbe molto lungo, per non dire infinito!!!
Ecco, credo che invece sarebbe stato molto bello, chiamare un ristorante... "per non dimenticare", proponendo nel menu, tutti coloro che per combattere la mafia sono caduti... e sarebbe un monito per quanti ( in particolare per i giovani... ) che oggi credono e vedono in questo tipo di vita e modello, qualcosa da imitare e soprattutto da voler emulare quelle geste che a loro modo sono esemplari...

Abbiamo visto come nei ragazzi il film " Il Capo dei Capi " che descriveva l'ascesa dei cosiddetti " Corleonesi" in particolare la vita del boss Toto Reina ( interpretato in maniera perfetta da Claudio Gioè ), e come questo abbia suscitato nei giovani quel particolare interesse su quella vicenda e sulla facilità di giungere ad ottenere quanto si desiderava, in maniera rapida, grazie ai modi violenti, giungendo ad un successo personale certamente difficile da ottenere percorrendo una strada diversa e cioè quella della legalità e della ragione.
Dispiace vedere che la nostra regione, debba subire un così deplorevole considerazione nel mondo, considerato che da sempre questa è prima, in cultura, lingua, arte, musica, prodotti, bellezze del territorio, cucina e soprattutto ospitalità e solidarietà ( lo stiamo proprio vedendo in questi giorni, nei riguardi degli immigrati che stanno sbarcando nelle nostre spiagge...)
Certamente però, quanto finora fatto da parte dello Stato, risulta ancora molto modesto e limitato, con l'aggravante che proprio coloro che sono stati scelti a rappresentarla ( politici a vario titolo nelle varie amministrazioni, da quelle di Governo ai cosiddetti consiglieri), sono stati quasi tutti inquisiti per associazione mafiosa...
Quindi alla fine mi viene da chiedere... ma attraverso quale modi si pensava di correggere e modificare questa immagine negativa della nostra terra, se ancora i suoi uomini " d'onore" si trovano fortemente legati a quelle inestirpabili radici, chiamate " cosa nostra "???

sabato 17 agosto 2013

La dimensione economica realizzata con il falso in bilancio...

L'Evasione rappresenta il primo problema che il nostro stato possiede!
Già, la correttezza e la chiarezza nel tenere i conti in ordine, la realizzazione di una contabilità e di un bilancio che rappresenti il vero budget d'esercizio è uno dei problemi a cui quotidianamente i nostri ispettori sono costretti ad analizzare in particolare nella ricerca di quei dati falsi o inattendibili...
Ci troviamo sempre davanti a situazioni nelle quali l'aspetto economico e patrimoniale viene ritoccato, per poter nascondere quanto illecitamente si è messo da parte...
Nel far ciò, purtroppo ci si affida proprio a coloro che sono demandati al loro realizzo e mi riferisco a quei professionisti che rappresentano il supporto necessario perché ciò possa essere realizzato...
Tralasciando i requisiti legislativi, sappiamo che il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società, risultato economico dell’esercizio...
Per cui chiarezza, verità e correttezza, rappresentano i principali requisiti nella sua compilazione...
Possiamo quindi ben capire che non è di fondamentale importanza la compilazione numerica dei valori o l'assoluta precisione nel corso delle registrazioni, infatti è constatato che le attività bilanciano passività e che i costi bilanciano i ricavi, la differenza tra le voci ovviamente identifica l'utile o perdita di esercizio, ma ciò che è di fondamentale importanza è in che modo venga rappresentata, in maniera veritiera, la situazione economico-patrimoniale della società.
Per cui il concetto numerico espressione di una determinata misura, deve rappresentare una valutazione non soltanto numerica, ma che non permetta possibili errori in considerazioni e che in tale giudizio, questa, venga misurata con il giusto strumento o unità di misura, in modo tale che l’attivo ed il passivo si bilanciano, nel senso che, l’attivo esprime come è stato impiegato il capitale sociale... 
Per cui in definitiva è la chiarezza, il requisito di qualità che sopra qualunque altro da senso a verità e correttezza, per cui se da un lato è necessario tenere i conti in ordine, dall'altro tutte le voci che costituiscono costi, ricavi, attività e passività, dovranno essere sempre espresse in maniera chiara e veritiera...
Non per niente è sul mancato rispetto di questo concetto che vengono ad esistere le cosiddette poste di bilancio false, che hanno l'effetto di alterare i valori attraverso operazioni inesistenti, perché si possa giungere ad un risultato diverso da quello veritiero...
Purtroppo queste operazioni " false" non si scoprono analizzando il bilancio, ma controllando ogni singola operazione, ma purtroppo se queste vengono mascherate in maniera "perfetta" ecco che, diventa difficile giungere alla corretta verità, ed è proprio per questo che le nostre forze dell'ordine demandate al controllo, hanno da sempre difficoltà a scovarle...
Inoltre visto il numero consistente di società che da sempre evade e rapportato all'esiguo numero di ispettori e controllori messi in campo da parte dello Stato, ecco che il gioco è fatto... la possibilità di essere colpiti è inferiore all'1%...
Se poi si considera che, tra i nostri politici si è tentato di giustificare la possibilità di evadere dando la colpa di tale atteggiamento all'esoso carico fiscale del nostro paese ed ancora sommando a ciò, come il falso in bilancio è stato in questi anni trattato, attraverso tante modifiche legislative, da permettere anche a coloro che sono stati condannati, di non subire alcuna pena severa, ma di godere di sconti e riduzioni, pagando sì amministrativamente quanto sanzionato, ma di restare impuniti, continuando per poter compiere nuovamente, attraverso altre società o prestanomi, quanto finora svolto.     

mercoledì 14 agosto 2013

Ma quali dossier segreti possiede il cavaliere???


Non mi spiego come sia possibile, che il nostro paese ed in particolare, i vertici dello stato, tentino di trovare soluzioni alternative, per abrogare o depennare una condanna ricevuta per frode fiscale, un tentativo effettuato per non si sa quale motivo...
Forse per salvare il premier...??? oppure perché bisogna salvaguardare il governo...??? o ancora perché qualcuno fa pressioni ai propri elettori ( o quanti pagati al momento...) per invogliarli a scendere in piazza, iniziando a protestare e creando quei disordini che tutti vorrebbero evitare...
C'è invece chi suggerisce che forse le motivazioni sono altre... e cioè che il cavaliere nei vent'anni che ha gestito il potere, abbia acquisito tali e tante informazioni, su ognuno dei nostri uomini di stato o su tutti quei vari, politici, amministratori, dirigenti, presidenti, magistrati, ecc..., che a seconda delle circostanze, potrebbero essere in un qualche modo ricattati...
Ricordate i famosi dossier del defunto presidente Giulio Andreotti, quelli che nessuno sa più dove siano finiti oppure nascosti in chissà quale cassetta di sicurezza bancaria, ecco il paragone è più o meno analogo... 

Ora quindi, cosa dobbiamo pensare se a qualcuno gli dovesse venire in mente di fare uno sconto sul quella pena??? chissà forse è anch'egli ricattabile??? 
Ed ancora chi è che sta cercando di salvare il cavaliere, gli amici Bush o Putin, il gruppo Bildemberg, chi vuole quindi che il potere torni nelle mani del cavaliere togliendolo di fatto al centrosinistra... già spiegatemelo un po se ne siete capaci...
Ogni tanto mi trovo concorde con Grillo quando dice che " se Berlusconi sarà salvato, moriranno le istituzioni!!!" ed io aggiungo... non soltanto quelle.
A forza di tirare la cinghia, vedrete che prima o poi, che questa si spezzerà..., e finalmente così vedremo come andrà a finire...
Io comunque penso di saperlo!!!

martedì 13 agosto 2013

Lo stesso motto... da padre a figlia!!!

"No al mio impegno in politica... ".
Ecco come si presenta la figlia del cavaliere, Marina Berlusconi, alla richiesta di entrare in politica.
Possiamo ben dire che è lo stesso che ha fatto il proprio padre per un ventennio... dedicandosi a portare avanti le proprie imprese, i propri investimenti, garantendo e blindando, qualsivoglia azione da parte della magistratura o della guardia di finanza, per evitare controlli più precisi e dettagliati sulla gestione delle stesse...
Non dimentichiamo inoltre, che una delle riforme fatte proprio dal cavaliere è stata quella dello "scudo fiscale", permettendo a chiunque avesse evaso nel corso degli anni di poter fare rientrare in maniera legittima i propri capitali, senza però di questi si sia potuto verificarne la provenienza ed ancor peggio senza poter intervenire contabilmente su come questi ammanchi siano stati realizzati ed ancora penalmente in quanto questi soggetti sono dei veri e propri " EVASORI - LADRI - TRUFFALDINI - APPROFITTATORI - MALVIVENTI - FARABUTTI - LESTOFANTI - DISONESTI - SENZA DIGNITA' - USURAI - FURFANTI " e potrei continuare all'infinito con altri aggettivi, poiché questi come "merde" rappresentano quanto di più ingannevole e sleale, la natura umana possa plasmare...    
Ora, che un'altra appartenente a quel sottogruppo della cosiddetta eccellenza, elitè dei raccomandati o dei soliti figli di papà, venga corteggiata per diventare protettrice a salvezza del nostro paese, considerato dove ci ha condotti il proprio padre e meglio che lasci perdere...
Quindi la prego, se la risparmi questa discesa in campo, al limite se proprio dovesse avere voglia di un campo... si faccia dare un pallone da suo padre e provi a dare quattro calci, nel proprio centro sportivo di Milanello...
Non conoscendoLa personalmente, ho sentito dire comunque che Lei possiede grandi meriti sia in campo professionale che personale, nelle attività per le quali lei svolge la funzione di Presidente...
Il consiglio quindi che le posso dare è questo: quando una persona è capace di fare bene una cosa è un vero peccato distogliere queste proprie capacità, per dedicarsi ad altre di cui non se ne conoscono le regole e dove il rischio non è soltanto quello di sbagliare, ma di essere pugnalati alle spalle proprio da quanti oggi la espongono a scudo per evidenti ragioni personali e nello stesso modo e con la stessa intensità con cui oggi la spingono a mettersi in campo, domani, se le circostanze dovessero volgersi contro, ecco che come abituali codardi, faranno di tutto per abbandonarla ed esporla al pubblico ludibrio..., che è dopotutto quanto oggi ( in cuor loro... ), augurano proprio a Suo padre!!!

lunedì 12 agosto 2013

Se la legge... fosse uguale per tutti...

Già, se la legge fosse uguale per tutti, oggi non saremmo qui a dover ascoltare che, una persona condannata e resa da tale sentenza ineleggibile, potrebbe in virtù di chissà quale stratagemma politico-giudiziario, fare decadere questa incandidabilità oppure posticiparla il più possibile, per giungere a nuove elezioni e chissà per permettere un ulteriore modifica della stessa legge...
Ormai tanto ci siamo abituati alle leggi ad-personam e quindi una più una meno, non cambia la sostanza, per adesso tocca alla Giunta esprimersi sulla decadenza del cavaliere, e chissà come verrà valutata questa prescrizione...
Purtroppo da noi la corruzione, cambia se viene osservata da angolazioni diverse e quindi per questo subisce varie interpretazioni...
Per cui evadere diventa quasi una esigenza causata dal troppo carico fiscale, andare con minorenni ( se queste sono di aspetto molto procaci e ben formate) non è da considerarsi reato di pedofilia, istigare alla prostituzione va rettificato in base al contesto in cui esso avviene, l'uso di sostanze stupefacenti viene modificato se tali sostanze sono usate per uso esclusivamente personale o tra amici e via discorrendo...
Da noi è così, fatta la legge... trovato l'inganno, l'escamotage, quell'espediente per eludere sempre una possibile difficoltà, il tentare in ogni caso di risolvere una situazione problematica facendo uso anche di sistemi coercitivi o di pressioni legati ad aspetti personali o familiari ( e chi mai potrà considerarsi sicuro da essere alcun peccato...).  

Si sta cercando di trovare quindi un possibile salvacondotto che permetta al Cavaliere di uscire da questo stallo ed ora anche il governo Letta inizia a traballare, e qualcuno del gruppo "lecchino" del Pdl va annunciando che il partito... si scaglierà contro il governo decretandone la fine... almeno per loro sarà certamente la fine, in quanto vedrete che il governo proseguirà tranquillamente, trovando un momento transitorio, per modificare tutte quelle vergognose leggi, che nel nostro paese sono state ingiustamente realizzate, e state certi che se questi saranno gli obbiettivi i voti mancanti del Pdl e Lega saranno sostituiti tra l'Udc ed il M5stelle...
Comunque non possiamo più permettere a nessuno di continuare a ricattarci in questo modo...
Il tempo delle dittature è finito ed al grido di democrazia puliremo questo nostro paese, da tutte quelle forme di prepotenze a da quell'utilizzo improprio e molto personale, delle nozioni di parole quali giustizia e legalità...

domenica 11 agosto 2013

Arrestate Bossi!!!

In un particolare momento di tensione come quello che il nostro paese sta vivendo, ma soprattutto, pericolosamente vicini al baratro di una guerra civile, ed ancora, pur avvertendo la presenza costante delle forze dell'ordine e l'autorità di governo, con messaggi di attenzione e di controllo, mi chiedo come ( pur trovandoci in uno stato di diritto nel quale ognuno è libero di poter esprimere le proprie opinioni), all'interno di queste regole di civile convivenza, sia possibile che ci siano soggetti che manifestino inneggiando alla violenza o che ancor più grave, istighino alla recrudescenza...
Già, mentre la maggior parte dei cittadini, deve stare attenta, anche al proprio modi di esprimersi per non dover ricevere eventuali denunce, ecco che invece qualcuno, in barba alle nostre legislazioni, si permette a modello terrorista, di esprimersi trasmettendo messaggi violenti durante i propri comizi, dichiarando in queste sedi ai propri concittadini che a breve ci sarà il momento di dover impugnare le armi...
Ora che un ex ministro, un certo...Umberto Bossi, si permetta di dichiarare che " meno male che, qui in Valtrompia, ci sono ancora le armi. Un giorno serviranno..." si comprende il perché della debolezza del nostro paese!!!
Ovviamente, volendo giustificare il soggetto che abbia potuto esprimere una frase così idiota..., forse si capisce il perché, ancora in Italia nessuno lo abbia preso in considerazione...
Dover ascoltare però come "ITALIANO" che qualsivoglia deficiente, un giorno possa alzarsi e dichiarare di voler rispolverare i fucili padani, pensi che forse è il momento d'iniziare a prendere una decisa posizione!!!
Inoltre mi chiedevo, "ma perché questi benedetti fucili non ve li ficcate su per il culo..." in particolare e soprattutto considerato che penso si stia parlando di fucili della prima guerra mondiale e cioè a baionetta..., ecco facendo quanto sopra scoprirete come il dolore, sarà più lancinante...
Ho letto altresì che, durante il convegno erano presenti pochissimi militanti e che invece di chiedere al "senatour" su un eventuale rendiconto sulle somme truffate al proprio partito o sulle spese abusate da propri familiari o componenti del gruppo "cerchio magico", stanno lì come tanti coglioni, sott'acqua ad ascoltare stronzate da un cosiddetto leader titolare a suo dire di un carriolo rotto senza ruote o come meglio vuol definirlo lui un carrroccio...
Bossi attacca tutti ed anche l'attuale governo che a suo dire non riesce a risolvere i problemi del Paese, peccato che proprio lui insieme al cavaliere, hanno governato questa italia mandandola in totale recessione... ed il bello che minaccia di stare attenti a settembre..., però è furbo, già capendo che ormai nella Lega non conta più nulla, aggiunge che, non desidera scontri tra lui e il segretario Maroni perché i veri nemici sono fuori...
Furbescamente sta cercando di rientrare dalla porta di servizio e chissà se proprio il Cavaliere non gli darà una mano, visti i problemi di tenuta e le prossime elezioni ormai dietro la porta..., infatti nel suo (chiamiamolo... ) intervento, ha dichiarato che la magistratura fa sempre una serie di errori, che però per questi non paga mai... e così non va bene, chissà se forse nell'esprimere questo pensiero non stava pensando, anche e soprattutto, alle proprie vicende giudiziarie...
Ed infine conclude attaccando l'attuale ministro Kyenge, dichiarando che la lega non è razzista, ma "è tutto il Paese che ne ha pieni i coglioni di questo ministro..." ed ancora " io sono contrarissimo agli insulti, si può ragionare, ma bisogna anche dire la verità ".
Credo comunque che a noi tutti ormai i coglioni c'è li hanno fatti ben gonfiare... e già da un po..., ma in particolare, sono proprio alcuni personaggi da circo, che attraverso le loro battute, hanno fatto leva su quei poveri analfabeti che alla fine li hanno pure votati e permettendo a questi soggetti di poter governare...
Quindi una volta per tutte... arrestate Bossi e nel mettere definitivamente in prigione, lui e i suoi compari..., vi prego, appena sbarrati in cella, buttate le chiavi nel punto più profondo del loro "Sacro Po"...

venerdì 9 agosto 2013

Equità... una parola che manca nel ns. vocabolario...


Si parla di equità, di giustizia, di trovare quella giusta imparzialità, che, soprattutto in un momento come il nostro e cioè di profonda crisi, diventa di fondamentale importanza...
Agli occhi di tutti infatti, continuare ad operare attraverso scelte inique, potrebbe condurre chiunque a considerare queste, quasi fossero un'incitamento alla provocazione, dando inizio così a possibili giustificazioni e soprattutto azioni,  alle quali poi, certamente non si saprebbe come opporsi...
Quindi se da un lato, ogni giorno assistiamo inerti a qualcuno che si suicida poiché non riesce più a sopravvivere, perché si ritrova senza un lavoro, indebitato con interessi che aumentano esponenzialmente grazie a tassi da usurai ed infine dove, anche quella piccola speranza di credere in un paese che ti protegga e ti sostenga è ormai perduta..., ecco che se oggi assistiamo a questa cruda realtà, di contro abbiamo invece "super pensionati" che costano a questo ns. paese ben 13 miliardi di euro all'anno...
Sono circa centomila..., iscritti nell'albo d'oro delle pensioni, con numeri che vanno intorno alle €. 3.000,00 al giorno, si al giorno... non al mese, quelli sono €. 92.000!!!  
Ovviamente non sto qui ad elencarvi i vari nomi, che potrete comunque trovare sul web, ma ciò che sbalordisce è che questa nostra classe politica, non riesce a trovare un modo per frenare queste continue ingiustizie, non intervenendo dove c'è ne più di bisogno e parlo di tutti quei pensionati che debbono vivere con meno di €. 600,00 al mese...
Quindi da un lato si toglie e da un altro invece si continua ad elargire profumatamente, continuando con quanto nei periodi clientelari e truffaldini, si è voluto concedere... ed oggi purtroppo noi tutti siamo qui a subirne le conseguenze per quelle scelte scellerate!!!
Si qualcosa in questi anni è cambiato, ma siamo ancora lontani anni luce da quei criteri di EQUITA' e GIUSTIZIA, che ancora da noi non vengono applicati...
Sono tutti così zelantemente precisi, ognuno di essi così diligenti nel proprio campo professionale, da assolvere o da non violare, quanto giustamente previsto nei regolamenti previsti per legge...
Sono tutti pronti a voler difendere chi oggi, suo malgrado, si ritrova a beneficiare di questi particolari benefici...
Ora, pur non conoscendo i reali numeri economici di questi soggetti, sono certo comunque che questi, non sono minimamente paragonabili ai versamenti effettuati nel corso degli anni lavorativi...
Se si vuole salvare ciò che ancora resta di moralità e di principio in questo paese è meglio, molto meglio, che i nostri politici inizino a darsi una mossa sotto il profilo di equità, prima che questa fragile coesione sociale che ancora ci tiene uniti, possa dare inizio a quanto la storia, in casi analoghi, ci ha già insegnato!!!

giovedì 8 agosto 2013

Le solite false dichiarazioni di austerità e ripresa...

Leggevo questa mattina il giornale "La Sicilia", ed in particolare l'articolo in cui il Ministro Saccomanni va dichiarando che la " recessione è alla fine ", ed inoltre aggiunge che " l'economia entrerà in ripresa,ormai infatti, siamo ad un punto di svolta del ciclo ".
Ora grazie a queste dichiarazioni possiamo finalmente sentirci sollevati, soprattutto perché queste sono altrettanto condivise dal Presidente del Consiglio, Enrico Letta, che ci conferma che " ormai vedendo la luce in fondo al tunnel, si torna ad avvertire la forze della sua maggioranza...".
Incredibilmente però, il più prestigioso quotidiano del mondo avverte come in Italia il problema non è non è soltanto Berlusconi, in quanto il centro-sinistra ha altrettante colpe, non avendo saputo sfruttare le proprie occasioni... Già, nessun governo a Roma ha la possibilità di guidare il Paese verso giorni migliori fino a quando sia la Germania, sia l’Unione Europea, continuano a promuovere false dichiarazioni su austerità fiscale, insabbiando il vero problema economico dell’Italia che è rappresentato da una crescita anemica...".
Ora dal momento che Berlusconi è stato condannato, si dovrebbe aprire un nuovo scenario nel quale il leader certamente non farà più parte, anche se tenterà di muoverne le fila, eclissandosi certamente dietro l'ingresso in politica della propria figlia Marina...
Ma quando il leader barcolla o sta per cadere, di solito, l'ultima spallata gli viene data, proprio da quanti gli erano stati fedeli..., ora quindi, ognuno di loro tenterà di prenderne il posto, la storia infatti da sempre c'insegna così... 
Ed inoltre, il centrosinistra non ha ancora risolto il vero problema, dove stare, con chi stare, quale programma proporre, chi proporre come leader e come rottamare una volta e per sempre, quelle mummie che rappresentano ancora l'organo dirigenziale...
I suoi leader più noti, dichiara infatti il New York Times, “ sono costituiti da  ex-comunisti, troppo ambiziosi per iniziare a interessarsi della nuova economia capitalista, in particolare a piegarsi agli ordini impartiti dai banchieri tedeschi ”. 
L'Italia infatti è bloccata da una doppia recessione, da un lato vi è un tasso di disoccupazione che si aggira intorno al 12%” e dall'altro una crescita economica irrilevante dell'ultimo decennio.
Ed è per questo motivo che il governo creato "ad arte" politicamente con il sostegno del quirinale, rappresenta soltanto una "coalizione sgraziata" e la dimostrazione è che fino ad oggi non è stato raggiunto alcun obbiettivo... se non quella vergognosa elemosina concessaci dal cancelliere tedesco Angela Merkel, per farci sopravvivere!!!
E' evidente a tutti che ormai l’Italia, ha un disperatamente bisogno di rinnovo totale della politica e dei suoi protagonisti e che soltanto attraverso leader autorevoli e dirigenti capaci, si potranno produrre quelle necessarie e giuste riforme economiche, che garantiranno l'uscita definitiva da questa crisi...
Tutto il resto sono come sempre, le solite falsità... 


mercoledì 7 agosto 2013

Un paese corrotto...

Ovunque, in qualunque settore della vita quotidiana, si è circondati da quell'ombra di corruzione, che non rappresenta (come qualcuno vorrebbe farci credere), un comparto ben delimitato o caratterizzato soltanto da certi ambigui individui, ma è l'essenza stessa e la caratterizzazione incarnata, del comune cittadino, che manifesta in tutto e per tutto, le problematiche di questo nostro paese!!!
Già, un paese corrotto che tenta disperatamente di emarginare la corruzione, la malafede, il clientelismo, le raccomandazioni, lo scambio di favori, quei giochi di potere, che ovunque e continuamente ad ogni livello tentano di manifestarsi...
Nessuno, sì...nessuno ne è immune, tutti partecipano, ognuno al proprio livello e quindi se analizziamo e prendiamo traccia, su quanto accade intorno a noi, sperimentando ogni nostra vicenda quotidiana, possiamo ben vedere come le persone che incontriamo, per lavoro, per studio, per conoscenza, anche soltanto attraverso una casuale presentazione, ecco, esaminando quanto ci circonda, ci accorgiamo che stiamo barattando i nostri diritti, con tutta una serie di implicazioni che nulla possiedono quale specifica collocazione, ma che descrivono quel componente tanto comune, meglio definito come " problema "...
Un problema..., certamente che potrà essere superato, ma che richiede un intervento di sostegno, una richiesta di favore, un contributo volontario, ecc...
Ecco... tu fai un favore a me ed io chissà, forse non oggi, ma un giorno... potrei chiederne uno a te!!!
E' quindi in un paese nel quale soltanto i più scarsi e/o i cosiddetti furbi ( delinquenti ) vanno avanti e dove quindi l'unico e principale segno di distinzione è dato dal potere economico, cioè da quella ricchezza tanto ricercata che da la possibilità di elevarti sotto il profilo sociale...
Ecco quindi che è per questo che la corruzione si trova a passeggiare con i comportamenti abietti e meschini di quanti operano giornalmente nel malaffare...
Inoltre, se veramente si desiderava che la corruzione potesse essere estirpata una volta e per tutte, bisogna iniziare riformando tutto il nostro sistema, dalla giustizia fino alla applicazione severa delle pene, l'applicazione del rispetto delle leggi e delle regole di civile convivenza, provvedere a riordinare quel giusto sistema meritocratico a scapito di quello clientelare, un'esame di coscienza collettiva che possa sfociare con l'interesse di tutti, a scapito finalmente di quella individuale...
Basta con questi modelli, con quei soggetti che hanno edificato il nostro paese, ponendo a loro servizio, gente mediocre e scadente nei posti di comando...
Basta con tutti questi leccaculi che senza alcuna personalità e piegati a 90° continuano a volerci dare lezioni di moralità... 
Basta dover assistere a sondaggi, ove il nostro paese risulta essere quello in cui spicca il più alto tasso di corruzione, criminalità e malaffare... 
Basta doverci sentirci ultimi per il mancato rispetto di regole e principi che sono alla base di ogni democrazia e che a causa purtroppo della fragilità del nostro sistema di diritto, continua a permettere ad alcuni individui ( speriamo almeno per poco... ) di farsi beffa di noi e di tutto ciò che con grande considerazione chiamiamo ancora legalità...

giovedì 1 agosto 2013

Sentenza Berlusconi: un paese... legato ad un verdetto!!!

Sono passati due millenni da quando il nostro paese iniziava ad essere governato da un unico uomo che riuniva in se il grande impero romano...
La storia si è ripetuta fino a giungere noi attraverso un dittatore, che sotto il nome del fascismo, teneva unito e sottometteva questo nostro paese alle sue volontà...
Oggi, in un contesto totalmente diverso, in un paese che dovrebbe aver raggiunto quella maturità, meglio conosciuta con il nome di democrazia, ecco che invece, ci ritroviamo ad assistere ad un processo, che a seconda del verdetto potrebbe portare a destabilizzare questo nostro già fragile sistema...
Cosa è cambiato quindi???
A cosa serve avere un paese diviso in tifoserie, una di centrosinistra, un'altra di centrodestra ed infine tutti coloro che sono la maggioranza che si oppongono ai due sistemi e che ormai sentitisi abbandonati da quanti li governano, preferiscono legittimamente astenersi al voto...
Se guardiamo i nostri ultimi quarant'anni, troviamo un sistema clientelare mafioso, che ha permesso al nostro paese di proseguire sulla base della corruzione, del malaffare, del clientelismo, dello scambio di voti, del business economico suddiviso in responsabilità, tra tutti i vari partiti... 

E' questo ultimo ventennio, condizionato da un'uomo che si era presentato con il programma del miracolo italiano e di cui invece oggi ne raccogliamo lo sfacelo..., strano che nel contempo, le proprie società ed il suo patrimonio, si è elevato esponenzialmente di migliaia di volte...
Ora si cercherà di condizionarne il verdetto, il cosiddetto esercito di Silvio, vedrete che scenderà in piazza per difendere il proprio leader..., perché da noi, tutto deve essere ricondotto alla figura di un uomo, che dal suo trono possa influenzare e traghettare il proprio popolo verso una nuova speranza...
C'è chi parla di ragionevolezza, chi di annullare la sentenza, chi ancora ritiene che non vi sia alcun reato e chi pensa sia intollerabile soltanto giudicarlo...
Tutti tentano di volersi sostituire ai giudici, all'operato della magistratura, ognuno di loro, tenta di condizionarne l'esito, influenzando la sentenza attraverso l'azione di governo....
Ma poi di quale governo parliamo, di un governo che nessuno voleva, che nessuno ha scelto, di una combine organizzata a Montecitorio senza il consenso dei cittadini...
Qual'è il rischio??? Che il Pdl definitivamente vada a casa??? Che i propri uomini e donne ( ben inquadrati... ) finalmente comincino a cambiare mestiere e vadano finalmente a lavorare..., lavoro ovviamente permettendo!!!
Qual'è il rischio quello di non vedere le solite facce raccomandate??? Ditemi quindi cosa rischiamo??? Forse assistere al fallimento del nostro paese??? Quello sta già avvenendo da parecchi anni ormai e lo sfacelo è visibile in ogni settore...
Soltanto coloro che ancora si possono permettere di mettersi i prosciutti negli occhi, possono far finta di non vedere..., perché tutti gli altri ormai i prosciutti se li sono mangiati da un po' ed i loro poveri occhi ormai, non hanno più la forza neanche di piangere...
Credo che possiamo ben dire di non essere giunti ad un bivio, ma al capolinea!!! 
Non c'è più niente da fare...
Soltanto dei poveri stolti possono ancora pensare di volerci continuare ad illudere...
Che epoca terribile quella in cui degli idioti... governano dei ciechi!!! 
William Shakespeare

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo