Translate

lunedì 31 dicembre 2018

Pd: "Quello che è mio è mio e quello che è tuo... vedrai, diventerà mio"!!!

Hanno cambiato il Segretario del partito (senza svolgere la benché minima democratica votazione e cioè richiedendo direttamente a ciascun loro iscritto chi avrebbero preferito avere; ma d'altronde si sa... si chiama partito democratico, ma applica quelle stesse metodologie applicate negli anni passati, da alcuni paesi comunisti...
Lo stesso Zingaretti ha peraltro denunciato attacchi ignobili sui social nei suoi confronti - aggiungendo - ho vinto due volte le primarie e sono stato per due volte bersaglio del fuoco amico", come potete vedere... non è cambiato nulla!!!
Ecco quindi il nuovo segretario Matteo Orsini, al posto di quel Maurizio Martina che nel frattempo si era dimesso...
Mi è piaciuta quella lettera di ringraziamento scritta (di rito...), che si concludeva ricordando una frase che un iscritto gli aveva dedicato in uno dei tanti incontri di lavoro, intensi e appassionati: "Noi siamo somma, non divisione.... lo dobbiamo alle donne e agli uomini del Partito Democratico e lo dobbiamo all'Italia".
Mi viene da piangere, non so se debbo commuovermi, minch... ma quante cazzate bisogna sentire!!!
Se soltanto avessero fatto quanto avevano promesso e non hanno realizzato, se quel Sig. Renzi invece di dedicarsi ai propri affari avesse compito quelle politiche di rottamazione che poi non ha saputo mettere in pratica, se invece di salvaguardare le banche ed i propri familiari, avessero pensato ai pensionati e ai lavoratori, invece di sovvenzionare quelle società loro amiche o di colore "rosso", forse... no "sicuramente" il nostro paese non era in queste condizioni!!!
Ma loro dichiarano di essere del Partito democratico, ma forse hanno dimenticato cosa vi era scritto in quel loro statuto o forse chissà non l'hanno mai letto... 
Ed allora mi permetto di pubblicarlo https://www.partitodemocratico.it/gCloud-dispatcher/8ba27336-0187-11e6-8ec0-001b21be4498 così potranno ripassare quanto vi è stato scritto...
"Un partito che promuove la partecipazione politica a tutti, garantendo pari opportunità a tutti e a tutti i livelli... un partito che riconosce e rispetta il pluralismo delle opzioni culturali e delle posizioni politiche al suo interno come parte essenziale della sua vita democratica, e riconosce pari dignità a tutte le condizioni personali, quali il genere, l’età, le convinzioni religiose, le disabilità, l’orientamento sessuale, l’origine etnica".
E poi la parte più interessante... questa andrebbe riletto migliaia di volte a quei suoi iscritti che da quarant'anni siedono lì e non se ne vanno: "Il partito promuove la trasparenza e il ricambio nelle cariche politiche e istituzionali. 
Le candidature e gli incarichi sono regolate dal Codice etico del partito e dalle norme statutarie che, ad ogni livello organizzativo e per ogni ambito istituzionale, rendono gli incarichi contendibili, oltre a fissare un limite al cumulo e al rinnovo dei mandati. Devono attenersi al medesimo Codice etico gli eletti nelle istituzioni iscritti al Partito Democratico in occasione delle nomine o proposte di designazione che ad essi competono, ispirandosi ai criteri del merito e della competenza, rigorosamente accertati"!!! 
Ed infine il programma di partecipazione: Il partito assicura un sistema informativo per la partecipazione basato sulle tecnologie telematiche adeguato a favorire il dibattito interno e a far circolare rapidamente tutte le informazioni necessarie a tale scopo. Il sistema informativo consente ad elettori ed iscritti, tramite l’accesso alla rete internet, di essere informati, di partecipare al dibattito interno e di fare proposte. Il Partito rende liberamente accessibili per questa via tutte le informazioni sulla sua vita interna, ivi compreso il bilancio, e sulle riunioni e le deliberazioni degli organismi dirigenti. 
Dopo aver letto i punti sopra ho pensato: "Ma quando mai..."!!!
Il miglior detto per questo partito (e non solo per questo purtroppo...) è: "Quello che è mio è mio e quello che è tuo è mio...!!!
Ecco quindi che in questi giorni, non potendo governare (o restare in quella "simulata" opposizione, come ai tempi della Dc, successivamente alle spalle del PSi  ed infine sostenendo sottobanco Forza Italia...), si prova a fomentare il popolo... 
Ma quale popolo, lo sanno bene anche loro che una parte di quel loro elettorato si è trasferito in questi anni verso il M5Stelle... 
Provare a scendere in piazza con quei quattro pensionati e istigare attraverso quel loro sindacato di rovesciare a loro dire "democraticamente" questo attuale governo... non mi sembra la metodologia corretta, anzi tutt'altro, assomiglia molto a quella risoluzione di forza, messa in atto a suo tempo da un certo "Hitler" o forse dovrei... nel caso specifico, chiamare in causa un certo signor "Stalin"...
Dimenticano questi attuali deputati del Pd, che l'attuale governo (quello "giallo-verde"), è stato eletto (a differenza dei loro ultimi) in maniera "democratica", proprio dalla maggioranza degli elettori!!!
Ho ascoltato l'altro ieri il segretario Orfini parlare da Piazza Montecitorio, grazie ad un megafono acquistato in qualche bancarella della capitale, talmente scadente... che ogni tre parole non se ne sentiva una!!! 
Ha definito i nostri attuali ministri dei cialtroni affacciati al balcone...  e intervenendo sulla manovra appena approvata, ha dichiarato che questa non abolisce la povertà, ma al contrario aumenta le tasse al terzo settore...
Poi ha parlato di contrastare questo governo ed in particolare, ha preso di mira una delle cariche più alte delle nostre istituzioni, il Presidente della camera dei Deputati, Roberto Fico...
Il Segretario del Pd ha dichiarato che in questo preciso momento vi è come una negazione tra il potere ed i suoi cittadini ed proprio la figura del Presidente Fico, a non assicurare quel ruolo di garanzia alla democrazia, aggiungendo come egli rappresenti il braccio armato di quella linea e di quella scelta politica del suo partito, a scapito di chi dovrebbe viceversa essere garante delle istituzioni, per poter presiedere una carica così importante, come quella posta all'interno del parlamento!!! 
A continuare sempre per il partito democratico, è stato intervistato Emanuele Fiano,  il quale ha dichiarato: "I cittadini in questa legge non sono rappresentati"!!!
Ed infine sempre contro la manovra di governo è stato detto: "Si è calpestata la democrazia parlamentare ed è un fatto grave, bisogna che il presidente Fico ricordi che è suo compito tutelare tutti, non solo alcuni, ma tutti"!!! 
Per concludere su Twitter ha preso la parola (d'altronde non poteva mancare... ) Debora Serracchiani che ha scritto: "In piazza per manifestare contro #lamanovradelladistruzione,  un provvedimento che mette in ginocchio il Paese, che colpisce le categorie più fragili dei cittadini, ed aumenta le tasse e non ha alcuna visione per sviluppo economico dell’Italia... 
Ed infine ecco l'ultimo hastag: #manovracontroilpopolo"!!! 
Scusate, ma non dovrebbe essere a "favore del popolo",??? 
Boh... chi ci capisce all'interno di quel partito è bravo!!! 
Ma d'altro canto perché meravigliarsi...
Se il loro Presidente Orfini ha dichiarato che la democrazia è attualmente a rischio e che bisogna mettere in conto anche un eventuale "scontro"...
Altro che attendere l'estradizione dal Brasile del terrorista Cesare Batista, qui la nuova recrudescenza non è provocata da gruppi estremisti o da moderni sovversivi, qui sono i nostri stessi parlamentari ad inasprire le tensioni sociali già  fortemente a rischio (a causa di quei loro precedenti governi...), minacciando inoltre con quelle loro forti dichiarazioni, non solo la stabilità sociale, ma bensì il rischio di alimentare quanto già accaduto nel nostro paese negli anni 70', che come ricorderete ha portato al terrorismo nero e alle brigate rosse!!!
Sarebbe meglio quindi che taluni nostri parlamentari riflettessero prima di parlare, stessero più attenti nel pronunciare in piazza certe frasi pericolose,  perché se dovessero riacutizzarsi in questo paese le violenze del passato potrebbero pentirsi, perché sarebbero i primi responsabili da incolpare e a cui far pagare le conseguenze!!!
Conoscendo bene la storia dei miei connazionali e sapendo bene quanti voltagabbana vi sono tra essi, forse è meglio ricordarsi quanto accaduto non tanto lontano da loro, già proprio in una piazza sempre lì di Roma...
   

domenica 30 dicembre 2018

A conferma di ciò che avevo scritto sui "sindacati": guardatevi questo video!!!

Dando seguito su quanto avevo riportato solo pochi giorni fa sui sindacati: http://nicola-costanzo.blogspot.com/2018/12/i-sindacati-dopo-anni-di-completo.html
desidero portare oggi alla vostra attenzione un video inviatomi dal mio amico Claudio di Genova, che descrive perfettamente quanto è accaduto in questi anni, grazie proprio a quei soggetti all'interno dei sindacati, si sono presi gioco di tutta la classe dei lavoratori!!!
Ho ritenuto, dopo aver visto l'intero video pubblicato da La7, che non vi sia da parte mia nulla d'aggiungere...
Peraltro, quanto riportato in questo video, segue perfettamente quel concetto di raccomandazione, clientelismo, collusione e affari sporchi, già a suo tempo descritti in un mio precedente post del 2013: 
Andate, sì... lavoratori, pensionati, scendete in piazza per protestare, comportatevi come veri e propri ruffiani, fate il loro gioco, tanto alla fine a pagarne le conseguenze, sarete solo e soltanto voi!!!


sabato 29 dicembre 2018

"La mamma degli imbecilli è sempre incinta": “Hotel Rigopiano”, sono in sette gli indagati per depistaggio, tra cui il vicario del Prefetto...

Ricordate la telefonata intercorsa tra Quintino Marcella, il ristoratore di Silvi Marina che aveva ricevuto l'allarme da Giampiero Parete (il superstite dell'hotel di Rigopiano travolto dalla valanga), e la funzionaria della Prefettura di Pescara che lavorava all'unità di crisi... 
Assurdo pensare con quanta indifferenza, no peggio... con quanta insensibilità si sia discusso di una possibile tragedia e di come quella stessa sia stata affrontata telefonicamente, e cioè in maniera così negligente!!!
Ma d'altronde quella telefonata, rappresenta in piccolo il nostro paese, dove tutto viene continuamente svolto con insufficienza e nonchalance...
Difatti, per colpa di quel menefreghismo, l'invio dei soccorsi fu ritardato di quasi due ore!!!
Certo, forse non sarebbe cambiato nulla, ma chi lo può dire... di ciò non abbiamo alcuna riprova.
Mentre della incompetenza di quella funzionaria abbiamo tutte le necessarie prove!!! 
Che fosse lì è certo (già... sarei curioso di sapere con quale modalità sia stata assunta, immagino... quale concorso pubblico avrà mai vinto, ma d'altronde cosa dire, non sarà ne la prima e neppure l'ultima: in quegli uffici si entra esclusivamente per raccomandazione... e mai per meritocrazia!!!) e comunque di una cosa siamo certi, concentrava nella sua figura, la persona sbagliata nel posto sbagliato, tanto da commentare la telefonata con uno sconcertante battuta: "La mamma degli imbecilli è sempre incinta"!!!
Si lei difatti ne è una perfetta dimostrazione!!!
Ora finalmente la Procura di Pescara ha notificato 7 avvisi di garanzia per il reato di frode in processo penale e depistaggio a carico del personale della Prefettura di Pescara, compreso l’ex prefetto!!!
Almeno in altre procure d'Italia qualcuno lavora seriamente - chissà forse qualcuno leggendo questo post, sarà incuriosito e vorrà comprenderne di più... resto a sua disposizione -  e non si ferma dinnanzi a nulla, tanto da muovere gravi accuse contro tutti quei soggetti che hanno tentato d'occultare le segnalazioni di giorno 18 gennaio 2017 alla Squadra Mobile di Pescara, per nascondere la chiamata di soccorso fatta alle 11.38 dal cameriere Gabriele D’Angelo, una delle vittime di Rigopiano, al centro coordinamento soccorsi...
A mettere gli investigatori sulla giusta strada c’è agli atti della prima indagine, quella che ha portato i 25 indagati, una telefonata tra i carabinieri e la Prefettura delle ore 18.09 del 18 gennaio 2017, un’ora e venti dopo la valanga!!!
Gli investigatori stavano infatti indagando su tale vicenda già da un anno dopo l’acquisizione della conversazione con la funzionaria della prefettura, in cui dice telefonicamente ad un carabiniere, che l’intervento su Rigopiano era già stato compiuto nella mattinata...
Il testo di quella telefonata è ora diventato un documento pubblico, in quanto allegato agli atti del processo per le 29 vittime dell'hotel della morte...
Cosa aggiungere... è proprio vero: "La mamma degli imbecilli è sempre incinta" e a pagarne le conseguenze purtroppo, siamo come sempre noi... poveri cittadini!!!
  

venerdì 28 dicembre 2018

L'Etna uno spettacolo naturale, con cui però è meglio non scherzare!!!

Se c'è una cosa in Sicilia che tutti nel mondo c'invidiano...  è l'Etna!!!
Il monte buono, tale da essere chiamato dai siciliani il "Mongibello" e lo amano tutti...
Catania l'unica città che volge il proprio sguardo ad una "montagna", avendo alle spalle i colori di un mare cristallino...
Sì... una meraviglia guardarla anche durante quei suoi sfoghi, quegli zampilli di fuoco, cenere e lava che creano uno spettacolo naturale soprattutto di notte... 
Prova a scendere quel magma verso il mare... ma per fortuna un'ampia conca, la "Valle del bove", trattiene quel flusso lavico senza creare danni alle popolazioni locali...
Tutto ciò fino a pochi giorni fa... quando per l'appunto una forte scossa di terremoto, ha fatto preoccupare alcuni siciliani, che si sono visti di notte svegliare da quella forte scossa di 4,9°...  
E' dire che i terremoti costituiscono da sempre una delle principali calamità naturali, in particolare in quei territori - come ad esempio il nostro - dove il pericolo è da sempre presente, sia a causa di una delle faglie tettoniche che attraversa lo stretto di Messina, che per come dicevo sopra, per la presenza del più alto vulcano attivo d'Europa, per l'appunto l'Etna!!!
Ed allora, con un territorio cosi fortemente a rischio, il primo pensiero che chiunque avrebbe dovuto avere - in particolare proprio coloro che hanno governato in questi lunghi anni questa terra - era quantomeno quello di mettere in sicurezza i propri conterranei, le strutture pubbliche (tra cui le scuole), come d'altronde quelle abitazioni fortemente a rischio, che andrebbero serrate...
Dopotutto, se a questi fenomeni si da il nome di "calamità" un motivo certamente ci sarà e non aver tenuto conto in questi giorni di quei possibili effetti naturali, è aver voluto volontariamente mettere  a rischio l'incolumità dei cittadini!!!
Ecco perché mi fa sorridere osservare soltanto ora, tutti quei preparativi messi in atto... 
Già soltanto ora...
Nessuno di loro ha provveduto negli scorsi giorni ad avvisare quegli inermi residenti dei paesi etnei, che si sono visti catapultati all'interno di uno sciame sismico, senza aver ricevuto un solo segnale d'allerta!!!  
Nessuno di quei responsabili della protezione civile o delle istituzioni a detto loro: "preparatevi perché potrebbe giungere a breve una scossa forte"!!!
Ciascuno di loro, se pur allarmati da quelle piccole scosse intorno ai 2° ai 3°, non ha pensato che potesse essercene una ancora più forte intorno al 5°... e per fortuna che dopo questa lo sciame sismico se pur ancora in corso, è fortemente calato...
Ed allora mi chiedo: se quella scossa fosse stata più alta di altri due gradi... di cosa si parlerebbe oggi in quei Tg nazionali???
Ed ancora, invece di perdere tempo, perché non ci si mobilità per attuare tutte quelle iniziative necessarie a far sì che nessuno di noi debba rischiare la propria vita???
Perché diciamo la verità, l'80% delle costrizioni presenti nei nostri territori (in particolare in quei cosiddetti paesi etnei) non sono antisismiche e questa mia preoccupante considerazione è a conoscenza di tutti, ma come sempre da noi, si fa finta di non sapere... 
D'altro canto, se ai parenti/amici di una famiglia a cui dovesse crollargli il tetto addosso, cosa diranno: "Poveretti, ma chi mai poteva prevedere mai una cosa del genere"??? Come potevamo sapere...??? Chi ci poteva avvisare...???"...
La scienza in questi anni è andata avanti, gli studi svolti in questa direzione hanno aiutato a prevenire esiti disastrosi e nuove tecniche costruttive hanno dimostrato che si possono contrastare gli effetti dei terremoti...
Ma si sa, l'uomo si sente superiore, in particolare quei nostri governanti si sentono superiori, perché hanno la convinzione che per come riescono a controllare i loro conterranei, possono riuscire a domare anche la natura...
Un convincimento che dimostra non solo la propria incompetenza (ma di ciò, sappiamo bene che non v'è bisogno d'attendere una scossa tellurica...), ma soprattutto evidenzia tutta la propria arroganza, la quale non tiene conto che la migliore difesa resta la prevenzione finalizzata a metter in atto idonee azioni ed una una corretta formazione, che prepari tutti i cittadini a quelle difficili circostanze...
Ma qui si parla di tecnica e competenza, infatti... cosa possono saperne loro... 
Diceva bene Indro Montanelli: "I bordelli... sono le uniche istituzioni italiane in cui la tecnica venisse rispettata e la competenza riconosciuta"!!!

giovedì 27 dicembre 2018

Ho paura per questa terra e a farmi paura non è la mafia, ma bensì... taluni uomini istituzionali!!!

Sembra assurdo lo so... 
A differenza di quanto si potrebbe immaginare, non è la mafia o la criminalità organizzata a farmi paura, bensì osservare talune azioni compiute da alcuni nostri uomini istituzionali, che nulla hanno a che raffigurare, con le dichiarazioni espresse nello svolgimento del proprio mandato... 
Ho come l'impressione che attraverso quei loro gesti si compia qualcosa di abominevole, una forzatura che accondiscenda a mettere su un piano diverso, certamente elevato, individui che non dovrebbero neppure starci o per meglio dire, sono individui che avendo vissuto in quella demarcazione tra legalità e collusioni, in quella linea imperniata da ingerenze e potere, già... ripensandoci forse quella valutazione, avrebbe dovuta essere rivista...
Sarà o il dubbio che forse siano stati proprio quei gruppi di potere a mettere su quel piedistallo istituzionale, un loro rappresentante ed è naturale ora per loro, richiederne la giusta riconoscenza... 
Peraltro queste figure, sono come quei "paladini della legalità"... veri e propri rappresentanti di quella lotta alla corruzione e al malaffare, che però ahimè... per qualche oscuro mistero, non giunge mai ad una fine!!!
Cosa dire, possiamo considerarli dei veri e propri professionisti, senza però aver mai messo in pratica quelle loro formidabili capacità professionali, ma sono stati portati avanti, grazie ad una geniale intuizione, quella di dichiararsi sin da subito... contro alla mafia!!!
Uomini dell'antimafia sì... ma che svolgono con poca passione e con grande estrema cautela quel loro incarico... 
Diceva a suo tempo Sciascia... incarnando queste figure nel ruolo di professionisti dell'antimafia: "L'Antimafia come strumento di potere. Che può benissimo accadere anche in un sistema democratico, retorica aiutando e spirito critico mancando. E ne abbiamo qualche sintomo, qualche avvisaglia. Prendiamo, per esempio, un soggetto che per sentimento o per calcolo inizi ad esibirsi con interviste televisive, convegni, conferenze e cortei, tutti lo prendono a modello dell'antimafia: anche se dedicherà tutto il suo tempo a queste esibizioni e non troverà mai tempo per occuparsi dei problemi del paese o di quella sua città (e problemi ve ne sono tanti...), si potrà considerare come in una botte di ferro. Magari qualcuno timidamente, oserà rimproverargli dal di fuori lo scarso impegno amministrativo, ma dal di dentro, all'interno di quel ufficio, nel consiglio comunale, in quel suo partito, chi mai oserà promuovere un voto di sfiducia, un'azione che lo metta in minoranza e ne provochi la sostituzione? Sì... può darsi che, alla fine, qualcuno ci sia, ma correndo il rischio di essere marchiato come mafioso, e con lui tutti quelli che lo seguiranno..."!!!
Ecco cos'è che mi fa paura... sono "loro", quei personaggi che proclamano rinnovamenti, ma che poi restano immobili, statici, silenziosi, nel voler portare avanti concretamente le lotte contro quei poteri forti.
Questi signori, sono come tutti quelli che li hanno preceduti in questi cinquant'anni: "Si fanno scudo della parola "antimafia" per poter mettere in atto i propri interessi privati e quelli dei loro amici, entrambi distanti dalle logiche di ideali, giustizia e legalità!!!
Ma perché me, perché la maggior parte dei miei conterranei non vede quanto accade intorno a loro???
"Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: "Noi vediamo", il vostro peccato rimane"!!!

mercoledì 26 dicembre 2018

I "Sindacati" dopo anni di completo torpore, si svegliano e preparano la manifestazione contro il governo nazionale...

Dicono che la manovra appena approvata al Senato è "sbagliata, miope e recessiva"!!!
Strano che soltanto ora si accorgono delle politiche messe in atto, mentre in tutti questi anni di governo di "sinistra" - periodi nei quali i cittadini sono stati massacrati da tasse inique, raggiri compiuti da quelle banche complici, le stesse che d'altronde avevano foraggiato le campagne elettorali a cui vanno sommate, tutte quelle metodologie corruttive messe in pratica da quelle società pubbliche/private che, avendo mantenuto di fatto quei loro partiti, si sono ritrovate (grazie a quelle corrotte politiche di governo) ad incassare milioni e milioni di euro, per poi far evidenziare a danno dei cittadini, gravi lacune sia sotto il profilo della salvaguardia che sotto gli obblighi previsti da quei loro contratti (segretati...) e di cui, come ben sappiamo, si sono pagate le conseguenze - nessuno di loro ha mosso un dito!!!
Cosa dire inoltre di quelle società legate da sempre a quel filo "rosso" e che oggi, ad esempio nella mia Sicilia, sono a richiedono concordati fallimentari, dopo aver incassato più di quanto realizzato (e non entro nel merito qualitativo di quelle opere...)...
Già, dov'erano quei sindacati che avrebbero dovuto proteggere i loro iscritti...???
Mi sembra di rivedere nuovamente quell'abituale sistema che ha puntato esclusivamente alle poltrone, già... d'altronde non è passato molto tempo... che ci siamo dimenticati del Sig. Bertinotti & Co.???
I sindacati non si sono indignati alle ragioni dei lavoratori, ma hanno dimostrato sapersi piegarsi alle volontà dei loro padroni, siano questi partitici, che societari...
D'altronde i partiti, hanno garantito a molti sindacalisti di continuare a sedere su quelle prestigiose poltrone e nel contempo essi hanno dirottare i voti di quei loro iscritti al partito d'appartenenza, mentre le società a partecipazione statale o private, hanno permesso a quei loro familiari di avere una strada preferenziale, per quanto attinenti le cosiddette "assunzioni"!!!
E quindi... come si dice a Catania: "mutu tu... ie mutu anch'iu" e vissero tutti felici e contenti!!!
Poi ovviamente ci sono loro, le "pecore"... tutti quei soggetti che senza alcuna capacità di critica, sono lì a piegarsi a 90' a seconda gli ordini ricevuti, pur di compiere una giornata fuori casa "all-inclusive", offerta gratuitamente da quei loro sindacati (o per meglio dire dalle casse dei partiti oggi in opposizione), incluse di pullman, vitto e passeggiata romantica ai Fori romani o al Colosseo...
Non sanno neppure di cosa si parla, nessuno di loro ha letto il testo appena approvato dal Governo, ma sono lì pronti a partire per la manifestazione prevista a Gennaio... solo perché qualche sindacato, si è ora svegliato ed ha iniziato a parlare di "grave lesione alla democrazia parlamentare"!!!
Minch.... siamo stati in questi ultimi anni di governo - da Monti a Gentiloni passando da Renzi - sotto dittatura, dal momento che nessuna regolare elezione aveva condotto alla scelta di quei governi, ed ora vengono a parlare di "democrazia parlamentare": "Scusate, ma dove sono stati in questi anni... forse in Groenlandia???
Non sanno più cosa inventarsi pur di ribaltare questo governo nazionale Lega/M5stelle, che sta intaccando tutti quei loro privilegi, che s'inventano manovre e tagli inesistenti... o ancor peggio, parlano di mancanza di crescita e di sviluppo (dopo che siamo finiti grazie agli ultimi governi di centrosinistra, fanalino di coda non solo in Europa, ma anche nel mondo...), tagli all'occupazione e alle pensioni, mancanza d'investimenti produttivi, e nessuna prospettiva di rilancio, in particolare nel Sud...
Il bello è che queste loro cazzate (in una nota), Cgil, Cisl e Uil l'affermano convinti... tanto da minacciare d'essere pronti alla mobilitazione unitaria che culminerà con una grande manifestazioni nazionale a Gennaio...
Ah... se solo avessero provato a fare ciò in questi anni, forse non ci troveremmo in una situazione cosi disastrata, ed ora stranamente, i debiti che ciascuno di noi ha sulla propria pelle... vorrebbero attribuirli al Sig. Salvini & Di Maio... come se nei governi precedenti ci fossero stati loro a governare...
Sono anni che i sindacati non rappresentano la volontà dei lavoratori, le necessità dei territori e soprattutto le categorie dei più deboli, quali pensionati e disoccupati... 
Silenzio, c'è stato soltanto in questi anni, sì... solo e soltanto silenzio, perché a loro andava bene così!!!
Hanno privilegiato un sistema clientelare, dove i partiti controllavano tutto e tutti, e loro per primi si sono prestati a quel gioco nefasto...
Ora... si soltanto ora parlano delle difficoltà dei lavoratori, dei pensionati, dei disoccupati, dei giovani, di risorse per gli investimenti limitati,di mancanza di lavoro, crescita e coesione sociale...
Ma dove sono stati in questi anni d'assoluto disinteresse generale, perché solo ora si uniscono in un fronte compatto e annunciano l'apertura di una stagione di mobilitazione generale, già perché solo oggi e non prima???
Io, a differenza di molti miei connazionali, so per certo quali sono i reali motivi che spingono ora a questa vostra ribellione, come sono altrettanto convinto che non vi sia, il benché minimo briciolo di benevolenza nei confronti dei vostri iscritti o ancor peggio di attaccamento a quei principi alle quali le vostre categoria sarebbero chiamate... 
Bensì, in questa vostra falsa lotta, si cela un unico e autentico obiettivo, quello di salvaguardare in ogni modo il vostro potere (sempre più sfaldato...) che vi ha permesso in tutti questi anni - attraverso i voti richiesti a quei vostri iscritti - di continuare a sopravvivere, sostenendo in maniera subdola, quei vostri partiti/padroni!!!

martedì 25 dicembre 2018

La Sicilia... resta un'isola!!!

La Sicilia, un piccolo continente...
Una terra troppo satura che non può assorbire ancora oltre, le energie dei suoi figli...
C’è l’emigrazione come fatto di rifiuto economico...
C’è l’immigrazione fatto di rifiuto intellettuale e culturale...
È da oltre mezzo secolo che la Sicilia si imbarbarisce, perde le sue risorse, cede al disfacimento il suo patrimonio antico... 
Il suo stesso panorama, che resiste ormai soltanto in alcune zone e che bisogna faticosamente riscoprire...
Entrare nella storia moderna è stato difficile.
La sua vecchia classe dirigente si è dissolta al servizio degli interessi esterni e fra questi ha trovato accoglimento ideologico, politico ed economico.
Le sue antiche industrie e i suoi commerci resistettero poco all'invasione degli interessi cosiddetti “nazionali” in quella imposizione politica che caratterizzò il processo unitario...
Ogni qualvolta mi trovo a visitare alcune zone fortemente caratterizzate per il loro patrimonio artistico e culturale, penso ormai di appartenere ad una generazione, che ha avuto il privilegio di vedere i luoghi così com'erano...
E così avviene quando si visitano alcune zone costiere oggi fortemente degradate e questo fa riflettere sul fatto che le nuove generazioni non avranno più questa possibilità di avere almeno nella loro memoria, una visione del territorio così com'era e di come è stato selvaggiamente negli anni trasformato, un bene che viceversa doveva essere conservato. 
Ma mi chiedo: siamo stati vittime?
È pure vero che le colpe le abbiamo tutti, le colpe sono anche la tolleranza, le colpe sono anche la mancanza di reazione... che certamente ha caratterizzato noi siciliani nella situazione di degrado esponenziale in cui il nostro territorio è stato portato.
Questo dipende dal fatto che noi non abbiamo saputo dare alla cultura, il peso che invece avremmo dovuto dare, non solo per il nostro presente, ma soprattutto per il nostro futuro. 
L’altra riflessione da fare è se non è necessario fare un profondo ripensamento sul ruolo effettivo dato alla cultura...
L’uomo di domani avrà certamente una serie di vantaggi e anche di condizionamenti, evoluzioni tecnologiche, sistemi informativi, nuovi sistemi di comunicazioni...
Dobbiamo quindi valorizzare al massimo la componente culturale??? 
La risposta è chiaramente sì!!!
Quando si parla di centri storici, di parchi archeologici, di riserve naturali, come ad esempio i parchi, dobbiamo fare i conti con queste nuove dimensioni...
Ad esempio sui problemi parchi naturali, alcuni aspetti vanno evidenziati: il primo è quello dell’abusivismo!!! 
È un fatto su cui non si può più chiudere gli occhi, non possiamo dire, "ciò che è stato è stato", quello che è avvenuto è avvenuto, partiamo da oggi, perché già si sono compromesse alcune cose, che invece possono e devono essere ripristinate...
Allora, le forze politiche che vogliono portare avanti questi discorsi, facciano qualcosa...
Avranno il coraggio di dire demoliamo quelle strutture abusive??? 
È questo, secondo me, un banco di prova, perché bisogna dare la dimostrazione che si vogliono superare certi egoismi, che non si vogliono premiare i soliti furbi e disonesti. 
E io dico che in parecchi casi ci troviamo di fronte a costruzioni che perfino l'ultima legge sul condono ritiene non sanabili o quantomeno non rientranti in questa nuova sanatoria.
Questo ci deve fare riflettere che c’è un limite anche alle sanatorie, c’è un limite alla coltre che copre tutto, ci sono delle condizioni che non possono essere sopportate e allora è su questo si deve misurare anche la capacità, la volontà delle forze politiche di dire no e di aprire quindi ad una pagina nuova...
Ma si sa... la Sicilia su questi gravi argomenti, resta sempre un'isola...

lunedì 24 dicembre 2018

Buon natale "Sicila" e auguri ai "Siciliani", in particolare a tutti coloro che si trovano lontano...

Natale è giunto... ed allora anche il sottoscritto, tramite questo suo blog, prova ad essere più buono...
Ho deciso quindi di porgere i miei auguri a tutti i miei conterranei, anche a coloro che non li meritano, perché dimostrano ogni giorno con le loro azioni di non amarla questa loro terra...  
Rivolgo inoltre un particolare augurio a tutti quei siciliani costretti a vivere in altre realtà nazionali oppure all'estero, poiché questa propria terra non ha saputo privilegiare la meritocrazia, ma è rimasta prigioniera di quell'odioso clientelismo...
Ecco quindi che i figli di questa terra, ragazzi che qui svolgevano da precari la loro professionalità, si ritrovano ora lontani a dirigere vere e proprie strutture, mediche, ingegneristiche, universitarie, culturali, ecc..., ricevendo per quel loro profuso impegno, onorificenze e attestazioni, anche per quelle loro innovative ricerche in campo scientifico...
Perché da noi si sa,  tutto deve cambiare per restare immobile... e dove i soliti nomi di quei figli di papà continuano a portarsi avanti, mentre agli altri non resta che guardare o sottostare a quelle regole imposte...
Ma d'altronde, chi non è raccomandato ed ha coraggio... scappa, viceversa tutti coloro che non appartengono a quell'ovattato sistema clientelare/familiare provano a rimanere, senza poter migliorare quella loro posizione e nel frattempo, come tutti, si lamentano... elencando i vari problemi di questa loro regione!!! 
Eccoli quindi enumerare tutti i servizi che non funzionano, a cominciare da quelli pubblici, quei numerosi disservizi della cosa pubblica, poi c'è la voce sprechi, ad iniziare da quelli compiuti in questi anni (grazie a quei noti governatori...) da parte dell'Assemblea Regionale Siciliana, per proseguire con la maggior parte degli enti locali, che dimostrano essere in totale dissesto... 
Naturalmente non poteva mancare la categoria dei giovani, a cui segue per correlazione la parola "disoccupazione"...
Peraltro si sa... da noi non esiste lo Stato, concepito come un qualcosa che favorisce la vita dei cittadini e ridistribuisce le risorse a vantaggio della collettività... 
In Sicilia, i siciliani hanno un rapporto distaccato con quell'apparato e con le istituzioni, visti da sempre come un qualcosa da evitare e il più delle volte da contrastare o certamente con cui non collaborare, perché considerati a livello fiscale delle sanguisuga e a livello personale come qualcosa con cui è meglio non avere a che fare, affinché non si abbiano successivamente problemi o ripercussioni...
D'altronde si sa... i siciliani hanno da sempre badato (in tutti i sensi...) alla "famiglia" e soprattutto alla protezione della "roba"... e non importa se quanto accantonato è stato compiuto in maniera illegale, l'importante è fare in modo che quanto messo da parte in maniera corruttiva, non vada perduto...
Questa è la nostra terra!!!
Questa è la Sicilia in tutte le sue sfaccettature: "Vi è una Sicilia "babba", cioè mite, fino a sembrare stupida e una Sicilia "sperta", cioè furba, dedita alle più utilitarie pratiche della violenza e della frode. Vi è poi una Sicilia pigra ed una frenetica; una che si estenua nell'angoscia della roba ed una che recita la vita come un copione di carnevale; ma per fortuna c'è ne una che si sporge da un crinale di vento in un accesso di abbagliato delirio"...
Cosa dire, questa è la nostra terra e questi siamo noi, disponibili sì a superare ogni avversità, ma mai disponibili a lottare per quel necessario e unico cambiamento...  
Per il momento (o dovrei dire... come sempre...) accontentiamoci. Buon Natale a tutti!!!

domenica 23 dicembre 2018

Auguri di Buone Feste: Con la scusa delle festività, pensano di "lisciarci" per prepararci alle prossime votazioni europee!!!

Non so quanti tra voi - ma sono certo che la circostanza sia eguale a quella che sta vivendo in questi giorni il sottoscritto - stanno ricevendo cortesi telefonate, seguite da messaggi d'auguri o da inviti su "whatsapp" o "messanger", per eventi nei quali si dichiara voler scambiare (presso quelle loro segreterie), gli auguri Natalizi...
Ora mi chiedo...  durante questi ultimi anni non abbiamo avuto modo di sentirci, se non forse prima dell'ultima competizione elettorale, ed ora, stranamente, ci si ricorda "affettuosamente" di porgermi gli auguri...
Qualcuno potrebbe dirmi che forse sto pensando "male", ma come diceva Andreotti: "A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina".
Ed allora io nel dubbio... non vado da nessuna parte!!!
D'altronde la stima che posso provare per un amico e/o conoscente, sia quest'ultimo una personalità politica, non è direttamente proporzionata alla distanza e quindi, non aumenta se mi ci avvicino, come peraltro non diminuisce se ci sto lontano...
Il rispetto per la persona e per il ruolo che egli svolge all'interno di un'amministrazione, sia essa locale, nazionale o europea, viene valutata nel corso degli anni...
Perché a differenza di ciò che a molti non interessa (in quanto puntano esclusivamente al proprio tornaconto personale o a  portare avanti il proprio orticello... e sono difatti sempre lì, come dei miserabili a chiedere favori), altri, come ad esempio il sottoscritto, osservano quanto viene da loro compiuto, seguono su facebook quei loro interventi, leggono le iniziative proposte, analizzano in quali modi vengono affrontati i vari scenari politici ed economici e le scelte del gruppo del movimento politico in cui sono inseriti...
Ho piacere a leggere gli interventi realizzati, i discorsi fatti, valuto in maniera disinteressata (sotto il profilo partitico...) il contributo dato, le relazioni presentate, in particolare quelle compiute per l'ambiente, la sanità pubblica, la sicurezza alimentare, l'occupazione, ecc...
Ecco, il motivo per cui posso anche non andare a quegli eventi, perché so già chi merita la mia fiducia ed il mio voto (anche se a volte appartiene ad un pensiero politico, diverso dal  mio...) e chi viceversa, avrebbe dovuto rappresentare le mie idee, portare avanti quelle mie aspirazioni di democrazia, legalità e uguaglianza, e contrariamente, mi ha profondamente deluso!!!
Non c'è bisogno quindi di vederci, di porgerci di presenza gli auguri... quelli l'invio direttamente io, sì attraverso questo mio blog, e state certi che se avrete in questi anni operato bene, avrete in maniera anonima (come finora accaduto... ) il mio voto, altrimenti, non ci saranno abbracci che potranno modificare quel mio pensiero negativo...
E quindi nel porgere a ciascuno di quei miei cari amici politici, i miei più sinceri auguri di Buon Natale, mi permetto di dedicare loro un pensiero:
Siete disposti a dimenticare quel che avete fatto per gli altri 
e a ricordare quel che gli altri hanno fatto per voi?
A ignorare quel che il mondo vi deve
e a pensare a ciò che voi dovete al mondo?
A mettere i vostri diritti in fondo al quadro,
i vostri doveri nel mezzo
e la possibilità di fare un po’ di più del vostro
dovere in primo piano?
Ad accorgervi che i vostri simili esistono come voi,
e a cercare di guardare dietro i volti per vedere il cuore?
A capire che probabilmente la sola ragione
della vostra esistenza non è
ciò che voi avrete dalla vita,
ma ciò che darete alla vita e
a tutti coloro che vi hanno dato fiducia...
A non lamentarvi per come andranno le cose
e a cercare intorno a voi
un luogo in cui potrete seminare
qualche granello di felicità?
Siete disposti a fare queste cose
sia pure per un giorno solo?
Allora per voi Natale, durerà tutto l’anno...

sabato 22 dicembre 2018

Catania: Una città senza scampo!!!

In questi ultimi anni - potrei dire con esattezza da quando fu nominato Procuratore il Dott. Giovanni Salvi - in taluni ambienti, in particolare quelli d'ispirazione massonica, iniziarono tra quei suoi adepti, a diffondersi forti preoccupazioni,soprattutto tra coloro che avevano forti interessi politici, imprenditoriali ed ovviamente mafiosi...
A seguito della promozione (e ovviamente del successivo trasferimento...) del Dott. Salvi a Procuratore Generale di Roma, qualcuno pensava che finalmente le cose sarebbero tornate ad essere per come erano state nei lunghi anni precedenti, ma la nomina del Dott. Zuccaro a Procuratore di questa città, ha  rovinato ahimè i loro piani...  
Ecco quindi che quella vecchia casta "massone", ha dovuto iniziare a fare nuovamente i conti con questa nuova Procura Nazionale, che ha innalzato l'asticella della legalità, dimostrando di non lasciare scampo a nessuno, neppure a quei cosiddetti "intoccabili"!!!
Certo, in questi anni, non si è rimasti con le mani in mano, tutt'altro... si è provato a spodestare quel suo capo ed anche i suoi collaboratori.
Sì... ci hanno provato in tutti i modi, con lo sbarco dei migranti, sono giunte critiche sul suo operato direttamente da importanti esponenti politici di Roma, hanno preso spunto dalle "ONG" per mettere in discussione quel suo ufficio, per poi seguire con quelle inchieste che hanno visto noti imprenditori posti ora sotto il mirino di quella lente giudiziaria, inchieste che hanno fatto certamente fatto emergere gravi complicità e che hanno dato luogo a forti diatribe tra la comunità...
Ma alla fine, egli ed il suo gruppo di collaboratori, sono ancora lì e tutto ciò, sta creando a quegli individui enormi problemi, non solo per i loro business, ma soprattutto per non riuscire a portare avanti quelle metodologie clientelare e mafiose, ritrovandosi di contro, con un potere fortemente limitato, tale da non poter assoggettare a se i cittadini di questa provincia, da sempre "succubi" di quelle metodiche... 
Ed allora eccoli a stravolgere quell'attacco e a ritornare ai vecchi tempi... 
Ma quale massoneria, quale mafia, quale corruzione e se ci dovessero essere degli omicidi... problemi di "corna" sono...!!!
Non c'è alcun motivo di creare allarmismi, quanto qualcuno va dichiarando fa parte di quelle cosiddette dicerie, cazzate che passano di bocca a bocca, senza alcun effettivo fondamento di verità...
Sì potremmo definirle, vere e proprie leggende metropolitane... 
Ma ditemi poi, v'immaginate quei conterranei messi li in fila all'interno di una qualche segreta, occultati con quegli abiti cerimoniali, con i visi coperti da quei cappucci per celare la propria identità...
Ah... soltanto a pensare a quali adepti potrebbero esserci lì sotto o per svago tentare d'associare i nomi dei proseliti a quei visi coperti dai copricapi... scoppio a ridere!!!  
Ora, quanto sopra non vuole certamente sminuire ciò che purtroppo realmente accade - questo sì realizzato... in maniera  "occulta" - e di come quelle loro azioni abbiano ad influenzare nel complesso la vita sociale, politica ed economica, di questa città etnea, della sua provincia, fino ad estendere quella propria influenza negativa, in tutta l'isola....
D'altronde se provate ad indagare, se cercate di addentrarvi all'interno di quel sistema politico economico e finanziario, state certi che nessuno di loro parla e soprattutto nel caso in cui qualcunod ecidesse di farlo, verrebbe attaccato e possibilmente distrutto!!!
Il sistema è fatto per essere blindato e chi non sta all'interno di quelle regole viene bandito... e pian piano, quel potere acquisito, verrà trasferito ad un altro soggetto, ben più disponibile ad assoggettarsi ai comandi ricevuti dall'alto di quella gerarchia piramidale...
Ma d'altronde, sono pochi, anzi potrei dire non vi è alcuno disponibile a rinunciare a quei posti chiave della politica, delle istituzioni, in quelle sedi rappresentatività o in quei consigli di enti e/o di società... nessuno tra loro è disposto a perdere quel posto e soprattutto gli arricchimenti sproporzionati ricevuti immeritatamente!!!
Questi soggetti, hanno come un "cancro" infettato questa nostra città ed i loro tentacoli si sono infiltrati ovunque, in tutti i comparti dell'economia e della politica, ed anche quelle istituzioni, che avrebbero dovuto essere garanti di principi inviolabili, si sono dimostrati viceversa, palesemente manipolabili, non garantendo più neppure quei minimi requisiti di "riservatezza", a chi a differenza loro, si era esposto!!!
Quindi, con un potere così immenso, con una serie di complicità in quasi tutti gli apparati, con la garanzia d'avere a disposizione una serie di soggetti fortemente collusi, ricattati e ricattabili, come si può credere che qualcosa potrà prima o poi cambiare, quando la maggior parte di essi, direttamente o indirettamente, sono di fatto a servizio della mafia???
Catania... per quanto se ne voglia dire, resta purtroppo una città senza scampo!!!

venerdì 21 dicembre 2018

Catanesi.... c'è bisogno di collaborazione e denunce!!!

"Le preoccupazioni sono tante... ma sono uno stimolo per fare meglio"!!!
Con queste parole ha esordito alcuni giorni fa il Prefetto di Catania, Claudio Sammartino, durante un'intervista da parte del giornalista di "LaSiciliaweb
Continuando ha dichiarato: "I cittadini catanesi hanno bisogno delle Istituzioni, devono chiedere sempre di più alle istituzioni, ma le Istituzioni hanno bisogno dei cittadini catanesi... perché il cittadino catanese ha tantissime qualità importanti, che si sono sviluppate, soprattutto nei momenti di difficoltà e questo è un momento di difficoltà in cui ogni cittadino  deve dare il meglio di se, cooperando, collaborando, come faranno le Istituzioni di questa provincia"!!!
Quanto detto dal prefetto non fa una piega, certo sono belle parole, ma come dico sempre... trovano il tempo che trovano e il più delle volte non sono neppure attinenti con la realtà o quantomeno con quanto vissuto da noi catanesi...
D'altronde, egli stesso ha dichiarato "come faranno le istituzioni"... dimostrando quindi di voler prendere del tempo per mettere in atto quei necessari processi d'involuzione ai quali purtroppo, anche le stesse istituzioni del passato sono mancate... e mi riferisco proprio a quei suoi predecessori, a quelle inchieste nelle quali erano stati coinvolti e di cui poi non se ne saputo più nulla (vedasi ad esempio... Saguto & Co.). 
"Cooperazione e collaborazione al servizio dei cittadini è la cifra del lavoro delle istituzione di questa provincia..."!!! 
Si... ascoltando queste importanti parole, sono certo che da domani i catanesi faranno a gara per presentarsi presso quegli organi giudiziari per segnalare o denunciare quanto di loro conoscenza, in ambito di illegalità o corruzione...
Ed inoltre, quando dichiara "Conoscere un poco questa città e aggiornare le mappe di conoscenza di questa città è un grande stimolo per servire meglio i catanesi...", mi da l'impressione di un distacco o quantomeno di voler prendere le distanze, rispetto a quanto realmente accade ancora in questa nostra città, dove l'omertà la continua a fare da padrona, la criminalità organizzata controlla una grande fetta delle attività commerciali, dove il pagamento del pizzo è ahimè una consuetudine, e dove ancora enormi somme derivanti dal riciclaggio di denaro sporco, "obbliga" (è un eufemismo...) la criminalità ad investire in altri settori diversi e certamente legalizzati, quali ad esempio quelli turistico/alberghieri o anche quelli diretti alla creazione di strutture ricettive (eventi, convegni, discoteche, concerti), oppure, come hanno evidenziato le ultime inchieste giudiziarie, in quegli ambiti della ristorazione, supermercati, mercati alimentari, scommesse, ecc... tutte società che fungono da "lavatrici" e che hanno quale scopo, quello d'incassare quotidianamente denaro contante, affinché si possa ripulire in maniera celere, quel denaro sporco introitato dai business illegali di quella associazione criminale...
Ed allora vorrei comprendere, quali attività saranno compiute nella prevenzione o nel contrasto di quei fenomeni di corruzione o d'inquinamento mafioso???
Ma soprattutto mi piacerebbe capire quali iniziative verranno promosse contro quella criminalità organizzata, contro quei livelli di massoneria così tanto presenti nella nostra città grazie ai suoi referenti politici, dirigenti, funzionari, personaggi corrotti ma perfettamente inseriti nel contesto sociale...
Cosa dire altresì delle nostre amministrazioni locali, le quali evidenziano ogni giorno di più la loro inefficacia, ma soprattutto quella totale mancanza di trasparenti (basti cliccare sul web e ci si accorge che i documenti posi in evidenza sono in arretrati da oltre 10 anni...) che non favorisce le esigenze dei cittadini, ma che dimostra di limitare costantemente un servizio, a causa di fattori legati a compromessi e/o condizionamenti esterni...
Ed infine, vorrei comprendere il significato di quelle parole, quando dice: "I cittadini devono percepire che lo Stato è presente e lavora per loro..." , perché vede ultimamente, l'impressione ricevuta dal sottoscritto è che non si lavori per portare in evidenza le collaborazioni ricevute, ma bensì, all'interno di quegli apparati statali, si opera celati da un meccanismo perverso, in particolare quello di soffocare le cooperazioni a cui lei - nel suo messaggio - fa  riferimento... 
Perché vede, tra il dire e il fare - da noi - c'è il mare... e non è un mare cristallino e trasparente, ma bensì un mare pieno di liquami dalle esalazioni maleodoranti, nel quale nuotano esseri così sleali... che soltanto una terra come la nostra, poteva partorire...      
L'augurio che Lei in questi giorni di festa auspica a tutti noi e cioè "che cresca in questa nostra provincia la speranza e che la collaborazione e la cooperazione sia il tessuto e la modalità di lavoro di tutti... in particolare a chi è più a disagio, a chi ha perso il lavoro o rischia di perderlo, ai giovani, agli anziani, alle famiglie in difficoltà, alle imprese a tutti coloro che sono protagonisti in questo momento, estremamente importante, estremamente delicato della nostra provincia, un augurio che riemerga sempre di più la speranza di fare e di costruire una società migliore...", rappresenta sicuramente qualcosa di meraviglioso e di desiderabile, ma affinché queste belle parole, non restino lì... vane - per come d'altronde lo sono state in tutti questi anni grazie a tutti quei suoi predecessori - c'è bisogno che ciascuno inizi a prendersi cura delle proprie responsabilità, in maniera seria o quantomeno per il compito a cui viene chiamato, senza dover propagandare anticipatamente, situazioni o circostanze che successivamente il tempo ha dimostrato, non essere state mai concretizzate...
Non c'è bisogno quindi di chiedere ai catanesi riluttanti o ancora oggi legati a quel sistema clientelare/mafioso di collaborare o di denunciare...
Pensiamo viceversa di dedicarci a coloro che già da tempo stanno collaborando con le istituzioni (Procure, Gdf, Dia, Carabinieri, Noe, e quant'altro...) e non solo per dovere civico, ma di più... per quanto prevede la morale, ed oggi si sentono fortemente traditi, da ciò che Lei - per il ruolo che attualmente ricopre - chiama Stato!!!
Si è vero... possiamo scegliere quello che vogliamo seminare, ma poi, siamo obbligati a mietere quello che abbiamo piantato!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Se mi vuoi seguire, inserisci qui la tua email:

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo