Translate

sabato 31 dicembre 2016

31 Dicembre 2016: fine di un anno fallimentare!!!

Per fortuna questo 2016 se ne sta andando... per sempre!!!
Mai anno fu così doloroso, almeno per il sottoscritto... 
Per il resto, mi consolo sapendo che probabilmente, le situazioni andate male quest'anno, volgeranno diversamente nel 2017 e chissà se proprio alcune di quelle circostanze, potrebbero...  completamente ribaltarsi!!!
Comunque, so di non essere il solo in questa mia litania e se sono ancora qui a parlarne, posso ritenermi più fortunato di quanti, ahimè, non ci sono più...
Per cui... tralasciando i miei problemi personali, vorrei esaminare con Voi, quest'anno appena trascorso, evidenziando quanto accaduto al nostro paese, in modo del tutto imparziale... 
Ovviamente, inizio con quanto mi sta più a cuore... e cioè con quella corruzione che ci ha resi, dopo il film "Il Padrino", i più famosi (in senso negativo...) nel mondo, superati anche da quei paesi che negli anni, erano ai primi posti in quella sciagurata classifica!!!   
Siamo come dicevo sopra, il paese con la più alta percentuale di corruzione, mi riferisco in particolare agli appalti pubblici: le nostre opere subiscono "solitamente" un aumento esponenziale dei costi e soprattutto dei tempi... alla faccia dei "controlli" e di quella inconcludente agenzia "anticorruzione"...
Ho letto che per gli appalti di oltre 100 milioni di euro si "impiegano non meno di 15 anni ed il 42% di questo tempo è passato, senza che sia stata messa una pietra"!!!
Se poi aggiungiamo, tutti quei soggetti che a causa d'inchieste per corruzione, abuso d'ufficio, truffa, falso in atto pubblico, ecc... ecco che per questi procedimenti, sono più i soggetti inquisiti che quelli moralmente onesti...
Non parliamo poi dei "politici"... quella è una categoria che dovrebbe chiamarsi ormai in un altro modo, ma parlarne oggi, occuperebbe tutto il mio post; mi riservo quindi tutto il 2017 per dedicarmi con maggiori attenzione su quanto da loro compiuto: L'Italia comunque, è lo Stato con il maggior numero di parlamentari indagati...
L'Italia ha il record delle auto blu: tra stato, regioni, province, comuni, enti pubblici e società miste pubblico-private, sono oltre mezzo milione ed inoltre vanta la compagine ministeriale più numerosa, circa un centinaio fra ministri, vice ministri e sottosegretari...
Passando alla Giustizia: siamo lo stato europeo con i maggiori processi pendenti; si pensi che, soltanto quelli penali, raggiungono la considerevole cifra di un milione e cinquecentomila, con una efficienza dichiarata per qualità e per "indipendenza" tra le peggiori d'Europa: per risolvere un semplice procedimento civile occorrono mediamente tre anni... 
Per quanto concerne la famiglia ed in particolare i minori, è stato censito che su dieci milioni di quest'ultimi, un milione e mezzo, vive in condizioni di povertà assoluta... il nostro paese infatti si trova all'ultimo posto, superata anche da Slovenia, Repubblica Ceca e Ungheria...
Siamo superati da tutti anche dal punto di vista scolastico, con dati Istat che dimostrano l'abbandono da parte dei ragazzi tra i 15/16 anni, della scuola pubblica e con il record d'abuso di tabacco, alcol e stupefacenti in età giovanissima... 
Agli insegnanti non va meglio; oltre a risultare i più anziani, sono i meno pagati d'Europa, con contratti mai rinnovati e scatti base all'anzianità di servizio, ogni circa sei/sette anni... 
Per quanto concerne il sociale: siamo il paese con il più alto debito pubblico in rapporto al PIL, ogni Italiano nato... possiede un debito di circa 30.000 euro... e comunque siamo sempre all'ultimo posto nel rapporto tasse pagate/servizi ricevuti e sempre primi tra i paesi con maggiore evasione fiscale!!!
La disoccupazione sale ogni anno ed il nostro paese è ultimo in Europa nel sostegno alle famiglie, mentre i giovani, sono senza occupazione, costretti a emigrare, in particolare la categoria femminile, che presenta il maggior tasso di inattività tra i 18/35 anni, come restiamo in fondo alla classifica, anche per il numero di laureati e per i salari loro concessi, certamente tra i più bassi d'Europa... in particolare nel numero dei ricercatori... rispetto alla popolazione.
I nostri giovani italiani laureati, sono quelli che contano di meno in Europa, sia dal punto di vista sociale, economico, demografico, ma soprattutto politico, avendo il minor peso elettorale di tutta Europa...
Non parliamo poi di pari opportunità... la meritocrazia non esiste... e vanno avanti come sempre i "cretini" raccomandati!!!
Non parliamo dell'ambiente, dello smog e delle discariche, siamo il paese che ne produce più di tutti, quasi il 40% dell'immondizia finisce in discarica, con un giro d'affari (in particolare per quelle associazioni criminali), di miliardi e miliardi, con reati che superano le decine di migliaia... 
Siamo inoltre il paese che rilascia al suolo più diossine e furani di chiunque altro, primi anche per l'emissioni di gas serra: nella classifica delle 30 città europee siamo quelli con la peggiore qualità dell'aria e di queste 20 sono italiane.
Siamo inoltre ultimi in Europa per sviluppo e innovazioni, come per qualità della connessione a banda larga o per numero di famiglie connesse a internet, e per nuove tecnologie...
Non parliamo di quella cosiddetta "imprenditoria"; il nostro Paese presenta il maggiore calo del lavoro da non dipendente, per quel ricorso ad orari flessibili e per le poche imprese che utilizzano quale modello, la partecipazione agli utili da parte dei lavoratori... mentre la Banca Mondiale ha conferito all'Italia, lo scettro per il sistema più gravoso di prelievo fiscale sulle imprese non solo di tutta Europa ma anche nel mondo... 
Nessuno infatti viene più ad investire da noi, acquistano i nostri marchi e svolgono la produzione altrove... anche per colpa della burocrazia e della sua regolamentazione!
D'altronde l'Italia è l’unico paese che a fronte di una pressione fiscale fra le più elevate, offre servizi ed infrastrutture da terzo mondo, dimostrando d'essere la peggiore nei rapporti costi/benefici...
Siamo l’economia europea meno cresciuta, con un tasso medio annuo (irrisorio) pari allo 0,1%, contro l’1,3% dell’Unione Europea... 
L'ex potenza industriale e manifatturiera è stata abbondantemente superata da altri stati e le nostre imprese, non sono più considerate, tra le migliori nel mondo...
Tra i record negativi, vi sono inoltre anche i ricorsi della Commissione in Corte Ue di Giustizia, per la mancata esecuzione di precedenti condanne della stessa Corte e siamo lo Stato membro dell'Ue che ha subito maggiori procedure d'infrazione al diritto comunitario...
Come avete potuto leggere, quanto sopra rappresenta soltanto una parte di quei record negativi, numeri di cui nessuno ovviamente fra i nostri governanti... vuole parlare!!! 
D'altronde vedrete come già questa sera, prima dell'inizio dell'anno, qualcuno verrà a raccontarci dinnanzi alle Tv nazionali, di come sia andato meravigliosamente quest'anno... che i problemi in corso sono da legarsi a quanto avviene nel mondo, a quelle problematiche internazionali legate alle guerre o al terrorismo, che vi è una grossa e persistente crisi finanziaria, ma di questa nostra politica inconcludente di governo, degli sprechi che non si riescono ad eliminare, di quelle indennità a cui non si pone alcun limite "morale" e che ricade sulla nostre tasche, ecco, invece di parlare di questo meraviglioso paese naturale e dei suoi cittadini, perché non si cerca di realizzare un programma concreto, che dia ripresa di sviluppo ad un paese in completo dissesto???
Ma come vado da un bel po ripetendo... sono sempre le stesse parole...
Riguardate quei discorsi fatti negli anni passati e vi accorgerete come nulla da allora sia cambiato... niente... neppure quelle loro inutili facce!!!
Mi ero riservato per ultimo il nostro "Sud Italia", in particolare la nostra isola Sicilia... ma forse chissà, è stato meglio così; sì, d'altro canto ho scoperto che l'avremmo vinta proprio noi "siciliani" quella maglia nera, già, per esserci classificati primi come la regione più povera d'Europa!!! 
Cosa aggiungere, non ci resta che sperare (come sempre) nell'anno  nuovo... e quindi, 
I MIGLIORI AUGURI "A TUTTI " - BUON 2017!!! 

venerdì 30 dicembre 2016

Prima si aggiudicano gli appalti e poi licenziano: esonerati oggi 1.666 unità, domani a rischio saranno 80.000!!!

Parlano tutti, in particolare aprono bocca proprio quei delegati delle associazioni sindacali, che piuttosto di trovare una possibile intesa, hanno pensato esclusivamente ai propri interessi...
Quali...??? Semplice, avere un alto numero d'associati, far pagare loro quella tessera inutile, far destinare quel proprio Tfr maturato negli anni (opportunamente reinvestito in borsa su titoli ad alta redditività, dei quali però nessuno ne conosce la produttività e soprattutto se quel capitale investito è protetto da qualche forma di garanzia, oppure come sicuramente è accaduto, ha realizzato perdite miliardarie di cui nessuno vuole parlare...), ed infine, raccogliere quei voti per i propri referenti politici...
Se c'è ancora qualcuno che crede nell'opera dei sindacati è un povero folle... 
Guardate le pensioni miliardarie ricevute da quegli illustri signori, osservate gli incarichi politici loro assegnati, anni e anni di complicità compiute nei vari governi, esclusivamente per raccomandare propri familiari all'interno di quei pubblici uffici... 
D'altronde se sono stati questi i nostri rappresentanti sindacali, non c'è da meravigliarsi per come si è conclusa la vicenda ultima "Almaviva"...    
La verità comunque è che il marcio è a monte, in quel giro d'appalti che vede l'aggiudicazione delle commesse pubbliche!!!
Chissà se le procure, indagassero in modo più particolareggiato su quelle aggiudicazioni, forse potrebbero scoprire, quanto comunemente avviene e cioè, il solito giro di tangenti, bustarelle e posti di lavoro... 
Non ci vuole un genio per capirlo... già, perché... milioni e milioni di euro, vengono di volta in volta aggiudicati dallo Stato a società private???
Visti i costi non certo vantaggiosi, non sarebbe meglio che fossero essi stessi ad occuparsene - con assunzioni di nuovo personale - per realizzare queste tipologie di offerte telefoniche e/o online???
Dopotutto, se queste società svolgono l'incarico per nome e conto di queste grosse società, solitamente partecipate statali, dovranno certamente guadagnarci e quindi quei costi dovranno necessariamente lievitare di quella naturale percentuale di utile... ed allora, perché si realizza tutto ciò???
Il sottoscritto un sospetto ce l'ha... ed è rappresentato da quel solito meccanismo clientelare attraverso il quale, in molti partecipano al banchetto...
Poi accade che per quegli appalti... qualcuno non si comporta per come "programmato", ed allora quelle aggiudicazioni finiscono alla concorrenza... e i dipendenti assunti, vengono come "carne da macello" mandati a casa, senza per di più alcun sussidio o protezione sociale... 
Questo è il nostro paese... già i nostri governanti, invece di pensare alle lettere di licenziamento di questi poveri dipendenti, hanno girato in questi mesi il mondo, per raccogliere consensi per un "Sì" al referendum... 
Così... si sono persi anche tre mesi di trattativa (coperti dalla cassa integrazione), che avrebbe certamente condotto ad ulteriori accordo e chissà forse anche a nuove prospettive... ma qualcuno ha preferito che andasse così... meglio mandarli a casa!!!
Che bel regalo... come inizio del 2017 è perfetto!!! 
Io, manderei loro a casa... questi esseri incapaci di compiere qualcosa di buono, poiché inadatti a quel ruolo, d'altronde non l'hanno mai svolto, non sanno cosa significa fare produzione, mai stati imprenditori (con la I maiuscola), sono solo capaci di rubare e arraffarsi quello sproporzionato stipendio!!!
Vergogna, verrà comunque il giorno in cui verrete giudicati e non parlo di Dio, ma di qualche Pm... ed allora si che ci divertiremo... perché solo questione di tempo, vedrete c'è ne per tutti, anche per chi... meno se l'aspetta!!!
Ed allora... votate, continuate a sperare e a votare per questi inutili personaggi, d'altronde è una vita che credete alle favole dei "posti di lavoro per tutti"...
Quanto compiuto oggi per "ALMAVIVA", è già accaduto per molte nostre realtà, in quasi tutti i settori di categoria e potete metterci la "mano sul fuoco" che a stretto giro, capiterà anche a ciascuno di noi!!!
Grazie a questi "signori", grazie Stato...

giovedì 29 dicembre 2016

La mafia uccideva d'estate...

Ieri sera ho completato la I° serie televisiva ideata da Pif e interpretata da eccellenti attori...
Passando da quelli più piccoli a quelli più anziani, troviamo ad esempio un Claudio Gioè in una nuova veste di marito e genitore, un uomo semplice ed onesto, legato a sani principi morali, gli stessi di cui ormai la maggior parte dei suoi conterranei hanno fatto a meno... 
Egli rappresenta in maniera benevola la debolezza umana ed in quella sua magistrale interpretazione (il sottoscritto, a dir la verità, lo preferisce interprete nel "capo dei capi"), mette in luce, quel mondo discreto e omertoso, che a cominciare dai primi anni 70' e fino al 2000 (aggiungerei comunque fino ai giorni nostri...) ha rappresentato uno spaccato triste della nostra isola...
"La mafia uccide solo d'estate", parla di mafia, ma rappresenta perfettamente quel sistema politico e clientelare, legato a stretto giro, con quegli esponenti mafiosi d'allora... ai quali necessitava dare risposte, viceversa si moriva!!!
Oggi la mafia non uccide più, diversamente d'allora, quelle risposte da dare a chi di dovere... non c'è più bisogno di darle, perché coloro a cui bisognava darle quelle risposte... sono direttamente lì seduti a governare!!!
Non sono io a dirlo, bensì le numerose inchieste giudiziarie realizzate in questi anni, i nomi di coloro che sono stati denunciati e di cui ancora in molti, siedono su quelle poltrone... da quelle Nazionali a quelle Regionali e/o Comunali...
C'è chi si para dietro quella "autorizzazione a procedere", chi si difende grazie ad eccellenti "azzeccagarbugli" e chi riesce, attraverso particolari intrecci all'interno dei Tribunali, a risultare "retto", se pur di fatto colpevole.   
Quell'ambiente sociale raffigurato nella serie televisiva, rappresenta esattamente la realtà... la vita di quei cittadini palermitani (che dopotutto è eguale a quella dei restanti siciliani...), di quella lotta alla corruzione fatta da sporadici eroi, mentre la maggior parte, di quel sistema corruttivo, erano parte integrante...
Se non bastasse, cosa dire di quei valori religiosi, di quel modo d'intendere i principi di fede, trascendendo il più delle volte quegli insegnamenti cristiani e compiendo quanto offensivo per la vita di un uomo...
D'altronde, se quelli erano i membri della chiesa a cui chiedere aiuto e conforto (quel fra Giacinto, interpretato dall'eccellente Nino  Frassica...), quei prelati legati a doppio filo tra una "chiesa" povera ed un'associazione "cosa nostra" ricca, ed è proprio dal mantenimento di quella struttura, che si potranno comprendere i motivi del perché a tutto vi fosse un prezzo, anche per eliminare i gravi peccati compiuti da quegli uomini mafiosi...
In molti vedendo quello sceneggiato (pur non volendo farlo...) si sono immedesimati in alcuni di quei ruoli; penso ad esempio ai numerosi forestali, a quegli inservibili dipendenti pubblici, a tutti quei "falsi invalidi", che grazie a infondati espedienti, avevano ottenuto quelle cattedra scolastica, che sarebbe dovute andare, non solo a chi prima di loro in graduatoria, ma sicuramente ben più preparato... 
Sono identici allo zio di Salvatore e fratello di Pia, che pur di elevarsi ad una cerchia riservata di pochi eletti -"crema" di quel potere espresso corruttivo- si è reso disponibile a scendere a compromessi, tra cui ad esempio, "baciare le mani"!!!
Sono storie di vita quotidiana che s'intrecciano, con semplici legami affettivi, familiari, sentimentali, professionali, religiosi e d'amicizia, dove, nonostante l'esperienze vengano vissute in modo approssimativo ai limiti della povertà... ci si riesce ad accontentare e nello stesso tempo si è felici... senza rendersi conto di quanto avvenga intorno a loro, in questa terra ovunque "infetta" da corruzione e mafia...
La speranza di cambiamento c'è, ma non è rappresentata da quelle complicità, da quei pregiudizi o da tutti quei silenzi fatti di connivenze, bensì nasce e si sviluppa all'interno di un profondo rapporto d'amicizia, nato in maniera causale, tra il piccolo Salvatore (Edoardo Buscetta... per come recita sembra un professionista con ottant'anni d'esperienza... insieme a tutti i compagni di classe... Alice, Fofò e Sebastiano ) e il capo della quadra mobile di Palermo, Boris Giuliano. 
Quest'ultimo un grande uomo, che ha sacrificato se stesso per questa terra; un uomo che aveva compreso prima di morire, il pericolo a cui questa regione andava incontro ed aveva cercato non solo con la propria professionalità di contrastarla, ma ne aveva fatto la propria missione di vita, trasmettendo quei valori e quella propria speranza al piccolo Salvatore, di cui oltre che mentore era diventato per l'appunto... amico.
Ed è proprio da questa unione, che il bambino troverà le risposte a quelle sue domande, è saranno proprio i consigli di Boris, sulla mafia e sull'amore, a far comprendere finalmente quei i dubbi che da sempre lo hanno tormentato... 
Scrivi Salvatore, non ti fermare... scrivi su quel tuo diario...


mercoledì 28 dicembre 2016

Bisogna pensare da saggi e agire da folli...

Sta arrivando finalmente il 2017... e vorrei per una volta che provaste ad essere unicamente voi stessi...
Già... fermatevi, non siate ciò che gli altri desiderano o quanto si aspettano che voi siate...
Concedetevi un giorno di tregua e di pace con voi stessi, lontani da questo caotico mondo nel quale ogni giorno siete coinvolti e che assorbe la maggior parte del nostro tempo...
Basta ascoltare quelle notizie di politica o di cronaca, che d'altronde sono le stesse che vengono quotidianamente ripetute...
E' il momento per riflettere, di stare calmi e comprendere cosa sta accadendo intorno a noi...
Si tratta d'oltrepassare i limiti imposti dal sistema, di elevarsi da questa quotidianità che pretende d'essere tutti conformati ad un processo che pretende di legarci ai suoi metodi corruttivi e mai meritocratici...
Ora, per cambiarlo (mi rivolgo ovviamente a quelle poche persone rimaste ancora moralmente libere e indipendenti da quegli schemi preimpostati) dobbiamo perseverare, perché soltanto così, potremmo non fallire!!!
Perché ciò che importa è soprattutto essere se stessi, onesti e seri, iniziando per esempio ad allontanare quanti facevano parte della nostra sfera professionale, lavorativa ed anche sociale...
Bisogna cominciare ad avere nausea di tutte quelle persone inutili, le stesse che negli anni vi hanno circondato ed avvelenato ogni giorno con quella loro presenza... 
Debbono rappresentare per voi, un fascio di ricordi e d'abitudini di cui ora sapete poter fare a meno... 
D'altronde, negli anni trascorsi insieme non vi hanno minimamente migliorato, anzi tutt'altro...
Con quella loro insolenza ed una personalità irrispettosa, in particolare sui più deboli, hanno dimostrato essere, egoisti e limitativi... ad ogni vostra potenzialità...
Una persona che viceversa ha fiducia in se stesso, sa di poter garantire fiducia e libertà, a chi sta lui vicino, perché capace di comprendere i propri errori e fa -se necessario- un passo indietro, ricercando nuove soluzione a affrontando i problemi che man mano gli si presentano; soltanto l'ignorante e il presuntuoso, continua a perseverare lungo la strada intrapresa errata... 
Ma come si dice, ad un ego "malato" non potrà che corrispondere un male, lo stesso che allontana da quei principi di libertà... in quanto può soltanto impedirli...
Occorre ricordare che l'unica libertà che possediamo, è quella di identificare noi stessi con le nostre azioni, siano esse anche folli, ma che abbiamo deciso saggiamente di determinare nel tempo... 
Soltanto così saremo capaci d'esser liberi d'assorbire quanto più di perfetto c'involge: anche quel "nulla"... a cui la maggior parte delle persone, senza alcuna comprensione, non da importanza...
Proprio su quest'ultima frase, vorrei raccontarvi un passaggio descritto da un asceta "Sufi"... 
Vi è un banchetto in onore del re. 
Tanti invitati sono riuniti e ognuno seduto secondo il suo rango. 
Vi è un solo posto libero per l'arrivo del re. 
Un discepolo "sufi", vestito di stracci, entra e si siede sulla sedia destinata al re. 
Il primo ministro è indignato e avvicinandosi al "sufi" gli chiede:
Come osi sederti sulla sedia riservata al re? 
Sei un importante ministro?
Sufi: No, non sono un importante ministro, ma molto di più.
Primo ministro: Sei il re?
Sufi: No, non sono il re. Sono molto più importante.
Primo ministro: Sei il Profeta?
Sufi: No, non sono il profeta. Sono molto più importante.
Primo ministro: Sei Dio?
Sufi: No, no sono Dio. Sono molto più importante.
P.M.: (indignato) Come puoi dire questo? Non vi è nulla di più di Dio.
Sufi: Ecco... sono quel "Nulla"!!!

martedì 27 dicembre 2016

"Mafiosi convertitevi. Un giorno verrà il giudizio di Dio e dovrete rendere conto delle vostre malefatte".

Ha dirlo è stato Papa Giovanni Paolo II...
E' finito il tempo in cui i Parroci invitavano i fedeli alle messe per celebrare funzioni per i boss: le chiese d'ora innanzi... resteranno chiuse!!!
Ci voleva Papa Francesco a far comprendere ai "membri" di questa sua "nuova" chiesa, che è giunto il tempo di cambiare pagina, che non si può più procedere, per come si è fatto finora, divenendo espressione vassalla di quel sistema criminale e mafioso, in cambio di consistenti donazioni...
Possiedo un bellissimo libro di Vincenzo Ceruso intitolato "Le Sacrestie di Cosa Nostra", nel quale vengono riportate molte inchieste su preti e mafiosi... su qui modi d'essere famiglie religiosissime, le stesse che ignoravano (o facendo finta di non comprendere) le brutalità commesse dai propri familiari...
Ed allora, ecco che anche da quella parte più nobile del clero, si è iniziato a dare concreti segni di cambiamento...
I vescovi (abbiamo visto come molti di loro negli anni siano andati a braccetto con alcuni boss mafiosi...) hanno finalmente inizio a prendere le distanze da quel mondo criminale, condannando quanto compiuto ed intervenendo direttamente su quei loro parroci a volte "distratti"...
Ecco quindi che a don Michele Delle Foglie è stata vietata (o meglio annullata) la messa in suffragio di un boss...
Le porte della chiesa, per come disposto dal questore di Bari (Carmine Esposito) verranno sbarrate, per motivi di ordine e sicurezza pubblica...
Il sottoscritto, a differenza della maggior parte dei giornalisti, vorrei distaccarmi da quei pregiudizi ipocriti, da quei "Salomone" che innalzatisi a giudici, decidono ora ciò che è giusto da ciò che è errato...
La celebrazione della messa, quella commemorazione a suffragio dei defunti non ha di per se alcun valore...
Sarà d'altronde il giudizio di Dio a valutare le azioni di quel defunto: se esso sia stato nel corso della propria vita... mafioso, oppure, (per come in molti ora si considerano... pur non essendoli) "persona perbene"...
Se avessimo potuto giudicare, quanti nel corso di quella loro esistenza, si sono fatti corrompere o hanno partecipato concretamente a quel sistema clientelare, colluso e mafioso, svendendo  per poche migliaia di euro se stessi... ecco che -sia allora che oggi- per questi soggetti, non si sarebbe dovuto commemorare alcuna funzione religiosa, eppure, sappiamo bene, come sia andata così...
D'altronde, non è l'invito espresso dal parroco a dare fastidio a quei compaesani, ma sapere (da parte di ognuno di essi...) che a quella celebrazione avrebbero dovuto partecipare!!!
Poiché con un numero così esiguo di abitanti, una eventuale loro assenza, sarebbe stata notata e quella mancanza, avrebbe di fatto compromesso se stessi, mostrando il distacco che per l'appunto si era deciso di manifestare...
Per cui la verità è che per molti di essi, questa limitazione ha rappresentato un vero e proprio sollievo, in quanto ha permesso di nascondere quel proprio essere vile, ma come sempre...  nessuno vorrà mai ammetterlo!!!
Non far svolgere la messa è difatti una sconfitta... non per quei familiari, ma per le istituzioni, per la chiesa, per le persone oneste che avrebbero dovuto e potuto -proprio con quella loro assenza- dimostrare la non complicità e collusione con quei metodi mafiosi!!!
Di contro, non partecipando a quella messa di suffragio, la popolazione avrebbe dato un segno di forza, dimostrando di non gradire quell'invito e quanto compiuto da quel soggetto in vita...
L'essersi celati dietro a quel provvedimento del questore, ha attestato la propria debolezza, il non saper manifestate in prima persona e ad alta voce, il proprio dissenso...
La debolezza umana ha avuto per l'ennesima volta successo, e non saranno quelle denunce anonime a cambiare le cose... restano infatti, veri e propri metodi insignificanti, che dimostrano di voler rimanere legati a quei principi omertosi, con i quali, da sempre, si è convissuto e che tutt'oggi, non si ha il coraggio di cambiare... 
Quindi, rivolgendomi a coloro che sanno di non essere moralmente corretti, dico... non permettetevi di scagliare la pietra, non puntate l'indice per condannare, perché non potete e non sta a voi farlo... per favore tacete!!!
Sono certo che se Dio decidesse improvvisamente di non tener conto di quel "libero arbitrio", decidendo di giudicare tutti i defunto direttamente sulla terra, comunicando all'istante, già proprio durante quella funzione religiosa, chi possa ritenersi meritevole quel suo perdono divino e chi no... (con riferimento ovviamente ai peccati commessi e alla loro gravità), sono certo che la maggior parte di essi, resterebbe delusa...
Ma come ci hanno insegnato, Egli rappresenta la bontà e la misericordia; lasciamo quindi ad ognuno il proprio compito... il nostro resta in questa terra, e pretende un comportamento  in ogni circostanza, onesto e coerente!!! 
Per cui, al sottoscritto non fa minimamente differenza, saper che i familiari di un defunto, possano ricordarlo con una preghiera, lo ritengo legittimo...  se pur non condivido in alcun modo, l'eventuali azioni compiute in vita, da quel loro parente... 
Perché su una cosa sono d'accordo con il parroco di quella chiesa: "Le sante messe non si celebrano in onore dei defunti, le sante messe si celebrano a suffragio dei defunti e quanto più si è peccatori... tanto si chiede la misericordia di Dio"!!!


domenica 25 dicembre 2016

Perdona loro, perché non sanno quello che fanno...

In questo giorno così importante per la nostra cristianità, devo congedarmi da quegli argomenti di denuncia, che solitamente mi contraddistinguono...
Oggi, non mi è concesso fare come d'abitudine, non posso screditare quanti hanno fatto di questo paese, quella Sodoma e Gomorra, il cui "peccato grave" è ormai conosciuto da tutto il mondo...
E quindi, pur avendo in uno primo momento pensato di non rivolgermi a loro, a quanti partecipano quotidianamente con le loro azioni, a quegli scempi, ecco che, proprio come una rivelazione, ho sentito all'improvviso -in questo giorno di speranza per l'uomo- di dedicare anch'io una supplica... che poi fu la stessa che Gesú disse prima di morire: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”...
Ora, sperare che tutti quegli individui, possano all'improvviso redimersi, rappresenta di per se, un vero e proprio miracolo, testimonianza di cui è capace soltanto l’amore di Dio...
Infatti, quanto sopra, costituisce per il sottoscritto un evento indefinibile, ed ho - mi dispiace dirlo- grande difficoltà a credere ad un vero e proprio rinnovamento delle coscienze, a quel rispetto improvviso di quelle regole e norme personali e collettive... 
Ma come da sempre ci hanno insegnato... lo Spirito di Dio soffia dove vuole ed egli parla a tutti, nessuno è escluso!!!
Ed è forse per questo motivo che, quando ciascuno di noi smarrisce quella retta via, quando non si è in grado di distinguere ciò che è bene da ciò che è male, oppure quando la sola volontà, non risulta sufficiente ad allontanarci dal peccato, ecco, quello è il momento, in cui l'uomo ha sicuramente maggior bisogno... di ritrovare se stesso.  
Certo sarebbe più agevole per il sottoscritto condannarli tutti (quei ladri e farabutti...), ma percorrendo questa strada, non potrei più sentirmi quella persona perbene che credo di essere, quell'educatore sano di moralità, che in ogni  momento della mia vita ho cercato di essere e di trasmettere ai miei figli e a quanti mi sono stati accanto, nel corso della mia vita...
Poiché esiste una profonda diversità, dal rappresentare ciò che è la verità, da quanto si suole nascondere, da ciò che giusto e corretto, da quanto è sbagliato e scorretto, da ciò che è bene far emergere, da quanto qualcuno di contro vorrebbe celare...
La coscienza non può essere di parte... non può variare a seconda delle circostanze o quantomeno, non può abbandonarsi al peccato per poi sperare d'essere perdonati... per quanto si è fatto.
D'altronde, bisogna ricordarsi sempre,  che occorre non fare agli altri, ciò che non si vorrebbe fosse fatto a noi!!! 
Le nostre debolezze, quelle abitudini disoneste con le quali si è sempre convissuto, possono divenire la forza del cambiamento, prima di dover giungere alla fine... o quando ormai, si è fatto soltanto danno a se stessi e agli altri.
L'esperienza suggerisce che bisogna fare in modo, che si aiuti in ogni circostanza la coscienza a formarsi, per poter affrontare con consapevolezza la vita che ci aspetta e a cui si è chiamati a rispondere...
Nulla è perduto, si può sempre ricominciare , anche dai propri errori, da quelle scelte errate a suo tempo ritenute care e a cui da sempre si era legati, facendo in modo d'essere utili non soltanto a se stessi ma anche agli altri...
Bisogna cogliere i segni di quel cambiamento, di quelle sfide alle quali si è chiamati, siano esse manifestazioni di carattere  personale o sociale, politico o culturale, legate a un mondo criminale e mafioso, evoluzioni negative correlate tutte da quelle aspirazioni corruttive ben note...
E' necessario determinare quella corretta direzione ,per poter giungere ad una vera e propria trasformazione, che conduce ognuno di noi, a vivere la propria vita in modo felice, senza dover eccedere con quanto non necessario, con quel nuovo consumismo che non fa di noi persone migliori, ma bensì, ci lega a beni materiali accessori...
Occorre operare in ogni momento con coerenza, restando fedeli a quel proprio progetto in cui il bene e la verità, abbiano in ogni circostanza il sopravvento...
C'è bisogno di essere fedeli ai veri valori, senza divenire -per ragion egoistiche e personali- individui sleali, cinici e disonesti... 
E' stato facile negli anni allontanarsi dalla parola di Cristo, da quegli insegnamenti d'infinita generosità, privilegiando a quella grandezza d'animo, veri e propri atteggiamenti negativi, con cui si è  esclusivamente apprezzato il male... e rinunciando con le proprie azioni... al bene.
Ed allora oggi, in questo giorno, desidero anch'io "rinascere", allontanando da me quel messaggio dell'Antico testamento (Libro del Levitico) espresso dalla locuzione "occhio per occhio, dente per dente"; viceversa voglio ispirarmi in maniera positiva a quella volontà che da sempre mi ha contraddistinto, nel ricercare in ogni circostanza il "bene" (da non intendersi con il bene di qualcuno o per realizzare propri o altrui interessi...), ispirazione di carità e insegnamento, che conduce a farci perdonare il prossimo (Matteo 5,38-45): 
"Voi avete udito che fu detto: "Occhio per occhio e dente per dente"; ma io vi dico: Amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono, fate del bene a coloro che vi odiano, e pregate per coloro che vi maltrattano e vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro, che è nei cieli, poiché egli fa sorgere il suo sole sopra i buoni e sopra i malvagi, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti, amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano"...
Io inizio a pregare...

giovedì 22 dicembre 2016

Indovinate chi è il personaggio condannato a sei anni per corruzione... vi do un aiutino: Politico... anzi Senatore, Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente, passato dalla Democrazia Cristiana a Forza Italia, ed infine Presidente della Regione!!! Chi è???

Ma chi sarà mai questo personaggio???
Già, come può essere che un uomo, con così tanti incarichi Istituzionali, possa essere stato oggi condannato a sei anni per corruzione...
Ma ci sarà un errore... 
Un uomo che dal 1975 ad oggi, ha dedicato tutta la propria vita alla politica, rispettoso di quegli incarichi ricevuti,  come può essere che ora si trova coinvolto in inchieste su tangenti e mazzette nella sanità lombarda...
E dire... che ancora oggi, egli è il Presidente della Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare del Senato della Repubblica!!!
Scusate, ma allora stiamo dicendo che questa autorità, mi ripeto, Politico dal 1975, Senatore della Repubblica con NCD, Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Ambiente, dalla Democrazia Cristiana a Forza Italia, passando per l'Area Popolare di NCD-UDC e successivamente con il  Popolo della Libertà, per concludere infine con quattro legislature in qualità di Presidente della Regione Lombarda è stato condannato a 6 anni di carcere per corruzione!!!
Ma allora dobbiamo preoccuparci...
Se personaggi come Formigoni, con tutte le indennità economiche ricevute negli anni (quarant'anni) si ritrova ad essere condannati per corruzione... significa che al peggio non c'è mai fine!!!
Se così fosse, non si tratterebbe di essere ingordi, ma bensì di coltivare quella propria indole profondamente farabutta, da ladro, truffatore, aggiungerei da vero e proprio delinquente... e dire che però questi sono oggi i nostri rappresentanti... sì di questa nostra "Repubblica delle banane"!!!
Dopotutto cosa vogliamo aspettarci, guardate quanto appena accaduto con i nostri ministri, i quali sotto giuramento dichiarano d'essere laureati, quando non possiedono neppure un diploma, oppure avete letto quanto ha riferito il nostro ministro del lavoro (diplomato perito agrario), che critica i nostri giovani (ben più titolati e preparati...) che per ricercare una occupazione sono costretti ad andare all'estero, mentre di contro suo figlio, "casualmente", è direttore di un settimanale delle "Coop" (riguardatevi i video sulle inchieste realizzate da report sulle Coop, presentate dalla Dott.ssa Gabanelli) che riceve circa mezzo milione di euro di contributi pubblici...
Potremmo continuare all'infinito...
Se difatti analizzassimo molti di quei "soggetti" (chiamarli "signori" sarebbe offensivo nei riguardi di chi realmente lo è...) che stanno lì seduti in quelle poltrone, sia nelle vesti di deputati, che nella "qualità" (vedasi poi quali qualità... ) di senatori, scopriremmo come, non sarebbe l'unico a compierle queste procedure truffaldine...
Ora comunque il tribunale ha disposto la confisca dei beni di questo "povero e indigente" POLITICO, che per sopravvivere, aveva necessità di circondarsi delle note procedure di malaffare, le stesse, che ormai, giorno per giorno, vengono evidenziate dalle procure nazionali...
I beni confiscati sommano a circa Sei milioni di euro (da ciò si comprende quanto fosse bisognoso...), in beni immobiliari (da Sanremo a Lecco ad Arzachena), quadri d'autore, box, terreni, uffici e negozi, oltre ad auto e conti correnti. 
Se poi, si prende in considerazione che, quanto confiscato, rappresenta di fatto il 10 % di quella parte visibile di patrimonio, il 90% è depositato presso i noti paradisi fiscali esteri, diviene comprensibile come alla fine questo tipo di soggetti (perché state certi che non è certamente l'unico di quella casta a rubare... ah... se solo parlasse, cadrebbero molti di quei suoi colleghi...) grazie a noti studi legali con "Avvocati di grido" (pagati solitamente a nero e molto profumatamente...), riusciranno a non far compiere mai, un solo giorno di carcere... ad ognuno di quei  soggetti!!! 
Questa d'altronde è quanto prevede la "giustizia" nel nostro paese... in particolare se considerate che questi individui, sono gli stessi, che si è deciso di scegliere - in tutti questi anni - per rappresentarvi!!!
Ed è principalmente per quest'ultima preferenza, che non so dirvi chi sia, tra una parte di Voi e loro... il  peggiore!!!

mercoledì 21 dicembre 2016

Morire... perché costretti dai nostri governanti a ricercare quel proprio futuro all'estero!!!

Soggetti ignoranti, scadenti e inconcludenti, posti tra le più alte cariche istituzionali, che si permettono di criticare le difficoltà di molti nostri giovani...
Non comprendono minimamente che è proprio per quella loro inadeguatezza, che i nostri ragazzi sono costretti ad allontanarsi da questa loro nazione, per trovare una soluzione a tutti i loro problemi...
Ricercare quella meritata occupazione in paesi che sanno premiare la meritocrazia e non il solito clientelismo, che porta esclusivamente quei figli di papà delle caste a realizzarsi...
Infruttuosi bamboccioni (questi certamente si... ) a cui aggiungerei "rincoglioniti" che pensano d'essere arrivati solo perché, hanno potuto godere, delle pedate nel culo ricevute negli anni...
Raccomandati che sin dalle elementari... per proseguire con l'università, sono stati con la manina di mamma e papà seguiti, per giungere a conseguire quel titolo di studio necessario per proseguire all'interno degli "studi" di famiglia o ancor peggio, per fare danni attraverso la politica!!!...
Desidero quindi condividere con Voi, quanto mi è stato richiesto da Roberta attraverso "Change.org" per chiedere le dimissioni del Ministro Poletti!!! 
Io ho firmato la petizione, se siete d'accordo Vi prego di firmare anche Voi...
Ciao Nicola,
a Roberta non sono piaciute le dichiarazioni del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti sui giovani italiani all'estero e con questo appello ne chiede le dimissioni.
I cittadini: Dimissioni Ministro Poletti
In un Paese "vecchio", che soffre perché i giovani laureati faticano a trovare un'occupazione degna di questo nome e, quando la trovano, spesso è pagata con i "voucher", oppure sottopagata; 
in un Paese che proclama ministri persone che laureate non sono ma che pontificano sull'importanza di quest'ultima per trovare un lavoro; in un Paese che premia nei posti di comando persone dalle manifeste incapacità a ricoprire quel ruolo; in un Paese che possiede un tasso di disoccupazione giovanile elevato e che vede circa 3mila "cervelli in fuga" ogni anno; in questo Paese, da cittadina italiana, trovo doveroso chiedere le dimissioni immediate del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, che, con le sue ultime dichiarazioni, ha pesantemente offeso quei giovani lavoratori che in virtù del suo ruolo dovrebbe invece sostenere e difendere.
Una cittadina italiana che ha vissuto all'estero, lavoratrice, laureata, masterizzata e poliglotta.
Firma la petizione

P.s. per quanti non conoscono le frasi riportate dal Ministro Poletti, mi permetto di ricopiare quelle "indegne" affermazioni:
“Se centomila giovani se ne sono andati dall'Italia, non è che qui sono rimasti 60 milioni di "pistola". 
Conosco gente che è andata via... e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi”!!!
Dopo aver sentito queste parole... mi vergogno profondamente di essere Italiano!!!

C'era una volta... un "melo" (la Sicilia) ora non c'è più!!!

Dando seguito ad un mio post pubblicato il 19 c.m. 
ho ricevuto successivamente sulla mia pagina di Fb un messaggio che pubblico di seguito (integralmente) su questo mio post....
Premetto innanzitutto che mi scuso con l'autore Sig. Fortunato Dei Pieri per il ritardo di un giorno con il quale rispondo, ma ci tengo a precisare che quanto vede pubblicato sul social network, rappresenta un processo del tutto automatizzato si questa mia pagina web e soprattutto, che i commenti dati attraverso Fb per i miei post, rappresentano una minima parte dei messaggi email che di contro ricevo solitamente da molti miei "affezionati" amici e lettori...
Vi è un motivo in tutto ciò... dipende principalmente dagli argomenti che ho scelto di pubblicare, certamente non adatti ad un pubblico "social", il quale privilegia solitamente, raffrontarsi con vicende gossip... come per esempio, ricercare pettegolezzi o indiscrezioni su personaggi pubblici, cliccare su corpi nudi o scene erotiche o quant'altro faccia riferimento a quella cosiddetta "cronaca rosa" scandalistica...
Inoltre, per commentare quanto scrivo, bisogna innanzitutto leggersi il mio post; ma come riportano gli esperti di social: "sono molti coloro che preferiscono condividere quanto trovato sul web, senza neppure sfogliare una riga di quella notizia; già, è molto più semplice far credere ai propri amici di essere loro gli autori di quelle pubblicazioni, per equipararsi ad essi o sentirsi nel loro piccolo... protagonisti"
D'altronde, devo confidarLe che solitamente il sottoscritto, preferisce dare priorità a quanti scrivono direttamente sulla mia pagina web (messaggi che vengono inviati nella mia email personale) e Le assicuro che sono più di quanto Lei possa immaginare; inoltre, "mi creda sulla parola...", rispondo ad ognuno di essi, anche a chi mi scrive dall'altra parte del mondo, specialmente da alcuni paesi dell'America Latina, dove vi è una forte presenza di nostri connazionali emigrati, in particolare siciliani...
Per concludere la premessa, volevo altresì precisare, che quanto svolgo sul web, include altre pagine social, come per esempio "Twitter, Tumblr, Linkedin, Istagram, Pinterest" ed anche pagine come generiche come "Google+, Sicilialiberaeindipendente, Resistere, Overblog, Ormai indignarsi non basta più" a cui -come Lei stesso comprenderà- devo dedicare una parte del mio tempo non soltanto per scrivere, ma anche per poter rispondere... 
Per cui, mi permetto di riprodurre (per quanti non sono amici di entrambi su Fb) il messaggio da Lei trasmesso:    
Gentilissimo sig. Nicola Costanzo, probabilmente questo sarà uno dei pochi se non l'unico commento al suo "articolo manfrina" che riceverà, ma io un po' di tempo lo spreco volentieri!
Lo spreco solo per sottolineare e ricordarle che tempo fa leggendo un suo "articolo", io le diedi del fazioso ed "ignorante", nel senso che ignorava, non era a conoscenza di fatti e persone di cui trattava nel suo articolo, e mi colpì positivamente l'aver ricevuto la sua risposta, con la quale ammetteva di essere in errore, di aver sbagliato!...Che avrebbe approfondito!!....
Pensai.."caspita, qualche portatore sano di onestà intellettuale ancora esiste"!....
Con questo suo ultimo ha invece palesato la sua faziosità, la sua demagogica retorica e le sue capacità di "riciclare" oltre le foto,...... "vecchiotte, che ritraggono qualche pseudo antagonista dei centri sociali pagato per far casino",..... forse anche i pensieri, le frasi dettate da altri!...
Per sentito dire!!......Si attenga ai fatti, alla storia reale di ogni singola persona che lei menziona, non faccia di tutta l'erba un fascio, perché questo non è corretto, non è onesto!!....
E poi caro sig. Nicola Costanzo, io a Palermo c'ero, lei no, e non immagina nemmeno quante "personcine piccole e povere d'animo" di quelle che per scopi esclusivamente personali godono nel puntare il loro ditino verso chiunque li possa ostacolare, spargendo fango, menzogne e calunnie, per poi andare a strusciare il loro deretano alla giacchetta di colui che può fargli comodo in quel momento, poi se è il caso, passano ad altri e, mi creda, non si preoccupano più di tanto se sono,come dice lei, riciclati!...🐘👍 Con il dovuto rispetto!!....Buona giornata e buon natale!
Lei, tralaltro, ha pure pubblicato la storiella carina della bambina con le due mele!!
Bella la morale che se ne trae, ma forse lei non l'ha recepita!...Perché se così non fosse, mi verrebbe da pensare che anche lei faccia parte di quel nutrito gruppo di persone che "parlano bene e razzolano" oppure è in malafede!!...Però mi piace pensare che non sia in malafede ma più semplicemente disinformato o informato male, malissimo!.. Buona giornata!...
Come si è potuto verificare dall'immagine sopra allegata, non ho eliminato nulla del suo messaggio, mi permetto quindi di risponderLe:
  • per quanto concerne il messaggio "unico" credo di avere pienamente risposto già sopra...
  • per il tempo che mi ha voluto dedicare, Le assicuro che non è sprecato: diceva Luigi Pirandello, "Rifiutare di avere delle opinioni è il modo di averle...", ed io apprezzo sempre le opinioni degli altri, anche quando esse sono contrastanti con le mie, in quanto è proprio quella differenza di opinioni, che rende possibile il dialogo...
  • fazioso e "ignorante": per quanto concerne il secondo punto, la mia risposta, non ammetteva, ne di essere in errore e neppure d'aver sbagliato... ma soltanto che avrei certamente approfondito, cosa che ho fatto e alla quale ho dato piena risposta pubblicando il 10 Settembre di quest'anno il seguente post: http://nicola-costanzo.blogspot.it/2016/09/il-segretario-nazionale-di-con-salvini.html - mentre, per quanto riguarda l'essere "fazioso", dovrei essere quantomeno legato a qualche personaggio politico o ad una tessera elettorale: posso assicurarLe che il sottoscritto è critico con la maggior parte degli schieramenti proposti oggi, mentre di contro aspira ad una vera e propria autonomia siciliana, a modello Val d'Aosta, con una autonomia finanziaria, che permette di riutilizzare il 90% dei tributi riscossi in ambito regionale, nello stesso territorio; come vede non sono così lontano da quei principi della Lega o del suo Segretario Matteo Salvini, peccato però che in quel suo "Statuto", all'art. 2 "Struttura organizzativa della Lega Nord" si riporti quanto segue:
- La Lega Nord è una confederazione composta dalle seguenti Nazioni costituite a livello regionale in forma di associazioni non riconosciute: 
1. Alto Adige - Südtirol;
2. Emilia;
3. Friuli – Venezia Giulia;
4. Liguria;
5. Lombardia;
6. Marche;
7. Piemonte;
8. Romagna;
9. Toscana;
10. Trentino;
11. Umbria;
12. Valle d’Aosta - Vallée d’Aoste;
13. Veneto
Mi scusi, ma in questo elenco, dove si trova la Sicilia... sarei curioso di sapere cosa ne pensa il suo Presidente, Dott. Angelo Attaguile, di questa esclusione??? 
Non è che forse si sono dimenticati di noi??? Oppure come è più facile dedurre, non è che noi SICILIANI serviamo come al solito per portare acqua (o meglio voti) al solito mulino del centrodestra del nord Italia??? Se così fosse... mille e mille volte meglio, una nuova MPA o LEGA SUD!!! Ancor meglio, se ci si dedicasse ad un nuovo schieramento, costituito da persone oneste e soprattutto perbene...
  • per quanto concerne "l'onestà intellettuale", mi creda, io non sono un "portatore sano di quella...", bensì "IO SONO L'ONESTA' INTELLETTUALE" e non solo, incarno anche quell'"ONESTA' MORALE" ormai obliata da molti miei conterranei e quanto sto scrivendo, posso dimostrarlo, non solo con le parole, ma con i fatti: circostanze quest'ultime che in questa sede, non mi è permesso esternare!!!
  • credere che ci sia qualcuno che mi possa dettare frasi o parole, dimostra come Lei non mi conosca affatto: il sottoscritto mette in dubbio certezze a cui in molti "credono" e Lei pensa che ci possa essere qualcuno (o un qualcosa...) che possa condizionare il mio pensiero??? Mi dispiace, si trova in errore...
  • Per quanto riguarda chi fosse presente a Palermo e chi no... mi sono permesso di allegare un video (a completamento anche di quei dubbi, avuti nel mio precedente post, che dimostra per l'appunto, la presenza a quell'incontro anche dell'On. N. Musumeci) e sono anche in possesso di molte foto di quel giorno che esprimono contrarietà e disappunto per quell'incontro; il sottoscritto comunque conferma che non c'era, ma la mia assenza era motivata: seppur invitato e gradito ospite di molti amici palermitani, i motivi che mi hanno suggerito a non partecipare, erano gli stessi che successivamente ho espresso in quel mio post da lei criticato!!!
Vede, caro Fortunato, io desidero vedere la nostra terra senza più compromessi, senza giochi di potere, senza inciuci, senza clientelismi e corruzione, senza mafiosi legati a imprenditori o politici corrotti, senza personaggi collusi e cittadini prostrati ed omertosi, ed ancora, vorrei non avere amministratori venduti e giri di tangente... 
Vorrei vedere una Sicilia rinnovata senza più soggetti "riciclati" o quantomeno, se proprio si debbano salvaguardare alcuni di essi, che si provi almeno a farlo per coloro che hanno dimostrato in questi anni, d'esser stati coerenti, con i principi morali, senza essere "ricattabili" da quanto sopra riportato...
Il video del "melo" è difatti perfetto per rappresentare la nostra terra e quanti in questi anni l'hanno rappresentata: l'albero del melo è la natura, la nostra Sicilia, una terra meravigliosa che possiede tutta la bellezza del mondo; dall'altro il bimbo, che identifica i suoi uomini, quegli stessi che negli anni l'hanno violentata, impoverita, abbruttita, distrutta e prosciugata; il vecchio configura la rassegnazione...
- Lei d'altronde, nella sua comunicazione mi rimprovera d'essere in malafede, allora sin d'ora, mi riprometto di fare un passo indietro: faro di tutto per incontrare Lei e l'On. Attaguile...
In quella occasione, se mi verrà concessa, esporrò il mio pensiero di cambiamento e se dovessi ricevere concrete risposte a quanto, non soltanto il sottoscritto, ma bensì tutti i cittadini onesti desiderano per vedere definitivamente migliorata questa terra "infetta", allora stia certo che busserò ad ogni porta, di ogni comune, per convincere ciascun residente a darLe fiducia e a non piegarsi a quelle abituali metodologie clientelari...
Diversamente... preferisco al momento non pensarci!!!
Mi auguro quindi che questi giorni di festa, ricchi di serenità, portino ad entrambi e ai nostri cari (chiaramente... anche a quelli dell'On. Attaguile), tanta pace, salute e felicità... 
I migliori auguri di buon Natale e felice anno nuovo.
Nicola Costanzo


                          Istagram

                          Instagram

                          Note sul Blog "Liberi pensieri"

                          Disclaimer (uso e condizioni):

                          Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

                          Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

                          Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

                          L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

                          Per qualsiasi chiarimento contattaci

                          Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

                          Resteranno per sempre dei...

                          Resteranno per sempre dei...

                          Seguimi via email

                          Bloghissimo...

                          Aggregatore rss

                          I Blog che seguo