Translate

domenica 18 agosto 2013

La Sicilia, clichè di "cosa nostra"...

Non c'è una volta in cui, trovandomi all'estero, appena sentito che fossi siciliano, qualcuno non mi dicesse: ah... mafia...., corleone, il padrino, ecc...
Le meraviglie della nostra terra, per fortuna sono poi talmente tante, da sovrastare questa consuetudine negativa, che purtroppo ci ha fatto conoscere così negativamente nel mondo...
In questo bisogna aggiungere, che proprio una mano c'è stata data anche dalla cinematografia hollywoodiana e da quella di casa nostra ( qui non c'è termine migliore... ), che con quei film realizzati ed ambientati nel nostro territorio, hanno dato modo di farci conoscere...
Ed allora, ecco che qualcuno vedendo in ciò un business ( che è poi l'interesse principale di cosa nostra... ), si propone di pubblicizzare il proprio locale, attraverso l'immagine di questa organizzazione criminale...  

Abbiamo visto in Austria il ristorante ''Don Panino'', mentre da poco è nato in Danimarca, un analogo locale questa volta una pizzeria, che propone nel proprio menù la pizza del mafioso o la pizza di Al Capone..., non so se nel menù troviamo anche altri nomi eccellenti della associazione mafiosa... anche perché l'elenco sarebbe molto lungo, per non dire infinito!!!
Ecco, credo che invece sarebbe stato molto bello, chiamare un ristorante... "per non dimenticare", proponendo nel menu, tutti coloro che per combattere la mafia sono caduti... e sarebbe un monito per quanti ( in particolare per i giovani... ) che oggi credono e vedono in questo tipo di vita e modello, qualcosa da imitare e soprattutto da voler emulare quelle geste che a loro modo sono esemplari...

Abbiamo visto come nei ragazzi il film " Il Capo dei Capi " che descriveva l'ascesa dei cosiddetti " Corleonesi" in particolare la vita del boss Toto Reina ( interpretato in maniera perfetta da Claudio Gioè ), e come questo abbia suscitato nei giovani quel particolare interesse su quella vicenda e sulla facilità di giungere ad ottenere quanto si desiderava, in maniera rapida, grazie ai modi violenti, giungendo ad un successo personale certamente difficile da ottenere percorrendo una strada diversa e cioè quella della legalità e della ragione.
Dispiace vedere che la nostra regione, debba subire un così deplorevole considerazione nel mondo, considerato che da sempre questa è prima, in cultura, lingua, arte, musica, prodotti, bellezze del territorio, cucina e soprattutto ospitalità e solidarietà ( lo stiamo proprio vedendo in questi giorni, nei riguardi degli immigrati che stanno sbarcando nelle nostre spiagge...)
Certamente però, quanto finora fatto da parte dello Stato, risulta ancora molto modesto e limitato, con l'aggravante che proprio coloro che sono stati scelti a rappresentarla ( politici a vario titolo nelle varie amministrazioni, da quelle di Governo ai cosiddetti consiglieri), sono stati quasi tutti inquisiti per associazione mafiosa...
Quindi alla fine mi viene da chiedere... ma attraverso quale modi si pensava di correggere e modificare questa immagine negativa della nostra terra, se ancora i suoi uomini " d'onore" si trovano fortemente legati a quelle inestirpabili radici, chiamate " cosa nostra "???

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo