Translate

domenica 30 agosto 2015

Basta una preghiera per Sara Scazzi...

Questa mattina nell'andare ad acquistare il giornale, tra i tanti settimanali esposti che trattano di solito Gossip... ne ho visto uno che è specializzato in storie di vita quotidiana... notizie su crimini, delitti, misteri, scomparsi... ecc...
In prima pagina c'era l'immagine - riprodotta - di Sara e della sua mamma...
Mi sono chiesto... non è bastato ascoltare i modi criminali e la violenza alla quale è stata costretta...
Barbaramente uccisa dai propri familiari e gettata in un pozzo dal quale difficilmente sarebbe emersa la verità... se lo zio Michele non avesse avuto un rimorso di coscienza... e dove attraverso le proprie azioni... ha contribuito a indirizzare le forze dell'ordine su quel corpo, ormai privo di vita...
Ed ora, dopo che la giustizia ha espresso il suo verdetto... dopo che sono state emesse le condanne alla cugina ed alla zia..., siamo ancora qui, a dover  assistere ad ulteriori pubblicazioni per fare share... per aumentare il numero di vendita delle riviste..., per riprodurre discussioni ormai del tutto inutili!!!
Non è bastato in questi anni, presentare in maniera morbosa la ragazzina, i suoi iniziali affetti per un ragazzo, problematiche di una adolescente...
Non c'era bisogno di leggerle anche i messaggi inviati dal proprio cellulare... o almeno di pubblicarli..., quelle frasi fatte d'affetto, di sensibilità d'animo e a volte anche d'amore, per la vita, per quel sentimento adolescenziale, espressione dei propri sentimenti...,
Poi di contro... ci sono quelli della cugina... più grande... ossessivi, morbosi, possessivi e soprattutto sesso....
Sappiamo tutto di tutti.... molto è stato scritto e riprodotto... sappiamo ora, grazie al processo, che proprio Sara ha rappresentato - in un qualche modo... forse inconsciamente o senza saperlo... la possibile causa di quella rottura della cugina con Ivano... ed allora, ecco emergere quello scatenante "motivazione" irrazionale per la quale bisogna eliminare la rivale... se pur cugina... deve essere strangolata!!!
Il movente... la gelosia una dei peggiori sentimenti umani fatto di bramosia, di desiderio, per il quale sono in molti a perdere la testa...ed è ciò che anche in questo delitto è successo... naturale desiderio sessuale, responsabile del movente del delitto...
Non abbiamo più bisogno di sentire nulla su questa vicenda... anzi è ora che si abbassino le luci di questo sventurato palcoscenico e lasciare che quella povera ragazza trascorra il resto della sua esistenza... in un posto (sperando almeno per lei che esista...) sicuramente migliore di quello da cui è stata strappata e allontanata...
E' venuto il momento di tacere... e se proprio qualcuno ha ancora desiderio di ricordarla, esprima per lei una semplice preghiera... basterà questo piccolo gesto, a riportarla ancora un po... in vita.

sabato 29 agosto 2015

Abusivismo = permissivismo

Quando si realizzano interventi edilizi in assenza di permesso di costruire o di denuncia d'inizio lavori, si sa di commettere un'infrazione.
Ora, commettere un abuso edilizio..., costituisce di fatto un reato e quindi si è soggetti a sanzioni severe, non solo amministrative ma anche penali, con pene che possono giungere nei casi più estremi fino all'arresto a due anni ed un multa di quasi 50 mila euro a cui dovrà seguirà l'ordinanza di demolizione!!!
In questi giorni, nella nostra regione, è salito l'interesse per le costruzioni abusive, in particolare per quelle realizzate in questi anni, in prossimità di quell'area archeologica, meglio conosciuta come "Valle dei templi"...
Infatti, dopo aver fatto costruire in maniera scellerata su quell'area, grazie in particolare alla negligenza di quanti avrebbero dovuto controllare ( ma hanno fatto finta di non vedere... forse perché più interessati ad intascarsi qualche regalia da parte di quanti ne stavano realizzando i lavori ) e certamente usufruendo della complicità di quegli impiegati, responsabili di quegli uffici pubblici (tecnici, della polizia municipale, dei forestali, della sovraintendenza) cioè di quanti possedevano quella necessarie qualifica per poter denunciare tali omissioni...( in particolare quando questi erano legati a vincoli paesaggistici, zone sismiche o altri siti come quelli archeologici sottoposti a tutela ...).
Ed invece, ognuno di essi, si è solo messo in fila a prendersi lo stipendio, ma nessuno di loro però, che sia andato a denunciare qualcosa d'insolito..., come per esempio, centinaia e centinaia di abitazioni che spuntavano come funghi... in quella zona. 
Sono meravigliosi questi controlli sul territorio..., che poi sono gli stessi che provocano i disastri naturali a cui andiamo assistendo quotidianamente...
Adesso... come per incanto, quello Stato finora assente... si ricorda improvvisamente (circostanza molto strana..., forse qualcuno cerca attraverso la lotta alla illegalità, di raccogliere consensi e quindi voti... per le prossime elezioni...???) di dover riportare la legalità su questi territori, in particolare su quell'area interna al Parco Archeologico, per ripulire finalmente quella meravigliosa ed unica Valle dei templi, dal quell'abusivismo di fatto, risultato poi... a tutti permesso!!!
Hanno iniziato i lavori di demolizione... chiunque abbia visto in televisione la metodologia adottata per l'esecuzione dei lavori - se appartiene a quest'ambiente - avrà certamente sorriso, nell'osservare come un mini-escavatore debba eseguire i lavori di demolizione per strutture in c.a., si capisce già da se, come la vera intenzione è quella di creare sì... un punto d'inizio, ma da cui, si sa già... non voler dar seguito... 
Demolire circa 650 abitazioni (di cui alcune ville su due elevazioni) con quel giocattolo... dimostra la mancanza di alcun programma lavori... è infatti palese, che con questi mezzi, per completare i lavori di demolizione ed il trasporto dei materiali a rifiuto presso la più vicina pubblica discarica... ci vorranno almeno dieci anni!!!
Ma la verità è che non si vuole demolire nulla... in particolare non si vogliono toccare certe "pericolose" abitazioni di cui si conoscono i nomi dei proprietari (legati a certi ambienti) che è meglio non indisporre...
Ed allora ecco che tutti se la fanno alla larga... e per eseguire questi lavori "rischiosi" che ovviamente nessuna impresa del luogo vuole compiere... si obbliga la solita impresa confiscata dallo Stato e la s'invia - tanto per fare teatro... insieme ai soliti due/tre dipendenti, un mini escavatore e un autocarro da rottamare... - per dimostrazione all'opinione pubblica che lo Stato è presente e che si dato inizio ai lavori di demolizione!!!
Statene certo... che tra meno di qualche settimana..., lì... ad operare, non ci sarà più nessuno!!!
Ovviamente dispiace vedere demolite alcune di quelle abitazioni, mi riferisco a quelle famiglie indigenti, che con grandi sacrifici personali, avevano realizzato quelle dimore nelle quali tutt'oggi vivevano... e forse sarebbe corretto che lo Stato, provvedesse a garantire - prima di pensare a demolire - almeno per queste famiglie, una collocazione alternativa, perché mi sembra corretto che, non bisogna soltanto pensare di dare i nostri alloggi popolari ai poveri migranti, ma si deve anche pensare ai bisogni dei nostri concittadini!!!
Mentre, per tutte quelle altre costruzioni, residenze utilizzate per svago o villeggiatura..., ecco per quelle, non nutro alcun rammarico..., anzi ritengo che se dichiarate abusive, debbano essere celermente abbattute!!!


venerdì 28 agosto 2015

Previsti 28 miliardi di euro per le infrastrutture in Sicilia, disponibili soltanto cinque...

Qualcosa bisogna pur inventarsi per sperare alle prossime elezioni... di accaparrarsi i voti di noi siciliani!!!
Ecco quindi che nel programma propagandistico del Presidente del Consiglio Renzi, redatto in collaborazione con il ministro Del Rio ed il ns. governatore Crocetta, si è giunti a dichiarare investimenti per ben 28 miliardi - non di vecchie lire.... ma di euro - per le infrastrutture nella ns. regione...
Le somme serviranno a realizzare nuove autostrade, porti, ma soprattutto quella rete ferroviaria realizzata ai tempi dei Savoia nel 1863... ampliata negli anni, ma rimasta oggi alla medesima velocità d'allora...
Adesso dopo quasi 150 anni... ci si ricorda delle infrastrutture mancanti..., sarà forse causa di quel viadotto crollato sulla autostrada Catania - Palermo, ma una cosa è certa, finora di noi siciliani, se n'e sono tutti dimenticati... in particolare i primi ad averci scordato... sono proprio quei conterranei, che eletti nel corso di questi anni, siedono ancora lì a Roma... senza fare nulla per la loro regione...
Si parla di priorità, di strategie, di masterplan...
I programmi sono bellissimi sulla carta, anche illustrati, tutti fantastici progetti realizzati in render 3D da ottimi studi d'ingegneria..., tutte iniziative però... che dovrebbero essere realizzate nella pratica... e qui purtroppo viene l'inghippo...
Già sui 28 miliardi necessari per realizzare il totale delle opere... c'è la sola disponibilità di cinque... come si dice... meglio questo che niente... e va be... intanto per cominciare è già qualcosa poi si vedrà, speriamo di non dover dar modo a "Striscia la notizia" di mostrare in tv..., ulteriori ed inconcludenti opere pubbliche rimaste incompiute nel ns. territorio!!!
L'hanno chiamata la cura del ferro... sì eravamo diventati "anemici"  e adesso si tenta di colmare quel divario che esiste tra l'Italia ( in particolare del centro-nord ) e la Sicilia... treni ad alta velocità permetteranno in 45' minuti di attraversare l'isola, da Catania a Palermo in meno di un'ora... ve lo immaginate... (debbo dire che in auto... a volte ci si riusciva pure... ma quelli erano altri tempi... lontani e soprattutto ci si sentiva un po' ribelli come James Dean... ) adesso in auto ci vogliono circa 3 ore e mezza... una follia e dobbiamo attendere due anni per vedere realizzato il nuovo viadotto... ai tempi dei romani ci si sbrigava prima!!!
Ovviamente si dovrà mettere mano al portafoglio anche per tutte quelle strade provinciali giunte a modello colabrodo, con tutte quelle buche... dove le concorrenti trazzere di campagna risultano essere più percorribili...
Ed infine, come non parlare di corruzione e malaffare... pensate veramente che su questi stessi cinque miliardi di euro... la mafia non ci abbia già fatto su un pensierino...???
A quest'ora si stanno organizzando nuove imprese con i necessari requisiti per la partecipazione, per questi appalti, si staranno scomodando personaggi all'interno delle istituzioni per pilotare le gare, si starà cercando d'infiltrare i propri uomini per orientare al meglio la propria candidatura, ecc..., ecc..., e vedrete come durante i lavori, emergeranno (come ormai consuetudine), tutta una serie d'indagini che confermeranno eventuali associazioni mafiose, inadempienze societarie, contrattuali, conflittualità con le normative vigenti, agevolazioni e raccomandazioni, tangenti, concussioni, il classico giro di mazzette...
Attuato meccanismo di quel solido e ben collaudato sistema, fatto di complicità e connivenze, difficile da sradicare poiché, parte integrante di questo tessuto sociale...
Qualcuno ha dimenticato, che il Contratto Istituzionale di Sviluppo, istituito dall'art. 6 del D.lgs 88/2011, rappresentava già uno strumento per la realizzazione tempestiva e trasparente di grandi infrastrutture di servizio pubblico, in particolare proprio per la rimozione di quegli squilibri economici e sociali, presenti tra le varie regioni... ma cosa se ne fatto... è un mistero...
E cosa dire della direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo sottoscritta da tutti i soggetti (vedasi foto allegata) presentata in data 28 Febbraio 2013 e dove, a poco più di due anni... si è ancora qui a parlarne... 
2,426 miliardi di euro già provvisti di copertura e di cui oggi non se ne sa nulla... 
Per favore... basta con le solite chiacchiere!!! 


giovedì 27 agosto 2015

Ed hanno il coraggio di chiamarli... Amministratori giudiziari!!!

Ho già toccato in molti miei precedenti post l'argomento... ed il più delle volte ho avuto la sensazione di aver dato fastidio nel aver espresso giudizi negativi su alcuni soggetti appartenenti a questa particolare "casta"...
Ed è per i ripetuti motivi e per non volermi ripetere..., che non mi meraviglio di aver letto in questi giorni, sul fatto quotidiano, dell'ennesima beffa a danno delle società amministrate dallo Stato...
Dire che la Prefettura di Catania non faccia una bella figura è una situazione che ormai si ripete con consuetudine...
Anche perché in questi anni, ha già dimostrato, con scelte discutibili, di essersi più volte ripetuta..., basta rileggere gli articoli di alcune testate giornalistiche, in particolare quelle pubblicate online... vedasi per esempio quelli su Live Sicilia...
Per cui, scoprire come due commissari straordinari, nominati appunto dalla Prefettura di Catania, per amministrare in contemporanea, una discarica e due aziende specializzate nel settore dei rifiuti, abbiano percepito stipendi lordi da 45.000 euro al mese, non mi fa sobbalzare minimamente!!!
Assistere quotidianamente a come, ci si trova dinnanzi a personaggi del genere, aumenta ancor di più, quella disistima verso questo sistema guasto, che ormai non trova più persone per bene... ma gente corrotta e meschina...
E' cosa dire dell'Anticorruzione... che ha provveduto a commissariare lo scorso settembre le due società che operavano nel settore dei rifiuti... per chissà quali accertamenti... ed oggi si ritrovano di contro, ad avere nominato propri uomini, che hanno dimostrato di approfittare- aggiungerei in modo vergognoso - dell'incarico ricevuto...
I miei complimenti Dott. Cantone... per l'ottima scelta!!!
La cosa assurda, è che, gli uffici prefettizi..., nel voler beneficiare ulteriormente i due "rispettabili" amministratori, di quella già ricevuta elargizione..., appunto, non sazi dei mandati onerosi dati..., hanno provveduto ad affidare, sempre agli stessi, una ulteriore consulenza... da 25.000 euro ciascuno, per gestire la discarica di Valanghe d’Inverno...
Mi chiedo, non è che forse queste somme ricevute, dovevano successivamente essere spartite anche con altri soggetti...???
Mi auguro che la Procura di Catania... faccia chiarezza sull'accaduto e che, visti i personaggi e le istituzioni coinvolte, non si cerchi -come molto spesso avviene nel ns. paese in casi analoghi- di soffocare  l'indagine o si tenti di farla passare nel dimenticatoio...
Se penso a quelle povere società... già in crisi a causa dei provvedimenti giuridici ricevuti, che ora, si ritrovano a doversi confrontare con nuovi e gravosi problemi a causa di una gestione truffaldina, ecco, quando penso a tutti quei lavoratori della Oikos Spa, Imprese Pulizie Industriali Srl (Ipi) e Valanghe d’Inverno... vedo sempre di più... il fallimento dello Stato, dei suoi uomini, di quella gestione mafiosa che tanto si vorrebbe combattere e di cui invece si dimostra di fare parte...
Basta con i proclami... non vi è più nulla da poter imparare... non esiste nessuno tra voi che può venirci a fare le morali... nessun insegnamento può esserci dato dai vostri uomini... da questi nuovi delinquenti "legalizzati" con i colletti inamidati che tentano di coprire quell'odore marcio di cui traspirano...
Quanti altri trenta denari avete bisogno per toglierci dai c..... questi Amministratori ???
A difesa comunque di alcuni appartenenti a questa categoria, aggiungo come dice il detto... "non si fa di un'erba un fascio" e a seguito proprio della mia attuale esperienza professionale, debbo confermare che quanto sopra detto è vero!!!
Perché se da un ladro esistono questi "ladri"..., da alcuni anni, nello svolgere il mio incarico di Direttore tecnico, mi ritrovo a collaborare con un'amministratore giudiziario che - non solo svolge da tre anni in modo professionale il proprio compito, ma soprattutto, che da quasi due anni, non riscuote il proprio compenso...
Sono due facce della stessa medaglia..., una onesta ed una ladra!!!

martedì 25 agosto 2015

Sconfiggere la corruzione... si può... ma non con questi uomini!!!

Avevo iniziato a scriverlo qualche giorno fa... ma avendo deciso di andare in ferie (senza portarmi dietro il mio notebook...) l'avevo lasciato tra le bozze...
Riprendo quindi da dove avevo iniziato...
Durante la cerimonia del "Ventaglio ( è il rito di consegna di un ventaglio decorato al Presidente della Repubblica Italiana e ai Presidenti della Camera dei deputati e del Senato, tradizionale omaggio da parte dell'Associazione stampa parlamentare (ASP), che si tiene annualmente tra la fine di Luglio e i primi giorni di Agosto, presso Palazzo del Quirinale, Palazzo Montecitorio e Palazzo Madama, in coincidenza con la chiusura dei lavori parlamentari per la pausa estiva ), si è cercato di fare un bilancio sull'anno di attività politica e parlamentare e soprattutto per consegnare i premi giornalistici istituiti dall'ASP, nonché per scambiarsi gli auguri di buone ferie.
Come ormai consuetudine, in ogni manifestazione, la lotta alla corruzione e alle mafie costituiscono la principale priorità data ai convegni e come ha riportato il nostro Presidente Mattarella, questa deve rappresentare un impegno di civiltà che va condotto dalla società intera..., perché le regole vanno rispettate in quanto presidio di democrazia!!!
Non si può abbandonare un'intera generazione di giovani e soprattutto non possiamo abbandonare il Meridione..., bisogna continuare con i segnali di ripresa intrapresi ed occorre non solo svilupparli, ma incoraggiarli per farne un uso il più accorto possibile... 
Ed ancora, proprio in questo, la diffusione ed il pluralismo dell'informazione diventa condizione necessaria, se non fondamentale, affinché si possa godere di quella libera e democrativa informazione, svincolata da appartenenze politiche o partitiche oppure sottomessa alle scelte dei propri capi redazione o da quelle direttive impartite loro dai proprietari delle testate...
Certamente sono tutti pensieri costruttivi per la crescita di un paese civile, ma il nostro dimostra ancora oggi, di non esserlo..., anzi mostra ogni giorno di più, tutte le proprie lacune... ad ogni livello, in ogni settore... dalla politica, alla amministrazione, dagli Enti pubblici a quelle società a partecipazione statale dove il più delle volte gli amministratori causano con le loro condotte, danni economici milionari e poi, ci sono quelle private, quelle confiscate, quel contrasto alla criminalità realizzato in maniera superficiale... fatto sì... di arresti, di condanne, di sequestri patrimoniali..., ma nel concreto, la piovra del malaffare continua a muovere i propri tentacoli in tutti i livelli... trovando sempre a disposizione sostituti tra i familiari e non... provenienti dal quel bacino esteso, dei cosiddetti "disoccupati"...
Non serve a nulla dividere premi, altro che "ventagli"... per soffiare via e definitivamente questa corruzione... qui nemmeno se provassimo ad usare le grandi eliche dei jet... riusciremmo a triturare, tutto questo sudicio malaffare...
Non bastano più le parole... necessita passare ai fatti e bisogna avere il coraggio di farle queste "benedette" azioni di contrasto..., perché in caso contrario, è meglio, che lasciate quel posto che vi è stato assegnato a qualcun'altro, forse meno meritevole... ma nel mettere in pratica quelle necessarie azioni, mostrerà certamente - se pur sbagliando - di aver più coraggio!!!

lunedì 24 agosto 2015

Non più "Ultimo"... ma "Primo" tra i primi!!!

In modo assolutamente segreto, nei giorni d'Agosto ( quando cioè la maggior parte dei cittadini si gode il periodo feriale ed è poco attenta dal seguire le notizie...), ecco, avvalendosi di queste particolari circostanze, il Comando generale dei carabinieri, trasmette all'ex Capitano "Ultimo"  oggi Colonnello Sergio De Caprio, una comunicazione, nella quale lo informa di ridimensionarlo dalla guida operativa dei suoi duecento uomini del Noe...
Sono uomini addestrati a perseguire reati ambientali, ma soprattutto individui capaci di scovare quelle attività di malaffare e di corruzione, preparati nel saper riconoscere quei reati legati alla circolazione di denaro per il pagamento di tangenti, concussioni, traffico, ecc...
La lettera è a firma del generale Tullio Del Sette, il più alto in carica dell’Arma e stabilisce che il colonnello De Caprio non svolgerà più funzioni di polizia giudiziaria, pur mantenendo il grado di vicecomandante del Noe...
E' ovvio che di fatto, gli vengono tolti "casualmente " quei necessari compiti operativi!!! 
Lo definiscono "avvicendamento" ma serve solo a smembrare il reparto, suddividere in più livelli... ciò che fino ad oggi era unico per rientrare in quel complicato meccanismo fatto di gerarchie e competenze, che amplifica ancor più quei "limiti" delle mancate o celeri  comunicazioni...
Abbiamo appena visto come quanto sopra, ha rappresentato in questi giorni, il punto debole del nostro sistema informatico e comunicativo tra le istituzioni, permettendo infatti ad una qualunque organizzazione, di bloccare per un funerale una parte della città, attraverso cortei da interpretazioni cinematografiche (erano presenti circa 600 auto), banda musicale,  utilizzo di elicottero  e quant'altro, come se la capitale fosse propriamente "cosa loro"... ed il prefetto di Roma Gabrielli, a propria difesa dichiara: le informazioni c’erano ma non hanno raggiunto i vertici!!!
Ma vi rendete conto... se invece di gettare da li sopra "petali di rosa", qualche "pazzo" affiliato a qualche "pseudo" gruppo terrorista, decidesse di gettare un paio di bombe nelle nostre bellissime piazze, causerebbe non solo un danno alle nostre meravigliose opere d'arti monumentali, ma certamente provocherebbe un numero di morti enormi tra i cittadini ed i turisti presenti... e tutto ciò perché... qualcuno attende le informazioni!!!
Per cui se da un lato c'è chi opera in maniera professionale - mettendo a rischio anche la propria incolumità - l'aver arrestato Toto Riina non è cosa da poco - di contro c'è invece chi fa finta di non sapere nulla... che attende..., che non prende alcuna iniziativa... mi auguro che nel realizzare tale omissione, non nasconda quell'evidente atteggiamento meglio conosciuto come "codardia"...
Ed allora il Colonnello va via... non prima di trasmettere una lettera di commiato ai suoi reparti, ringraziando quanti hanno collaborato con lui e definendo “servi sciocchi” coloro che oggi, abusano “delle attribuzioni conferite” per poter prevaricare e calpestare il lavoro di quelle persone che di contro dovrebbero sostenere...
Da sempre l'ex " Capitano Ultimo " ha dimostrato di non essere in sintonia con le decisioni prese dalla gerarchia dell'Arma... ma è proprio grazie a quello spirito indipendente e intraprendente ..., a quell'essere fuori dalle regole della disciplina e dell'obbedienza, al sapersi assumere in prima persona quelle iniziative necessarie ad assolvere e risolvere le problematiche che nel corso delle indagini, vengono a manifestarsi..., che gli hanno permesso di raggiungere quegli obbiettivi strategici, ai quali molti - per un ventennio - hanno preferito non partecipare... evitando così possibili ripercussioni non solo personali ma soprattutto familiari... 
Non dimentichiamo, quale fine hanno fatto uomini "giusti" come i Giudici Falcone e Borsellino e tutti quelli che li hanno preceduti... uccisi da quegli stessi uomini che hanno riservato in questi anni al capitano Ultimo... la propria condanna a morte!!!
Si era già provato a colpirlo con quell'indagine sulla mancata perquisizione del covo del boss, dal quale, fu assolto insieme con l'allora comandante Generale Mori... seguì poi quella vergognosa azione di togliergli la scorta, poi riassegnata a seguito della rivolta dei suoi uomini, che valorosamente (almeno loro...) per proteggerlo, avevano preferito raddoppiarsi i turni di lavoro....
Ed ecco quindi che dalle sue indagini in questi anni verranno scoperte la maggior parte delle inchieste importanti 
Dai milioni di euro del "cerchio magico" della Lega Nord di Bossi & Co. alle tangenti di Finmeccanica, ed ancora "Roma Capitale" con l'arresto di Bisignani e di tutti quei politici e uomini della finanza, ed ancora quei controlli sulla Banca del Vaticano per reati sul riciclaggio o sul tesoro nascosto di Massimo Ciancimino, fino alle ultime recenti su Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia, accusato di abuso d'ufficio... 
Cosa dire delle inchieste sulla Cpl Concordia, una potente "Coop rossa" che incassava appalti e distribuiva mazzette in consulenze... e dalle ahimè... sono state intercettate le telefonate tra Renzi e il generale della Gdf Adinolfi, nella quali l’allora leader del Pd svelava l’intenzione di spodestare Enrico Letta... 
C'è poi anche poi una ulteriore intercettazione nel quale durante un pranzo, discutevano, il generale Adinolfi, Nardella ( allora vicesindaco di Firenze), Casasco (presidente dei medici sportivi) e Vincenzo Fortunato (il superburocrate già capo di gabinetto del ministero dell’economia) e dove si faceva riferimento a dei possibili ricatti attorno al presidente Napolitano per problematiche legate al figlio Giulio...
Da quanto sopra... è evidente che il suo reparto ha certamente lavorato è bene..., ed è forse per questa reale motivazione che viene allontanato!!!
Come sempre, si adottano le solite strategie, per allontanare soggetti fastidiosi "indottrinabili" e certamente incorruttibili... ed in un paese come il nostro, dove il potere è corruzione e dove le raccomandazioni premiano gli incompetenti a danno della meritocrazia è logico per non dire evidente... che un Sig.re ( in tutti i sensi ) come il Colonnello De Caprio non può trovare posto...
Colonello De Caprio... sarà pure stato denominato per operatività "Ultimo"... ma per il sottoscritto (e non solo...) resterà sempre per questo paese "primo tra i primi"!!!

mercoledì 19 agosto 2015

I silenzi di una chiesa d'innanzi al problema dei profughi...

Dopo un periodo di silenzio... (ogni tanto ci vuole...) se pur ancora in ferie, riprendo a scrivere, dopo aver osservato quanto accaduto in questi giorni...
Abbiamo assistito all'ennesima tragedia e contato l'alto numero dei  morti... già... tutti quei disperati profughi, che tentando di sbarcare nelle nostre coste... ci hanno rimesso la vita ed abbiamo avuto modo di costatare come... ancora ad oggi... non vi è nessuno in grado, non solo di contrastare questo fenomeno vergognoso, ma soprattutto, di realizzare in maniera concreta qualcosa per questi poveri migranti... - ad esclusione di contro, di quegli abbietti individui, che grazie a questo sistema criminale (certamente peggiore di quello realizzato a suo tempo dai cosiddetti schiavisti attraverso il commercio dei "negri" )  si sta sempre di più... arricchendo!!! 
Anche la nostra chiesa ha fatto poco, per non dire... niente... e non ci sono appelli che tengono!!!
Già, cosa dire di tutte quelle proprietà chiuse, monasteri, colonie estive e invernali, collegi, ex orfanotrofi, scuole, da anni ritrasformati in Ostelli e/o B&b, pensioni... una nuova categoria di preti e suore, trasformati in imprenditori..., concorrenti emergenti di quella già penalizzate categoria degli albergatori, che da alcuni anni, anche a causa di ciò, si trovano a doversi confrontare con nuove strutture, riadattate e utilizzate per dare alloggio a studenti, professionisti, turisti..., religiosi e quant'altro...
Una bella concorrenza sleale, dal momento che questi sono esenti da tasse, imposte, contribuzioni, ecc... e dove i soldi incassati - quasi sempre richiesti in contanti - vanno a foraggiare quel sistema a "nero" necessario a sovvenzionare le banche vaticane e quante a loro stanno a contorno...
Certo quando si tocca la Chiesa... o i suoi interpreti... ecco che sono in molti a non volersi esporre per paura, in particolare tra questi ci sono i nostri politici, che evitano di perdere quei consensi elettorali provenienti dal quell'ormai consolidato sistema clientelare dell'ex Dc...,
Ma il tempo delle "scomuniche" è finito e Francesco... sì proprio il ns. papa Francesco... una volta e per tutte deve farsi sentire forte... con i fatti e non solo con le parole... imporre l'apertura di tutte quelle strutture e trasformarle in nuove opportunità di riferimento per tutti questi indigenti migranti...
Trovare quel giusto compromesso, che, anche grazie all'aiuto delle associazioni di volontariato quali Caritas o associazioni varie onlus, ecc... comincino ad assoggettare ad essi, quel giusto apporto non solo materiale, ma soprattutto morale, che poi è lo stesso a cui da sempre essi, proprio per principio, dicono d'ispirarsi...
Rimanere inermi, così come si è finora fatto... attendendo che i cadaveri spiaggino... e un modo criminale a cui un popolo "civile" non può certamente partecipare... e non si tratta di dover attendere eventuali sostegni economici europei!!!
Se l'insegnamento cristiano è quello di aiutare... allora bisogna dedicarsi a questo!!!
La nostra comunità deve dare un segnale forte e chiaro, eliminando innanzitutto quei pregiudizi d'intolleranza..., e senza più nascondersi, dietro false solidarietà oppure attendendo invano, che il problema si risolvi da se, o sperando che il problema possa trasformarsi in qualcosa che, riesca a produrre un qualche business economico... 
Abbiamo visto in quale modo la malavita organizzata abbia - insieme ad alcuni suoi interlocutori nel mondo dell'amministrazione della cosa pubblica - gestito questo problema, soltanto per poter incamerare, milioni e milioni di euro..., da poter poi meglio distribuire a tutti i livelli... dagli uomini della politica, fino all'ultimo dipendente associato alla criminalità...
Adesso basta..., credo sia giunto il termine d'invertire la rotta e iniziare a fare qualcosa di veramente concreto per questa gente...,, riavviando nuove politiche non solo culturali, ma sociali ed economiche, che possano permettere a quei paesi una celere ripresa economica...
Nuovi programmi d'investimento, che facciano in modo di non far più migrare la propria popolazione dalle proprie terre, ma investendo in quelle proprie risorse umane, con la convinzione di poter definitivamente credere, che nei propri paesi, ci possa essere ancora, quella speranza di un futuro migliore, per se e per i propri cari..., senza l'illusione di dover credere che, giungendo da noi, si possa trovare quel tanto "paradiso" ricercato!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo