Translate

mercoledì 24 maggio 2017

The "Mafia, Corruption and Legality" in Italy, are set "OFF"!!!

Ok... no don't worry...
I haven't decided to translate my blog into English, but sometimes I feel that the time has come for me, to address to someone who is wishing to understand!!!
Si come riporto sopra... a volte ho l'impressione di dover cambiare lingua per farmi sentire, perché noto come, continuamente, certe collusioni, vengano ripetute con una cadenza, che sembra quasi programmata...
Già, cambiano soltanto gli attori, ma per il resto, tutto procede sempre nella stessa maniera...  
Se dovessi definire con una immagine la lotta attuale a questo sistema criminale, credo che la foto allegata, rappresenti perfettamente quella condizione: 
Contrasto alla mafia: OFF
Contrasto alla corruzione: OFF
Lotta per la legalità: OFF 
Certamente qualcosa si è fatto: gli arresti sono stati compiuti, molte società confiscate, alcuni politici, amministratori e funzionari pubblici indagati, le associazioni di legalità fanno il loro dovere e danno quel loro contributo, anche se abbiamo dovuto costatare come tra loro, si siano inseriti personaggi che pregiati dal titolo "paladino della legalità", hanno potuto trarre vantaggi personali, espedienti che sono serviti per inserirsi in politica... ed oggi vivono di rendita!!! 
Per fortuna questi ultimi... sono ostacolati da altri, soggetti che, hanno fatto e fanno... della lotta alla mafia, il loro motivo di vita; mi riferisco ad esempio ai procuratori nazionali, ai sostituti procuratori, agli uomini della DIA ed a quanti sono come sempre, in prima linea!!!
A questi ultimi, vanno sommati naturalmente quei pochi cittadini onesti... soprattutto coraggiosi, gente comune silenziosa, che non ha voluto piegarsi a quelle regole proficue o imposte: mazzette, privilegi, compromessi, ricatti o coercizioni...
Questi sono nel loro piccolo, come quegli uomini valorosi già caduti (per mano di quella associazione criminale) perché continuano ad operare, ma soprattutto a denunciare!!!
Sono soggetti sconosciuti alla maggior parte dei cittadini, personaggi che ha fatto il proprio dovere in totale silenzio, contrastando tutte quelle azioni mafiose ingorde, con cui, ci si è trovati a confrontare... 
D'altronde, l'associazione mafiosa è come una serpente che s'insinua per tentarci, con quel suo copro viscido, striscia e prova a corromperci e quando non ci riesce prova a stringerci... 
Il suo obbiettivo è comandare, sapendo di poter usufruire dei suoi uomini,  posti in questi lunghi anni, all'interno degli uffici pubblici, gli stessi che invece di fare il loro dovere, intimoriti si piegano ai loro referenti mafiosi, al semplice sentir bussare... dietro la loro porta!!!
A differenza di quanti credono che, se non ci fosse l’aiuto prezioso della magistratura e delle forze dell’ordine noi saremmo persi... ecco, il sottoscritto credo che è soltanto con un rinnovamento delle coscienze e con un cambiamento radicale della mentalità, che si potrà modificare questa nostra società, eliminando definitivamente, questa fastidiosa corruzione e criminalità mafiosa... 
D'altronde si sa, la mafia ha paura solo di chi la denuncia: ed è proprio su quella mancata collaborazione... che è riuscita a crescere e diventare più forte, sapendo di poter contare sulla debolezza di una parte delle istituzioni, sul silenzio delle imprese e soprattutto sul "rispetto ossequioso" dei cittadini, che non collaborano e si dimostrano, in quelle proprie circostanze... omertosi!!! 
Concludo con una frase riportata dalla moglie dell'imprenditore ucciso dalla mafia, Libero Grassi: Sono convinta che lo spirito imprenditoriale manchi quasi totalmente.... La gente oggi chiede ancora “il posto”. Non credo che noi siciliani siamo così speciali, forse in senso negativo si! La Sicilia è una regione “difficile”, l’economia è ferma e quindi non vi è crescita. Non possiamo neanche lamentarci della classe politica inefficiente perché siamo noi ad eleggerla... la verità è che dovrebbero essere i cittadini ad essere più consapevoli!!!

martedì 23 maggio 2017

Ricordando Falcone: gli attuali uomini delle Istituzioni si rivolgono ai ragazzini di oggi... ma vorrei dire loro, cosa è stato fatto in questi 25 anni???

C'è una frase che più di altre ritengo perfetta per questo nostro paese... e a dirla è stato proprio il giudice Falcone: "Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare..."!!!
Difatti, a cosa serve parlare, discutere, promettere, quando poi in concreto tutto il sistema criminale è rimasto in questi anni inalterato...
Sono passati esattamente venticinque anni da quel terribile 23 maggio 1992 e cosa è cambiato???
Ah.. si... vero... sono stati arrestati i boss Riina e Provenzano e quanti hanno partecipato a quella strage di Capaci, strano che comunque, alcuni di quei soggetti, siano nel contempo diventati collaboratori di giustizia... 
Oggi per ricordare l'anniversario della morte del giudice, della moglie e di alcuni componenti della scorta... sono stati organizzati a Palermo i soliti incontri: mostre, spettacoli e l'approdo al porto della "nave della legalità"...
Ovviamente, sono tutti invitati, uomini e donne delle Istituzioni... che preferisco non elencare, d'altronde ritengo che, oltre ad essere in troppi, alcuni di essi potevano starsene tranquillamente a casa...  
Il sottoscritto infatti, avrebbe voluto esclusivamente vedere a quegli incontri i familiari delle vittime o quanti fortunatamente da quelle azioni criminali, si sono salvati...
Ecco che di sorpresa inizia in sottofondo a suonare una musica... è la canzone di John Lennon (Imagine), suonata dai bambini di una scuola elementare con indosso ciascuno la maglietta della legalità, a cui fanno da contorno tutti gli altri ragazzi, con manifesti e palloncini colorati che riportano una frase: "grazie per averci insegnato il coraggio di lottare e diamo un taglio all'illegalità!!!
Ha detto bene la sorella del giudice (Maria) a quei ragazzi: "voi siete la speranza"...
Ma io vorrei aggiungere...
Dove sono oggi i ragazzi d'allora, quelli che avevano 18/25 anni e che ora hanno all'incirca la mia età... cinquantanni...
Già, cosa hanno fatto di concreto in questi anni per questa società o per combattere la mafia...??? 
Non dobbiamo dimenticarci che tra loro, vi sono dei degni rappresentanti politici, soggetti che ci hanno governato non solo a livello Nazionale, ma nello specifico, presso la nostra Regione Siciliana...
Deputati, assessori, dirigenti, consiglieri, veri e propri uomini delle istituzioni e ditemi... che cosa hanno fatto di concreto per contrastare la mafia, la corruzione, tutta questa illegalità ormai diffusa a tutti i livelli... ditemi...???
Ed oggi quindi... cosa si fa...??? Si ripetono nuovamente quei gesti??? 
Si chiede a queste nuove generazioni di ragazzi, di essere artefici del loro cambiamento, di rappresentare la speranza, quando però allora... quegli stessi ragazzi, genitori di quelli di oggi, non sono stati capaci di far nulla, anzi si sono venduti a quel sistema clientelare/politico/mafioso che con una manciata di pasta, si è comprato la dignità dei siciliani...
Quante belle parole che vengono dette da tutti, ma quando c'è "da rimboccarsi le maniche... già, quando c'è da pagare un prezzo"... loro cosa fanno, evitano la lotta!!!
Sono come giullari di quel sistema... almeno il sottoscritto è così che li vede;  fanno soltanto ridere e d'altronde si vede come in questi anni nulla sia cambiato...
La mafia, ha continuato a dominare questa nostra terra tranquillamente, grazie all'esiguo contrasto sia delle istituzioni, ma soprattutto dei cittadini... 
Sì... è proprio grazie ai voti dei cittadini che accadono queste cose... (guardate infatti le porcherie che stanno accadendo in questi giorni di campagna elettorale...), agli appalti concessi alle imprese amiche (affiliate agli "amici degli amici"...), alle numerose tangenti e mazzette distribuite all'interni degli uffici pubblici... d'altronde è quanto ben sapete, ma ora fate finta d'ignorare e disconoscere!!!
Sono stanco di vedere ogni anno queste celebrazioni... fate come me, ponete nel vostro cuore il giudice e cercate di mettere in atto quei suoi insegnamenti e quando avete un momento di sconforto osservando quanto accade quotidianamente intorno a noi, guardate le sue foto nella vostra stanza e vedrete che ritornerete... ancor più forti di prima!!!   

lunedì 22 maggio 2017

Il Presidente Mattarella: "Per Falcone la mafia non era invincibile"!!!

In occasione della commemorazione della strage di Capaci che venticinque anni fa uccise il giudice Giovanni Falcone, proprio mentre il presidente della Repubblica ricordava la figura del magistrato davanti alla riunione straordinaria del Csm, ecco che all'improvviso la mafia, si è fatta nuovamente sentire...
Ovviamente, per non dare molto clamore alla notizia, la maggior parte dei media ha riportato che si tratta di un regolamento di conti... 
Hanno parlato di quel boss mafioso, hanno ricordato delle vicende criminali, della condanna per mafia  e dell'incredibile scarcerazione del 2014...
Già... dire "incredibile" è poco, considerato che quel boss era stato condannato per l'omicidio del capitano dei carabinieri Emanuele Basile e dei carabinieri Bommarito e Morici che per l'appunto lo stavano accompagnando...
Ma si sa... da noi la giustizia è qualcosa di aleatorio e difatti i colpevoli riescono sempre a farla franca, ed anche in questo caso il boss, se pur condannato all'ergastolo - grazie ai propri legali - era riuscito a lasciare il carcere, tra mille polemiche, beneficiando della Legge Carotti... 
67 anni, di cui 25 passati in carcere, per scontare condanne per reati, quali omicidi, rapine, traffico di droga, ecc, ma alla fine... era riuscito ad uscire dal carcere. 
Secondo le ipotesi... qualcuno voleva vendicarsi, ed ecco quindi che stamani, l'uomo è stato affiancato da due killer, che gli hanno sparato in testa mentre passeggiava in bicicletta...
Alcuni mesi fa, il sottoscritto aveva preannunciato la fine di questa "pax obbligata", la quale, non sarebbe durata in eterno e che anzi probabilmente, avrebbe ripreso con vigore... difatti qualcuno ha deciso di riprendere nuovamente le armi, per imporre la propria forza...
D'altronde i vecchi boss... stanno morendo dentro le prigioni, come gli attuali detentori di quel potere, sono da troppo tempo latitanti e qualcuno ha iniziato a mettere in discussione quella loro ormai "scomoda" presenza... ma soprattutto, c'è chi stanco, vede allontanare con il passare degli anni sempre di più quel potere ed ora ha deciso di uscire allo scoperto...
Vedrete, questo è solo l'inizio, se non si troverà immediatamente un accordo tra quelle cosche criminali, le parole... cosi ottimisticamente pronunciate dagli uomini delle istituzioni, serviranno a nulla, per bloccare quell'inizio di faida mafiosa, che di qui a breve... potrà scatenarsi, con tutte le conseguenze che abbiamo avuto modo, ahimè di conoscere!!!
Venticinque anni fa... moriva Falcone ed io in quei giorni ero a Palermo, proprio dinnanzi ad una chiesa, piena di gente e soprattutto di giovani come me...
Sono passati venticinque anni e cosa è cambiato...??? Quante e quali lotte hanno fatto in questi anni, quei tanti giovani che urlavano dinnanzi a quella chiesa a squarciagola "Giustizia"!!!
Ditemi, com'è cambiata questa nostra terra, in meglio o in peggio...???
La situazione attuale vi sembra migliore di quella d'allora???
Ed i valori morali calpestati dai troppi compromessi, a chi vogliamo attribuirne le colpe... sempre alla mafia???
Per favore... finiamola di prenderci in giro...
Diceva bene il giudice Falcone: “Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi, saremmo tutti bravi e irreprensibili”.
Ed oggi ditemi, nel rivedere Egli i gesti compiuti in questi venticinque anni da ciascuno di noi, di quanti pensate potrà essere compiaciuto??? 
Quel sacrificio compiuto, basterà a farlo sentire appagato, potendo ora discernere da lassù, il vero e sincero sentimento, da quanto viene pronunciato in suo nome... da quei soggetti dalle lacrime da coccodrillo???

domenica 21 maggio 2017

Dimmi, dimmi, dimmi, che senso ha... sprecare il nostro voto per questi politici qua...

C'è una ragione che cresce in me... e l'incoscienza svanisce e come un viaggio nella notte finisce...
Dimmi, dimmi, dimmi che senso ha... sprecare il nostro voto per questi uomini qua,  continuare a dar fiducia a questa gente... semplici figli di papà, che non hanno perso sai, che non vanno mai via... povere illusioni dai pensieri banali ma nulla che rimane... 
Per me, per te, per voi... pensare che vivremmo, benissimo anche senza!!!
C'è una ragione che cresce in me e una paura che nasce... l'imponderabile condotta della gente, che confonde la mente, tra una cieca rassegnazione e la più stupida pazienza...
No, io non vedo più la realtà, né quanta tenerezza vi da, quella incoerenza... pensare che vivreste benissimo anche senza...
Dimmi, dimmi, dimmi come si fa... ad ascoltare questi politici "bla bla bla"... gente incapace di fare i nostri interessi, di dedicarsi al loro ruolo, di guardare al futuro...  
Io, non so come riuscite a sopportare quanto ogni giorno ci viene proposto, io ho difficoltà... 
Ad esempio. ho finito di contare le indagini portate a conoscenza quest'anno da parte delle procure nazionali, ed allora vi chiedo, ma come si fa a far finta di niente...???
Si è tutti senza coscienza... io, già io debbo confidarvi che non ce la faccio!!!
Sono esausto dal vedere in Tv quelle trasmissioni politiche, dove vengono ripetute sempre le stesse cose... inutili parole sentite, già non so quante migliaia di volte, che se potreste rivederle "on demaid" tutte, vi accorgereste come sono sempre le stesse parole... 
Cambiano solo le rughe e le pettinature, sì... i capelli sono un po più grigi, ma le "minchiate" dette sono sempre le sesse... 
D'altronde ditemi, in questi anni, quanto si è evoluto economicamente questo nostro paese... o ancor di più, quanto è migliorata la nostra regione???
Non sanno più cosa dire... ormai è stato detto tutto o meglio... niente, perché non solo le loro parole non hanno prodotto nulla, ma soprattutto i fatti, che hanno saputo evidenziare una condizione peggiore di quella che vi era vent'anni fa... 
Sì... ricordate quando c'erano partiti come la Democrazia Cristiana, il PSI e quei "finti" Comunisti che insieme, appassionatamente, governavano questo nostro paese, con il sostegno della mafia che dalla Sicilia al nord italia, raccoglieva i voti necessari per quegli esponenti di partito...
Sono passati gli anni e sono ancora lì... alcuni, hanno ceduto quelle loro poltrone ai figli (altrettanto inutili) ed altri oggi, stanno preparando la strada per la nuova discendenza... 
D'altronde abbiamo visto come non vengono proposte leggi a favore della legalità, i partiti lottano per proporre nuove riforme elettorali che possano successivamente favorirli... e quei politici inquisiti, sono ancora lì, tranquillamente seduti senza che nessuno di loro paghi per i reati commessi... per le tangenti intascate, per lo scambio di voti ricevuti in maniera illecita...
Allora... dimmi, dimmi, dimmi, che senso ha...

sabato 20 maggio 2017

Campagne elettorali in Sicilia: Presentarsi agli elettori...??? No, prima dai Procuratori!!!

La campagna elettorale è iniziata... ed in tutta la Sicilia vi è una forte concitazione nella ricerca di quei voti necessari per far eleggere i vari sindaci, consiglieri, ecc...
In particolare è quanto sta accadendo nella città di Trapani, dove una forte inquietudine sta condizionando l’elezione del nuovo sindaco della città, a causa dei provvedimenti giudiziari che hanno interessato due candidati sindaco...
L'inchiesta, ruota intorno all'armatore Ettore Morace ed alla sottosegretaria alle Infrastrutture e ai Trasporti Simona Vicari, che appena ha saputo del provvedimento, si è dimessa.
Nella giornata di ieri la procura di Palermo aveva chiesto l’obbligo di soggiorno a Trapani ad Antonio D’Alì (senatore e candidato a sindaco per Forza Italia), in attesa di un giudizio della Corte di Cassazione su un processo per concorso esterno in associazione mafiosa, mentre oggi è stato arrestato l’altro candidato del centrodestra, Girolamo Fazio, già sindaco dal 2001 al 2012 e sostenuto da alcune liste civiche e dall’UdC..
Sembrerebbe che l'ex sindaco Fazio, sia stato coinvolto in un presunto giro di tangenti che riguardano il trasporto marittimo locale. 
La lista degli indagati non è conclusa... infatti sono stati arrestati anche un funzionario della regione Sicilia Giuseppe Montalto e l'amministratore della Liberty Lines, Ettore Morace...
Incredibile da dirsi ma tra gli indagati dell’inchiesta c'è il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, eletto col centrosinistra, che secondo l’ANSA avrebbe ricevuto un avviso di garanzia (Crocetta è accusato di “concorso in corruzione”, per un presunto finanziamento di 5mila euro ricevuto dal suo partito da Morace, oltre che un viaggio alle Eolie...), mah...
Per cui, evito di entrare nei particolari giudiziari, come ripeto sempre, a noi gente comune interessano poco... comprendere con quali motivazioni ci si difenda in appello o successivamente in cassazione, ha poca importanza... d'altronde sappiamo bene come i propri legali sappiano far bene il proprio lavoro... giungendo il più delle volte in prescrizione, ormai è risaputo a tutti...
Ciò che da maggiormente fastidio è che questo sistema continui in modo imperturbabile, come se nulla fosse... tanto c'è sempre qualcuno che li vota, che li appoggia, che li sostiene, che ci fa affari... e via discorrendo!!! 
Le procure come sempre fanno il proprio dovere... ma alla fine, continuiamo ad assistere a queste incredibili avvenimenti... e la cosa assurda che molti di quegli uomini sono legati ancora oggi a certi partiti, i cui premier hanno il coraggio di giustificare quanto avviene ai propri uomini...
Altro che chiamarli leader... questi sono una vera e propria vergogna, per ogni voto raccolto da quei cittadini che avrebbero dovuto rappresentare...
Ed oggi... già ancora oggi, vengono a chiederci di sostenerli: "minchia... ma ci vuole veramente coraggio", d'altronde cosa volete, si vede perfettamente quanto abbiano la faccia come il c...!!!

venerdì 19 maggio 2017

Ultim'ora: la retorica prende le distanze dalle celebrazioni per Falcone

Tra qualche giorno... il 23 maggio, inizieranno le celebrazioni per ricordare la strage di Capaci, dove venne assassinato il Giudice Falcone, sua moglie Francesca Morvillo ed i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro...
La sorella del magistrato, in una intervista durante un programma televisivo, ha dichiarato: "I nemici principali di Giovanni furono proprio i suoi amici magistrati... Molti di loro non sono stati leali... mentre altri gli sono stati davvero amici come Chinnici, Caponnetto, Guarnotta, Grasso e Ayala"...
Ha aggiunto inoltre, "tanti furono gli attacchi e le sconfitte, tanto che fu chiamato il giudice più trombato d'Italia e purtroppo lo è stato ed è stato lasciato solo... ma il fatto stesso che i giovani continuino a vedere in lui l'esempio di un uomo che ha saputo sacrificare la sua vita per il bene comune, pure non essendo un fervente cattolico, ma un laico che credeva nell'amore del prossimo, è bello ed emozionante"!!!
Proseguendo nell'intervista, Maria Falcone ha voluto chiarire come suo fratello, si sia "inventato tutto nella lotta alla mafia; difatti, quando il giudice arrivò a Palermo, la mafia sembrava quasi che non esistesse... non se ne pronunciava nemmeno il nome; i vari uomini politici non la nominavano, la Chiesa... già la chiesa... non la conosceva"...
Ed è per questi motivi che oggi la sorella del magistrato si è impegnata a sensibilizzare tutti, ma soprattutto i più giovani in temi di mafia: "Giovanni è considerato il servitore dello Stato che credeva nei valori con i quali noi siamo cresciuti, secondo quel detto meraviglioso: quando la Patria chiama bisogna andare. Giovanni è stato chiamato ed è andato"...
Ed è per i sopracitati motivi che oggi, provo a ricordare il giudice Falcone, con quelle stesse parole riprodotte da alcuni ragazzi, gesti affettivi profondamente sentiti ed impressi non solo nei loro cuori, ma sono, parole ed immagini, che vengono scolpiti nei muri della loro scuola, nel caso specifico del Liceo Classico Mario Cutelli di Catania e che casualmente il sottoscritto, proprio alcuni giorni fa apprezzandoli, aveva deciso di fotografare e che in questa circostanza, mi sento di voler pubblicare...
Come diceva il giudice, "Le parole passano... le idee restano" ed oggi questi nostri ragazzi, hanno bisogno di poter credere... sperare e lottare affinché questa loro terra possa finalmente superare quei pregiudizi per poter progredire...
Il futuro è soltanto dei giovani ed è ad essi che va consegnato... 
Loro, non hanno bisogno di esser presi per mano, non devono esser condotti o indirizzati, in particolare proprio da quegli uomini inutili, che non hanno fatto nulla in questi anni, per questa nostra isola, se non promuovere quella loro figura insignificante... 
Il tempo delle discussioni è finito... ciò che resta è la necessità di un cambiamento radicale, d'una ventata di aria fresca e non più di questa maleodorante e nauseabonda aria viziata che proprio in questi giorni, ci stanno propinando...
E' tempo di liberare le coscienze, provare tutti insieme a rimuovere definitivamente ogni soggetto a noi conosciuto... inaffidabile, colluso, ingannevole e mafioso, lo stesso che finora ci ha infettato con la sua sola presenza, togliendoci anche quel po di aria buona... di cui eravamo circondati.
Basta con quelle inutili dichiarazioni o con quei palchi preparati, fermiamo quelle manipolate immagini retoriche o quei convegni propagandistici, d'altronde ormai sappiamo bene come sono, sì... sono così, per come li si vede, vestiti elegantemente per presenziare a quelle celebrazioni, come vere e proprie comparse... vuoti e senza idee!!!



mercoledì 17 maggio 2017

Per bloccare gli sbarchi...??? Basta il G7!!!

Già... sembra incredibile, eppure, per fermare i migranti, è bastato aver organizzato il G7!!!
Difatti, tutti gli sbarchi saranno vietati, nei giorni del vertice a Taormina dei grandi delle superpotenze...
Per cui tutti i nostri porti saranno interdetti... e infatti, il sistema di sicurezza è già da ieri attivo...
Nessuno, ripeto nessuno... potrà avvicinarsi alle nostre coste, nessuna nave, nessuna imbarcazione, in particolare quelle dei migranti che dovranno attraccare altrove... mi chiedo dove, visto che l'unico posto nel quale potevano giungere era il nostro paese...
Malta... non vuole nessuno, la Tunisia altrettanto, l'Egitto... tanto vale rimanere in Libia, ed allora cosa faranno questi immigrati, usciranno questa settimana con i gommoni per farsi un giro e quindi rientrare nuovamente nelle coste libiche'??
Mi chiedo e se ci dovesse essere una emergenza... cosa faranno quelle Ong??? Provvederanno ai soccorsi e per portarli dove...??? Nuovamente in Libia... oppure tenteranno di bypassare il divieto di attracco nelle nostre coste???
Comunque alla fine, ciò che sembrava impossibile si sta avverando e cioè che gli sbarchi si possono fermare!!!
Certo si tratta di proteggere il vertice internazionale... quegli uomini importanti da noi invitati... d'altronde loro vanno in ogni modo salvaguardati... almeno in quei pochi giorni, tutto deve filare liscio...
Mentre a noi, noi che non siamo nulla per loro, noi che siamo costretti a convivere con il problema di questi migranti, con quanto sta accadendo a causa dell'alto numero di cui è ormai invasa la nostra isola, con (dispiace dirlo) enormi rischi sulla di sicurezza, violenze generate da essi, con quella criminalità organizzata (di questi gruppi) sempre più in aumento che genera una condizione di semi- clandestinità e soprattutto di un possibile collegamento con i gruppi terroristici...
Ed ancora, come affrontare i problemi socio-culturali e sanitari che stanno, sempre più alimentando, turbolenze nei confronti della diversità...

Ed allora mi chiedo... non è forse il caso di bloccare questi flussi migratori all'origine???
Fare in modo che nessuno possa più giungere in questa terra... d'altronde se l'aiuto che diamo serve esclusivamente a generare business per molte di quelle associazioni "umanitarie" e Ong (che hanno realizzato profitti in questi pochi anni del 21.000%), forse è meglio che quei fondi europei, vadano direttamente inviati o utilizzati in quei paesi africani, dando così prosperità e sviluppo in aree tanto martoriate, sia dalle guerre civile ma soprattutto da quelle società internazionali, che hanno finora generato quegli scontri, affinché tutto restasse sotto il potere di pochi... gli stessi soggetti che vengono (da quelle società) profumatamente pagati, affinché si possa continuare ad estrarre quelle risorse primarie tanto indispensabili nel mondo e con le quali di fatto, ci si sta.... arricchendo!!!

martedì 16 maggio 2017

"Cara", dalla Calabria alla Sicilia con tanto amore...

Sabato 2 Giugno 2016 avevo scritto a riguardo questi cosiddetti "Cara": una mano lava l'altra e tutte due lavano quel viso"!!!
Ora, come se nessuno sapesse... si scopre che da oltre dieci anni, il noto "Cara" di Crotone, era nelle mani della 'ndrangheta....
Milioni e milioni di euro di fondi Ue, girati direttamente nelle mani della criminalità organizzata... alla faccia della legalità e dei controlli ANAC!!!
Ora... a fatto compiuto, ci vengono a raccontare dell'inchiesta, degli arresti, di quei clan criminali, di organizzazioni volontarie colluse, di Presidenti di Confraternita delle Misericordie coinvolti e di parroci di paese collusi, entrambi accusati a vario titolo... d'associazione mafiosa. 
Il sistema è sempre quello e cioè... l'accaparrarsi di tutti i subappalti dal catering a tutti gli altri servizi di gestione... come ad esempio, gli operatori chiamati ad operare nel centro, le lavanderie industriali per pulire biancheria e tovaglie, tutto ovviamente, in mano alla 'Ndrangheta...
In questo contesto criminale, anche gli uomini della "Chiesa"... facevano la loro parte...
Già... non si comprenda a quale "chiesa" possano collegare questi infidi individui: Francesco, Francesco... ti prego, datti una mossa, ti prego... cacciali tutti!!!
Perdonatemi questo momento di sfogo... riprendendo, sembra che il parroco ricevesse delle somma consistenti, a titolo di prestito e pagamento di false note di debito, per servizi di assistenza spirituale che avrebbe reso a quei profughi... al costo irrisorio di soli €. 132.000... a cui vanno sommati, 3,5 milioni di euro dati per restituzione prestiti e donazioni...
Poi ci sono quei contratti prima rescissi e poi passati stranamente ad altri familiari, certamente tutto ciò, grazie all'appoggio o alla negligenza di chi avrebbe dovuto controllare tra quegli uomini/donne delle istituzioni e come evidente... non l'ha fatto!!! Quantomeno questo è quanto voglio credere...
D'altronde, se così non fosse, significherebbe che alcuni di quei responsabili, abbiano partecipato compiutamente ad una vera e propria collusione con gli uomini... di quella associazione criminale!!!   
Per altro... come può la Prefettura sospendere un certificato antimafia ad una società in odor di mafia... e successivamente, concedere ad un'altra, parere favorevole per operare in quel campo (vorrei sapere in quali modi si è aggiudicato quell'appalto...) , quando i suoi referenti erano di fatto parenti di quei soggetti interdetti nell'altra società, alla faccia dei protocolli di legalità... mi fanno 😂😂😂 ridere!!!
Altro che white-list... qui il termine che più si adatta è sewer-list dove "sewer" per chi non lo sapesse... sta per "fogna"!!!
Infine... ci sono come sempre le amicizie politiche... quelle potevano mai mancare??? Certamente no!!!
Infatti, tra i soggetti indagati di cui sopra, molti di essi, mostravano di avere "intimità" con alcuni nostri politici e/o uomini delle istituzioni.... tra questi infatti, sembra che vi fosse la parlamentare Dorina Bianchi, il ministro degli Esteri Angelino Alfano, infatti, proprio qualche anno fa, il governatore dell'ente che gestisce il Centro di accoglienza di Isola di Capo Rizzuto (Leonardo Sacco), era finito nell'occhio del ciclone per aver nominato Lorenzo Montana (casualmente... cognato del fratello di Alfano) a dirigere la struttura di Lampedusa; incarico che il "cognato" (funzionario dell'Agenzia delle Entrate), senza alcuna esperienza per quel ruolo, ha potuto ricoprire solo per pochissimo tempo, in quanto successivamente, si è dovuto dimettere a causa delle cresciute polemiche. 
Lo stesso Sacco comunque, ha sempre avuto un alto potere "politico" contrattuale... dal momento che era anche all'interno del Cda della società che per lungo tempo ha gestito l'aeroporto di Crotone...
Una vera e propria spartizione in cui, uomini dei clan, politici, presidenti, amministratori ed anche, preti... erano in maniera molto "CARA" (sotto tutti i punti di vista...) legati, affinché quel fiume di denaro, si potesse spartire tra loro...
Comprenderete bene come in questa vicenda, lo Stato, non fa una bella figura, avendo avuto la necessità, di ben dieci anni per far emergere quest'incresciosa situazione, confermando non solo quella propria lentezza burocratica e strutturale, ma lasciando ciascuno di noi con il dubbio che, dietro questa vicenda, ci possano (o ci debbano...) essere... altri nominativi coinvolti, volutamente finora non fatti emergere!!!
"Giorno dopo giorno mi sento così straniero, in questo posto per me diverso...
Dammi solo il tempo di avere un po' di fortuna, per un' idea che ho, nella mia valigia ci metto anche un po' di luna... e poi ritornerò per dirti: Cara il tempo vola... ".
   

lunedì 15 maggio 2017

L'ombra della mafia "catanese", nei supermercati e società di vigilanza a Milano!!!


Sono quindici le misure cautelari e due fermi sono già scattati tra Lombardia e Sicilia (a Catania)... 
Il blitz è della di polizia e della Gdf - coordinato dalla Dda di Milano - nell'ambito dell'indagine contro le attività criminali di una delle famiglia mafiosa "catanese", tra le più note degli organi inquirenti... 
Secondo quanto si è appreso, sono state poste in amministrazione giudiziaria quattro direzioni generali della società di grande distribuzione tedesca LIDL, cui afferiscono circa 200 punti vendita in Italia. 
Dall'inchiesta è emerso che la cosca siciliana garantiva inoltre il monopolio degli appalti...
Secondo l’accusa, la presunta associazione per delinquere smantellata oggi dalla Dda di Milano avrebbe ottenuto "commesse e appalti di servizi in Sicilia" da Lidl Italia e Eurospin Italia attraverso pagamenti in denaro a esponenti del clan mafioso, in grado di garantire il monopolio di tali commesse e la gestione dei lavori in Sicilia... 
Gli arrestati, inoltre, avrebbero ottenuto lavori da Lidl Italia "in Piemonte" sempre attraverso l'abituale metodo delle tangenti corruttive". 
Secondo il gip di Milano Boccassini, esisteva uno "stabile asservimento di dirigenti Lidl Italia srl, preposti all'assegnazione degli appalti, onde ottenere l'assegnazione delle commesse, a favore delle imprese controllate dagli associati, in spregio alle regole della concorrenza", spiegando come, questa soggetti affiliati, "sapevano chi corrompere e quali fossero le persone giuste da corrompere".

Ora sono in corso 60 perquisizioni tra Lombardia, Piemonte, Puglia e Sicilia, sequestri preventivi di beni immobili, quote sociali, disponibilità finanziarie e ordinanze di amministrazione giudiziaria nei confronti di società operanti nel settore della grande distribuzione e della vigilanza e sicurezza privata, su una società di vigilantes che lavora nel tribunale a Milano, oltre che sulla catena dei supermercati Lidl e sugli appalti di alcune scuole. 
Potremmo dire... un vero è proprio ritorno in vecchio stile di quel ben noto... "Clan dei Siciliani"!!! 

domenica 14 maggio 2017

Eravamo quattro amici al bar...


"Eravamo quattro amici al bar... che volevano cambiare il mondo, destinati a qualche cosa in più, che a una donna ed un impiego in banca... 
si parlava con profondità... di anarchia e di libertà; tra un bicchier di coca ed un caffè, tiravi fuori i tuoi perché e proponevi i tuoi farò...
Eravamo tre amici al bar, uno era "impiegato in banca", si può fare molto pure in tre, mentre gli altri se ne stanno a casa, si parlava in tutta onestà, di individui e solidarietà; tra un bicchier di vino ed un caffè, tiravi fuori i tuoi perché e proponevi i tuoi però"...
Cosa centri la canzone famosa di Gino Paoli, non so dirvelo... ma appena ho letto un articolo interessante, riportato sulla pagina social denominata "I Nuovi Vespri", mi è venuta all'istante quel ritornello... ed ecco il perché, ho deciso di condividere con voi l'articolo:
L’idea che i Siciliani possano votare per gli Indipendentisti veri sta facendo impazzire di invidia i ‘tromboni’ della vecchia politica siciliana, che hanno utilizzato l’idea di Autonomia per farsi i cavoli loro. 
Così organizzano convegni, incontri e altro. 
Dicono che avrebbero "intruppato" anche Nello Musumeci. C’è da crederci? 
Le dichiarazioni di Massimo Costa e Franco Busalacchi: 
Dopo la tre giorni sull'Autonomia-Indipendentismo di oggi, domani e lunedì, arriva un’altra notizia: una "grande assise" il prossimo 2 giugno con la vecchia politica siciliana al gran completo che cerca di impossessarsi di un tema che ha ricominciato a far sognare i Sicilia: l’Indipendentismo!!!
Da questo appuntamento prende subito le distanze il leader di "Siciliani Liberi", Massimo Costa, con una nota sulla propria pagina facebook: “Apprendo di una strana riunione-marmellata che si dovrebbe tenere a Enna il 2 giugno e alla quale siamo invitati. Una riunione "onstre", in cui gli indipendentisti si dovrebbero sedere a parlare con gli "autonomisti" di Musumeci, di Armao, dell’MPA, invitato speciale Lombardo....
“Specifico – aggiunge il professore Costa – e lo faccio qua per non “sporcare” la pagina del movimento con quella che è solo una sciocchezza, che "Siciliani Liberi" è un movimento INDIPENDENTISTA, l’unico luogo nel quale accettiamo confronti è la Consulta per l’Indipendenza del Popolo Siciliano, che peraltro non è un cartello elettorale, ma alla quale riconosciamo la genuinità delle aspirazioni indipendentiste. Chi vuole dialogare con noi, cerchi un appuntamento con il Presidente, il quale riferirà nel Movimento agli organi competenti”.
Quindi la ‘bordata’:
“Non esiste proprio che uno qualunque si mette in testa di ‘unire’ l’oro con il piombo, la terra fertile con la ‘merda’!!! Prendiamo quindi le distanze nel modo più assoluto e totale. Autonomisti e riciclati, fuori dalla porta, e fuori dai piedi”.
“Ogni militante dei ‘Siciliani Liberi –conclude Costa– che, a titolo personale, aderisse a questa iniziativa, si sta mettendo da solo fuori dalla linea politica del Movimento”.
Franco Busalacchi, candidato alla presidenza della Regione siciliana per I Nuovi Vespri pone e si pone qualche domanda:
“Una riunione di autonomisti-Indipendentisti con l’ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, invitato speciale? Cos'è, un’edizione speciale di ‘A volte ritornano’?”.
Poi aggiunge:
“La verità è che il solo annuncio di certi appuntamenti politici suona come un’offesa all'intelligenza dei Siciliani. 
I quali ricordano bene gli anni di Lombardo alla presidenza della Regione e i danni fatti dal suo Governo. 
Dicono che tra gli invitati di Enna ci sarebbe anche Nello Musumeci. Sarà vero? Io non ci credo. 
Non posso credere che per i voti si possa arrivare a tanto…”.
In effetti, la presenza di Nello Musumeci a Enna, il 2 giugno, insieme con l’ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, sarebbe strana. 
Ricordiamo che, nel 2012, è stato proprio Lombardo, insieme con Gianfranco Miccichè, a "pugnalare" Musumeci, all'epoca candidato ufficiale del centrodestra alla presidenza della Regione.
Lombardo e Miccichè, con la candidatura di quest’ultimo, hanno spaccato lo schieramento di centrodestra per fare eleggere Rosario Crocetta, "impiombando" Musumeci.
Un’alleanza a tavolino, quella del 2012, tra Lombardo e Miccichè da una parte, e il solito senatore Giuseppe Lumia dall'altra parte. Lumia – che era stato alleato, per quattro anni, di Lombardo, proponeva il suo fido Crocetta, che verrà aiutato da Lombardo e Miccichè  "pugnalando" Musumeci. 
Il tutto con la ‘benedizione’ di Berlusconi, se è vero che i fedelissimi dell’ex Cavaliere sostenevano, di fatto, Crocetta contro Musumeci.
Sarebbe assai singolare se il 2 giugno, ad Enna, Musumeci dovesse accompagnarsi con Lombardo e company…
Eravamo due amici al bar, uno è andato con la donna al mare, i più forti però siamo noi, qui non serve mica essere in tanti, si parlava con tenacità, di speranze e possibilità; tra un bicchier di whisky ed un caffè, tiravi fuori i tuoi perché e proponevi i tuoi sarò...
Son rimasto io da solo al bar... gli altri sono tutti quanti a casa, e quest'oggi verso le tre, son venuti quattro ragazzini, son seduti, lì vicino a me, con davanti due coche e due caffè... 
Li sentivo chiacchierare, han deciso di cambiare, tutto questo mondo che non va...
Sono qui con quattro amici al bar... che hanno voglia di cambiare il mondo...
E poi ci troveremo come le star, a bere del whisky al Roxy Bar o forse non c'incontreremo mai, ognuno a rincorrere i suoi guai...

sabato 13 maggio 2017

L'impegno morale dei cattolici nei confronti della politica...

Questa mattina guardavo RAI 1, dove in diretta si stava svolgendo una messa dal Santuario di "Fatima"...
Papa Francesco si è recato lì per canonizzare i due pastorelli (Francesco e Giacinta) veggenti delle apparizioni cominciate il 13 maggio del 1919, delle quali beneficiò anche la cugina Lucia, diventata successivamente suora (morta nel 2010) e di cui è in corso il processo di beatificazione.
Davanti al santuario per la celebrazione della messa, ha dichiarato "Imploro per il mondo la concordia tra tutti i popoli... vengo come profeta e messaggero e come vescovo vestito di bianco ricordo tutti coloro che, vestiti di candore battesimale, vogliono vivere in Dio e recitano i misteri di Cristo per ottenere la pace"...
Ed oggi, proprio la pace, rappresenta la condizione fondamentale affinché si possano "abbattere tutti i muri per superare ogni frontiera, uscendo verso le periferia del mondo, per manifestare la giustizia e la pace di Dio".
E' tempo di aprire la porta a tutti, pregare per le difficoltà nel mondo, affinché Dio possa dare a ciascuno di noi, una propria risposta... poiché senza adorazione, non vi potrà essere la trasformazione del mondo.
Adorare non è un lusso, ma è una priorità... ed è quello che bisogna fare ogni giorno... 
Quando passiamo attraverso una croce... egli c'è già passato prima, perché ha voluto prendere su di se, le nostre sofferenze, così come oggi ciascun cristiano, deve sapere riconoscere i peccati che lo circondano...
Come disse la Madonna ai pastorelli: volete offrirvi a Dio??? E loro (i pastorelli) risposero: Si lo vogliamo!!!
Ecco, questo chiaro messaggio, ci da l'occasione per seguire quella linea, offrirsi al signore, sentirsi partecipi a pieno titolo della missione della chiesa e non solo...
Mai più eloquente è stata l'offerta quotidiana della nostra sofferenza, vista quest'ultima, quale accettazione paziente della nostra condizione, risorsa unica della vita e prezioso tesoro donato alla chiesa...   
Ecco perché oggi più di ieri, vi è bisogno di un impegno unitario da parte di tutti, in particolare dai cattolici, che hanno motivazioni morali certamente più elevate rispetto ad altri, con inclusioni particolari nei confronti della vita pubblica, della giustizia ed anche della politica... 
Mi rivolgo quindi a tutti i cosiddetti "cristiani", sia a quanti sono chiamati ad esprimere semplicemente il proprio voto, che a coloro che decidono di dedicarsi a quella pratica dell'amministrazione statale, la stessa che in questi anni, ha dimostrato di non intervenire a difesa dei più deboli...
Perché un cristiano che si impegna in politica deve dimostrare di essere fedele all'autorità e alle istituzioni, rifiutando i compromessi e allontanando da se, tutte quelle azioni disoneste che nel corso della propria esperienza istituzionale, potrebbero concretizzarsi...
Bisogna vivere quella propria mansione, come se fosse un opera di misericordia... d'altronde "l’uomo non può separarsi da Dio, né la politica dalla morale"!!!
La promozione secondo cui la dottrina cattolica ha voluto intendere l'autonomia civile e politica, ha permesso a molti di essi, di essere quasi slegali da quella imposizione religiosa, ma di sicuro, non li ha esonerati... da quella morale!!!
Per cui, il voler essere per molti prima laici e poi cattolici, non ha significato esonerarsi dal rispetto delle componenti della società civile... ed è questo motivo che, siano essi laici o cattolici, devono sempre collaborare per il bene comune del nostro paese!!!
E’ tempo quindi di superare le contrapposizioni personali, puntando tutti insieme sui veri valori d'unione, scegliendo cioè sempre, il meglio per ciascun di noi... semplici cittadini.
Perché come ripeto spesso, prima di amare il proprio di partito, bisogna saper amare il partito degli altri, per poter rispettare e condividere questa nostra nazione... 
E questo il reale contributo che ciascuno di noi deve dare, sia per i cristiani che per i laici, apportando quanto c'è di meglio contro questa nostra "dissoluta" politica, partecipando direttamente alla vita “politica” in modo corretto e cioè, dando quel necessario sostegno a tutte le attività sociali, economiche, amministrative, legislative e soprattutto culturali, promuovendo in ogni condizione e circostanza il bene comune, il rispetto della vita umana, la difesa dei principi di pace, ordine, libertà, uguaglianza, giustizia e solidarietà ...
Perché soltanto così... si potrà contrastare tutta questa decadenza presente in ogni area del nostro paese: tutto il resto... vi fa (oggi come allora) "democristiani" e soprattutto complici!!! 

venerdì 12 maggio 2017

La maggior parte di coloro che pensano di cambiare idea, non ne hanno mai avuta una!!!

Sono questi dei giorni in cui sento un grande fervore politico da parte di molti miei conterranei...
E' come se ci fosse in arrivo un'aria nuova, un improvviso cambiamento, come se stesse per arrivare un acquazzone rinfrescante, così potente da ripulire questa nostra terra...    
Per altro, sono convinto che questa strana sensazione, sia avvertita anche da ciascuno di voi...
E' una percezione decisamente strana, perché al solo pensiero di trattare argomenti politici, ci dovremmo deprimere da quel temporaneo stato d'animo spensierato, facendoci sovvenire come in ciascuna di quelle azioni, si sia celato un mondo diverso, fatto di collusioni, corruzioni, scandali, tangenti, sperperi, imbrogli e quant'altro...    
Fiumi di denaro che scorrono, che fanno gola a molti e purtroppo sono gli stessi soldi a cui tutti - in maniera indegna - mirano!!! 
D'altronde chi non vorrebbe essere al loro posto???
In un modo o in un'altro, tutti farebbero carte false per appartenere a quella categoria "casta", per godere dei privilegi acquisiti, ma soprattutto di quelle indennità interessanti...
Per cui, voler pensare che la maggior parte degli individui, sia diversa da quegli stessi soggetti che avete finora votato... significa non aver compreso un cazzo!!!
Chi entra in politica non lo fa mai per il bene comune... ma per il proprio tornaconto!!!
Qualcuno potrebbe obbiettare dicendo: "non si può fare di tutta un'erba un fascio"... 
Ed io sono... il primo ad essere d'accordo con questo detto, anche perché se avessi questa ispirazione pet la "politica" (che ahimè non ho mai avuto...), dichiarerei i nanzitutto di rinunciare pubblicamente a qualsivoglia indennità (o privilegio) che quella elezione potrebbe determinare, mettendo sin da subito per iscritto, a quali organizzazioni umanitarie (e/o strutture ospedaliere) devolverei quanto eventualmente ricevuto, pubblicando inoltre anticipatamente, tutti i nomi/cognomi dei propri familiari, che alla data di quella candidatura, non avevano avuto alcun incarico politico o istituzionale, tanto per eliminare sin da subito, eventuali critiche... a possibili delatori!!!  
Sì... per esempio, se oggi uno soltanto di questi nostri candidati, sottoscrivesse presso un notaio quanto sopra (prevedendo una penale "milionaria" nel qual caso volesse successivamente cambiare idea...), il sottoscritto (se pur quel soggetto dovesse appartenere ad uno schieramento politico diverso o contrario a quanto ideologicamente io sia ispirato), dinnanzi a questa precisa condizione, potrebbe prendere sul serio, quella sua candidatura!!!
Perché ciò che intendo dire, è che la politica e di conseguenza i suoi uomini, devono avere sempre quale interesse principale, il bene della comunità e non il proprio, accompagnando ogni propria azione con quella volontà di rispettare quei principi fondamentali quali, legalità e giustizia.!!!
E’ questo il contesto a cui devono indirizzarsi e non continuare a promettere riforme strutturali che non realizzeranno mai o dichiarare continuamente, che il nostro paese... sta per cambiare in meglio!!!
Siamo stanchi di questi banali proclami, siamo delusi da quella loro esperienza, come si fa d'altronde a credere, ancora una volta, a questi individui, che poi risultano essere (alcuni di loro) gli stessi, che abbiamo visto negli anni, indagati dalle nostre procure e le cui facce... siamo stanchi di vedere, dopo averle viste e riviste pubblicate dai vari media: già, basterebbe soltanto questo, per mandarli definitivamente a casa...
Ed invece no... sono ancora lì che parlano e mandano ordini, fanno interviste, esprimono giudizi, concedono pareri, incredibile, c'è ancora chi sta lì... ad ascoltare quei loro consigli e tutto ciò, per colpa di quei soliti miserabili personaggi... che fanno la fila per sostenerli, votarli, solo per sperare di ricevere in cambio, qualche favore personale!!!
Credo che ormai sia finito il tempo delle scelte...
Non sussiste più la condizione di decidere per chi votare, se per il centro, la destra o la sinistra... quelle sono contrapposizioni ideologiche alle quali un tempo si credeva, ma ormai questi concetti sono stati superati, perché in quelle sedi, di fatto, non vi è alcuna contrasto concettuale, ma solo interesse... ed è quello il valore che unisce e divide, che fa governare una maggioranza o la fa cadere!!!
I cittadini devono comprendere ormai, ciò che è giusto da quanto sbagliato, dover scegliere... non per se stessi, ma per quanto necessita la comunità...
Perché amare il proprio paese, la propria terra... questa meravigliosa Sicilia, significa innanzitutto, contribuire con le proprie azioni in modo onesto, non solo per principio morale, ma per dare un speranza dignitosa ai nostri figli...
Tutto il resto è "grigiore" o se preferite, continuar ad essere... proprio come loro!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo