Translate

sabato 5 febbraio 2011

Siamo tutti devoti...devoti tutti...

Feste e adorazione dei santi...
Quante feste giornalmente vengono fatte per festeggiare i propri “ Santi/e “ nelle varie cittadine italiane, con devozioni che a volte si spingono oltre al comune senso di rispetto e di devozione.
Non voglio entrare nell’ambito mercenario della festa, del business che si crea e di coloro che attraverso l’organizzazione speculano ed incassano centinaia di migliaia di euro, società queste ultime non sempre con finalità caritatevoli… ( ci si potrebbe aprire un capitolo…).
Ma l’argomento che voglio trattare e se quanto svolto, appartiene agli insegnamenti cristiani…
Non dimentichiamoci che la Bibbia è assolutamente chiara sul fatto che dobbiamo adorare soltanto Dio.
Proprio nella Bibbia, si esprime il concetto che soltanto a Dio debbono essere rivolte le nostre adorazioni, tutto il resto e adorazione di falsi dèi...
Infatti, tutti i seguaci del Signore Iddio rifiutano l’adorazione. Pietro e gli apostoli rifiutarono di essere adorati. 
La risposta è sempre la stessa: "Adora solo e soltanto Dio!".
Ecco allora come la nostra Chiesa e coloro che la esercitano deviano dai principi e dai giusti insegnamenti che dovrebbero condurre alla verità…
Ecco quindi che si escogita un sistema forviante, cioè quello di "aggirare" questi chiari princìpi, affermando che essi non “adorano” i santi, ma piuttosto che li "venerano" soltanto.
Utilizzare una parola diversa non cambia l’essenza di ciò che si fa.
Una definizione di "venerare" è "guardare con rispetto o riverenza".
Mai nella Bibbia ci viene detto di riverire qualcun altro che non sia soltanto Dio.
Il problema di questo, è che Dio comanda esplicitamente di non adorarLo attraverso cose create. Noi non dobbiamo prostrarci e adorare alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra . Certo, Dio ha creato cose meravigliose e sorprendenti. Noi non dobbiamo assolutamente adorare Dio "indirettamente" lodando cose (o persone) che Egli ha create. Far questo è totalmete idolatrico.
Il modo principale in cui i cattolici "venerano" i santi è pregandoli. Pregare chiunque altro che non sia soltanto Dio è antibiblico: pregare i santi sia che i santi siano pregati sia che se ne chiedano le preghiere, nessuna di queste due pratiche è biblica. Pregare è un atto di adorazione. Quando preghiamo Dio, stiamo ammettendo che abbiamo bisogno del Suo aiuto. Rivolgere le nostre preghiere a qualcun altro che non sia Dio significa derubarLo della gloria che spetta soltanto a Lui.
Un altro modo in cui i cattolici "venerano" i santi è facendone statue e immagini. Infatti ovunque nelle nostre chiese troviamo immagini di santi come "portafortuna".
Qualunque lettura della Bibbia rivelerà che questa pratica è apertamente idolatrica. Sfregare i grani del rosario è idolatrico. Accendere candele davanti a una statua o a un ritratto di un santo è idolatrico. Qualsivoglia pratica religiosa anche soltanto portare con se un’immagine di un santo è idolatrico. Il problema quindi non sta nella terminologia. Che la pratica sia descritta come "adorazione" o "venerazione" o con qualunque altro termine, il problema non cambia. Ogni qualvolta attribuiamo qualcosa che appartiene a Dio a qualcun altro, questa è idolatria. La Bibbia non insegna mai a riverire, pregare, affidarci o "idoleggiare" nessun altro che Dio.
Per coloro che voglio credere e pregare, per tutti coloro che si sentono cosiddetti “ devoti”, beh, questi debbono solo ed esclusivamente ricordarsi che è soltanto a Dio a cui debbono essere portate le loro preghiere. La gloria, la lode e l’onore appartengono soltanto a Dio. Solo Dio è degno "...di ricevere la gloria, l’onore e la potenza..." . Soltanto Dio è degno di ricevere il nostro culto, la nostra adorazione e la nostra lode.
Non lamentatevi quindi, se tra i tanti santi, che vi siete scelti quali promotori dei vs. bisogni, non c'è ne sarà alcuno che riuscirà a portare a compimento quanto in cuor vostro desideravate... avete purtroppo puntato nella " immaginetta sacra " sbagliata...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo