Translate

martedì 26 maggio 2015

La "Grande Bruttezza"...

Vi ricordate "La grande bellezza", il film diretto da Paolo Sorrentino che nel 2013 presentato al Festival di Cannes vinse il Premio Oscar, come miglior film straniero... ecco lì qualcosa di bello c'era... forse non tanto il film... ( non me ne voglia il regista...), ma certamente quegli scorci suggestivi dei paesaggi romani, i suoi monumenti storici, quelli si, nel film come nella realtà... rappresentano da sempre gli angoli più belli e meravigliosi del mondo...
Ieri, per una partita di pallone, alcuni di quei cosiddetti tifosi, hanno rovinato a tutti, quel po' di gusto ad essere sportivi... perché lì da loro.. di sport non c'è ne stato... nemmeno l'ombra!!! 
In tanti hanno preferito descrivere della bellissima coreografia della Lazio che certamente è stata realizzata da chi vive tutto se stesso per la propria squadra, e pensa ad organizzare sin dagli inizi della settimana quegli striscioni, cori, bandiere, coreografie ecc..., ma tra loro c'è chi invece, vive questo tifo, non nei modi "ultras"... ma "ultra", cioè quale esasperata manifestazione per poter scaricare su altri ( gli avversari ed i loro tifosi ) i problemi e le tensioni del loro vivere quotidiano, già, attraverso quella partita, iniziano a manifestare - sin fuori dello stadio -  quella repressa violenza, che nulla centrano con l'evento sportivo...
Ma a loro la partita non interessa... questi non sono tifosi e nemmeno "ultras"... questi si chiamano con il loro nome: delinquenti!!!
Non bisogna girarci attorno, non possiamo continuare in questo paese a dover armare un esercito di circa 2000 persone per assistere ad una partita di pallone...
Le squadre i cui tifosi "ultra" commettono queste violenze vanno radiate... per uno, due ed anche tre anni...,. vedrete che alla fine finiranno di fare, queste efferatezze a cui da troppo tempo andiamo assistendo...
Gente che muore..., ieri due tifosi accoltellati..., feriti nei pressi dello stadio un'ora e mezzo prima della partita, lanci di bottiglie e pietre contro le forze dell'ordine, sacche rinvenute adiacenti lo stadio contenenti, catene, coltelli, crick, barattoli d'alluminio riempiti, estintori... ecc... , e cosa dover aggiungere a quei nostalgici saluti a modello fascista..., con gente incappucciata e/o con caschi che mettono a ferro e fuoco una città, la nostra capitale... ma dove siamo in guerra???
Ministro Alfano... datti una mossa... non è possibile dover rinunciare a passeggiare con la propria famiglia o andare in bici con i propri bambini, perché quattro "elementi" mettano a soqquadro una intera città...
Non bisogna dimenticare inoltre tutte le strade chiuse, il traffico viene deviato, i divieto di parcheggio e le auto che posteggiate a ridosso dei percorsi diventano, desiderio di divertimento perverso, da poter distruggere e incendiare... 
Alla fine della partita, gli scontri sono ancora proseguiti, tra gli stessi tifosi e la polizia, per tentare di forzare il cordone di sicurezza creato loro,  per separarli... 
Le forze dell'ordine hanno dovuto reagire con lacrimogeni e cariche d'assalto..., un povero agente viene chiamato a fare il proprio dovere per quelle poche migliaia di euro e non sa... se potrà rientrare a casa e rivedere nuovamente i propri cari!!!
Bisogna inasprire le pene, elevare le sanzioni alle società, ripeto, radiarle fintanto che esse stesse, non provvedano, con proprie tasche, a mantenerne l'ordine...
Questo film e ormai stato replicato troppe volte.. è rappresenta per l'ennesima volta... la grande bruttezza di questa città!!!
Sono d'accordo solo con la frase di Totti ( non certamente con la sua maglietta...): GAME OVER.... perché alla fine... è meglio che se ne vadano tutti a casa... tornino a giocare in quei campetti di calcio dei propri quartieri... 
Perché alla fine, come dice un vs. detto: con affetto e sentimento, meno te vedo e mejo me sento!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo