Translate

giovedì 11 gennaio 2018

I briganti sono altri e non vivono certamente a Librino, ma comodamente a Roma!!!

La sede dei "Briganti Rugby" di Librino, poco prima di mezzanotte è stata incendiata!!! 
In fumo purtroppo è andata anche
la "LIBRINERIA", punto d'incontro sociale che svolgeva peraltro la funzione di biblioteca nel quartiere....
Di tutto ciò ormai non esiste più nulla... ormai è andato tutto in cenere!!!
Secondo le indagini, dovrebbe trattarsi di un incendio di matrice dolosa e la cosa peggiore è che ciò che resta di quell'edificio, non è altro che un cumulo di macerie, in quanto, anche la copertura è stata dichiarata pericolante...
Ecco i motivi per cui quello stabile è stato messo sotto sequestro dalle forze dell'ordine, su mandato della procura di Catania....
Ora dopo quasi dieci anni d'attività il presidente della società "Briganti", Stefano Curcuruto,  ha dichiarato: "Siamo scombussolati ma abbiamo una certezza, andremo avanti. 
Ovviamente la notizia ha fatto il giro dei notiziari, in particolare di quelli nazionali, che come avvoltoi non fanno altro che aspettare notizie del genere... in particolare se  "siciliane", per mettere in evidenza i gravi problemi di sicurezza del territorio, le intimidazioni mafiose e le azioni compiute dai suoi fedelissimi affilati criminali...   
Ecco quindi all'improvviso giungere assessori, il nostro sindaco, sì... tutti pronti a manifestare la propria solidarietà, il proprio impegno politico per dare un segno tangibile della presenza dello Stato... 
Peraltro con la visita programmata - la prossima settimana- del presidente della Repubblica Mattarella, che figura stanno facendo... che ancora oggi, in una periferia della nostra città, accadano situazioni come queste...
Ecco sentirli pronunciare le solite frasi di circostanza: Se qualcuno intende intimorire i "Briganti" deve sapere che con loro ci sono l'Amministrazione comunale e Catania, devono sapere che l'unico risultato che otterranno sarà quello di farci raddoppiare gli sforzi per la legalità e per dare un futuro al quartiere...
Dopo frasi del genere, mi aspetterei - non solo - un intero quartiere, ma tutta una città che si mobilità per difendere gli interessi di Librino e dei suoi inermi cittadini... e che imponga a questa amministrazione comunale, di ricostruire nel giro di un solo mese, una analoga struttura...
Anzi di più... che prevede in tempi celeri, la costruzione in quel quartiere del più importante centro polivalente della città, affinché i ragazzi, abbiano la possibilità di usufruire al suo interno, di una biblioteca ed anche di un' sistema di formazione, ad esempio... multimediale, dove potranno incontrarsi esperienze diverse, come musica, canto, recitazione, cortometraggi, proiezione, spettacoli, ecc... 
Inoltre, in quel nuovo padiglione, si potranno predisporre, tutta una serie di corsi di formazione, con laboratori informatizzati (corredati di personal computer, proiettori, lavagne lim e quan'altro...) e/o anche musicali, con impianti, strumenti musicali e chissà anche sale di registrazione... 
Ecco, quest'incendio... può rappresentare la fiamma di una nuova rinascita culturale, che unisce e alimenta tutte le potenzialità di quel quartiere, visto finora esclusivamente come dormitorio...
Certo, riporta bene Piero Mancuso, fondatore dei "Briganti": forse non sapremo mai chi possa avere compiuto questa infamia e in questo momento siamo davvero provati, ma siamo certi che sarà stato qualcuno abituato a muoversi al buio, nell'ombra... e aggiunge, un gesto vigliacco portato a termine da barbari, incivili e codardi...
Il sottoscritto però, è spero che mi si perdoni per quanto sto per esprimere, crede poco al coinvolgimento di matrice mafiosa.. d'altronde non avrebbe certamente aspettato 10 anni per fare quello che oggi vediamo... ed è il motivo che mi spinge a ricercare i colpevoli, in qualcuno che conosceva bene quella realtà, e che forse, per fare come si dice... la "classica bravata", si è ritrovato da solo o in gruppo, a compiere quell'azione grave e deprecabile, ma che forse, non si voleva realizzare nei modi così violento...
D'altronde, se da un lato bisogna dare grandi meriti a questo gruppo appassionati di rugby, dall'altro, bisogna riconoscere che ve ne sono tanti di giovani in quel quartiere, che non hanno nulla da fare, che non possiedono un lavoro, che vivono quotidianamente d'espedienti, che tentano d'andare avanti tra mille difficoltà... e sono ragazzi che purtroppo, perdono anche la vita, perché chi avrebbe dovuto aiutarli non c'è mai stato ed è bravo solo a farsi vedere, in queste particolari circostanze...   
Ditemi quindi... a cosa serve avere l'incitazione del presidente della camera Laura Boldrini, nel dover proseguire in quelle appassionate e volontarie azioni sociali - ripeto, in uno dei quartieri più difficili d'Italia - quando di contro, pochi minuti fa, leggevo su alcune pagina social di "Facebook", la notizia che Luca Boldrini, figlio del fratello della presidente, è stato assunto a 22 anni a palazzo Chigi e percepisce 8 mila euro al mese...
Non posso che desiderare quanto questa notizia rappresenti un "fake"... altrimenti ho l'impressione che ancora una volta, qualcuno è convinto di venire qui, a visitare a modello turista i nostri luoghi degradati, quasi fossero un set cinematografico a modello che so... la serie "Gomorra" e di trovare qui possibilmente, Jenny Savastano e Cirù...
Sì... raggiungono quest'isola, per prenderci per il culo!!!
Difatti, ciò che mi brucia maggiormente, non è il fuoco acceso volontariamente o accidentalmente, ma l'arroganza di vedere saltuariamente alcuni nostri "personaggi" politici, giungere in questa terra, esclusivamente per illudere tutti quei poveri ragazzi, propagandando le solite chiacchiere inutili... che si è in visto come, in questi anni, non abbiano prodotto, alcun reale beneficio!!!
Ed allora, per favore... non venite più, statevene comodamente a Roma... e continuate a non far nulla per come avete fatto finora, d'altronde noi, in un qualche modo, andremo avanti lo stesso!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Se mi vuoi seguire, inserisci qui la tua email:

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo