Translate

martedì 2 febbraio 2016

Progetti "arrestati"...

Eravamo così tanto entusiasti per l'investimento della ex Perla Jonica, operazione che avrebbe potuto dare una importante boccata d'ossigeno a tutti quei disperati oggi in cerca di lavoro, che nel frattempo ci si è dimenticati di verificare se durante questi mesi, i lavori fossero realmente partiti...
Purtroppo, controllando oggi... ci si accorge come tutto sia rimasto fermo... o meglio, un po' di pulizia generale (trattasi di lavori di demolizione...), ma per il resto l'area è rimasta eguale a prima...
Nessuna ditta e quindi neanche un operaio presente... c'è solo l'addetto alla vigilanza che riceve i Cv di quanti sperano che i lavori inizino presto e che i loro nominativi possano essere tra quelli scelti...
Anche in quel semplice gesto, si evidenzia ahimè... la convinzione autentica e direi forse "ingenua", di chi crede che tutto possa "miracolosamente" avverarsi...
La realtà vedrete sarà tutt'altra; le eventuali ditte che realizzeranno i lavori, hanno già il loro personale e prima che inizieranno a battere un solo chiodo, qualcuno, tra gli amministratori/politici del circondario e quanti operano all'interno delle associazioni sindacali, avrà fatto sì... che le proprie richieste personali, vengano esaudite e quindi concretizzate...
Di contro, la pila raccolta di quei Cv, sarà come il più delle volte... cestinata e andrà a riempire la raccolta differenziata del primo contenitore denominato "carta e cartone"!!!   
Si sarebbe dovuto chiamare "Hilton Capomulini" ma ormai forse, neanche il nome è più sicuro... anche perché sembra essere sparito lo stesso "sceicco" Hamed Ahmed Bin Alhamed!!!
Analoga situazione per il finanziamento europeo...
S'iniziano ad avere dei dubbi, in particolare sulle agevolazioni a fondo perduto... e su chi dovrebbe esserne il reale beneficiario...
La struttura è ormai lasciata "all'acqua e al vento", in quanto è stata privata degli infissi esterni, delle grondaie e di una parte delle coperture... Sempre più tralasciata e con evidenti rischi d'infiltrazioni, che, con l'arrivo delle piogge, andrà a danneggiare ulteriormente anche le parti interne... con una maggiorazione dei costi di ristrutturazione...
Dopotutto... a Catania, siamo abituati ad ascoltare di tutto... 
A cominciare dalla proposizione di progetti faraonici, belli da mostrare in quei modelli plastici architettonici, certamente realizzati in modo professionale e con tecniche e abilità manuale formidabili, ma che rappresentano essenzialmente, quel classico "fumo negli occhi", che ha quale finalità, quello di illudere i cittadini...
Perché alla fine di questo si tratta... come per esempio il progetto per valorizzare il litorale della Playa (a modello Rimini o Jesolo) con la realizzazione di un sistema per la fruizione dell'area del golfo, con strutture turistico ricettive e ricreative, campo di golf, impianti sportivi, verde urbano, parcheggi, ecc... è una vita che se parla e finora... non se ne fatto nulla!!!
Cosa dire del progetto di riqualificazione di Corso Martiri della Libertà, uno spazio urbano con funzioni pubbliche e private, uno spazio a verde che diventa polmone per la città con la creazione di uno spazioso percorso pedonale alberato, posto al di sopra del percorso della metropolitana...
Ed ancora, il risanamento di quel grande quartiere storico conosciuto come "San Berillo", che da più di cinquant'anni cerca di avviarsi, ma che per i più futili motivi... non viene mai affrontato. 
Poi, in questa prospezione orientata al futuro, vi sono tutta una serie di progetti certamente indispensabili e molti altri di cui possiamo sicuramente fare a meno...
C'è l'ampliamento della seconda pista dell'Aeroporto con il relativo terminal..., la realizzazione di ulteriori parcheggi scambiatori, passanti ferroviari ad uso metropolitano, piste ciclabili, ristrutturazione dello stadio "Massimino", riqualificazione di via Teatro Massimo e piazza Vincenzo Bellini, Acquario, Centro Direzionale a Librino, Cittadella giudiziaria, Metropolitana leggera (filovia), Parchi tematici, recupero di edifici vari da destinare a servizi socio-culturali, restauro della Villa Bellini e riqualificazione del Lungomare (da Ognina a Piazza Europa) e via discorrendo...
Cose da fare c'è ne... e molte di queste iniziative, potrebbero risultare essenziali affinché questa nostra Catania possa finalmente trasformarsi in una grande metropoli... 
Il problema però è realizzarle, trovare le giuste soluzioni che conducano definitivamente alla loro definizione
Basterebbero soltanto queste per ridare slancio ad una economia paralizzata e per contrastare quella galoppante disoccupazione, che porta la nostra provincia ad essere, purtroppo, tra quelle più disagiate...
Certo molti di questi progetti sono ora sotto la lente d'ingrandimento della nostra procura... ma noi cittadini, dobbiamo comprendere, come non sia più possibile perseverare con quel continuo baratto (strettamente personale) tra chi ci offre posti di lavoro e chi di contro, richiede per quelle opere sconclusionate la nostra approvazione e certamente il nostro silenzio...
Opere che hanno poi quale fine, quello di "violentare" la nostra meravigliosa città e far sì che la criminalità ed i poteri forti (che da sempre l'accompagnano), proseguano -per come finora fatto- ad arricchire i soliti nomi "compagni di merende", che da sempre si spartiscono il business ed i consensi, trascurando di fatto, ogni nostra legittima richiesta!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo