Translate

mercoledì 15 febbraio 2017

ANAC... SVEGLIA!!!

Ma come si può arrivare al 15 Febbraio del 2017 per conoscere dall'Amministratore Unico di Riscossione Sicilia (Avv. Antonio Fiumefreddo), di come gli appalti in Sicilia siano di fatto irregolari!!!
Ma questa è una follia... attendere che qualcuno debba ogni qualvolta "segnalare" affinché qualcuno all'interno di quel palazzo dell'anticorruzione comprenda in maniera preventiva cosa si debba fare, affinché situazioni imbarazzanti come questa appena emersa, non abbiano a compiersi...

Non si vuole comprendere che provenire è meglio di curare, anche perché il malato impresa - in particolare quello in Sicilia - è ormai allo sfacelo e cerca di aggrapparsi a tutti gli stratagemmi pur di sopravvivere...
Ecco il perché "in Sicilia gli appalti pubblici, qualunque sia la stazione appaltante, si tengono con autocertificazioni relative alla cosiddetta regolarità fiscale" in quanto non viene mai dimostrata l'istanza della relativa regolarizzazione ".
Motivo logico per cui sarebbe più corretto fare richiedere il certificato di quanto sopra, direttamente dalla SA... all'Esattoria!!!

Certo l'attuale presidente dell'Ance Sicilia, Santo Cutrone, ha voluto commentare la denuncia fatta in commissione Antimafia dal Presidente di Riscossione Sicilia, dichiarando che "non è vero che le imprese che eseguono lavori in appalto in Sicilia non sono in regola: ogni stazione appaltante prima di pagare le fatture emesse dalle imprese, dopo l'esecuzione dei lavori o per stati d'avanzamento, chiede l'attestato di regolarità fiscale a Equitalia, come avviene per legge nelle altre parti d'Italia"...
Sono certo che il nuovo Presidente dell'Ance Sicilia stia contribuendo a dare una nuova svolta all'Associazione che oggi rappresenta, con riferimento particolare a quella immagine di legalità, poiché - visti i predecessori - si ha ancora oggi, estrema difficoltà a credergli sulla fiducia, ma come si dice... non si può generalizzare e fare di tutta un'erba un fascio!!!   
Provo quindi a credere che forse la verità stia a metà delle due parti avverse... e che forse Riscossione ha un problema con Equitalia e che la metà delle imprese ha colpe gravi e sono le stesse a cui - quando scoperte irregolari dalla SA - nello svolgimento dell'appalto, vengono bloccati i pagamenti"!!! 
Certo leggere quanto dichiarato dal Presidente Fiumefreddo e cioè che "Riscossione Sicilia negli ultimi 10 anni non ha riscosso 52 miliardi di euro"... fa pensare che non tutto abbia funzionato a dovere: "Ho trovato una società - ha aggiunto - con dati devastanti: al 2015 Riscossione siciliana, che dovrebbe incassare 5 miliardi e 700 milioni l'anno, ne incassava 480 milioni ovvero l'8% di quanto avrebbe dovuto riscuotere".

Io di una cosa sono certo... e mi dispiace dover dichiarare quanto segue: il più delle volte quelle stesse denunce presentate, per fatti e circostanze gravissimi, non vengono neppure prese in considerazione...

Chissà, forse per dare il giusto risalto a quanto si è compiuto in maniera irreprensibile, si deve sempre procedere nel consegnare quanto già in precedenza denunciato al noto quotidiano on line investigativo... ed allora sì che forse finalmente, le notizie verranno riportate e soprattutto le responsabilità personali, inizieranno ad avere un nome ed un cognome!!!
In caso contrario si attende... ed il sottoscritto, ha da un bel pezzo la sensazione, che proprio questo blindato sistema, preferisce farle tacere certe situazioni imbarazzanti!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo