Sostieni Addio Pizzo

giovedì 21 giugno 2012

Sicilia, basta cassa integrazione...

La Regione ha sospeso il pagamento della cassa integrazione in Sicilia, in quanto ha finito i soldi...
Dalla scorsa settimana tutti i pagamenti sono stati bloccati ed ora si grida all'allarme: In Sicilia si è di fronte a una crisi, non rendersene conto, bloccando quelle procedure necessarie e non mettendo a disposizione le risorse di sostegno al reddito, significa fare aumentare la tensione sociale, questo è il commento amaro della segreteria regionale Cgil.
La Cgil giudica grave, l'incapacità dell'esecutivo di non trovare soluzioni, con una politica che non tiene conto della gravità della situazione...
In attesa di trovare i soldi necessari a coprire il fabbisogno per tutti i lavoratori usciti dalle aziende in crisi e dagli enti di formazione professionale, l’assessorato al Lavoro ha comunicato che non verranno accettate nuove richieste e che chi già riceve gli ammortizzatori sociali non potrà avere ulteriori proroghe. 
La sospensione ha due effetti. Le aziende che d’ora in poi vanno in crisi non possono contare sulla cassa integrazione: fino a quando non si troveranno altri soldi, i lavoratori non percepiranno assegno per il periodo in cui resteranno disoccupati.
Quindi, la Regione, non decreta più... significa cioè che ogni volta che un’azienda chiama i sindacati per concordare la mobilità e/o la cassa integrazione, gli uffici proviciali del lavoro, firmeranno un documento in cui si precisa che la Regione non è responsabile del mancato pagamento...
La dirigente del dipartimento Lavoro, Anna Rosa Corsello, anticipava che in mancanza di nuove risorse sarebbe stata immediatamente interrotta la cassa integrazione, avvertendo che tenuto conto delle attuali tensioni sociali, connesse con la grave crisi economica, non si poteva escludere che da questa interruzione sarebbero derivate reazioni di ordine pubblico...
Ieri i sindacati hanno chiesto un incontro urgente con l’assessore Beppe Spampinato, il quale ha convocato  un nuovo vertice per verificare la possibilità di sbloccare altri fondi..., dichiarando che la sospensione è solo un provvedimento temporaneo e non definitivo...

Share It

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” e viene aggiornato senza alcuna periodicità: pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza " Blogger ": dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore) , che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com !

Le immagini utilizzate sono tratte liberamente da “ Google immagini ”, quindi valutate di “pubblico dominio”: qualora il loro uso violasse “diritti d'autore”, si prega di comunicarlo all'indirizzo nicola-costanzo.com per la loro pronta rimozione.

Resteranno sempre...

Resteranno sempre...

Seguimi via email

Sottoscrivi

Notizie

Loading...

Bloghissimo...

Aggregatore rss