Translate

sabato 7 giugno 2014

La mappa del malaffare... non è poi così lontano da noi!!!

Ecco la mappa aggiornata a ieri del malaffare, ovviamente e da considerarsi provvisoria, perché viene rinnovata continuamente da nuove indagini in corso...
Ciò che comunque mi colpisce di più è questo essere del tutto Italiani e vorrei descriverlo con un esempio accaduto al sottoscritto ieri mattina, in Corso Sicilia: avevo appena parcheggiato l'auto, quando due amici mi hanno fermato per salutarmi; ho offerto loro il caffè e mentre parlavamo, del più e del meno, tre signore, sedute accanto, con molta animosità, discutevano dell'attuale politica e di tutte queste continue ruberie... 
A sentir loro, non era giusto che questi imprenditori collusi con i politici, approfittassero proprio di questo ns. sistema collaudato ovviamente marcio, ed anche di quanti, preposti al controllo (impiegati pubblici), approfittavano di quelle poche migliaia di euro, per chiudere un'occhio, anzi tutti e due...
Dopo alcuni minuti, sono arrivate altre quattro persone, due uomini e due donne, che si univano alla discussione - ora... in piedi, con le tre signore di prima, dicevano: non è giusto, non è corretto, dove è finita quella professionalità di un tempo, quella correttezza morale che un tempo ci contraddistingueva tutti... ora dov'è???
A quel punto, pensavo tra me e me, guarda..., forse finalmente si stanno iniziando a risvegliare quei sentimenti giusti, valori morali di correttezza e giustezza da troppo tempo ormai assopiti ed ecco che allora "entusiasmato" da quanto involontariamente ascoltato... esprimevo questa ammirazione, ai miei due interlocutori...
Ma come sempre accade..., le illusioni hanno breve vita... e mi sono state immediatamente distrutte, quando, uno dei due mi ha detto: caro Nicola, quelli hanno il coraggio di parlare, ma sono i primi a mancare!!!
Vedi, tutti questi accanto, lavorano all'Assessorato proprio qui dietro, questa mattina hanno già timbrato i loro cartellini ( badge ) ed ora sono qui al Bar...
Posso assicurarti, che nel corso dell'intera giornata lavorativa, li vedrai passare almeno altre quattro/cinque volte... c'è chi va a farsi la spesa e ritorna con le buste del supermercato Simply, altri vanno al mercato a fare shopping alla fiera, poi c'è chi va alla Posta o in Banca per ragioni personali, ed infine ci sono quelli che passeggiano e discutono, quasi sempre davanti a questo Bar...
Sono tutti moralisti con gli altri, ma ognuno di loro non è certamente meglio di quelli che hanno appena arrestato!!!
Era proprio vero... il vero dilemma infatti non è quanto rubi o come rubi... il vero problema è che si è ladri per natura, si ruba quel poco che viene loro offerto... in questo caso per esempio, il rispetto era rappresentato dal proprio orario di lavoro... che non viene rispettato... dopotutto con quali meriti si è giunti alla propria assunzione???
Chissà forse immeritata..., perché ottenuta sotto chissà dietro quale "raccomandazione", forse proprio da quei politici che ora tanto si suole criticare... ma che al momento opportuno si è andati a cercare, ci si è in modo "supplichevole" prostrati e ottenuto "leccando" ciò per cui si era andati..., adesso, ci si dedica "sponsorizzandoli "a vita e restituendo quando chiamati il favore ricevuto, attraverso il proprio voto e dei propri familiari... anch'essi in attesa di un'ulteriore favore personale!!! 
E' vero... è proprio questa la nostra Italia... e questi, ne sono i loro degni rappresentanti!!! 
Che dire, sembrava finito il periodo di tangentopoli, ma siamo qui ogni 10 anni a ripetere le stesse cose e purtroppo, il lavoro della magistrature che sarebbe dovuto servire - non tanto a colpire e condannare questi cosiddetti malfattori - ma in primiss, ad infondere in ogni cittadino quella precisa convinzione, che non esiste l'impunità eterna e che nel consacrarsi alle attività di corruzione o a quei continui compromessi, non devono mai dimenticare che il venire scoperti... è solo una questione di tempo!!      
Ovunque si metta un dito, si scopre l'acqua calda... anzi no... caldissima; ladri di ogni forma e genere, sia nel pubblico che nel privato... ed è la dimostrazione di un cancro che, in tutti questi anni, nessuno ha mai voluto seriamente sradicare!!!
Come concludere..., ho l'impressione che dove guardi c'è ovunque malaffare..., mi chiedo quindi, non è che forse... è proprio l'Italia stessa ad essere un'associazione a delinquere???

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo