Translate

lunedì 17 novembre 2014

Per paese... un colabrodo!!!

Sì... dal punto di vista del rischio idrogeologico, abbiamo un Paese che è un colabrodo!!!
Ora se da un lato - è vero - siamo il Paese che possiede le più basse tariffe d'Europa, nello stesso tempo però, siamo il Paese che spreca più acqua di tutti, enormi quantità... a causa proprio dei nostri acquedotti ormai, obsoleti e insufficienti..., anzi per correttezza debbo dire non tutti inadeguati, ci sono alcuni che funzionano ancora bene e precisamente quelli quelli lasciati a noi dall'Impero Romano...
Se a questi poi aggiungiamo i problemi derivanti dalle acque reflue o di scarico, meglio conosciute come acque nere... allora come si dice... è non v'è eufemismo più indicato... siamo nella merda!!!
Un'Italia in contrapposizione perché se da un lato spreca appunto queste enormi quantità d'acqua, dall'altro però si ritrova completamente allagata...
La cosa assurda è che ci sono territori - in particolare in aree del meridione - nei quali i disservizi determinano per la popolazione, continue interruzioni d'erogazione... senza considerare che nello steso tempo, si spende annualmente per l'acqua potabile in bottiglia, più di ogni altro nel mondo..., proprio perché, in primo luogo, non ci si fida a bere quella del rubinetto ed anche perché si ritiene quella delle fontanelle pubbliche... non potabile!!!
Assistere, direttamente o tramite i media, a quanto sta avvenendo proprio in questo periodo di grandi piogge, a come le nostre acque reflue... stanno per essere smaltite direttamente nei mari, nei fiumi, nei laghi, senza alcuna depurazione, inquinando non solo l'ambiente con quanto ancora resta di quella fauna naturalistica, ma soprattutto aumentando i rischi della salute di quei poveri cittadini inermi... che a causa dell'altrui negligenza hanno perso tutto!!!
Un vero è proprio colabrodo questa nostra Italia... che ha ovunque necessità d'interventi economici rilevanti e che non si sa, da dove prenderli quei soldi... ( se non dalle solite tasche di noi poveri fessi... ), sprechi che nel corso di questi 40' anni sono stati continuamente perpetrati... ad iniziare dagli uomini di quella collusa Democrazia Cristiana ( che di cristiano nulla possedevano... ) continuando con i vent'anni scellerati portati avanti dal Cavaliere, fondatore di quella Forza Italia (  casualmente lo stesso slogan a cui si era ispirato nella campagna elettorale la Democrazia Cristiana nel 1987 ) che oltre ad avere quale proprietario Silvio Berlusconi, aveva al suo interno nomi "prestigiosi" tra cui Marcello Dell'Utri, Antonio Martino, Gianfranco Ciaurro, Mario Valducci, Antonio Tajani, Cesare Previti e Giuliano Urbani... ( su di essi si può oggi verificare sul web, quanto loro accaduto...).
E cosa dire in tutti questi anni degli alleati... ve li ricordate... tutti uniti in quella ex "Casa delle Libertà"( d'altrui... libertà ) come Alleanza Nazionale, Centro Cristiano Democratico, Cristiani Democratici Uniti, Partito Repubblicano Italiano, Nuovo PSI, ed ancora la Lega nel nord ed il Movimento per l'Autonomia nel meridione, ed altri ancora che non ricordo... e non possiamo dire che con il Centro-Sinistra in questi anni, le cose siano migliorate... anzi tutt'altro!!!
Certamente ora abbiamo il nuovo segretario Renzi ed i suo proclami positivi nei quali i cittadini debbono pensare ad un nuovo "clima" sereno e tranquillo... quasi vivessimo una seconda Pax romana con il cavaliere che l'appoggia da dietro le quinte...
Già peccato però che il clima non è così "sereno e tranquillo", anzi tutt'altro- e non mi riferisco alle probabili allerte meteo, ma a continue esasperate situazione che stanno conducendo i cittadini a rivoltarsi...
Ormai non vi è giorno in cui... la popolazione non si faccia sentire... e non manca occasione nella quale ogni scintilla diventa pretesto di rivolta...
Speriamo che questa "miccia" non prenda fuoco e soprattutto che non rappresenti l'inizio di quanto in cuor nostro speriamo non accada e cioè che questi primi segnali preoccupanti, possa trasformarsi in una guerra civile...
Però, - e non si tratta di voler essere funesti o mal-augurare ancora disgrazie a questo seviziato paese - fintanto continueremo a credere tutti, che questo nostro Paese - perché dopotutto, per quanto ne possano dire questi signori al potere... è ancora il nostro di paese - possa, grazie a questi soggetti, lì inutilmente seduti a gestire quel potere, ripristinare quanto finora perpetrato e distrutto... è come voler credere che oltre la "colomba" ricevuta con gli 80' euro..., per Natale verrà rimborsato a mo' di panettone... quanto finora perso a causa delle alluvioni...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo