Translate

sabato 1 novembre 2014

Il coraggio di denunciare...

Resto attonito nell'ascoltare tutti questi precettori che dalla loro posizione, danno linee di condotte morali e orientamenti su come un cittadino deve sapersi comportare...
Ho sentito che: se prima si poteva dire che i segnali non venivano carpiti, compresi, ora quest’alibi non c’è più..., perché prima magari era pure vera questa giustificazione, ora diventerebbe un alibi e gli alibi non sono consentiti...
E' evidente come da parte della Direzione Distrettuale Antimafia si sproni i cittadini ad aprire gli occhi e soprattutto a denunciare eventuali apprese attività illecite da parte del malaffare organizzato, sottolineando quanto siano importanti le denunce dei cittadini nella lotta alla criminalità organizzata..., già, è quanto riportato da un magistrato: se più spesso venissero dal procuratore e dai magistrati a riferire ciò che vedono e ciò che sanno, probabilmente molti più processi penali verrebbero messi in campo e probabilmente molti più responsabili verrebbero individuati...
È vero in passato i cittadini hanno da sempre preferito non accorgersi di tutto ciò che attorno a loro accadeva e probabilmente hanno preferito fare in modo di non cogliere quei segnali " ben conosciuti" da noi e certamente si sono sempre astenuti dal presentare denunciare su quanto sapevano... 
Ed è per questo che il sostegno che potrebbe arrivare ai magistrati dalle denunce diventa fondamentale, perché - come vanno ripetendo i procuratori quando intervistati, in televisione, nei media ed in tutte quelle opportune sedi istituzionali, e cioè che "tante volte non si ha certezza dell’esistenza di fenomeni e attività illegali proprio perché nessuno collabora con l’autorità giudiziaria per disvelarle..." ed è proprio su questo punto, che i giovani non possano più avere alibi, poiché sono proprio loro, l'investimento per quel necessario cambiamento, per poter aspirare ad un futuro migliore senza dover dire un giorno... " io non sapevo, non sono stato avvertito, no io non c'ero...".
Perché ormai tutti sanno... già, tutti hanno avuto modo di assistere personalmente o di conoscere attraverso la lettura della nostra storia quanto accaduto nella nostra terra, ed oggi, sono stati ulteriormente avvertiti che non si possono più tenere comportamenti e condotte che vadano ad arricchire quella cultura fatta d'illegalità e sostenuta da un clima ormai diffuso di malaffare...
Denunciare quindi possibili infiltrazioni, attività illegali, presenza di soggetti poco chiari, sperequazioni finanziarie, furti, ecc..., secondo quanto riportato sopra, dovrebbe servire a migliorare - non solo quel corretto rapporto con la giustizia o con gli organi inquirenti, ma soprattutto dovrebbe permettere di elevare i cittadini verso quel superiore livello di crescita della propria moralità...
Ma, adesso siamo coerenti...
Quando lo Stato, viceversa quelle "necessarie" segnalazioni le riceve... cosa fa???
Come è possibile che invece di tutelare quei soggetti, ci si rivolta contro...???
Uno Stato di m.... , uno Stato che proprio attraverso i suoi delegati uomini , continua quotidianamente a fare c.... e soprattutto quando queste por... vengono evidenziate, tenta, come i bambini di difendersi, mettendo avanti le proprie mani "sporche" e non certo di cioccolata...
Quindi, cari educatori... prima di voler fare morali di legalità a noi, ancora prima di ogni altra cosa..., allorché decideste di dirci come comportarci, ecco, forse è meglio che Vi riflettiate nello specchio della vostra vita, vedrete le volte in cui siete stati codardi, riguarderete quel poco coraggio mostrato... già come ancora oggi siete, ma soprattutto, come non sarete mai... e se osserverete accuratamente l'interno di quello specchio, ecco, potrete ammirare il nostro di coraggio... già quel coraggio che avreste voluto avere e che invece vi è mancato e che adesso viceversa... ricercate in noi!!!
Alcuni giorni fa, un amico mi ha detto che... quando si tenta di portare avanti le proprie idee contro un predisposto sistema, ecco che prima o poi, sarà proprio quel sistema a rivoltarsi contro ed a provare di schiacciarle quelle idee...
Ma come si dice... le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi, possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo