Translate

mercoledì 30 maggio 2018

Perché la crisi politica italiana, tiene in allerta il mondo intero?

Germania, Spread, Merkel, Usa, Francia, Macron, Putin, Investimenti, Borse, Economia, Bruxelles, Finanza, Banche, Patria, Eu, Populismo, Euro... 
Quante parole sono state espresse in questi giorni, per descrivere la crisi politica che sta colpendo il nostro paese...
Mi chiedevo: Ma perché è così importante, quanto sta accadendo da noi?
Non hanno altro che pensare??? 
Perché non pensano ai loro di problemi invece di guadare incasa nostra???
L'Italia, dopo anni di governi fantocci, ma soprattutto dopo mesi di trattative tra i due partiti che hanno ottenuto il successo elettorale (definiti da molti intellettuali esteri "anti-establishment"), ecco dopo tutte le critiche, sono riusciti incredibilmente a legarsi, per formare un governo di coalizione...
Ed allora sarebbe opportuno dire al mondo intero: State tranquilli, abbiate fede, peraltro l'economia italiana è la terza più grande della zona euro, anche se per lungo tempo, è stata sofferente... 
Ed allora ho capito... sì ho compreso che è questa la preoccupazione più rilevante per l'UE, e soprattutto per i mercati globali in generale...
Perché per la prima volta, da quando è stata fondata la Repubblica, il popolo... anzi i "populisti" italiani, sono sul punto di assicurarsi un mandato pieno superiore al 50%, con un consenso popolare così ampio che non ha precedenti, neppure quando la Dc governava il paese...
La battaglia in corso non è per come in molti pensano, tra i partiti e/o coalizioni, tra quelli storici e questa nuova unione "Lega-M5Stelle", il problema fondamentale è tutt'altro, ed in gioco vi è il potere, il restare nell'Eu, la battaglia è tra questi partiti populisti euroscettici e tutti quei legislatori dell'establishment legati all'UE .
L'intensificarsi dei disordini politici di questi giorni, ha spinto alcuni analisti mondiali a dare l'allarme sui segnali di "contagio" che si potrebbero avere su paesi come Spagna e Portogallo, che si ritengono essere più potenzialmente esposti, rispetto ad altri europei...
D'altro canto, l'incertezza politica del nostro paese ha ricondotto dopo tanti anni, ad una crisi economica, solo perché le trattative per formare un governo, non si incanalavano verso quelle decisioni prese da quei gruppi esteri che di fatto ci governano... che ci prestano i soldi e che quindi, decidono chi deve rappresentare il nostro paese e chi no!!!
Ecco perché l'Italia in questi giorni è tornata al punto di partenza, ecco il motivo per cui lo spread ha ripreso a salire... 
Sono questi i reali motivi per cui il nostro Presidente - non dimentichiamoci, sostenuto dal precedente governo pro-UE (mai votato dai cittadini) - ha deciso di non accettare la nomina presentatagli dal Prof. Conte, e cioè, quella del candidato "euroscettico" Paolo Savona, quale ministro dell'Economia...
Ed è il motivo per cui è stato immediatamente nominato il prof. Carlo Cottarelli, il quale come si sa, è stato ex primo ministro ad interim, ex funzionario del Fondo Monetario Internazionale (FMI), noto come "Mr. Scissors" per la sua reputazione riguardo ai tagli alla spesa pubblica in Italia, ed ora incaricato di pianificare le nuove elezioni del paese e superare il prossimo budget...
D'altronde, se di noi all'estero si scrive: "È uno dei più grandi paesi indebitati al mondo ... ha un tasso di disoccupazione dell'11% e la sua economia è ancora inferiore a quella del 2007, mentre la maggior parte delle principali economie si è ripresa. C'è chiaramente un requisito strutturale, riformare qui, per riconquistare la fiducia ", come si è potuto pensare per un istante, che ci avrebbero lasciati liberi!!!
Se volessi paragonare l'attuale situazione, ad un gioco potrei dire che il nostro paese, rappresenta l'interno di un videogame... mentre tutti noi rappresentiamo i suoi giocatori; loro di contro, quelli che ci governano... sono fuori: Manovrano i tasti di quei "controller"!!!   

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Se mi vuoi seguire, inserisci qui la tua email:

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo