Translate

domenica 31 luglio 2011

Vorrei Capire...

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore
dei miei peccati,
perché peccando ho meritato i tuoi castighi,
e molto più perché ho offeso te,
infinitamente buono e degno di essere amato
sopra ogni cosa.
Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più
e di fuggire le occasioni prossime di peccato.
Signore, misericordia, perdonami.
Amen

Ho visto in questi giorni in edicola a Palermo, un libro, dal titolo “ Mi pento ”, distribuito in allegato con un mensile a soli euro 9,90 euro...
Visto che tra i miei "vizi", quello di acquistare libri ed ovviamente leggerli, risulta il mio passatempo preferito, non ho mancato di acquistare anche questo!!!
Chissà perché appeno ho letto il titolo, mi è venuta in mente quella preghiera, che da piccolo mi obbligavano in Chiesa a dover ripetere...
Pentirsi dei propri errori è legittimo, certamente quando questi risultano non di grave entità e sopratutto quando il reato commesso non oltrepassa quella linea invalicabile della morale umana...
Ed ancora, perché pentirsi soltanto dopo che si viene arrestati??? perché non farlo prima... il pentimento sembrerebbe più credibile...
Capisco che molto si è ottenuto dalle dichiarazioni dei pentiti, ma quante di queste siano state dirette, soltanto per voler colpire i propri avversari è ancora da appurare...
E poi, quanto danno in concessioni i nostri giudici, pur di ottenere qualche dichiarazione che possa poi diventare " scoop" presso le testate, cosicché i loro nomi vengono portati alla ribalta televisiva e giornalistica nazionale...???    
Ritornando al libro, questo parla delle dichiarazioni del pentito Stefano Lo Verso e porta dritto a una villa della famiglia dell’ex presidente della Regione, Salvatore Cuffaro. Questo nuovo collaboratore di giustizia ha messo a verbale alcune " confidenze " ricevute in carcere da Michele Aiello..., non capisco mai perché, con tutti i soldi che si spendono in intercettazioni, non si mettono telecamere e microfoni, dentro le stanze dei carcerati..., chissà forse dobbiamo rispettarne la privacy???
L'ex capo della sanità privata, gli avrebbe raccontato di avere fatto dei lavori da trecento mila euro, mai pagati, per sistemare il lago artificiale nella proprietà di Cuffaro, in territorio di Ramacca e di proprietà della moglie dell’ex governatore, che sta scontando una condanna definitiva.
Certamente ottenere informazioni e confidenze da mafiosi potrà sembrare al nostro Stato legittimo, io sono invece per una lotta ferrea e costante, vorrei un controllo monitorato del territorio, con un aumento delle risorse impiegate, una migliore tecnologia ed una prevenzione generale; un  controllo particolareggiato economico che è poi alla base di qualsivoglia transazione illecita da parte delle associazioni criminali!!!
Bloccare i movimenti, colpire le amicizie e le collusioni, limitare e blindarne l'operatività, non potrà che ottenere risultati certi... senza l'aiuto di alcun mafioso...
Odio i mafiosi ed ovviamente quanto essi rappresentano, ma ciò che odio di più è dover sentire, che  qualcuno di questi si possa oggi pentire...    

Errare è umano, pentirsi è divino, perseverare nel pentirsi è mafioso!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo