Translate

venerdì 23 settembre 2011

Papa Ratzinger denunciato alla Corte dell’Aja...

Quando nel maggio del 2010, in un mio post, avevo toccato l'argomento, in molti si erano meravigliati e mi avevano obbiettato tramite email, le loro contestazioni...
Oggi, dopo un anno e mezzo, un'associazione americana (a sostegno delle vittime di quei preti pedofili) ha chiesto alla Corte Penale Internazionale dell'Aja, di incriminare Benedetto XVI e alti prelati del Vaticano per aver " tollerato abusi e molestie su minori ", finalmente anch'essi considerati crimini contro l'umanità.
Nel fascicolo redatto da migliaia di pagine, si sostiene che il Vaticano, oltre che aver tollerato gli abusi e le molestie su minori di tutto il mondo, ne abbia anche protetto i responsabili in tutti questi anni.
Bendetto XVI, il Segretario di Stato Tarcisio Bertone, il suo predecessore Angelo Sodano ed il prefetto della Congregazione della dottrina della fede William Levada, sono stati tutti denunciati, ed in particolare per  Benedetto XVI si chiede l’incriminazione, per la sua diretta e superiore responsabilità, per i crimini contro l’umanità su stupri e altre violenze sessuali commesse nel mondo...
Strano, mi chiedo perché ne parlino oggi, dopo che anch'io ne avevo pubblicato il ”Instructio de modo procedendi in causis sollicitationis", dove si evidenziamo i modi e le procedure da adottare per quei preti che si fossero macchiati del crimine di abuso sessuale sui minori.
Non si tratta di proteggere soltanto quei bambini innocenti o quegli adulti vulnerabili, si sottolinea come alcune congregazioni religiose, adottassero fra i propri membri tali pratiche e come tra essi si coprissero a vicenda per non fare emergere la verità...
Basti pensare che in Europa, in particolare in Belgio lo scandalo “Dutroux” aveva fatto affiorare le 475 denunce per reati di pedofilia commessi da preti, da insegnanti e da capi di movimenti giovanili. 
Ormai com'era prevedibile, le denunce arrivano da tutto il mondo, mentre il procuratore generale della Corte, Louis Moreno-Ocampo, dovrà decidere se accettare il ricorso. 
Certamente aprire un'indagine su una situazione così particolare, non è cosa semplice e con molta probabilità proverà a escogitare in qualcosa per considerare il caso, non di sua competenza. 
In ogni modo, l'implicazione di fondo resta!!!
Nessun tribunale con il tempo, potrà mai lavare quell'ignominia infamante, che come una macchia indelebile, disonora coloro che l'hanno commessa ma ancor di più per quelli che pur sapendo ne hanno nascosto e protetto l'esistenza: già a me basta soltanto questo per considerarli dei criminali!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo