Translate

martedì 30 giugno 2015

Il Presidente Pulvirenti ed il Catania calcio... mah...???

Scusate, sarà che leggo da sempre legal/thriller ed i miei autori preferiti sono tra i più geniali scrittori di questo genere... e consapevole non per presunzione ma per aver letto più di duemila libri su questi argomenti e soprattutto, l'essermi ispirato ed appassionato per quel genere di film e serie televisive dai cosiddetti contorni "gialli", ecco che quanto sto ascoltando in questi giorni nella mia città... provoca nel sottoscritto, una profonda difficoltà, poiché non riesco ad inquadrare l'indagine svolta..., si..., è come se qualcosa non mi è chiara... in particolare:
Abbiamo saputo da fonti autorevoli che il presidente A. Pulvirenti, avesse alcuni mesi fa, denunciato alla Procura, rischi per la propria incolumità...
Ora, dal momento in cui si riceve una denuncia, inizia da parte degli organi preposti una attività di controllo e verifica...
Una delle prime cose che la polizia investigativa fa, è quella di mettere sotto la lente d'ingrandimento, quanto avviene attorno al denunciante e cioè s'indaga sulle amicizie, conoscenze, si mette sotto controllo la propria abitazione, l'abituale posto di lavoro, i telefoni di casa, d'ufficio e soprattutto i cellulari, dei familiari, forse anche dei parenti, ma sicuramente quello della persona che ha richiesto una eventuale protezione... in questo caso il presidente stesso!   
Ovviamente, nelle disponibilità del personale a disposizione da parte delle forze dell'ordine, potrebbe essere pedinato, per scoprire se qualche losco individuo,  possa attentare alla sua vita...
Ora sapendo tutto ciò, il presidente Pulvirenti cosa fa, parla tranquillamente al telefono, decide quali partite acquistare, quali giocatori corrompere, incontra nei bar pubblici soggetti legati ad ambienti sportivi o proprietari di centri di scommesse, coinvolge i propri collaboratori, ecc.
C'è qualcosa non funziona, questo si chiama harakiri, cioè si può paragonare a quel rituale giapponese che indicava il suicidio in uso tra i cosiddetti samurai.
Ma qui di giapponese non c'è nessuno, il Presidente è nato a Catania nel 1962 ed è quindi avvezzato a situazioni particolari, ai modi d'operare, alle persone da incontrare e quelle da allontanare, da escludere... perché qui... ripeto... siamo a Catania... non a Stoccolma!!!
Da noi, tutti sanno come funzionano le amicizie e le conoscenze, non c'è bisogno di capire guardando gli sceneggiati di squadra antimafia... e neppure c'è bisogno di una laurea alla Harvad University, per intuire come muoversi e soprattutto quali stratagemmi adottare in certe particolari circostanze o come allontanare da se stessi, situazioni che potrebbero divenire compromettenti...
O forse qualcuno pensa veramente tra i miei concittadini, che il Sig. Antonino Pulvirenti sia uno sciocco?
Una persona che dal nulla è riuscito a creare un impero economico, uno che deteneva 85 punti vendita in Sicilia della Fortè ( catena importante di hard discount ), due alberghi di lusso: Platinum Resorts & Hotels a Mazzarò (Taormina), più un terzo nel comune di Belpasso col nome di Fenice Hotel...
Ed ancora, la società di ristorazione Sorsy e Morsy con tre ristoranti ubicati a Palermo, Catania e Caltanissetta, un'imprenditore che nel 2006 arriva a possedere ottanta supermercati da Roma in giù e che gestisce un'industria chimica a Gela.
E' cosa dire della compagnia aerea Wind Jet e della gestione dell'Etna Golf Resort a Castiglione di Sicilia (CT).
Imprenditore dell'anno in Sicilia nel 2006 ed infine, proprietario del 100% della società del Calcio Catania.
Ed ecco quindi che questo signore un giorno cosa fa... dopo aver realizzato ripeto "dal nulla" un impero, decide... di farsi intercettare!
Ma poi per cosa... per una squadra di pallone... per non scendere in Lega Pro... come se non si potesse ritornare nuovamente in auge... la Juventus dopo essere stata in serie B... ha vinto 4 scudetti, disputato la Champion League, quest'anno era in finale, ha realizzato un nuovo stadio... ed è certamente proiettata verso grandi traguardi...
Sono i corsi e ricorsi della vita... a volte si sale e a volte si scende......  
E' poi... mi chiedo, ma quale strategia difensiva suggerisce al proprio assistito, di non richiedere la facoltà di non rispondere... è la prima regola che fanno vedere sempre in televisione... 
Moggi...  e Giraudo alla fine sono stati assolti - certo, grazie anche alla prescrizione - ma in ogni caso i loro legali hanno  vinto... conoscevano certamente meglio dei loro assistiti le leggi e le loro procedure!!!  
Qui è tutto al contrario, qualcosa non torna... non mi convince, manca la cosa più importante e cioè il movente!!!
Che vantaggio aveva il presidente da tutto ciò... solo per restare in serie B??? 
Vi sembra una valida motivazione per metterci la faccia e l'onore di tutta una vita, non può essere... questa storia non mi convince...
Si, queste mi sembrano pure fantasie e la cosa bella è che c'è qualcuno ( non ho ancora capito chi....????) che sta cercando in tutti i modi d'imporcele... di farcele credere come fossero vere... chissà, non è che in modo "celato" si sta tentando di proteggere quelle che sono le reali motivazioni che hanno spinto il Presidente a compiere questo ( come dice l'ad Pablo Cosentino ) "folle" gesto... ???
Diamo tempo al tempo... vedrete che forse fra qualche anno... scopriremo tutta la verità...
Io comunque continuo a credere ad un Pulvirenti vittima,  per il quale egli, con estrema dignità, sta sacrificando se stesso, per proteggerne un segreto che non può essere divulgato!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo