Translate

venerdì 14 luglio 2017

Ci s'indigna sulla statua abbattuta del giudice Falcone, ma non si fa nulla di concreto, per portare avanti con i gesti... la sua memoria!!!


Sono tutti indignati davanti alla scuola "Falcone", presso il quartiere  Zen di Palermo...
Alcuni giorni fa, qualche "deficiente"... perché soltanto così lo si può definire, ha voluto a modo suo attirare l'attenzione dei media...
Mi piace, come sin da subito si è parlato di atto intimidatorio... non sanno neppure chi sia stato, ma tanto per far risaltare ancor più la notizia... si sparano come sempre... cazzate!!!
D'altronde, nessuno ha visto niente, nessuna telecamera ha ripreso qualcosa... non vi è stata alcuna rivendicazione, potrebbero essere stati dei semplici bulli del quartiere che, non avendo un caz... da fare, hanno buttato a terra quella statua...
Ciò che mi fa maggiormente incazzare è il sapere che in quel quartiere manchi totalmente tutto a cominciare per esempio... dal controllo del territorio, non per nulla, insieme alle famose (in negativo) "vele" di Napoli, questo, è tra i quartieri più disagiati del nostro paese e dove la criminalità finora l'ha sempre fatta da padrona...
Secondo voi, quanto avviene in quei luoghi, dipende dalla considerevole capacità intellettuale di quell'associazione criminale o forse dal fatto che non esiste una presenza costante delle nostre forze dell'ordine, 24 ore su 24, da far in modo che venga stroncata definitivamente, ogni qualsivoglia azione di malaffare e di violenza...
Se prendiamo nuovamente la scuola, sono certo che negli anni passati avrà subito dei danneggiamenti, furti o quant'altro, e potrei scommettere qualsiasi cifra, che non è stato mai predisposto un sistema di allarme o di videosorveglianza  adeguato o certamente, se ne hanno predisposto uno, quest'ultimo, in questi giorni, era certamente non funzionante e nessuno - come al solito - si è premunito di farlo ripristinarlo, d'altronde ognuno in questo paese fa i  caz... propri ed è il motivo per cui, nulla va come dovrebbe!!!  
Se poi interroghiamo la Preside di quella scuola... ci verrà a dire la solita manfrina, come tutti i funzionari delle nostre PA e cioè, che non vi sono fondi disponibili, neppure per comprare la carta igienica, altro che videosorveglianza...
Ora ovviamente si attende la visita del ministro dell'Istruzione... solite inutili propagande che non cambiano, come non hanno mai cambiato lo stato di fatto...  e cioè che in quel quartiere e non solo, in tutta la provincia di Palermo e aggiungerei la Sicilia intera, la situazione è di fatto analoga, a causa dei veri problemi di cui soffre la nostra isola, a cominciare ad esempio, dalla mancanza di lavoro, che induce molti cittadini di quei quartieri disagiati, a rivolgersi verso quel sistema malavitoso per dare soluzione ai loro problemi, personali e familiari...
Se lo Stato non c'è... cosa si pretende???
Cosa diceva per l'appunto il giudice Falcone??? " Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il proprio dovere"... ed allora ditemi, quale dovere sta compiendo il nostro Stato, quando è da più di mezzo secolo che quel quartiere si trova in quelle disastrose condizioni???
Si è formidabile vedere come sia semplice attribuire tutte le colpe di questo fallimento istituzionale, politico, culturale e sociale... alla mafia, questa è perfetta per ogni situazione, in particolare per coprire i fallimenti di una politica nazionale e locale... "insipida"!!! 
Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha scritto su twitter: "Oltraggiare la memoria di Falcone è una misera esibizione di vigliaccheria"... mamma mia, con questa sua frase allo "Zen"... si saranno "cacati" addosso!!!
La memoria di Falcone è ogni giirno oltraggiata da quanti in questi anni sono stati esclusivamente seduti su quelle poltrone vellutate... gli stessi uomini che hanno permesso che il giudice venisse assassinato a Capaci, insieme a tutti i nomi che ormai ben conosciamo... ed oggi, vedendo quanto avviene in questo paese, dove la corruzione e le collusioni con quel sistema criminale sono, giorno per giorno, evidenziate dai media e dove in alcuni casi, sono anche gli stessi uomini delle istituzioni o quelli appartenenti alle forze dell'ordine, a dare il peggio di se...  allora ditemi, come si può sperare che questo paese possa migliorare???    
Falcone è dentro di noi, non posso dire di tutti... vedendo in quali modi, la maggior parte dei miei conterranei e non solo, ma di tutti coloro che appartengono a questo paese "malato", dimostrano attraverso i propri gesti di comportarsi, certamente in maniera opposta, a quei valori morali a noi trasmessi dal giudice...
Ma certamente è dentro di me... e di statue o d'immagini del giudice o di altri valorosi come egli, ne possono distruggere centomila, perché non cambierà nulla... la sua memoria, le sue idee, sono nella mia mente e fanno parte integrante di ogni mia azione quotidiana!!!
I nostri governanti, continuino a fare come sempre... i politici, discutano di cose che non conoscono, ma soprattutto facciano in modo di non affrontare i reali problemi, per altro, non dimentichiamoci che la Sicilia, ha una percentuale considerevole a livello numerico di voti nazionali...  e quei voti contano ed è importante fare in modo che finiscano sempre in quegli stessi partiti "collusi", gli stessi che negli anni, pur avendo cambiando denominazione, continuano a fare affari con quella tanto "bistrattata" (solo pubblicamente...) associazione mafiosa!!!
Basterebbe poco per migliorare questa terra... diceva bene il Giudice Falcone: "Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi saremmo tutti bravi e irreprensibili"!!! 
Quindi caro Gentiloni... per favore, passiamo ai fatti!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo