Translate

sabato 8 luglio 2017

ONG... ecco i primi indagati!!!


A differenza di molti, il sottoscritto aveva difeso a suo tempo l'operato della Procura di Catania, ed in particolare del Procuratore Capo Carmelo Zuccaro... attaccato ingiustamente, solo per aver fatto emergere quanto si era scoperto... 
Ora, dopo alcuni mesi, si comincia a parlare di indagini,  di atti e d'indagati...
E dire che, proprio il ministro della Giustizia Andrea Orlando, aveva ripreso le parole del nostro Procuratore capo, difendendo vigorosamente molte di quelle "Ong" che ogni giorno, trasportano migliaia di migranti nel nostro paese...
Ormai è cosa assodata che dietro a quel traffico vi sia la criminalità organizzata libica-italiana... ma soprattutto, che vi è stata una grande responsabilità politica, che attraverso questo flusso di persone, ci abbia beneficiato... garantendosi attraverso quelle strutture d'accoglienza, posti di lavoro ed un giro d'affari ed appalti, non indifferente...
Ora finalmente... dopo che il caso è esploso, dall'Europa si sta cerando di trovare una soluzione al problema... anche se finora il nostro paese è stato lasciato solo, nell'affrontare questo grave fenomeno...
Abbiamo visto d'altronde come Francia, Germania e Spagna non ne vogliano sapere... e di come l'Austria stia minacciando di mettere il proprio esercito a sbarrare i propri confini!!!
Il nostro paese di contro, riceve quotidianamente migliaia di migranti... senza sapere neppure dove posizionarli, ed intanto questa marea umana, sbarca, risiede, a volte sparisce e nessuno sa che fine abbiano fatto, vista la limitata capacità di controllo del territorio...
Si è saputo finalmente in questi giorni, che alcuni soggetti sono stati iscritti nel registro degli indagati... ovviamente c'è ancora riserbo sulle loro identità, ma che vi fosse, una regolare comunicazioni tra gli scafisti e il personale delle Ong... era una cosa abbastanza semplice da individuare, grazie agli apparati sofisticati d'intercettazione ma soprattutto, bastava esaminare con quale capacità, precisa e puntuale, quest'ultimi, riuscivano ad individuare quelle imbarcazioni precarie... in un mare immenso!!!
Aveva quindi ragione il nostro Procuratore Capo di Catania, quando all'inizio della vicenda, aveva dichiarato che vi erano delle persone che operano in mare, le quali di fatto, erano in collusione con alcuni scafisti...
Il tutto ovviamente senza voler criminalizzare, quelle corrette organizzazioni governative, che stanno svolgendo un'operazione brillante di salvataggio di vite umane in acque internazionali...
Per cui il fascicolo è stato aperto ed evidenzia l'ipotesi di reato prevista dal sesto comma dell'articolo 416 bis e cioè, "associazione a delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina", un reato che prevede una pena da cinque a quindici anni per chi promuove l'associazione e da quattro a nove per chi ne fa anche soltanto parte.... 
Purtroppo per l'ennesima volta, siamo qui ad evidenziare come, il nostro sistema giuridico, debba scontrarsi con quello politico e istituzionali... il quale a differenza del proprio ruolo, interferisce in più di una circostanza, in situazioni di cui non dovrebbe... neppure interessarsi!!! 
Ma non è la prima volta che, in questo nostro paese, qualcuno cerca d'ostacolare il lavoro dei magistrati... forse chissà perché, il business finanziario che ne deriva, è certamente più interessante di qualsivoglia indagine, che tenta di mettere in evidenza fatti corruttivi/criminali e vuole a tutti i costi, fare emergere delle verità scottanti, che si preferirebbe tenere celate... 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo