Translate

venerdì 1 giugno 2018

#boicottiamoiprodottitedeschi

Ha avuto un gran coraggio il presidente della Commissione Euroepa, Jean Claude Juncker, a dire a noi: "Gli italiani devono lavorare di più, essere meno corrotti e smettere di incolpare l’Ue per tutti i problemi dell’Italia"!!!
Minchia... ci vuole risolutezza a dire quelle parole quando proprio il suo paese, la Germania, passa soltanto a chiacchiere come onesto, corretto e inflessibile, mentre i numeri dicono tutt'altro e cioè che l'economia sommersa vale 350 miliardi di euro e le tangenti 250 miliardi di euro...

Vorrei ricordare a quel presidente (colpito sicuramente da demenza senile), alcuni scandali che hanno colpito quello suo Stato così integerrimo...
Ad esempio quanto accaduto alla Volkswagen... indagata per manipolazione di mercato nell'inchiesta nata dal filone del "dieselgate", oppure quanto rivelato dal dipartimento di giustizia americano sulle auto della Mercedes ed in particolare sull'esistenza di un software in grado di aggirare i test di omologazione dei motori a gasolio, cui si aggiungono gran parte dei modelli Audi, Seat, Skoda e dove proprio la Procura di Stoccarda, ha messo sotto inchiesta Matthias Mueller, attuale Ceo sul capitolo Porche!!!
E cosa dire su quanto accaduto alla ThyssenKrupp e alla condanna dei suoi dirigenti??? 
Continuando, forse il Presidente non ha letto quanto ha scritto Der Spiegel sul presidente della Confindustria tedesca, Ulrich Grillo, coinvolto in una serie di pagamenti di tangenti in Grecia, quando era a capo delle società Rheinmetall e Stn Atlas.
D'altronde è dai risultati dello studio di consulenza internazionale "At Kearney" che giunge il dato più interessante  è cioè che in valori assoluti, l’economia sommersa tedesca è la più consistente di tutti i Paesi europei: 350 miliardi di euro pari al "nero" di Gran Bretagna, Belgio, Svezia, Irlanda e Austria messe insieme e superiore di circa 20 miliardi al “nero” del nostro stesso paese... stimato in 333 miliardi!!!
In Germania negli ultimi anni vi sono stati numerosi crack finanziari e industriali, a riprova di comportamenti disonesti da parte di quei loro manager e politici corrotti... che superano per danni causati, quelli compiuti nel nostro Paese...
Senza tener conto inoltre di tutta una serie di ministri, segretari di Stato e cancellieri vari, che che sono passati dalla politica all'industria e viceversa e quindi per le vie giudiziarie... senza che nessuno di quegli organi d'informazione ne parla...  
D'altronde conosciamo bene storicamente, la disciplina e il rigore, a cui sono inquadrati i suoi cittadini... ecco perché da loro, i corrotti ed i delinquenti, ricevono una particolare protezione legale, affinché quei loro atti corruttivi vengano insabbiati...
E' quindi ora di dire basta a questa dittatura Tedesca e dell'Europa... sull'Italia!!!
Basta acquistare i loro prodotti taroccati... passati per buoni e poi scoperti come fossero alterati...
Basta comperare nei loro supermercati,  lasciamo a loro quei prodotti, di cui non siamo minimamente sicuri della qualità!!!
Ed ancora basta di sentirci umiliati e defraudati del nostro diritto di decidere o a quale governo!!!
Sono finiti i tempi in cui i nostri leader di centro destra e/o centro sinistra si son venduti, uno per le proprie aziende e l'altro per le proprie tasche... 
Ed infine basta con gli aiuti, che dovrebbero permetterci di sopravvivere... ma noi, non vogliamo più sopravvivere, ma VIVERE!!!
Sono quindi a chiedere ad ogni cittadino italiano "libero" di boicottare i prodotti tedeschi, quelli cioè che riportano sulle confezioni il codice a barre 400-440. 
Mi dispiace dover lanciare questo #hastag: #boicottiamoiprodottitedeschi 
Sono convinto che gli amici connazionali tedeschi, le loro industrie e i loro lavoratori, non meritano di essere colpiti da un atteggiamento così provocatorio, ma devono altresì comprendere, che qui in Italia... non ci sono coglioni o delinquenti a modello "Gomorra", ma persone perbene, che ogni giorno (pur non recandosi a Bruxelles), si alzano per andare nel proprio posto di lavoro, per rendere più dignitosa e onesta non solo questa terra, ma tutta l'Europa...
  

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Se mi vuoi seguire, inserisci qui la tua email:

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo