Translate

martedì 21 giugno 2011

Lele Mora... arrestato!!!

La guardia di Finanza di Milano, ha eseguito l'ordine di arresto nei confronti dell'impresario dello spettacolo Lele Mora per bancarotta fraudolenta. 
Il provvedimento è relativo all'inchiesta aperta sull'agente dei cosiddetti " Vip " dal Pm E. Fusco, dove gli inquirenti sospettano che parte dei fondi della LM Management ( Società di Lele Mora, prima del fallimento), siano stati spostati presso qualche conto estero, insieme forse, ad un prestito ( tre milioni di euro ) ricevuti da Silvio Berlusconi per tirarlo fuori dai suoi guai.
L'accusa è di bancarotta fraudolenta aggravata!!! 
Lele Mora, coinvolto in questi ultimi anni, da molte vicende giuridiche, quali quelle di Vallettopoli, quelle con Corona, ed ultimo il caso Ruby...; egli aveva creato, da semplice parrucchiere, dal suo quartier generale in viale Monza, un sistema ben preciso; a dimostrazione di ciò, basti vedere le condanne ricevute per i reati di spaccio di droga, favoreggiamento alla prostituzione, estorsioni ( qui viene accordata l'archiviazione, mentre Corona viene condannato..., attendiamo comunque di sapere cosa realmente ci facesse il Sig. Elkam con il transessuale e con le sostanza stupefacenti lì presenti nell'appartamento...), e nel 2000 viene condannato dal fisco per evasione fiscale per 5 miliardi di lire...
Un manager, con il vizio del proibito, ( ovviamente non mi riferisco alle proprie scelte sessuali, quelle sono libere e non mi interessano...), ma che in questi anni, godendo soprattutto della propria posizione geografica, nella quale risiedeva, tra la Lombardia e la Svizzera, ha potuto operare fiscalmente, in maniera non chiara... egli stesso ha ammesso in un interrogatorio, l'aver emesso fatture inesistenti, sempre ovviamente aumentate dai reali importi, in cambio di denaro contante. Denaro utilizzato, come abbiamo molte volte sentito in televisione, per scopi personali, regali fatti ai propri innamorati, ed altri utilizzati per l'acquisto delle residenze di pregio come quelli in Costa Smeralda (Porto Cervo e Cala del Faro) ed a Milano... 
Mora è ritenuto responsabile di una bancarotta fraudolenta aggravata nei confronti dell'erario per circa 16 milioni di euro... ed ovviamente il giudice ha ritenuto che il carcere fosse l'unica misura cautelare, idonea ad uno che ha sempre avuto la tendenza a delinquere...
Ora si cercano in Svizzera ed in altri paradisi fiscali conti offshore e quindi sono state avviate rogatorie patrimoniali..., ma quello che sembra assurdo è come gli inquirenti non siano giunti a controllare prima ed in maniera particolareggiata, un personaggio che era sempre e ovunque presente, nelle trasmissioni, giornali, radio, con un seguito di ragazzi e ragazze "VIP" ( Very Inutil Person ), insignificanti e sconosciute, che all'improvviso venivano scaraventati nel gossip ed in quei programmi demenziali, quasi sempre in televisioni di Mediaset...; l'ultimo cambiando canale, mi è capitato di vederlo su Italia1 ieri sera..., non più di 5 minuti... Tamarreide...uno schifo...
E' poi da chi è stato coperto finora..., uno che si permette di entrare ad Arcore, senza subire alcun controllo, uno che è amico di politici, giornalisti guardate Emilio Fede, che oggi scende subito per difenderlo, dicendo che lo stima molto e che " poverino "sta molto male...e la dimostrazione è l'aiuto offertogli dal Presidente Berlusconi...; non è che forse Lele Mora, conserva qualche diario segreto con appuntati tutte quelle situazioni compromettenti, che non devono emergere???
Una volta si diceva lo stesso per Andreotti... qualcuno parlava di una cassaforte che conteneva segreti e misteri degli ultimi 50 anni di Repubblica...
Chissà se anche lui, possiede dentro qualche cassetta di sicurezza, forse proprio all'estero, agende, video, audio, con nomi di amicizie e complicità, che servono oggi, attraverso il proprio silenzio, a garantirgli qualche possibilità di trattamento di favore???
Ehm...e se invece decidesse di parlare...???

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo