Translate

sabato 25 giugno 2011

Spazzatura... qual'è il vero problema???


Vi siete mai chiesti perché in Campania ed in particolare nel Comune di Napoli succede tutto questo...???
Pensate veramente che l'emergenza rifiuti sia legata alla raccolta, oppure alla gestione differenziata, ai cittadini, agli stipendi non pagati, alla burocrazia e via discorrendo...???
Cosa ha portato a questa assurda situazione???

La risposta è semplice e le responsabilità anche: politici, imprenditori, servizi deviati, camorristi e industrie del Nord... 
Sono i Miliardi che fanno gola a tutti..., ben otto miliardi di euro per l'esattezza in soli 10 anni!!! Una montagna di denaro su cui tutti  speculano, anche perché la camorra, istiga una parte della popolazione a non realizzare gli inceneritori, con la scusa di voler salvaguardare la salute, ma la verità è che non si vuole perderne il business...
Non dimentichiamoci inoltre che, le aziende del Nord, in questi 30 anni, hanno portato in Campania, una consistente parte dei rifiuti, anche e soprattutto tossici, destinati con lo smaltimento, ad inquinare quelle aree povere dell'Africa... 
Anche i nostri agricoltori hanno fatto la loro parte, trasformando i propri terreni, in rifugi per ecoballe e bidoni contenenti rifiuti liquidi, altamente tossici e capaci di inquinare le falde acquifere ed anche l'eco sistema sia fluviale che marino...; infatti in questi anni sono insorte alle popolazioni limitrofe, affezioni respiratorie acute con reazioni cutanee gravissime...

Purtroppo i cittadini, subiscono esasperati, ogni tipo di sopruso e sono costretti a dover frequentare, i reparti di oncologia degli ospedali della propria città... 
La cosa assurda è che quei poveri cittadini inermi, oltre che dover rimanere relegati a convivere con la tragedia della spazzatura, vengono, secondo i giornali e le televisioni, visti come violenti, piromani, contestatori e nemici dello Stato... per cui oltre che dover subire in maniera ingiusta, quanto succede nello loro strade, si ritrovano ad essere considerati pure " amici " della camorra...
I politici ed il controllo del territorio, inesistenti entrambi, hanno permesso la disastrosa situazione rifiuti, che oggi invece, vorrebbe essere conseguenza, degli interessi criminali, che ovviamente godono, della mancata fermezza di contrasto da parte dello Stato, che utilizza pochi mezzi economici e pratici, per poter colpire con forza ed efficacia, quanto causato dalla gestione economica dei rifiuti..., ovviamente questa giustificazione, diventa quanto mai utile, per scusare ogni genere di inadeguatezza ed empietà...
E’ quindi la politica e non la camorra, a meno che questa come la politica in essa si riconosca a decidere come gestire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nel napoletano durante gli ultimi anni. Infatti se la politica non avesse consegnato la gestione e lo smaltimento nelle mani delle Società Fibe S.p.a. e Fibe Campania S.p.a., società del gruppo Impregilo, forse la conduzione realizzata in maniera disastrosa, avrebbe potuto avere presupposti diversi, dalla attuale situazione...
Che le persone scendano in piazza, per protestare e salvaguardare e difendere la propria salute è legittimo... anche perché oggi si devono fare carico di quanto lo Stato non fa... e quindi iniziano una lotta oltre che alla camorra con le sue discariche illegali, anche con quella politica fatta di imprese "amiche" beneficiarie degli appalti, che facevano altrettanto con le discariche considerate “legali”.
Nessuno paga... in questo Stato di diritto, dove i colpevoli non vengono incriminati e dove i responsabili non pagano per i torti realizzati e di questi nomi, potremmo riempire centinaia di pagine...

Perché il Nord, dopo aver avvelenato il meridione con i propri prodotti nocivi, oggi non si fa carico della costruzione di almeno 10 Termovalorizzatori, così potremmo compensare una parte di quella spazzatura che in questi anni ci ha buttato addosso...??? Cos'è forse il Sig. Bossi, pensa che si possono avvelenare i propri cittadini??? Pensa che il percolato e la diffusione delle sostanze cancerogene sotto forma di diossina, polveri sottili, idrocarburi ed altre sostanze possano creare effetti patogeni pericolosi... e cosa saranno mai..., almeno bilanceremo tra Nord e Sud le patologie e le morti causate da tali analoghe circostanze...
Impregilo, le costruisca al Nord queste bellissime centrali e si tengano pure il ricavato della produzione d'energia elettrica..., noi continueremo a pagarla l'energia... nessun problema..., meglio restare ciechi perché al buio, che avere la luce, da non poterla vedere... perché ciechi!!! 
Le società create ad hoc, per pubblicizzarci questi mirabolanti inceneritori, non hanno mai realizzato veri studi di settore, in particolare sugli effetti causati alle popolazioni locali, adiacenti tali impianti...; giornali e televisioni hanno però dimenticato di dire, che l'utilizzo in pratica dell’incenerimento dei rifiuti non contiene nulla d’innovativo, infatti mentre l’Italia sta spendendo tutte le proprie energie nella costruzione di questi impianti, nel resto dei paesi cosiddetti sviluppati l’incenerimento trova sempre meno consensi, al punto che perfino gli Stati Uniti ed il Giappone (le nazioni in passato più propense ad incenerire i rifiuti) da anni non stanno più costruendo nuovi inceneritori ed hanno iniziato a demolire quelli vecchi...

Non dimentichiamoci inoltre, che la costruzione di un inceneritore, elimina ogni prospettiva di gestione virtuosa del ciclo dei rifiuti, in quanto annienta la raccolta differenziata, distruggendo elementi riciclabili come la plastica, il legno, la carta ed il cartone che più gli sono necessari per produrre le alte temperature alle quali opera...
Speriamo che in maniera celere, la Regione Campana, possa trovare la soluzione ad un problema che con l'estate, diventerà sempre grave e pericoloso...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo