Translate

lunedì 1 settembre 2014

Assegnazione dei beni confiscati??? Soltanto un problema!!!

C'è lentezza nell'assegnazione dei beni confiscati è quanto dichiarato dall'ex Capo della Direzione Nazionale Antimafia, oggi Presidente del Senato, Pietro Grasso, in questi giorni in visita a Palermo...
Si è voluto ricordare l’imprenditore Libero Grassi, che il 29 agosto di 23 anni fa venne ucciso in via Vittorio Alfieri dalla mafia per per essersi pubblicamente rifiutato di pagare il pizzo...
Durante l’iniziativa il Presidente ha dichiarato aspramente che “ la lentezza nell'assegnazione dei beni confiscati è un problema ed allo stesso tempo, affidare questi beni ai Comuni senza alcun progetti di rivalutazione è un modo parziale - aggiungerei per non dire del tutto inutile - di utilizzarli”
Bisogna far fruttare al massimo i beni confiscati, sfruttando le loro potenzialità, abbiamo migliaia di giovani volontari e dobbiamo cercare di potenziare tutta questa volontà dei ragazzi di partecipare alla lotta a cosa nostra. – ha aggiunto Grasso – agevolando i progetti come fa proprio l'associazione Libera...
Il coraggio di Libero Grassi  non può essere dimenticato e resta ancora il simbolo di una lotta che non si è mai esaurita, se si considera che ancora oggi, dopo più di vent'anni, si continua ovunque a pagare il pizzo alla mafia...
Aveva detto in una diretta Tv dell'11 Aprile 1991... lo stesso Libero Grassi: io  non divido le mie scelte con i mafiosi, non sono pazzo e non mi piace pagare!!! 
Un guanto di sfida lanciato alla mafia, da un uomo che diventa così sinonimo di "cattivo esempio" per tutti i commercianti e quindi un'uomo che doveva pagare con la propria vita quel gesto coraggioso... ed è per quella frase, per quella sua lotta vera, per quei sani principi di legalità e libertà, che ha dovuto pagare con la propria vita...
Oggi sono in tanti a commemorare la sua morte... in particolare coloro che avrebbero dovuto fare in modo che quanto avvenuto, non avrebbe dovuto compiersi...
Ma questa è la nostra Italia, si discute molto... ma si fa sempre poco, anzi, in verità non si fa proprio nulla!!!
Perché in fondo è così che va... dopotutto tutto il sistema è colluso ed è per questo che non si riesce mai a modificare nulla... e non serve arrestare e condannare... le nostre carceri sono strapiene di detenuti - senza voler aggiungere delle condizioni intollerabili e di mancanza di dignità in particolare per quanti oggi che debbono scontare pene lievi per reati che nulla centrino con gravi situazioni criminali, legate ad avvenimenti per appartenenza ad associazioni mafiose... -  che alla fine, vengono tranquillamente sostituiti con altri... ed il sistema continua in maniera equivalente!!!
Non è più quel seme che doveva germogliare... questo col tempo è diventato un'arbusto i cui rami hanno diversificato verso nuove diramazioni, inglobando al loro interno soggetti "al di sopra di ogni sospetto", che pur facendo parte di quelle categorie cosiddette "garanti di legalità", non denunciano, anzi, partecipano con i loro uomini "attivamente" affinché quella collaudata macchina del malaffare, possa proseguire senza alcun ostacolo... 
Del resto, come diceva Libero Grassi, l'insegnamento è quello di fare ognuno di noi, la propria parte, da cittadini liberi, affermando sempre la legalità e difendendo con forza i propri diritti e certamente anche il proprio dovere!!!.   

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo