Translate

giovedì 18 settembre 2014

La Sicilia come la Scozia!!!


Siamo quasi cinque milioni, precisamente... 4.999.932 l'8,4% della popolazione nazionale... stranamente per similitudine, identica ai quasi cinque milioni di scozzesi, che oggi 18 settembre, si presenteranno alle urne per decidere se la loro regione debba diventare un paese indipendente...

Una vera rivoluzione storica, che sin dai tempi di Maria Stuarda ( Regina di Scozia ) tentò di eliminare Elisabetta (Regina d'Inghilterra), organizzando vari complotti per assassinare la rivale cugina Inglese e poterne così prenderne il posto...
E' quindi, non si tratta soltanto di un passaggio economico finanziario quello che spinge oggi la popolazione a ricercare l'indipendenza, ma c'è una ragione storico sentimentale che va avanti da secoli... e precisamente da 300 anni fa, cioè da quando fu annessa nel 1707 all'Inghilterra formando così il Regno Unito di Gran Bretagna, oppure se vogliamo tornare ancora più indietro, quando nel 1314 con la battaglia di Bannockburn (23-24 giugno 1314 ) gli scozzesi realizzarono una vittoria decisiva che produsse come conseguenza, la restaurazione de facto dell'indipendenza della Scozia dall'Inghilterra, proclamata poi de jure, nel 1328, con la firma del trattato di Edimburgo-Northampton, diventando di fatto un paese sovrano per i quattro secoli a venire...

Vedremo quindi come andrà a finire ed il premier scozzese Alex Salmond, leader dello Scottish National Party, il partito appunto nazionalista che si batte per l'indipendenza sembra molto ottimista... non a caso ha voluto che il referendum si svolgesse proprio nel settecentesimo anniversario di quella epica vittoria militare... 
Certamente non sarà facile... ma una eventuale vittoria dei secessionisti cambierebbe di molto il quadro delle politiche in Europa... 
Ovviamente le ragioni, come dicevo sopra non sono soltanto sentimentali, ma dietro ci sono le risorse di una regione, in particolare quella del mar del nord, dove sono presenti bacini di petrolio immensi, che se gestiti direttamente farebbero accrescere economicamente la Scozia...
Cosa dire mi sembra di parlare della Sicilia, di quello stato sovrano che fino al 1861 prima dell'invasione dei Savoia che aiutati da Garibaldi, hanno riunito sotto la loro bandiera il nostro paese... ed abbiamo visto anche a quale prezzo...
Certamente oggi, qualche mio conterraneo, potrebbe obbiettare che, voler chiamare indipendenza quella realizzata sotto il regno dei Borboni, non è sicuramente corretto..., ma allora chiedo... ma perché quella subita dai Savoia prima e da quanti finora ci hanno governato da Roma si può chiamare libertà???
Posso essere d'accordo, solo e soltanto, se mi parlate della mala gestione della nostra "autonomia" e di quei "Governatori" che negli anni ne hanno distrutto la bellezza ed il patrimonio... ma per il resto... quale vantaggio ha avuto ancora oggi la nostra regione ad essere legata ad un paese che ci ha da anni abbandonato...
Guardate le nostre infrastrutture... distrutte e non parliamo di quelle inesistenti..., non voglio farvi l'elenco di tutto ciò che non va... tanto conoscete bene il territorio nel quale vivete e se va bene a voi... immaginate a chi sta a Roma o in Nord Italia...
Certo sono in molti ad avere paura da questa eventuale secessione... diranno che non giungeranno più finanziamenti, sostegni, appoggi finanziari, investimenti esteri, ecc... la stessa preoccupazione che oggi manifestano gli Inglesi agli Scozzesi... promettendo aperture ed autonomie se continueranno a farsi governare...
E' logico che la preoccupazione da parte degli stati europei non è soltanto rivolta alla Scozia, ma a tutti quei paesi che da sempre richiedono a gran voce la propria autonomia... vedasi i Paesi Baschi, l'Irlanda del Nord,  la Catalogna, ed anche paesi come il Texas e la California, l'indipendentismo fiammingo...e cosa dire dalle nostre parti con l'Alto Adige, i separatisti sardi e con la Lega che da sempre pressa per una secessione dall'Italia...
Ed allora a cosa serve essere uniti se anche nel nostro paese lo spirito di secessione è così forte e presente... per quale logica dobbiamo stare uniti con lo stivale... quando da sempre la natura ci ha voluto tenere separati...???
 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo