Translate

lunedì 8 settembre 2014

Fuori... Montezemolo

Avevo iniziato a scrivere questo articolo già al secondo Gran Premio di quest'anno... poi era rimasto nel dimenticatoio... ma ieri, dopo l'ennesima disfatta... ho deciso di pubblicarlo...
Cosa dire dopo sei anni che non vinciamo... senza tener conto che non vinciamo un mondiale pilota da almeno 10 anni... già dal 2004 ai tempi in cui c'era Schumacher... è troppo!!!
Ma non dobbiamo meravigliarci... Montezemolo rappresenta perfettamente il nostro paese... o ancor meglio i suoi Dirigenti.
E' dall'anno 2007-2008 che la Ferrari appunto non vince un titolo o meglio quello vinto nel 2008 ( mondiale costruttori ) vinto ai punti 161... soltanto perché matematicamente furono tolti dei punti alla McLaren, dovuti alla famosa vicenda della spy-story che ha visto il team inglese condannato ad una multa pecuniaria di 100 milioni ed all'azzeramento dei punti nella classifica costruttori... ma non quella dei piloti, da allora niente... 
Ora mi chiedo ma cosa ci sta a fare un dirigente che non vince... perché non si ritira farebbe più figura... ed invece no... è come tutti gli altri non se ne vuole andare, giustamente penserà... ma perché debbo rinunciare ad uno stipendio d'oro e ad un posto carismatico... se tanto alla fine qualcuno mi permette di stare qui???
La famiglia Agnelli... ovviamente, è grazie in particolare alla amicizia che la famiglia teneva con l'allora Avvocato Gianni... che gli ha permesso di stare prima dietro di lui ed oggi ovviamente dietro ai nipoti..., permettendogli di continuare a godere di benefici certamente immeritati visti i risultati...
Già perché se consideriamo che dal 1991 ad oggi... sono 23 anni la Ferrari ha vinto soltanto 8 Mondiali di cui solo 7 per piloti... ne capirete meglio il fallimento,,,
Vedere Alonso parcheggiare la propria monoposto e successivamente dichiarare: speranze di vedere la Ferrari vincente in questa stagione? No!!! la dice tutta su quanto sconfortante sia il futuro in casa Maranello...
La cosa assurda che dopo tutti questi fallimenti... proprio pochi giorni fa, abbia dichiarato la propria disponibilità a firmare ancora per un'altro triennio con la Ferrari... ma per favore neanche tre minuti gli farei firmare... ed altro che liquidazione milionaria... io detrarrei le somme percepite quale "ingiusto" compenso... per tutti i danni causati dalla sua amministrazione!!!
Se continua così, con questa gestione a modello "Gattopardo" - e poi come dargli colpa, egli rappresenta quell'antica aristocrazia... vecchia nobiltà decrepita che ancora tenta di riproporsi, sfruttando vecchie amicizie e legami familiari... - anche la Ferrari prima o poi verrà venduta a qualche società Cinese o Medio Orientale...
Per fortuna che qualcuno comincia a ragionare - come vado da sempre ripetendo... siamo tutti importanti ma nessuno è indispensabile - e finalmente queste parole sono state anche pronunciate dall'Amministratore Delegato che detiene la proprietà di Ferrari e cioè da Marchionne che nel corso del forum " Ambrosetti " ha dichiarato che ci sono due elementi della Ferrari che sono importanti: il primo sono i risultati economici, il secondo la gestione sportiva, l'una lega l'altra e questi risultati indecorosi non fanno altro che screditare l'immagine stessa della casa costruttrice...

Così è la vita... imparare a dirsi addio... 
Credo che siamo giunti alla fine di questo rapporto... finalmente... e speriamo che la Ferrari cambi rotta, guardando alla meritocrazia (che poi era il principio sacrosanto di tutte le scelte dell'Ing. Ferrari) e puntando su quegli uomini diversi... che abbiano dimostrato nel corso di questi anni professionalità e soprattutto capacità!!!
Lasciamo i titoli e le onorificenze a coloro che li desiderano o ne rimpiangono gli antichi splendori... puntiamo invece su persone capaci, che non godendo di alcun particolare privilegi familiari e/o di casta, hanno saputo dimostrare di voler lavorare con l'unico scopo di riportare questa nostra ( non si sa ancora per quanto altro tempo... ) Ferrari, nei posti in cui merita di stare...  

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo