Translate

mercoledì 22 luglio 2015

Ma quando un Governatore della Regione Sicilia... diverso???


Tutto sembra nascere da una intercettazione che dice: "Lucia (Borsellino) va fatta fuori come suo padre"...
E' il mensile Espresso ad aver svelato l'intercettazione incriminata..., ma ad oggi, di quella frase, non sembra essercene l'ombra!!!
Certamente se dovesse saltare fuori, credo ci sia poca speranza che il Sig. Rosario Crocetta possa continuare a fare ancora politica... anzi in quel caso, si dovrebbe allontanare definitivamente dei pubblici uffici, già... sarebbe il minimo.
Ciò che però risulta strano è che - da alcune verifiche da parte della procura - sembra che di questa intercettazione, non ve ne sia traccia...
Allora mi chiedo... cosa sta succedendo???
Siamo dinnanzi ad un nuovo "De Silva" della situazione???
Può essere che ci sia il pallino dei servizi segreti, deviati o quant'altro che abbiano deciso ( chissà poi per quali motivi) di far fuori il presidente Crocetta???
Ed ancora, quanto richiesto dallo stesso, direttamente al mensile l’Espresso, mi sembra opportuno e legittimo: se ha questo materiale, lo consegni alla magistrature!!!
E' difficile intuire come, intercettazioni così delicate, possano essere consegnate a giornalisti senza che nessuno s'accorga di nulla..., debbo pensare che forse, quanti predisposti all'ascolto delle intercettazioni, facciano di queste registrazioni, uso personale, chissà... forse per arrotondare il proprio stipendio???   
Dopotutto il direttore del settimanale, Luigi Vicinanza, ha difeso l’articolo ad oltranza... sostenendo che un suo redattore, ha potuto ascoltare l'intercettazione e l'abbia trascritta da un atto "secretato".,, alla faccia della riservatezza!!!
Ma..., se per sfiduciare un presidente, si doveva progettare un modello "Watergate" tipo quello avvenuto per l'ex Presidente della casa bianca, Richard Nixon, mi sembra... un po tutto... esagerato.  
Crocetta ora parla di "golpe", ma anche lì,  si da l'impressione di voler enfatizzare...  anche perché di questa sua gestione, per come la chiama lui... "primo governo antimafia", dobbiamo dire...si è visto pochissimo..., una lotta ( se c'è stata...) con il contagocce... lieve, talmente leggera che non è stata nemmeno avvertita dai cittadini...
Se dovessimo pesare concretamente il lavoro svolto o la lotta fatta per quei principi di legalità, allora sarei il primo a dirgli... presidente, per favore, cambi lavoro... si dimetta, non sentiremo la sua mancanza... come non abbiamo più sentito la necessità di sentire parlare dei tuoi predecessori...
Sono d'accordo su due cose:
- la prima, quella di poter vedere ( prima di passar ad altra vita...)  questa nostra terra completamente riformata, con individui estranei alla politica... e lontano da quegli intrecci con quel sistema malavitoso; non posso desiderare certamente un "golpe"... ma qualcosa che intervenga con decisione e ponga definitivamente fine a questo clientelare modo d'operare... che ci sta ormai conducendo, verso il fallimento!!! 
- la seconda, e riprendo le parole di Rita Borsellino, che in tutta questa vicenda è emerso, solo e soltanto...squallore, ribrezzo per quelle parole riportate...
E' proprio questo atteggiamento che si deve invertire, questo modo d'essere che va cambiato...
Diceva Paolo Borsellino:
L'equivoco su cui spesso si gioca è questo: si dice quel politico era vicino ad un mafioso, quel politico è stato accusato di avere interessi convergenti con le organizzazioni mafiose, però la magistratura non lo ha condannato, quindi quel politico è un uomo onesto. E no! Questo discorso non va, perché la magistratura può fare soltanto un accertamento di carattere giudiziale, può dire: beh! Ci sono sospetti, ci sono sospetti anche gravi, ma io non ho la certezza giuridica, giudiziaria che mi consente di dire quest'uomo è mafioso. Però, siccome dalle indagini sono emersi tanti fatti del genere, altri organi, altri poteri, cioè i politici, le organizzazioni disciplinari delle varie amministrazioni, i consigli comunali o quello che sia, dovevano trarre le dovute conseguenze da certe vicinanze tra politici e mafiosi che non costituivano reato ma rendevano comunque il politico inaffidabile nella gestione della cosa pubblica. Questi giudizi non sono stati tratti perché ci si è nascosti dietro lo schermo della sentenza: questo tizio non è mai stato condannato, quindi è un uomo onesto. 
Ma dimmi un poco, ma tu non ne conosci di gente che è disonesta, che non è stata mai condannata perché non ci sono le prove per condannarla, però c'è il grosso sospetto che dovrebbe, quantomeno, indurre soprattutto i partiti politici a fare grossa pulizia, non soltanto essere onesti, ma apparire onesti, facendo pulizia al loro interno di tutti coloro che sono raggiunti comunque da episodi o da fatti inquietanti, anche se non costituenti reati.
Paolo Borsellino - 26 gennaio 1989.


Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo