Translate

domenica 26 luglio 2015

Una porcata a danno della libera informazione...

Ci aveva provato a suo tempo il Cavaliere senza per fortuna riuscirci ed oggi, incredibilmente, ci riprova l'attuale governo di centro sinistra...
Da ciò si evince, che non è una questione politica o di colore..., ma il marcio di questo paese... transita come un pendolo, su quella linea che va dall'estrema sinistra, all'estrema destra, attraversando sinistra, centro e destra... 
Qualcuno ancora libero si salva... e contrasta questa proposta di legge "bavaglio" che ha quale unico fine, quello di limitare la libera informazione... 
Mi chiedo... che faranno...???
Ci arresteranno tutti... ma veramente pensano che così facendo,  nessuno scriverà più..., le informazioni verranno buttate al rogo, perché mi sembra che questo governo abbia deciso di adottare quelle stesse regole tedesche del 10 Maggio del 1933, quando il ministro della Propaganda del Reich, Joseph Goebbels dichiaro dinnanzi al rogo di Berlino, nella Opernplatz: da queste ceneri rinascerà la fenice di una nuova era. Oh, secolo! Oh, scienza! È un piacere essere vivo!
Oggi qui da noi sembra ripetersi la storia... 
Non si vuole la trasparenza... non si vogliono pubblicare le intercettazioni ( abbiamo visto come quelle tra l'ex presidente Napolitano e l'ex ministro Mancino sia state distrutte... perché mi chiedo... cosa c'era in quelle registrazioni da non poter essere divulgate... le hanno definite, segreto di stato... ma di quale stato... di quello che faceva accordi con la mafia....????), le stesse, che hanno permesso di far conoscere ai cittadini, quei casi di corruzione e malaffare, di pagamenti di tangenti e soprattutto di tutti quegli scandali politici.
Ma chi vogliono prendere per il culo... qui non si tratta di riservatezza... di privacy, qui c'è in gioco la libertà dell'uomo, della cultura, come scrisse Heinrich Heine "là dove si bruciano i libri si finisce per bruciare anche gli uomini"...
Si ha paura delle intercettazioni visive e telefoniche ( la pena, se passasse tale proposta verrebbe elevata fino a 4 anni per riprese o registrazioni di conversazioni fraudolentemente) ovviamente, ciò viene realizzato, perché si ha qualcosa da nascondere o da temere...
Si vogliono punire quei giornalisti "liberi" che non si fanno condizionare ( già quelli ancora rimasti... sono così esigui di numero, che si ha difficoltà a trovarli... immaginiamoli se questi pochi e limitati, venissero....bloccati...) che attaccano i politici ed i loro partiti..., che evidenziano quel sistema clientelare/mafioso che divide tangenti, protegge i figli di questi uomini delle istituzioni (che fanno man bassa di regali), che spartiscono mazzette, che vengono corrotti con ville e appartamenti prestigiosi.... abbiamo visto come il nostro paese sia stato colpito da quel virus chiamato malaffare, dove sprechi e distruzione dell'ambiente sono ovunque... ( ci siamo già dimenticati... dell'alta velocità, expo. mose, tav, mafia capitale, di quei soldi pubblici utilizzati dai partiti tra cui l'ex lega nord della famiglia Bossi, ed ancora i centri migranti, le infrastrutture stradali ed autostradali, metropolitane, e questi sono solo alcuni esempi...).
Una cosa è certa, da Tangentopoli ad oggi non è cambiato nulla, anzi è soltanto aumentato il numero di quei "ladri”, che ancora oggi, si permettono (grazie a questa nostra legislazione) di circolare liberamente, come se nulla fosse... ed ora si pretende, di voler far stare zitta... la libera informazione!!!
E' passato il tempo dei reggimi totalitari... intraprendere questa strada potrebbe rappresentare per qualsivoglia governo, una "buccia" pericolosa sulla quale potrebbero scivolare e poi non rialzarsi più...
I cittadini sapranno difendere a momento opportuno quella libertà d'informazione e non ci sarà legge che permetterà di limitare quello scambio di notizie, intercettazioni e informazioni, che attraverso la rete, potrà e saprà, continuare sempre ad esistere!!!
Non sono solo i roghi di libri che mi preoccupano... sono i libri che non saranno mai scritti. I libri che non saranno mai letti. E tutto a causa del timore di censura. Come sempre, i giovani lettori saranno i veri perdenti.

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo