Translate

martedì 23 maggio 2017

Ricordando Falcone: gli attuali uomini delle Istituzioni si rivolgono ai ragazzini di oggi... ma vorrei dire loro, cosa è stato fatto in questi 25 anni???

C'è una frase che più di altre ritengo perfetta per questo nostro paese... e a dirla è stato proprio il giudice Falcone: "Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare..."!!!
Difatti, a cosa serve parlare, discutere, promettere, quando poi in concreto tutto il sistema criminale è rimasto in questi anni inalterato...
Sono passati esattamente venticinque anni da quel terribile 23 maggio 1992 e cosa è cambiato???
Ah.. si... vero... sono stati arrestati i boss Riina e Provenzano e quanti hanno partecipato a quella strage di Capaci, strano che comunque, alcuni di quei soggetti, siano nel contempo diventati collaboratori di giustizia... 
Oggi per ricordare l'anniversario della morte del giudice, della moglie e di alcuni componenti della scorta... sono stati organizzati a Palermo i soliti incontri: mostre, spettacoli e l'approdo al porto della "nave della legalità"...
Ovviamente, sono tutti invitati, uomini e donne delle Istituzioni... che preferisco non elencare, d'altronde ritengo che, oltre ad essere in troppi, alcuni di essi potevano starsene tranquillamente a casa...  
Il sottoscritto infatti, avrebbe voluto esclusivamente vedere a quegli incontri i familiari delle vittime o quanti fortunatamente da quelle azioni criminali, si sono salvati...
Ecco che di sorpresa inizia in sottofondo a suonare una musica... è la canzone di John Lennon (Imagine), suonata dai bambini di una scuola elementare con indosso ciascuno la maglietta della legalità, a cui fanno da contorno tutti gli altri ragazzi, con manifesti e palloncini colorati che riportano una frase: "grazie per averci insegnato il coraggio di lottare e diamo un taglio all'illegalità!!!
Ha detto bene la sorella del giudice (Maria) a quei ragazzi: "voi siete la speranza"...
Ma io vorrei aggiungere...
Dove sono oggi i ragazzi d'allora, quelli che avevano 18/25 anni e che ora hanno all'incirca la mia età... cinquantanni...
Già, cosa hanno fatto di concreto in questi anni per questa società o per combattere la mafia...??? 
Non dobbiamo dimenticarci che tra loro, vi sono dei degni rappresentanti politici, soggetti che ci hanno governato non solo a livello Nazionale, ma nello specifico, presso la nostra Regione Siciliana...
Deputati, assessori, dirigenti, consiglieri, veri e propri uomini delle istituzioni e ditemi... che cosa hanno fatto di concreto per contrastare la mafia, la corruzione, tutta questa illegalità ormai diffusa a tutti i livelli... ditemi...???
Ed oggi quindi... cosa si fa...??? Si ripetono nuovamente quei gesti??? 
Si chiede a queste nuove generazioni di ragazzi, di essere artefici del loro cambiamento, di rappresentare la speranza, quando però allora... quegli stessi ragazzi, genitori di quelli di oggi, non sono stati capaci di far nulla, anzi si sono venduti a quel sistema clientelare/politico/mafioso che con una manciata di pasta, si è comprato la dignità dei siciliani...
Quante belle parole che vengono dette da tutti, ma quando c'è "da rimboccarsi le maniche... già, quando c'è da pagare un prezzo"... loro cosa fanno, evitano la lotta!!!
Sono come giullari di quel sistema... almeno il sottoscritto è così che li vede;  fanno soltanto ridere e d'altronde si vede come in questi anni nulla sia cambiato...
La mafia, ha continuato a dominare questa nostra terra tranquillamente, grazie all'esiguo contrasto sia delle istituzioni, ma soprattutto dei cittadini... 
Sì... è proprio grazie ai voti dei cittadini che accadono queste cose... (guardate infatti le porcherie che stanno accadendo in questi giorni di campagna elettorale...), agli appalti concessi alle imprese amiche (affiliate agli "amici degli amici"...), alle numerose tangenti e mazzette distribuite all'interni degli uffici pubblici... d'altronde è quanto ben sapete, ma ora fate finta d'ignorare e disconoscere!!!
Sono stanco di vedere ogni anno queste celebrazioni... fate come me, ponete nel vostro cuore il giudice e cercate di mettere in atto quei suoi insegnamenti e quando avete un momento di sconforto osservando quanto accade quotidianamente intorno a noi, guardate le sue foto nella vostra stanza e vedrete che ritornerete... ancor più forti di prima!!!   

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo