Translate

lunedì 13 settembre 2010

Scioperano i Milionari...

Ebbene si...non ci credereste ma anche i nostri calciatori, ultramilionari scioperano!!!
Sembra assurdo che in un momento di crisi come questo, dove le persone ormai totalmente indebitate, gente che non riesce a trovare anche il più miserabile dei lavori, precari che resteranno con questa politica e questo sistema...precari a vita, operai che scioperano da anni senza avere alcuna possibilità di riprendere il proprio lavoro, gente che quotidianamente perde il proprio posto di lavoro o che non percepisce le proprie spettanze da mesi...e quì invece c'è gente che con tutti i Miliardi in vecchie lire...oggi milioni, che percepiscono, decidono o meglio vorrebbero scioperare...
Io li farei scioperare a vita!!! Li manderei insieme a tutti i nostri politici a zappare presso le nostre campagne...così comincerebbero a capire cosa significa lavorare sul serio e non godere di tutti i vantaggi di cui oggi godono...
E' una questione assolutamente assurda e soltanto in Italia poteva presentarsi... da Noi soltanto infatti, personaggi inutili, se non per il mega business pubblicitario e miliardario che li circonda, per saper dare quattro calci ad un pallone e neanche tanto bene..., c'è gente che gioca molto meglio, ma che non ha la fortuna d'emergere... e si ritrova a dover rinunciare ai propri sogni e a dover ripiegare su un lavoro rispettoso ma che certamente non porterà i benefici di cui sopra...
Pensate infatti che quanto guadagna in un giorno un giocatore come Ibraimovic, Ronaldinho, Robinho ecc..., è l'equivalente di un anno del vostro lavoro!!! Si infatti se dividete 8.000.000 di Euro l'anno per i 365 giorni otterrete esattamente circa 20.000,00 euro più o meno quanto guadagna un operaio in un anno...
Io sarei felice se per un momento tutto quanto potesse arrestarsi... vedere annullare per un momento questi enormi benefici a discapito delle persone normali che in un modo o nell'altro partecipano perchè ciò avvenga... e per un momento desiderei vedere i tifosi unirsi, non per protestare per caz... quali la tessere del tifoso, bensi per i propri beniamini che indirettamente non rappresentano in maniera leale e corretta quanto una loro passione, abbia fatto prendere il sopravvento al vile denaro in nome di una cosiddetta professione... 
Le società di calcio debbono finire di fare le "mamme"; bisogna imporre dei limiti a tutti i calciatori... in modo tale che vengano anche equiparate le condizioni fra essi, senza diversità e scompensazioni esponenziali e soprattutto che le stesse società in tal maniera possano in breve rientrare delle parti debitorie presenti oggi, in maniera assurda nei loro Bilanci!!!
Dopotutto il gioco del calcio è fatto da 22 giocatori e non da uno o più fuoriclassi...infatti è con l'armonia di tutti che si vince e non aspettando il colpo di genio del singolo giocatore...
Lo stiamo vedendo proprio in questi giorni dove squadre che fino a pochi giorni fà giocavano in Serie B... strapazzano come uova, le nostre blasonate squadre di Serie A... 
Bisogna oggi imparare dal Cesena, Brescia, Bari, Chievo e Catania che puntano sul rilancio dei giovani, ricercano l'investimento nel proprio settore giovanile, nel proprio centro sportivo, nel raziocinio dei contratti con i propri giocatori e nella ricerca anche all'estero di ragazzi umili che sperano di venire in Italia...
Il calcio è una passione è va fatto da persone che hanno stima per esso e che hanno voglia di sacrificarsi...e soprattutto divertirsi, rinunciando a volte a propri diritti economici ed a quanto a volte i contratti prevedono!!!
Esiste una parola chiamata "onore" che và sempre anteposta a una chiamata  " vergogna"...       


Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo