Translate

venerdì 18 novembre 2016

Se Catania vuoi ripulire... Matteo Renzi devi far venire...

Circa un mese fa, percorrevo insieme a mia figlia, Via S. Sofia...
Per chi non lo sapesse... è la strada che costeggia il nostro Policlinico di Catania... 
Una zona importante per la presenza di alcune sue facoltà universitarie, per gli impianti di ricerca ed anche per i centri sportivi... 
La strada è inoltre una importante arteria di collegamento con i paesi etnei, l'autostrada, Gravina di Catania, ed alcuni quartieri periferici...
Negli anni questa doppia corsia a senso alternato, ha subito alcune varianti... 
E' stata per esempio predisposta, tra le due carreggiate, un percorso preferenziale per gli autobus, li chiamano BRT, i quali collegano la periferia con la città in maniera celere, viste le poche fermate che compiono; certamente l'idea non era male... peccato però che, la maggior parte dei miei concittadini, preferisca ancora utilizzare il proprio mezzo di trasporto per recarsi a lavoro!!!
Negli anni questa strada, a causa di una mancata manutenzione, si è trasformata per chi l'attraversa in un vero e proprio percorso ad ostacoli, molto pericoloso...
I dissuasori posti a limitare la corsia dell'autobus, sono stati quasi tutti divelti ed i pezzi residui sono anni che sono presenti lì per terra, senza che nessuno li tolga; analoga situazione per i cordoli in pietra lavica, posti per delimitare le strade; le aree a giardino totalmente rovinate, molte di esse non esistono più e dei marciapiedi, meglio non parlarne, il rischio di cadute è più certo... che probabile. 
Inoltre negli anni, i cosiddetti "furbetti", per evitare di raggiungere la rotatoria e/o "torna-indietro", preferiscono attraversare a 90° il tratto di strada, demolendo quanto incontrano nel loro percorso...
Le stesse barriere, improvvisate con tubi in acciaio, poste a delimitare alcuni di quei varchi, hanno avuto negli anni, una funzione minima di moralizzatore dei costumi...
Non parliamo del giardinaggio, quel poco verde presente ed i pochi alberi, sono lasciati al loro naturale destino, a vederli... offrono un'immagine desolante.
Se poi si aggiunge che nell'attraversare quel tratto stradale, si rischia di uscire fuori strada o di forare una gomma a causa delle caditoie poste nel mezzo della carreggiata, quest'ultime d'altronde realizzate senza alcun criterio professionale e posate da operatori, che certamente, prima di questo compito facevano tutt'altro, ecco che, dopo aver sopportato in questi mesi la visione di quel degradamento, ho deciso di fotografare la situazione di quei luoghi, per trasmettere successivamente una segnalazione d'imbarazzo al nostro Sindaco di Catania...
Mia figlia stessa osservando quanto stavo realizzando, mi ha chiesto: papà scusa, ma cosa stai facendo??? Ma perché ti sei fermato a fotografare questo schifo???
Ed allora giunto a casa ho iniziato a preparare la nota da inviare, che purtroppo, per motivi vari, nei giorni seguenti, non ero riuscito a completare...
Comunque, quando la missiva era quasi pronta, mi sono nuovamente trovato a passare da questa strada...
"Incredibile", anche mia figlia mi guardava basita, tanto che mi disse "l'hai spedita vero...???"
Risposi no... e anch'io sorpreso, mi accorsi che la strada era totalmente ripulita e mentre la percorrevo, ho visto alcuni operai che potavano gli alberi, sistemavano i cordoli, ecc..
Mia figlia mi guardava negli occhi... era come se mi volesse dire qualcosa, chissà avrà pensato che per una volta ( i figli dopotutto credono sempre che i genitori sono infallibili... crescendo poi si cambia opinione...) mi fossi sbagliato, perché c'era chi aveva pensato di fare quanto era di propria competenza...
Io stesso, ammetto di essere rimasto leggermente deluso, perché mai mi sarei aspettato che in maniera così celere, quei miei pensieri critici, potessero trovare una soluzione così rapida...
Mi pentivo di aver pensato male... ed eliminai la nota che avevo preparato... ( anche se, considerando la cura con la quale l'avevo scritta -in cui manifestavo il mio attaccamento per questa città- mi dispiaceva distruggerla, ma andava fatto, perché mi ero sbagliato...).
L'indomani pomeriggio, ne ho approfittato per entrare in un noto bar del centro... per prendere il mio quotidiano tè delle cinque...
Mentre ero lì, ho preso il quotidiano "La Sicilia", non avevo ancora ascoltato in radio le notizie... quando in maniera inattesa, leggevo che il presidente Renzi era giunto a Catania ( avevo già letto la notizia ma mi era passato di mente...) per inaugurare la nuova Torre Biologica di Catania... intitolata al Prof. Lanteri...
Sapete dove...??? Proprio in Via S. Sofia...!!!
Ora capisco la pulizia, gli operai, i lavori... tutto perché giungeva il nostro Presidente del Consiglio!!!
Il nostro Sindaco è stato veramente bravo: ha dimostrato di saper nascondere la polvere sotto il tappeto...
Un vero peccato che Matteo Renzi se ne sia andato... (no, tranquilli non sono impazzito...), però sapere che quando egli viene a far visita questa nostra città, qualcosa finalmente si realizza... ecco che quanto sopra, non è considerazione da poco!!! 
Ma ormai da tempo ho compreso (dopo essermi allontanato da questa mia terra) come nulla è cambiato, anzi tutt'altro...
Già quel famoso detto, "chi di speranza vive... disperato muore", mi accorgo ogni giorno di più, di quanto sia perfettamente calzante, per questa nostra meravigliosa Catania!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo