Translate

venerdì 2 giugno 2017

2 Giugno: festeggiamo questa Repubblica fondata sull'illegalità!!!

C'è una cosa che più di tutte mi da il voltastomaco...
E' vedere questa ipocrisia nelle facce dei nostri governanti... 
Si presentano dinnanzi alle televisioni nazionali, per propagandare se stessi, simulando di voler esprimere alti valori morali... di cui propriamente manca la nostra democrazia e dove proprio essi, ne rappresentano la personificazione...
"L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione"..
L’articolo 1 fissa in modo solenne il risultato del referendum del 2 giugno 1946: l'Italia è una Repubblica!!!
Ditemi, in quelle due frasi, che cos'è manca...???
Entrambe le condizioni!!!
Nella repubblica la sovranità, come ribadito nel secondo comma dell'art.1, appartiene al popolo, in nome del quale si legifera e si giudica senza che nessuno sia posto al di sopra della legge!!!
Mi sembra di poter dire... che quanto avviene nel nostro paese... è precisamente tutto l'opposto!!!
Infatti, se analizziamo i tratti caratteristici successivi, troviamo:

  • L’elettività...
  • La temporaneità delle cariche pubbliche...
  • L'accesso ad esse non avviene per ereditarietà e per appartenenza dinastica, ma, appunto, per elezione, e la durata in carica non può mai essere vitalizia (se si esclude il caso particolare dei pochi senatori a vita) ma limitata ad un tempo fissato dalla legge, si tratti del Sindaco di un piccolo Comune o del Presidente della Repubblica.

Ora nuovamente, dopo aver letto quanto sopra, ditemi... cosa c'è che non va???
TUTTO!!! 
In ognuno di quei comma, si ripete quel principio, che ciascuno di quegli uomini e donne... fa di questo nostro paese... ciò che vuole!!!
Difatti sono generazioni che, prima i padri, poi i figli ed oggi nipoti... si trasmettono quelle poltrone... sono anni che sono seduti lì e da lì... purtroppo, non se ne vanno... neppure se indagati o condannati!!!
Sono sempre la, in quel palazzone... vivono questo nostro "Stato" come un patrimonio familiare e dinastico, da poter trasmettere ereditariamente... quasi fosse un bene di loro proprietà e non della nostra "repubblica"...
Per cui, invece di sentirsi in quel ruolo "provvisorio" quali nostri servitori, questi signori si sono appropriati, diventando di fatto "proprietari"... chissà, forse gli tocca veramente per diritto, se non divino... quantomeno giuridico... già, avendo da sempre seduto in quelle poltrone, simpotrebbe configurare una forza di "usucapione" e quindi esserne legittimati...😅😅😅😅😅!!!
La chiamano festa della repubblica... ma ciò contrasta con la desinenza della sua parola stessa "res publica", per l'appunto... una cosa di tutti!!!
Qui da noi invece è diventata una cosa per pochi "eletti"... che neppure sono eletti democraticamente... ma solo grazie alle scelte del partito!!! 
È chiaro quindi che, quel ruolo a loro affidato dal popolo, non può essere esercitato in forma arbitraria o quantomeno serve a varare provvedimenti a favore dei propri partiti o degli amici, grazie a leggi ad personam, per come abbiamo visto accadere in questi anni!!!
Ad esempio, l'aver tolto la sovranità popolare del diritto di voto... non potendo così più scegliere, chi si vuole al governo e chi no, rappresenta perfettamente il paese in cui viviamo; il partito decide per noi... se poi che tra quei soggetti ci sono corrotti, lestofanti, escort... e quant'altro, ecco che questo... non ha alcuna importanza.
L'hanno chiamata "democrazia rappresentativa" ed è diversa da quella cosiddetta "democrazia diretta", proprio perché a noi, non viene data la possibilità di modificare quella casta "dinastica"... che  come dicevo prima, va tramandata da padre in figlio...
Noi siamo differenti da tutti gli altri paesi nel mondo, almeno quelli delle grandi democrazie moderne, il cittadino lì è rappresentato dagli eletti, qui da noi (paese modernissimo...) è peggiore di quei paesi dove vige la dittatura...
Ma d'altronde possiamo parlare quanto vogliamo... ma non cambierà nulla, perché delle nostre decisioni, loro, se ne fottono!!!
Ed allora eccoli festeggiare questo 2 giugno, il 71° anniversario della Repubblica Italiana... 
Ci sono tutti, dal Presidente ai tanti ministri, insieme alle massime autorità dello Stato... 
In molti comunque hanno preferito tenersi lontano da questa celebrazione, "Noi non facciamo le comparse, in questo Paese, c’è davvero poco da festeggiare con i prefetti che stanno riempendo l’Italia di immigrati", è quanto ha detto il premier della lega Salvini...
Il sottoscritto si permette d'aggiungere: come si può pensare di festeggiare un paese, quando i suoi uomini (e donne) rappresentanti delle nostre istituzioni, vengono di volta in volta indagati, in quanto coinvolti dalle procure nazionali!!!
Ditemi, cosa dobbiamo festeggiare... la corruzione presente,le collusioni praticate a tutti i livelli, il clientelismo, lo scambio di voti presso effettuato presso quelle segreterie politiche, l'abuso di potere e cosa dire ancora dei livelli di corruzione presso le PA, ormai siamo diventati esperti di terminologie d'uso comune come peculato, concussione, abuso d'ufficio, malversazione, truffe ai danni dello Stato (o dell'Unione Europea), turbativa di gare e concorsi pubblici, mazzette e giro di tangenti... 
Ed allora, chiedo a questi "signori" delle Istituzioni... come pensano di difendersi dagli attacchi in corso da parte di un gran numero consistente di cittadini, che ormai hanno deciso di non credere più nella politica ed in quei suoi uomini??? 
Quale risposta si suole dare a questi cittadini, quando la scena che viene presentata loro ogni giorno... è questa??? 
Non c'è momento in cui i nostri media, non portano in evidenza nuove indagini o la promozione di leggi irrispettose e inique, di codici etici violati e di autorità di controllo e commissioni varie (corruzione e antimafia), che scalfiscono solo in superficie... il dilatare di questi fenomeni...

Si sta cercando ancora una volta... di nascondere la polvere sotto il tappetto, ma ormai di spazio... non c'è ne più!!!
Basta con i soliti slogan... o ancor più chiaramente, con quelle solite cazzate politiche...
Basta millantare riduzione di tasse, tagli di spesa, fantastiche iniziative che dovrebbero far ripartire il paese, quando sappiamo bene che, se andiamo avanti di questo passo, non avremo più nulla...
E' tempo che questi personaggi inconcludenti e inutili, si facciano da parte... la drammaticità attuale della crisi economica nazionale impone oggi delle riflessioni coraggiose che non possiamo più rimandare...
Per cui, data l’attuale consapevolezza sulla impreparazione di questa attuale classe dirigente (sia pubblica, che privata), ditemi... come possiamo affidarci ancora a queste persone?
Ma forse ha detto bene Roberto Benigni, questi sono soggetti non vanno accusati... ma discolpati... 
D'altronde la politica non è "l'unico mestiere in cui è richiesto di non saper saper far nulla"???

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo