Translate

martedì 20 giugno 2017

Il lavoro in Sicilia... resta un'utopia!!!

A dirlo è il rapporto di BankItalia...
Come avevo io stesso riportato alcuni anni fa... "vedrete che finito l'incentivo "ingannevole" compiuto dal programma del governo del Presidente Renzi... i dati dell'occupazione, mostreranno il loro vero volto"...
Difatti... è quanto sta accadendo, dopo il buon andamento degli anni scorsi, dal 2016 la crescita del numero di occupati si è arrestata, pur aumentando le ore lavorate di ciascun addetto... 
Non si assume, ma si pretende che i lavoratori, facciano 12 ore al giorno... integrando - quando ciò avviene - con una concessa miseria d'incentivo... a "nero", che fa in modo di concedere  -con denaro contante - quella parte di stipendio definito di regola "straordinario", ovviamente in una forma sottopagata e inferiore, ma soprattutto non documentata, senza prevedere eventuali supplementi previsti, quali notturni, ecc... 
Tutti sanno di quanto accade nel mondo lavorativo... dai sindacati, agli organi di controllo, dalle associazioni di categoria, alle imprese, fino agli stessi addetti... ma denunciare non porta a nulla, anzi si rischia di perdere il proprio posto di lavoro!!!  
Ho letto che a risentirne maggiormente del calo dell'occupazione sono gli uomini, che rappresentano la categoria più colpita dagli effetti della crisi, mentre le donne, dal 2014 hanno contribuito al buon andamento del mercato del lavoro, in particolare quello regionale, con una crescita degli addetti nel settore dei servizi... 
La Sicilia, rispetto alla media nazionale, ha fatto più ricorso a quelle strane forme flessibili di lavoro, utilizzando "voucher" per remunerare le prestazioni di lavoro richieste...
Dai dati riportati, si evidenzia che nel 2016 sono stati venduti 3,4 milioni di voucher... per una occupazione più a tempo pieno, che a tempo parziale... e con un 2017 iniziato con oltre 30 mila disoccupati senza sostegno al reddito...
La speranza di essere assunti entro l'anno è solo un'utopia, non ci sono "imprese" che possono definirsi tali, le altre ancora in vita e non legate al "sistema" mafioso... non hanno dove andare, mentre quelle colluse e "affiliate", stanno pian piano "crollando" sotto i colpi inferti da parte della magistratura...
Le uniche che operano nel nostro territorio sono le cosiddette "general contractor", che come ben sappiamo, usufruiscono di quelle limitate imprese definite "limpide"... almeno questo è quanto viene verificato sulla carta da quei cosiddetti "protocolli di legalità", fintanto che ci si accorge... quasi sempre alla fine dei lavori, di aver subappaltato una grossa fetta di quegli appalti, ad una impresa stranamente "affiliata"... alla faccia della legalità e di quei controlli dell'Anti-corruzione!!!
Le loro imprese come ben sappiamo, usufruiscono soltanto di personale già da tempo "inquadrato", contropartita di un altro sistema altrettanto mafioso, ma meglio conosciuto come politico/clientelare... ma ovviamente tutti, fanno finta di non saperlo!!! 
Si sta vivendo un dramma sociale... aggiungerei "esplosivo" dai pericoli imprevisti e che vede la nostra isola in una situazione allarmante, con una disoccupazione ai livelli più alti di tutto il Paese e senza aver a tutt'oggi definito un programma mirato al reinserimento di tutti quei lavoratori over 50, che vedono ormai il lavoro come una chimera.
Il fallimento della politica e dei nostri imprenditori è evidente a tutti... il sistema d'altronde in questi anni ha soltanto generato clientelismo ed una mancata meritocrazia...
Da un paese che ha investito soltanto su quanti appartengono a quel mondo ristretto,  cosa ci si vuole aspettare???
E' evidente a tutti che, con questi tipologia di cittadini "miserabili" disposti a mediare per salvaguardare se stessi (o i propri familiari), i tentacoli di quella associazione mafiosa, con queste condizioni favorevoli... non potranno che continuare a vincere sempre!!! 
Il resto dopotutto proseguirà come sempre... con tante belle parole!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo