Translate

martedì 2 ottobre 2012

Toti e Totino

Ecco cosa diceva sulla mancata presentazione politica del figlio, l'ex Presidente della Regione Siciliana, nell'intervista fatta dal giornalista Antonio Condorelli...nel link:
ttp://antoniocondorelli.wordpress.com/2012/09/17/le-penultime-parole-famose-di-raffaele-toti-non-si-candidera/, ed invece eccolo qui e mi dispiace  purtroppo doverne parlare senza neppure conoscerlo...
Si, mi sembra quasi che le colpe dei padri debbano per forza ricadere sui figli... ed è come se uno debba vivere sempre di riflesso e mai di luce propria...
Ora il problema, non è quello che uno non possa anche valere, ma bisogna tentare di realizzare con le proprie forze prima se stesso e non pensare di dover camminare sulle orme segnate in precedenza dal proprio padre..., logico che a gli occhi degli altri, tutto appare semplicistico ed ovvio aver fatto credere a chiunque di personificare la parte del figlio di papà... naturale quindi aspettarsi quale conseguenza, l'essere bersagliati da commenti, che non fanno certamente piacere...
In questi giorni leggendo tra i vari blog ho trovato:  
A voi il Trota a noi... a trigghia!
Non ci bastava il padre, adesso pure il figlio..
Siete diventati patetici…
Ha risolto il problema del primo impiego, invece di fargli avere un posto in banca o in qualche ente, lo fa entrare all’A.R.S. per una specie di diritto di successione dimostrando che l’MPA era un movimento a conduzione familiare...
Ahahhh mi raccomando…con lui e Micciche’…
Vergognatevi della continuità mascherata che volete vendere ai siciliani onesti...
Non mi scandalizza la candidatura di Toti Lombardo. I congiunti in politica non sono un fenomeno solo siciliano, e neanche solo italiano. La decadenza dinastica della democrazia è una brutta cosa, ma non solo nostra. Il giovane Lombardo, comunque, ha tutto il diritto di candidarsi. Se proverà anche a mettere due parole in croce, senza farsi valere solo per le clientele del padre, meglio.
Il problema, semmai, è la contiguità collettiva con i disastri provocati da Raffaele Lombardo. Il suo essere ancora dominatore della scena. Il centro destra intendeva candidare alla presidenza chi oggi è intruppato con Lombardo, rassegnandosi poi a candidare chi da lui indicato. Il centro sinistra è innervato dagli uomini che lo ressero al potere, compartecipandovi. La bugia più grossa di Lombardo non è mica relativa alla candidatura del figlio, ma alle condizioni drammatiche in cui lascia la regione. Mentre la corresponsabile trinità non può permettersi di contraddirlo, altrimenti si ritrova immediatamente sbugiardata. Muti, perché colpevoli.
Rassegnatevi: siamo una terra senza speranza! Questo non sarà un trota, ma uno squalo-medusa, dal padre Arraffaele avrà sempre un grande appoggio e poco importa se la Sicilia continuerà a scivolare verso il terzo mondo.
Mentre la gente in Sicilia arranca per un posto di lavoro in un call center, la gente è disperata per povertà manifesta ed i nostri giovani emigrano e/o si uccidono, ecco che Lombardo a dimostrazione evidente di nepotismo e della cattiva politica, cosa fa? Candida il proprio figliolo. Non c’è più, evidentemente, nessun limite alla indecenza. Questo giovane verrà eletto sicuramente, forse sarà il primo degli eletti grazie a papà e allo zietto e nel giro di poco diventerà vecchio. Vecchio a venticinque anni. Che tristezza, che squallore…
La cosa preoccupante è che Lombardo jr ha una prospettiva di carriera politca di almeno 50 anni e se consideriamo quello che ha combinato il padre negli ultimi quattro c’è poco da stare allegri...
Comunque per par condicio c'è anche chi scrive:

Grande uomo, grande esperienza politica….finalmente un candidato che risolverà i problemi della Sicilia……

Grande Toti, finalmente l’ARS avrà una persona capace, intelligente e giovane!!! Siamo con te!!!

Toti non è un “trota” , io l’ho conosciuto ed è un ragazzo preparato attento ed intelligente, lavora da anni per la candidatura all’ARS e ad ottobre raccoglierà i frutti. Io lo voterò, voi continuate a votare Antinoro Cracolici, Speziale e Formica, gente che fa il deputato da 30 anni e non si sa cosa abbia prodotto, io voto un Giovane Autonomista. Fiducia nei giovani, voi siete “Liberi Di Crederci!” !!!!
Un ragazzo giovane per una politica giovane, diamogli l’opportunità di dimostrare quello che vale..Toti fatti valere all’ARS..
Vai Toti finalmente un ragazzo col cervello all'Ars... siamo tutti con te...
Per Salvo: un ragazzo giovane diamogli l’opportunità che molti altri ragazzi magari pure competenti ed animati da voglie politiche con questo sistema non avranno mai!

Certamente la lista del Mpa, che ha cambiato il nome in Partito dei siciliani, iscrive Toti Lombardo, alla nuova campagna elettorale..., in un periodo nel quale i debiti prodotti dalla gestione del padre alla Regione Sicilia, non giocano a favore di una eredità, che ha quasi provocato un rischio default a livello nazionale... e che certamente provocherà una scissione all'interno del partito...

Ora, per la Sua candidatura ha scelto il motto " liberi di crederci... " e mi sono chiesto cosa volesse intendere..., chissà, forse rappresenta quell'intimo desiderio di affrontare qualcosa di più grande di Noi e provare comunque a vincere, cercare sempre di riuscire, di farcela, quella innata capacità di voler trasmettere qualcosa di nuovo, in particolare alle nuove generazioni, la speranza che attraverso un cambiamento si possa giungere a qualcosa di unico... 
Si, con una frase si possono voler dire tante cose e nel contempo comunque si può non voler dir niente...
In questo preciso momento infatti, assistiamo in maniera apatica, distratta, direi quasi superficiale, tutti questi  slogan che ci vengono proposti dai possibili candidati all'Assemblea regionale siciliana, convinti che delle loro chiacchiere, possa ancora noi importare qualcosa...
E' quindi se proprio debbo scegliere, preferisco votare  quei bravi comici palermitani Toti & Totino..., che continuare ad avere tutti questi probabili cabarettisti, che tra spintoni e insulti, tentano in ogni modo di poter  giungere all’Ars...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo