Translate

sabato 31 ottobre 2015

Ancora arresti... ma quanto caz... sono questi ladri???

Arresti... purtroppo ancora arresti "eccellenti" nella nostra cara Sicilia!!!
Questa volta a finire ai domiciliari sono tre funzionari pubblici: il presidente della Rete ferroviaria italiana (presidente dell'Ast ed ex commissario della Camera di commercio di Catania) e due dirigenti del Corpo forestale...
Tutti indagati per concussione e induzione indebita... comunque il solito giro di tangenti ed i soliti favori ricevuti...
Come sempre, partono le perquisizioni, non solo per i tre indagati, ma anche per altri dipendenti, che, secondo gli investigatori, ricoprono importanti cariche pubbliche...
Se proprio volete scommettere... puntate su "over"... perché tanto (e potete starne certi...),  il numero di questi nominativi, andrà sicuramente crescendo... come sono altrettanto certo che tra questi... non mancheranno anche i nomi dei soliti nostri politici...
Secondo gli inquirenti, la "black list" di cui si è in possesso, mostrerebbe un connubio esteso, tra vari soggetti, ognuno di essi, collocati in posizioni chiave, che a seconda delle circostanze, potevano influenzare eventuali decisioni e indirizzare a chi di dovere... i flussi di denaro!!!
Già quel denaro necessario a sovvenzionare anche un livello "istituzionale" affinché tutto si svolgesse possibilmente... nel modo più imperturbabile!!!
Il pubblico ministero, ha parlato di "apparente contiguità di interessi" con i quali questi individui... programmavano le loro relazioni o gli eventuali incontri con soggetti terzi... i quali rivestivano, funzioni rilevanti sul profilo pubblico...
Ovviamente... ora, si scopre esserci dietro a quelle tangenti anche la mafia, già quella nota associazione criminale, che dimostra essere sempre presente, dove c'è giro di denaro...
Comunque, questa situazione sta diventando ogni giorno di più insostenibile... una fase che rischia l'esplosione... anche perché sembra che il sistema, sia costituito principalmente da ladri e conniventi!!!
Come possiamo continuare ad andare avanti con questi ricorrenti scandali o con questo ricercato clientelismo???
Di quante altre truffe abbiamo bisogno, per capire che necessita modificarlo totalmente questo nostro paese... a cominciare da quelle regole che hanno dimostrato essere "fallimentari" e dall'aumento delle pene per quanti hanno dimostrato con le loro azioni, di averle violate... quelle regole.
A chi infatti dimostra, d'aver partecipato in prima persona a quelle azioni corruttive, bisogna provvedere innanzitutto a suo licenziamento e quindi, sequestrargli a titolo di risarcimento l'eventuale fondo previdenziale ed ancora, procedere alla confisca di tutti i suoi beni (mobili ed immobili, intestati anche a familiari... in particolare quando questi non possano essere verificati... o esista la possibilità d'essere stati costituiti attraverso una sperequazione finanziaria...).
Cosa aggiungere, l’ingordigia di questi soggetti... non ha fondo ed è il motivo per il quale, la libertà di questi individui... va esattamente limitata, nella misura in cui, può diventare una minaccia per quella nostra...
E' evidente a tutti... che non si tratta più di dover cambiare gli uomini, perché quelli che ne prendono il posto... con il passare del tempo, dimostrano sfortunatamente, di essere ancor più farabutti dei loro stessi predecessori!!!
Quindi, non si tratta di coinvolgere chissà quale "paladino della legalità"... ma riuscire a sospendere tutto, cominciare facendo un passo indietro!!!
Sì... partendo dalle regole, sono le prime che vanno cambiate... eliminando sin da subito, la possibilità di governare a vita, ridurre definitivamente questi incarichi politici, istituzionali o rappresentativi!!!
Tutto deve avere un'inizio ed una fine... con un tempo prestabilito massimo di 4 anni e dove, terminato l'incarico... non se ne potrà più riceverne degli altri...
Ed ancora, blindare quel potere decisionale, limitare cioè fortemente -attraverso nuovi costanti controlli- le decisioni, se non autorizzate previo consenso dei propri collaboratori e subalterni, in modo tale che, ognuno di questi responsabili, deciderà e risponderà in prima persona, quanto andrà a consigliare, verificare e confermare...
Perché solo così... mettendo cioè dei precisi "limiti procedurali" si potrà ridurre il dilagare di questo insistente malaffare...
Dopotutto si sa... una cosa è mettere d'accordo due o più ladri per mangiarsi ognuno di essi un fetta di torta...  un'altra cosa, è doversi spartire quel pezzo in dieci o anche più, come si dice... il gioco alla fine... non vale la candela!!!
Io resto della mia opinione... che chi ruba una volta...ladro si chiama!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo