Translate

lunedì 21 marzo 2016

21 marzo: giornata della Memoria e dell'Impegno, in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

https://it.wikipedia.org/wiki/Vittime_di_Cosa_nostra_in_Italia

Vi basta collegarvi a questo link per vedere tutti i nomi delle vittime della mafia e se li contate vedrete che sono... troppi!!!
Lo Stato avrebbe dovuto proteggerli non tutti... ma ognuno di essi, nessuno meritava di essere barbaramente ucciso per come è accaduto...
Contarli, vedere quanti sono... strazia il cuore, perché fa comprendere quanto debole o complice sia stato questo nostro paese, con quelle associazioni criminali!!!
Oggi, come ogni giorno in cui vi è un anniversario da ricordare si scende in piazza... voler essere lì  a manifestare il proprio sdegno, a sollecitare un maggiore impegno da parte delle istituzioni...
Certo è bello vedere tutta questa gente, quei giovani che scendono per le strade per fare sentire la loro presenza, contare tutte quelle associazioni di legalità che si mobilitano, da Messina a Milano... è vederli con quanto impegno hanno organizzato tutto questo...
Come in queste circostanza, le frasi espresse sono forti e incisive, soprattutto quando sono i familiari delle vittime a parlare...
Mi piace quella frase che dice "ognuno può e deve fare qualcosa", il problema però è che quando si tratta di fare le cose o meglio di metterle in pratica... ecco quando si tratta di esporre la propria persona, qualcosa s'inceppa...
Perché la verità e che quando si tratta di mettere il proprio nome e cognome, ecco, in quel preciso momento, sono in molti a tirarsi indietro e alla fine restano sempre i soliti pochi "eroi" a combattere per tutti!!!
Basti vedere come alla fine - già da domani - questa giornata simbolica ritorna nel dimenticatoio... ed ognuno riprende a fare la propria vita come sempre... in egual maniera, aspettando sempre che siano gli altri a mettersi davanti, mentre loro dietro, senza mai intervenire o mostrare alcun impegno!!!
Leggere i nomi delle vittime serve a poco se poi l'andazzo è sempre lo stesso... quella ricercata uguaglianza e legalità che si contrappone principalmente ai propri interessi... quella giustizia che si perde quando si chiede il favore al politico di turno, quando si brama a proprio vantaggio a discapito di quanti si sa essere più meritevoli o quando, infine, dinnanzi ad una denuncia... si preferisce l'omertà...
Serve a poco sfilare o sperare che questi giovani cambieranno la storia della lotta alle mafie...
La maggior parte di essi dopotutto è figlia di quel sistema... e ha proprio come genitori quegli stessi che da sempre hanno partecipato a quei metodi collusivi/corruttivi e mafiosi che li hanno, negli anni, assistiti, sostenuti e cresciuti e che ora o a breve, faranno sì di trasmettere quel testimone tentacolare ai loro figli, insegnando loro quella sistematica metodologia che li visti chiedere e dare qualche favore ai soliti "amici degli amici"...
Dice bene l'ex Magistrato Gian Carlo Caselli: contro le mafie c'è ancora tanto da fare e i giovani che sfilano così numerosi, potranno "forse" riuscirci meglio di noi...
Sì... quel "forse" è perfetto, sottinteso... anzi aggiungerei collocato al posto giusto!!!
Perché non è passeggiando o gridando a squarciagola, che si vince contro la mafia...
Quello serve esclusivamente per fare propaganda o fare in modo di "sottrarsi" a un giorno di scuola... se non fosse per quel giusto tributo da dare a quanti hanno dato la loro vita... lo riterrei di per se un gesto inutile!!!
Perché la verità è che bisogna fare riforme serie e rigorose...
Basta con politiche inconcludenti o con leggi deboli che fanno sì che questa criminalità continui ad operare nei modi che ancora oggi vediamo...
Io non ci sto a questo modo di fare... mi sembra quasi di "elemosinare" la mafia, sperare cioè che essa si rammarichi per quanto finora compiuto e decida così... all'improvviso, di pentirsi del male commesso e corregga quelle azioni e quei modi violenti attuati, che finora le hanno permesso di resistere da oltre due secoli...
Un giorno "forse" la mafia sarà sconfitta... ma prima che si giunga a quel momento, strada da fare c'è ne... e non intendo certamente... quella che in tutti questi anni - proprio come oggi - si è deciso di percorrere!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo