Translate

venerdì 18 marzo 2016

La Banca d'Inghilterra si prepara al "Brexit"

Una notizia interessante: pronto un piano per "liquidità illimitata per le Banche britanniche". 
Dopo le dimissioni dalla direzione generale della British Chambers of Commerce, la Camera di commercio britannica, John Longworth spiega i motivi della sua scelta a favore dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea in un articolo pubblicato sul quotidiano "The Times".
Innanzitutto, Longworth denuncia una campagna referendaria nel segno dell'iperbole e della disinformazione, con "un governo chiaramente di parte" che non garantisce un dibattito all'insegna dei fatti. 
L'esecutivo, accusa, "sta giocando il gioco pericoloso di promuovere l'idea che lasciare l'Ue sarebbe un disastro"; ciò, a suo parere, non e' vero e la diffusione di questo messaggio potrebbe danneggiare le prospettive del paese, soprattutto nel caso in cui decidesse di lasciare l'Ue e dovesse negoziare i termini del divorzio.
Promette quindi, libero dall'impegno di direttore della Bcc, di dare il suo contributo nelle prossime settimane facendo parlare i dati. Longworth ricorda, quindi, di essere sempre stato a favore dell'appartenenza a una Ue riformata; tuttavia, le ricerche degli ultimi anni e l'esito, molto inferiore alle aspettative, della rinegoziazione con i partner condotta dal primo ministro, David Cameron, lo hanno convinto che l'Ue sia "incapace di riforme significative".
"Avremo un futuro più brillante se lasciamo, ma bisogna fare questo passo adesso, prima che sia troppo tardi", afferma. 
Ci sono argomenti validi su entrambi i fronti e la comunità d'impresa e' divisa, ammette, infine, Longworth, concludendo, tuttavia, che la scelta è "tra il diavolo e il mare aperto", ma che restando col diavolo si rimarrà sempre prigionieri mentre l'alternativa può' essere perfino lo sbarco in un paradiso tropicale.
Intanto, la Banca d'Inghilterra prende molto sul serio la possibilità che vinca il Brexit e si prepara a proteggere le banche del Regno Unito dalla carenza di liquidità nell'eventualità di un voto referendario a favore dell'uscita dall'Unione Europea, segno del crescente nervosismo delle autorità sui possibili effetti del pronunciamento popolare.
La Boe, riferisce in questo caso il "Financial Times", ha annunciato che darà' alle banche commerciali tre eccezionali opportunità di ricorso al credito senza limiti appena prima e subito dopo il referendum sull'Ue, in programma il 23 giugno, per prevenire il ripetersi del caos della crisi finanziaria del 2007-2008.
Il piano, che i collaboratori del cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, negano sia stato orchestrato d'intesa col Tesoro, rafforza l'allarme sul rischio di instabilità economica e turbolenze sui mercati finanziari in caso di Brexit.
Gli anti-europeisti, invece, ipotizzano interferenze del governo e accusano il banchiere centrale, Mark Carney, di essersi fatto trascinare in quello che definiscono il "Progetto paura" del fronte europeista. Carney ha ribadito l'importanza di restare fuori dalla mischia politica; era noto che l'istituto stesse lavorando a un piano di emergenza e ora ha annunciato tre operazioni pronti contro termine per il 14, il 21 e il 28 giugno.
L'impiego di simili strumenti era stato previsto anche nel 2014 per il post referendum sull'indipendenza della Scozia, ma il piano fu reso noto solo a voto concluso. 
In ogni caso, i sondaggi continuano a dare vincente in Brexit, che sarebbe in testa di 5 punti già ora, quando la campagna referendaria in realtà non è ancora entrata nel vivo. Il voto sarà il 23 giugno prossimo. 
Da il nord.it

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo