Translate

martedì 1 marzo 2016

Riscossione Sicilia un fallimento totale... ma tanto c'è chi paga... i soliti idioti!!!

Si sono dimessi i due consiglieri di amministrazione di Riscossione Sicilia S.p.a. (Maria Filippa Palagonia ed Eustachio Cilea) e così secondo lo statuto della società, decade anche il terzo consigliere, il presidente Antonio Fiumefreddo...
Una società quella di "Riscossione Sicilia" che nel corso di questi anni è stata puntualmente ricapitalizzata delle perdite...
Ed anche ieri, se pur non è ancora arrivato il sì definitivo alla finanziaria, all'Ars hanno pensato bene di salvarla... con un manovrina finanziaria di circa 13 milioni e 900 mila euro, dopotutto... non sono soldi loro... ma vogliamo mettere... vista l'opulenza finanziaria nella quale versa l'Ars... si può permettere di gettare al vento questi denari... tanto alla fine si sa... che ci sono i "soliti idioti" che pagheranno per tutti!!! 
Qualcuno spingeva per il passaggio di competenze a Equitalia... considerato che, mentre "Riscossione Sicilia" dimostrava la propria inadeguatezza (e aggiungerei incapacità...) nel aver saputo realizzare perdite per circa 18 milioni di euro... Equitalia di contro, ha conseguito utili - nello stesso periodo - per oltre 21 milioni!!!
Inoltre... è proprio per quanto sta accadendo alla nostra società (e quindi parlo per cognizione di causa...) dove, osservando le metodologie finora adottate dall'agenzia di riscossione, che qualche dubbio mi viene...
Già... si promuovono a vanvera principi di legalità, si discutono procedure d'interconnessione tra gli apparati dello Stato in particolare per colpire il malaffare... e cosa fa questa agenzia (anch'essa dello Stato...) blocca tutti i conti della nostra società... attenzione da premettere che quest'ultima è "confiscata" (sottoposta ad amministrazione giudiziaria da parte del Tribunale di Catania) ed ora, per debiti inerenti a periodi legati alle "calende greche" e dove di fatto sono in atto procedure di ricorso, ecco che a quest'ultima, vengano bloccati tutti i conti, in modo tale che la stessa... non possa più operare, neppure in quella sua semplice gestione ordinaria... 
E' una follia completa... da denunciare non solo all'opinione pubblica facendo emergere quanto sta accadendo ( situazione che come potete vedere sto già compiendo... ), ma soprattutto sarebbe il caso di evidenziare i nominativi di quanti (diciamo...) in modo professionale, hanno permesso che tali procedure venissero avviate!!!
La cosa assurda è che nel loro sito web (riscossionesicilia.it) si riporta: è una Società incaricata di gestire la riscossione dei tributi e delle altre entrate nella Regione Sicilia, ed ancora, l'esperienza maturata nel corso di anni di attività, prestata al servizio degli Enti locali creditori e dei contribuenti, ha permesso di conseguire significativi risultati tanto in termini di recupero della morosità quanto di miglioramento dei servizi all'utenza... si l'abbiamo visto!!!
Poi ovviamente si entra nel merito dei servizi e strumenti telematici... (posti a loro dire...) tra gli obiettivi primari, peccato che essi stessi non si accorgano che le procedure fin qui realizzate... non vanno applicate per quelle società che attualmente si trovano sotto amministrazione controllata e per di più in liquidazione...
Vorrei quindi sapere... da un lato si cerca "correttamente" di salvaguardare i dipendenti di Riscossione Sicilia... ma nel contempo, si fa in modo che altri dipendenti di società confiscate, non possano correttamente percepire il loro stipendio da mesi!!!
Solo in Italia, pardon... solo in Sicilia... ( in questa terra del caz... ) possono accadere situazioni assurde come questa!!!
Gente incompetente che per di più pretende di rimanere seduta in quelle poltrone direttive, senza aver mai dimostrato nel corso della loro esperienza professionale, alcuna capacità propria... ma al contrario, dimostrando sempre e ovunque fallimenti, in tutte quelle situazioni nelle quali ci si è confrontati... e potrei farvene un elenco.
Riscossione Sicilia è una vergogna per la nostra isola, per la dignità di quei restanti siciliani onesti, una società che è stata amministrata in modo imbarazzante e fallimentare e certamente non all'altezza del proprio ruolo!!!
Dice bene il deputato Margherita La Rocca Ruvolo: dopo due anni ci ritroviamo a discutere sempre degli stessi argomenti e il mio timore è che l'anno prossimo saremo ancora qui a discutere degli stessi argomenti.... il parlamento deve essere chiaro sulle strategie da portare avanti; la politica del risparmio va fatta, ma non può gravare soltanto sulle spalle di lavoratori e contribuenti".
La verità sconfortante è che questi "carrozzoni" clientelari, servono esclusivamente a sistemare "gli amici degli amici" ed i loro parenti... un sistema ancor più peggiore e collusivo, di quello allora adottato dalla famiglia Salvo e cioè quando erano i privati a svolgere i servizi di riscossione...
Non si può pensare di salvare questo ente di riscossione solo per compiacere il gradimento di un qualche presidente - abbiamo visto infatti in questi anni... quale fine abbiano fatto questi "onesti" Presidenti della Regione Sicilia - sapendo già oggi... il governo in carica, d'aver presentato alla finanziaria, un emendamento per risollevare le sorti per un default ormai prossimo a 11 milioni e 900 mila euro per il 2016 e con 23 milioni di debiti previsti per il 2018!!!
Chiudiamola definitivamente questa società, dopotutto abbiamo visto cosa ha saputo fare... creare inutilmente ancora più debiti!!!
Un mio professore all'Università mi diceva: bisogna accettare il principio che un debito pubblico è una maledizione pubblica... e sapere sempre che c'è... chi fa debiti per necessità, chi per leggerezza, chi per vizio... ma solo il primo, di solito è quello che li paga per tutti!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo