Translate

sabato 9 gennaio 2016

Che figura da morti di fame...


Già che figura abbiamo fatto a Riyadh... siamo andati a proporci con le nostre aziende... e poi facciamo emergere tutte le abituali debolezze "italiane"...
Renzi... Presidente... La prego... cacci tutti quei membri della delegazione che hanno saputo presentare, in maniera indegna, quanto si dice sul nostro paese, in particolare sui ladri che di fatto lo rappresentano!!!
E dire che l'incontro diplomatico e l'iniziativa commerciale in Arabia Saudita era di per se positiva... soprattutto in questo periodo, dove il Medio-Oriente sta attraversando uno di momenti più bui degli ultimi 50 anni...
Vedasi difatti quanto sta accadendo proprio in quel paese in questi giorni, a causa della crisi internazionale con l'Iran a seguito delle esecuzioni capitali...
Andare lì a proporre la nostra tecnologia, il nostro marketing, i prodotti delle nostre aziende, per poi far scoprire a quei miliardari sauditi, tutte le nostre "italiane" debolezze, appena messi alla prova con qualche Rolex... dato in omaggio ai  membri della nostra delegazione..... è proprio uno schifo!!! 
Il bello è che quei regali, erano stati preparati con nomi e cognomi, sia in italiano che in arabo, costituiti da Rolex da circa 30-40 mila euro per alcuni della commissione, mentre ai restanti, sono stati donati rolex di valore inferiore, ma pur sempre di circa 4-5 mila euro ciascuno... 

Il problema difatti non è stato rappresentato dal fatto che tutti ne hanno preteso uno... ma dal solito "furbetto" della delegazione italiana... che ha scambiato il suo cronografo con quello più costoso di un'altro...
Ovviamente quando il legittimo proprietario (quanto "legittimo" non so... dal momento che questi omaggi... non dovrebbero rappresentare qualcosa di personale, ma essere riutilizzati per fini sociali e certamente comuni... quali per esempio metterli all'asta per destinare le somme raccolte a iniziative benefiche o di ricerca... certo quanto riporto sarebbe corretto in un paese civile e non ladro come il nostro) si è accorto dello scambio ed è scoppiata una rissa...
Che vergogna m'immagino la scena... quegli sceicchi o il loro rappresentanti che ci osservavano... ci avranno considerato dei morti di fame!!!  
Dopotutto non si capisce perché in questi casi non venga applicata l'attuale norma che impedisce ai dipendenti pubblici di accettare omaggi del valore superiore a 150 euro...
Stranamente se un dipendente pubblico riceve qualche regalo... si parla di corruzione, istigazione e via discorrendo... quando poi accadono situazioni come quella di sopra... tutto passa in secondo piano o meglio si tenta di nascondere quanto accaduto...
Comunque alla fine i Rolex sono stati sequestrati e dovrebbero (uso il condizionale... appositamente ) essere stati depositati nella stanza dei regali di Palazzo Chigi. 
Qualcuno (stando alle indiscrezioni) dice che lì non ci sono... che fine abbiano fatto non si sa...
Sono certo comunque che appena questa storia passera... i bei pacchetti verranno egualmente suddivisi... perché meravigliarci...
Dopotutto se domandate a quanti erano presenti durante quella cerimonia vi risponderanno... per come hanno fatto... "non ricordo, avevo la febbre, non posso rispondere, ah... ma perché cerano dei doni offerti??? ecc... " i soliti italiani!!!
Leggendo però quanto accaduto... Presidente... penso di avere trovato la soluzione alla corruzione del nostro paese...
Ad ogni suo viaggio di lavoro, si porti dietro un bel po' di collaboratori e così per ogni omaggio ricevuto, potrà lasciare lasci li quegli eventuali opportunisti e calcolatori...
Vedrà come dopo solo un anno... questo paese si libererà di un grossa fetta di quei ladri!!!
Cosa aggiungere quindi... auspico Lei ed al suo "mutevole" staff... i miei migliori auguri di buon viaggio. 
Per Lei ovviamente desidero un sereno ritorno, mentre per quei componenti... spero in una loro definitiva permanenza estera!!! 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo