Translate

venerdì 8 gennaio 2016

Nessuno che parla... c'è ne fosse uno soltanto che facesse i nomi...

E' dire che si parla di commissione regionale antimafia...
Trattasi difatti di una relazione inviata alla Procura della Repubblica, che descriverebbe su presunte infiltrazioni mafiose nel comune di Catania, da parte di tre esponenti, di cui due del Consiglio ed uno della circoscrizione...
Mi chiedo... ma se anche loro hanno timori reverenziali a dichiararne i nomi, come si pensa di cambiarlo questo paese???
Certamente prima di mettere alla gogna i sospettati... è giusto che bisogna attendere gli organi di competenza, le loro opportune verifiche... ma se queste giungeranno, fra uno o due anni, cosa si fa, si approvano nel frattempo i vari provvedimenti... per poi fra qualche anno... rendersi conto che quanto formalizzato era stato abilmente pilotato??? 
Per fortuna... almeno in questo, i consiglieri comunali (tutti, nessuno escluso...) sono uniti nel voler conoscere i nomi, anche perché senza quei nomi... ognuno di loro -quasi fossero colpevoli- restano ovviamente... coinvolti!!!
Dopotutto, sappiamo bene come questo nostro paese è bravo a gettare fango ancor prima che uno venga condannato... per poi scoprire il più delle volte, che le motivazioni su cui erano state fondate le inchieste gli accertamenti... non avevano alcuna concretezza... ma anzi, erano state create artificiosamente!!!
Ma giunti ormai a questo punto... avendo fatto uscire la notizia della denuncia, eludendo quindi di fatto qualsivoglia riservatezza sul documento trasmesso, non si capisce, a cosa serva "nascondersi" se non forse per giustificare quella azione, con l'obbiettivo di aver voluti creare confusione ed instabilità politica...
Tirare la pietra per poi nascondere la mano... non fa altro che gettare ombre sul quello stesso operato della commissione, trasformando chissà... forse anche qualcosa di concreto, in una bolla di sapone 
Sono in molti oggi a chiedere di liberare quei sospetti dall'aula... ma il problema e che nessuno intende farne i nomi per primo, forse dobbiamo credere... per non essere successivamente tirati giù anch'essi da quelle poltrone... portando a conoscenza dell'opinione pubblica... quanto sapientemente, si era saputo conservare nell'armadio???
Dopotutto parliamo di politica, di uomini che combattono giornalmente per stare seduti lì... su quelle poltrone, di personaggi abituati a gestire i compromessi e a salvaguardare quelle proprie posizioni, tentando di non intaccare soprattutto i loro colleghi e amici non solo di partito, ma soprattutto di coalizione...
Motivazioni per non fare i nomi c'è ne sono tante... e dispiace che ogni volta per fare affiorare la verità non si faccia mai il proprio dovere... ma si attende sempre che siano gli altri a scoprirsi... il più delle volte gli stessi uomini e donne della Procura... che avranno l'onere non soltanto di accertare l'eventuali responsabilità, ma anche quello di doverci mettere la faccia...
Però è strano come si pensi sempre alle responsabilità giudiziarie e non ci si soffermi di salvaguardare anche quelle morali!!!
Di bene in meglio... continuiamo così a goderci un consiglio comunale che gestisce e amministra il bene della cosa pubblica, pur sapendo che "forse" al proprio interno, ci possano essere soggetti collusi con quei poteri mafiosi, i quali certamente andrebbero contrastati, ma bensì nella realtà trovano (attraverso quelle eventuali pedine) a concretizzare quanto loro estremamente necessario...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo