Translate

venerdì 13 maggio 2016

Alla ricerca del "Boss"...

Non bisogna cercare, ma osservare quel territorio... perché chiedere non servirà a nulla..
E dire che tutti sanno dov'è... 
Il trucco sta proprio lì ed è sotto gli occhi di tutti... ma non si vede!!!
Si racconta che in quell'ambiente il "boss" è come un "pastore" che non si allontana mai dalle proprie pecore...
Le accudisce, le tiene sempre sotto controllo, a volte osservandole direttamente e di tanto in tanto... attraverso i propri cani-lupi, quei segugi che negli anni si è cresciuti come figli e che ora ripagano quella fiducia ricevuta....
Ma curiosamente, sono proprio quest'ultimi che il pastore tiene maggiormente sotto controllo...
Ognuno di essi, in quel ruolo ora affidatogli, prende ad avere coscienza della propria forza...
Quel nuovo potere diretto imposto su quelle pecore, lo fa sentire importante... lo eleva a un nuovo rango superiore... sente il profumo del comando e l'attrazione nel predominare...
Il denaro... quello che ora gli viene consegnato fa il resto!!!
Ecco si è passati alla fase successiva quella della "mutazione"...
Inizia a cambiar pelle, da semplice e rilegata posizione di "soldato" si va trasformando in "comandante" ed ora, guarda sempre più in alto... va oltre, punta alla sua nuova preda... il pastore!!! 
Ma quest'ultimo l'aveva preventivato da tempo quel tradimento; sì, quel suo "figlioccio" che tanto spiccava e si distingueva dai propri compagni subalterni, manifestava sin da ragazzo la volontà di primeggiare, eccelleva nel sovrastare gli altri, ma soprattutto dimostrava quanto fosse forte caratterialmente e impossibile da sottomettere, una condizione resa difficile da quella natura non propria domestica... ma bensì d'esclusiva "cattività"
Doveva emergere a tutti costi... era solo questione di tempo!!!
Ecco perché il pastore lo teneva sotto controllo... ed ora quel tempo (dello scontro...) è giunto.
Un nuovo giorno è passato, tutto è nuovamente stato... ripristinato!!!
Quel cane lupo... sacrificato.
Per l'ennesima volta qualcuno riprende la ricerca di quel noto "pecoraio", senza però voler comprendere (o chissà forse fa finta di non voler comprendere) che è lì... che va cercato.
Sì, perché... è dove ci sono quelle pecore... che troverete il vostro pastore!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo