Translate

domenica 1 maggio 2016

A18-A20: ed hanno il coraggio di chiamarle "Autostrade"...


Erano anni che non percorrevo il secondo tratto dell'A18, quello successivo al casello di Taormina in direzione Messina per poi proseguire nella A20 in direzione Palermo!!!
Se non fossi stato certo di essere in Sicilia, avrei pensato di essere stato... "teletrasportato" in qualche paese del terzo mondo...
Gallerie fatiscenti e buie, guard-rail distrutti o non a norma... piazzole di sosta ridotte a rifiuto indifferenziata... da evitare per non restare contagiati da qualche infezione... e dovunque mancano i requisiti minimi di sicurezza...
Non parliamo poi del pavimento stradale dove lo strato d'usura è ormai sparito, sia per il degrado causato dai veicoli che vi transitano che per quel conglomerato bituminoso di indubbia qualità...
Analogo discorso andrebbe fatto per tutto il pacchetto stradale che dovrebbe resistere a quei grossi carichi concentrati, all'usura, al degrado da parte di agenti fisico-chimici, alle dilatazioni termiche... a tutte quelle condizioni necessarie, affinché si possa consentire ai veicoli un'ottimale aderenza dei pneumatici.
Inoltre bisogna considerare quegli abituali interventi riduttivi di manutenzione per il rifacimento del manto stradale... quasi fossero macchie di leopardo... 
Le nostre "autostrade" non hanno alcuna logica... ne di progettazione (dopotutto sono state pagate a chilometro... quindi più chilometri più soldi...) e neppure di sicurezza!!! 
Le gallerie sono come quelle dei luna park... attraversandole si ha la stessa sensazione di quei tunnel dell'orrore.... si sa come si entra ma non si sa come si esce... di solito nell'attraversarle ci si ritrova con i capelli in aria (ovviamente per chi ancora c'è l'ha...), le uscite di sicurezza non si sa dove portano e le porte a taglio termico ho dubbi che siano perfettamente funzionanti o che proteggano da eventuali incendi; non parliamo poi del funzionamento della ventilazione che dovrebbe garantire una sufficiente qualità dell'aria attraverso la diluizione degli inquinanti; io, sarà un caso... ma tutte le volte che alzo gli occhi ad osservarle, vedo le pale... completamente ferme!!!
Si dice che la colpa di quanto sta accadendo è da attribuirsi alla scarsa manutenzione dovuta ai pochi soldi... i quali vengono usati per mettere esclusivamente toppe sull'asfalto o per sostituire una lampadina alla volta. 
Non parliamo poi di controlli: telecamere, segnalatori visivi, monitoraggio delle velocità, estintori, comunicatori, vie di fuga, aree sicure... sono soltanto un sogno.
Ora mentre nel resto dell'Europa ed ancora nel nord Italia, queste vie di comunicazioni primarie  o meglio autostrade... possono definirsi tali, da noi in Sicilia è il contrario, già... a vederle, non ci resta che piangere!!!
Stranamente però c'è qualcuno dei nostri governanti, che parla della necessità di realizzare il ponte sullo stretto: si è vero, un ponte servirebbe... ma di neuroni, per collegare tra loro... quelle sue cellule del cervello... ormai da troppo tempo spente!!!  
Mi ricordo che un tempo il nostro tratto autostradale era stato premiato come il più bello d'Italia... oggi quanto rimane è soltanto una vergogna!!!
Viadotti fatiscenti, muri di sostegno pericolanti, cls deteriorato e cadente, aree pedaggi decrepiti, piante e arbusti che invadono le carreggiate, scarichi piovani divelti, e poi ci sono loro... quei segnali stradali lasciati lì per anni al posto della programmata manutenzione... dopotutto la sicurezza può attendere!!!
Già quella mancata sicurezza che produce quotidianamente incidenti e dove il dato relativo al numero dei feriti/morti è diventato impressionante!!! 
E’ innegabile come la maggior parte di quegli incidenti si sarebbero potuti evitare attraverso una corretta manutenzione stradale e ad una scrupolosa messa in sicurezza da parte dell’ANAS...
Ma ormai l'andazzo è così... nessuno che si interessa... nessuno che si assume le proprie responsabilità, nessuno che paga... mentre noi come sempre... paghiamo per tutti!!!
Poi però c'è sempre il "buffone di turno"... quello che si offende se a queste autostrade viene posto il soprannome di "autostrade della morte”!!! 
Dopotutto, il fatto che si dica: esista un'autostrada per l'inferno e solo una scala per il paradiso... la dice lunga su quanto ci dobbiamo purtroppo attendere...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo