Translate

mercoledì 1 giugno 2016

Catanesi... felici e contenti!!!

Vedo intorno a me quanto sta accadendo...  e pur recependo i discorsi che vanno facendo i miei concittadini per le vie di questa città, nei locali privati, negli uffici pubblici, nelle scuole o anche semplicemente stando seduto in un ristorate... sento le solite discussioni, ma vedo di contro... quella serenità e felicità... inaspettata!!!
Sì, non comprendo la gioia di vivere in questo modo... in un periodo in cui c'è poco da stare allegri, dove sono molti ad avere difficoltà ad arrivare a fine mese... dove non c'è alcuna opportunità occupazionale, dove i giovani sono ancora dipendenti dalle famiglie e non riescono a crearsene una loro...
Sono giovani senza alcun futuro... che sperano soltanto di emigrare per trovare quella giusta soluzione ai loro problemi, recuperare finalmente quella tanto agognata dignità personale, che ormai sembra essersi persa, tra la burocrazia di una terra "inutile"...
Un lavoro, il potersi creare una famiglia, possedere una casa dove stare e crescere i propri figli... sono cose semplici che però rappresentano per i giovani, degli obbiettivi... irraggiungibili, distanti, quasi fossero utopici e neppure ormai la speranza della fede può colmare!!!     
Si guarda in Tv a modelli di benessere, come se fossero prima o poi raggiungibili... sapendo però in cuor proprio che rappresentano dei miraggi... impossibili per le persone comuni da raggiungere, ma nel contempo si sogna e in quella visione onirica, si crede di viverli...
Sanno di sopravvivere... eppure fanno finta di star bene, non possiedono nulla... neppure i soldi per offrire un aperitivo al bar (o meglio... forse a stento un caffè), restano lì in attesa, che siano gli altri a fare il primo gesto...
Una condizione di povertà "camuffata" da benessere... una vita di privazione, se non fosse per quei pochi "gadget" tecnologici, acquistati usati, a rate o in qualche promozione, tanto per far vedere che anche loro sono a passo con i tempi, che possono permetterselo... in seguito, se quelle rate non verranno pagate, poco importa!!!  
Dopotutto se il reddito di benessere di una provincia è proporzionato ai livelli pro-capite di reddito posseduto... si capisce perché la nostra Provincia di Catania, sia posta nelle ultime posizioni a livello nazionale... 
Si tratta di valutare quel cosiddetto livello di PIL nazionale e benessere di ricchezza effettivamente raggiunto e di conseguenza vissuto...
I dati, a differenza delle parole...  parlano chiari!!!
Manca un vero e proprio progetto di vita... che consenta laddove lo si desidera di tentare nuove opportunità, di mettere in pratica quelle proprie idee, il non doversi sempre assoggettare ad una cultura non meritocratica, che fa sì che gli inetti vadano avanti e contemporaneamente, distrugge i sogni di quanti possedevano quelle vere e proprie qualità... facendo sì che i nostri migliori cervelli, vadano persi o sparsi nel mondo, invece di restare qui a migliorare questa nostra isola... tentando di creare nel proprio territorio, quell'ambiente produttivo tanto necessario, che non sia visto esclusivamente quale benessere economico e finanziario, ma bensì stimolante per la propria vita e per le proprie idee... 
Le restanti teste vuote... quelle totalmente inutili, sì quelle... andrebbero buttate lì... da quegli scogli di pietra lavica... gettati in quel mare cristallino, sapendo già... che neppure i pesci li vorranno inghiottire...
Se a quest'ultimi inoltre, aggiungessimo anche quelli provenienti da quell'ambiente associativo criminale, lo stesso che fa proseliti di seguaci e che permette alla corruzione di diffondersi a macchia d'olio su molti ambienti lavorativi... ecco, se riuscissimo ad eliminare dalla nostra terra anche quest'ultimi, potremmo avere il nostro territorio finalmente libero da questi cancri... un nuovo modello da imitare e da invidiare!!!
Se saremo in grado di fare questo, di togliere questo marciume e questa connivenze politiche/istituzionali/mafiose da questa nostra terra bellissima, ecco, senza più questa criminalità, burocrazia, sprechi, evasione fiscale e quant'altro...  forse, se riusciremo nell'impresa di fare ciò... di sicuro potremmo definirci "felici e contenti"... perché in caso contrario, continueremo a vivere nell'illusione... di stare realmente bene!!!  

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo