Translate

venerdì 17 giugno 2016

Catania... nuovamente sotto controllo!!!


Non voglio fare processi moralistici e tanto meno mi va di colpevolizzare l'intero sistema dei controlli, ma certamente in questi anni, alcuni funzionari pubblici predisposti a quelle verifiche, hanno dato dimostrazione più d'immobilismo, che di reale interessamento...
Dopotutto, non vi è stato giorno in cui la cronaca locale, non ci abbia omaggiato di qualche scandalo su dirigenti (e/o dipendenti) di quei pubblici uffici, che (secondo le inchieste) non avevano svolto con onesta la propria mansione, ma anzi, avevano contribuito ad alimentare quel mondo corruttivo che ha permesso loro, d'intascarsi uno stipendio alternativo a quello già elargito (per non aver fatto nulla...) dallo Stato!!!
Certamente l'errore va visto a "monte" e cioè, va ricercato nell'attuazione di tutte quelle norme istituzionali...
Una montagna di carte burocratiche, che avrebbero dovuto essere semplificate proprio per velocizzarne le procedure, ma che di fatto, ne hanno esclusivamente incentivato la corruzione...   
Comunque... finalmente a Catania... lo Stato ha deciso di farsi sentire, mettendo in campo tutto il necessario vigore  operativo!!!
Il “Gruppo Interforze” istituito presso l’Ufficio Territoriale del Governo di Catania, composto dai rappresentanti della DIA, della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Provveditorato OOPP, della Direzione Territoriale del Lavoro, (integrato anche con personale del Dipartimento Ambiente del Libero Consorzio dei comuni di Catania e del Distretto minerario di Catania) ha dato il via a nuovi controlli di prevenzione, finalizzati quest'ultimi a impedire il proliferarsi d'infiltrazioni mafiose all'interno di quelle società, che operano nel comparto dell'edilizia. 
Si tratta d'imprese specializzate nei cicli d'estrazione e lavorazione degli inerti, dei conglomerati bituminosi e cementizi, nella produzione e vendita di sostanze chimiche pericolose, nella gestione dei rifiuti, dei noleggi e quant'altro...
I controlli effettuati in questi giorni e quelli attualmente in corso di svolgimento, sono stati realizzati in modo tale, da non ostacolare la normale attività lavorativa...
Sono stati controllati gli assetti societari, i bilanci, i contratti attualmente in essere, la regolarità contrattuale dei dipendenti (con l'identificazione delle maestranze) e gli adempimenti sulla sicurezza, la corrispondenza dei mezzi d’opera individuati sui luoghi di lavoro, ecc...
In alcune di queste sopraddette verifiche è stata disposta l’immediata sospensione delle attività estrattive, avendo rilevato gli ispettori (proprio negli impianti di frantumazione all'interno dell’area di cava) delle violazioni su quanto previsto dal D.Lg.vo 81/08 e s.m.i. e inoltre, a seguito di ulteriori controlli sulle emissioni in atmosfera (A.U.A.) su ulteriori impianti presenti nei luoghi, si è proceduto al sequestro preventivo in quanto sprovvisti delle necessarie autorizzazioni (in violazione su quanto riportato dalla normativa ambientale all’Art.269 comma 1 del D.Lgs 152/2006).
"Eppur si muove", già finalmente a Catania le lancette della legalità... sembra abbiano ripreso nuovamente a muoversi...
Diceva Sciascia: un orologio che va male non segna mai l'ora esatta, un orologio fermo la segna due volte al giorno!!! 


Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo