Translate

mercoledì 12 ottobre 2016

Ho l'impressione che, qualsivoglia scelta venga fatta alle prossime elezioni, a vincere... sarà sempre la mafia!!!

C'era una volta la mafia... quella della lupara, degli omicidi, quella della lotta alle istituzioni e ai suoi uomini...
Sì... c'era una volta, ma da alcuni anni non c'è più!!!
Quei metodi coercitivi, ormai, si sono trasformati in un salto di qualità...
Si punta a governare grazie al potere finanziario, si soffoca quel po di economia che ancora c'è, con quei tentacoli, ci si appoggia ai propri amici -funzionari di quegli apparati pubblici- per moltiplicare i propri affari...
Ormai è certo... si comprano i voti per girarli ai propri amici politici, i quali garantiscono successivamente, l'aggiudicazione degli appalti ed un giro di tangenti...
Hanno comprato tutti e con quelle bustarelle, si sono infiltrare ovunque e gestiscono di fatto questa società civile...
Ormai è certo... non c'è più bisogno di sparare, i soldi fanno meno rumore ed aprono tutte le porte!!! 
Abbiamo visto in questi giorni dalle intercettazioni della DIA come proprio qui da noi, nella nostra Provincia di Catania, taluni soggetti sorpresi a contare mazzette; alcuni miei amici, mi hanno confermato che alcuni giorni prima, avevano visto quel Sindaco, ad un convegno politica proprio qui a Catania, sarà stato certamente un caso, ma comunque era lì...   
Allo stesso tempo, credo che la penetrazione di quell'associazione criminale, sia giunta ad un buon livello di ramificazione... grazie ai suoi uomini affiliati (ufficialmente e ufficiosamente) e a quanti, in questi anni si sono fatti corrompere ed ora, non possono più tornare indietro, perché ormai ricattabili!!! 
Il potere genere economia e con quella si comprano i voti, si promettono posti di lavoro, si realizzano favori personali, s'investono capitali in quelle società legate a quel "sistema", perché in fondo, la corruzione è divenuto un fattore strategico, fondamentale per l’espansione mafiosa...
Dopotutto con le tangenti... non si rischia giuridicamente nulla, le condanne - quando avvengono - sono leggerissime, direi inconsistenti...
Da qualche parte ho letto su un mensile che: su quasi 60 mila detenuti in Italia, solo circa 500 erano state arrestate per corruzione e di queste, soltanto la metà sta scontando sentenze definitive, tutti gli altri hanno speranze concrete di evitare il verdetto grazie alle ben note prescrizioni...
Non è un caso infatti che nelle ultime indagini, i boss siano sempre più spesso in compagnia di dirigenti, impiegati delle PA, politici, imprenditori, tutti accusati d'essersi fatti corrompere con interessanti mazzette, confidando eventuali indagini nei loro riguardi e favorendo con quelle loro azioni, coloro che sono coinvolti...
La catena della collusione è stata realizzata e nessuno (una volta che si è fatto parte di quel libro paga...) può pensare di uscirne!!!
Trent'anni fa la divisione era netta e distinta: da un lato c'era la politica (e quei suoi uomini corrotti di partito), da un'altra gli imprenditori (affiliati e/o sottomessi) e da un'altra ancora più distante i boss, che decidevano chi far salire e quali appalti spartire...
Oggi il sistema è cambiato... siedono tutti intorno allo stesso tavolo e sono diventati una indivisa realtà "viscida" che, proprio come sanguisuga, succhiano il sangue di tutti noi poveri cittadini...
La colpa è anche nostra, ho meglio, di tutti coloro che hanno permesso che quel fenomeno corruttivo potesse dilagare... il quale, non essendo stato contrastato in maniera seria, in ordine giuridico, giudiziario o quantomeno a livello di prevenzione, ecco che lo stesso, è stato dai tanti tollerato ed accettato...
C'è una soluzione quindi per sconfiggere questo radicale sistema politico-imprenditoriale-mafioso corruttivo e clientelare???
Sì c'è... e non ci crederete, ma passa proprio da quel voto e dalle scelte che giornalmente andate facendo!!!
Si tratta di guardare le cose per come sono... senza condizionamenti o atteggiamenti "servili" ai quali da troppo tempo (inutilmente aggiungerei...) si ci è inchinati...
Bisogna in modo semplice contrastare quegli atteggiamenti mafiosi richiesti e allontanare da se, quelle offerte corruttive che favoriscono la criminalità e che non lasciano nulla, alla speranza dei nostri figli...
Sarà un piccolo passo per recuperare per lo meno, quella dignità finora perduta... sapendo che d'ora in poi, mettendo in pratica nuovi gesti comportamentali, si potrà iniziare a far parte di poche persone perbene, ma certamente, non ci si riterrà... CORROTTI!!!
Una volta che rinunci all'integrità' morale, il resto e' facile... 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo