Translate

lunedì 31 ottobre 2016

Il cemento sembra colla??? No...è colla!!!

Il gip: "In alcune strutture il cemento sembra colla"!!!
La verità è che non sembra colla... ma lo è di fatto!!!
Un “calcestruzzo che non ha una barriera fisica e defluisce un po’ a cazzo come gli pare a lui”... con queste frasi i protagonisti dell’inchiesta “Amalgama“ descrivevano la scadente qualità dei materiali utilizzati nei cantieri, finiti ora sotto la lente d’ingrandimento della Procura di Roma. 
Una qualità così scadente che, alcune betoniere pronte al getto, erano state rimandante indietro... “essendo il materiale totalmente inutilizzabile”!!!
Pensate a tutti quei getti nelle fondazioni o contro-terra... chi controlla mai quelle opere, nessuno... dopotutto chi dovrebbe verificarne la qualità, da momento che non sono più a vista...  
E dire che, esiste la cosiddetta "tracciabilità" per ogni fase del sistema produttivo: dalle caratteristiche delle materie prime, al loro dosaggio, al confezionamento, trasporto e miscelazione, fino ad ottenere il prodotto finito, che verrà consegnato al punto di getto. 
Certo se poi la Direzione lavori, conduce quelle verifiche in maniera superficiale, e cioè non effettuando i controlli di accettazione, (realizzando tutti i prelievi opportuni, senza contraddittorio tra impresa e/o produttore di calcestruzzo) oppure, quelli di  conformità, controllando il rispetto del patto commerciale tra produttore di calcestruzzo e impresa di costruzione (questo sì, eseguito in contraddittorio), ma soprattutto eseguendo il test slump (quel famoso tronco di cono in acciaio che, a riempimento avvenuto, viene sollevato... ) che determina la classe di consistenza completando con il prelievo dei provini!!!
Ora, è compito del Direttore dei lavori, rendere arduo il compito di chi intende
contraffare i provini, adoperando maggiori garanzie di protezione sulla veridicità dei dati riportati nei certificati, consentendogli così di semplificare il recupero e la verifica dei risultati dei prelievi del
calcestruzzo impiegato nelle opere sotto il proprio controllo. 
Il Direttore dei Lavori deve consultare in tempo reale ogni prelievo realizzato, seguirlo durante la fase di maturazione fino a che non giungano al laboratorio ufficiale, ed infine alla esecuzione
del test con la garanzia di integrità del materiale e le sue caratteristiche in accordo alle
norme tecniche di riferimento senza possibilità di manomissione!!!
Difatti, quanto sopra è ben a conoscenza di tutti, per cui, quando avvengono certe situazioni come quelle emerse ora sugli appalti dell'alta velocità ferroviaria o sulle autostrade, è soltanto perché vi era, la collaborazione "lestofante" di tutti, da chi produceva a chi eseguiva, per chiudere il cerchio a chi avrebbe dovuto controllare!!!
Ma quanto sopra non è un caso... anzi, potrei dire che avviene su 1/3 degli appalti attualmente in corso, siu pubblici che ancor più privati!!! 
Non bisogna dimenticare inoltre, che molto spesso, dietro quelle forniture si nasconde una vera e propria truffa da parte di quelle società produttrici, disponibili a "gonfiare" le fatture emesse per creare quel necessario "nero" da versare alle note associazioni mafiose...
La tecnica contempla due meccanismi di truffa...
La prima è rappresentato dalla sovra-fatturazione, mentre la seconda prevede l'uso di cemento depotenziato, (con il quale si vorrebbe indicare un conglomerato intenzionalmente prodotto con una carente quantità di cemento rispetto a quella convenuta).
Entrambi i metodi sono usati per trarre illeciti profitti, che consentono di poter realizzare per l'imprenditore una cospicua somma, per riciclare successivamente sull'acquisto di beni immobiliari, su altre attività commerciali e per sovvenzionare quegli appoggi, politico/mafiosi tanto indispensabili...
Basterebbe confrontare le quantità espresse dal numero di bolle di vendita, con la quantità di cemento necessario per realizzare quelle stesse forniture... 
Già da quel controllo, si riscontrerebbe la necessaria quantità di cemento da acquistare... individuando immediatamente se il rapporto previsto tra le due quantità ( quella di entrata e quella di uscita) è corretto oppure è stato falsificato!!!
Infine, va considerato l'utilizzo di additivi "illegali", che fanno in modo di superare i test, durante le fase di controllo da parte della D.L., ma che determinano nel tempo (a seconda della loro composizione), dannosi processi negativi nelle strutture in corso di realizzazione, a causa dell'opera di aggressione dei prodotti chimici presenti, che vanno a danneggiare in particolare, le armature metalliche presenti... 
Si comprende quindi da quanto sopra, che questo è un settore nel quale è stata fatta la legge... ma si è riusciti a compiere l'inganno!!!
D'altronde, serve a poco contestarne successivamente i reati... quando con il passar del tempo, le vittime verranno dimenticate e tutto ritorna come prima... poiché questo è un sistema collaudato... anzi perfettamente "amalgamato" e di cui tutti vogliono far parte!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo