Translate

giovedì 30 marzo 2017

Quanti sono gli extracomunitari a disposizione della criminalità organizzata???

Sembra che a nessuno importi...
Avevo in precedenza evidenziato del problema, di tutti quegli extracomunitari posti ai semafori, a chiedere l'elemosina...
Ma in questi mesi ho potuto comprendere come non si tratti più di un caso singolo o sporadico, bensì di un sistema messo in pratica da chi ne ha organizzano il business...
Sì... pensateci, ad ogni incrocio a cui sostate, trovate non meno di 4 ragazzi per lato... troppi se pensate che già uno avrebbe difficoltà a raccogliere in una giornata quanto necessario per il proprio sostentamento... eppure loro sono lì, dalla mattina fino alla sera, con le mani giunte, a chiedere l'elemosina, dopo di che, finita la serata, ecco che alcuni di essi, si trasferiscono verso il centro per trasformarsi a posteggiatori abusivi degli spazi rimasti "liberi", non segnalati cioè, dalle strisce blu a pagamento...
Mentre il resto di loro, è (come si dice ormai da noi) a "disposizione"!!!
Di chi... ovviamente della criminalità organizzata!!!
D'altronde, si tratta di manodopera a basso costo a disposizione di quella struttura malavitosa... sono ragazzi che vengono usati per qualsivoglia attività illecita...
C'è chi viene assegnato a confezionare dosi di stupefacenti e chi si dedica allo spaccio, c'è poi chi ha l'onere di verificare il territorio, in particolare di segnalare una eventuale presenza, delle forze dell'ordine...
Altri gruppi hanno il controllo della prostituzione ed altri ancora, sono responsabili del contrabbando di tabacchi, della contraffazione e della vendita di questi prodotti...
Poi ci sono coloro che vanno indirizzati quali braccianti temporanei, verso la raccolta dei prodotti agricoli, attraverso ben noti sistemi di caporalato, mentre altri più violenti, vengono dirottati a compiere raid punitivi, verso chi non effettua regolari pagamenti o non vuole sottostare alle loro condizioni...
Ognuno di essi... o quantomeno molti di loro, a differenza di alcuni anni fa, sono regolarmente muniti di un provvisorio permesso di soggiorno e quindi di fatto, autorizzati a vivere nel nostro paese... in quali modi, ecco quella è tutta un'altra storia...
Non dimentichiamo... quanto veniva espresso telefonicamente (per fortuna intercettato dalle forze dell'ordine...) alcuni mesi fa, dal maggiore esponente di "mafia capitale", che per l'appunto riteneva l'immigrazione un business superiore a quello dato della stessa droga...
Possiamo quindi dedurre che oggi, sono questi i gruppi stranieri che collaborano direttamente con la nostra mafia ed il fenomeno purtroppo, è sempre più in aumento, con possibili rischi, dei quali nessuno è in condizione oggi, d'individuarne l'eventuali ripercussioni...
Dopotutto, "se mangiano loro... mangiano tutti" ed ecco quindi che anche "cosa nostra" ha compreso come, grazie a loro, si può giungere ad avere vantaggi, senza la necessita di doversi esporre in prima persona...
Difatti mentre in altre realtà siciliane, si è giunti a feroci scontri tra bande siciliane che detengono il predominio e quelle extracomunitarie che cercano d'imporre con la ferocia la propria ascesa, nel mezzo di quella lotta per il potere ci sono tutti quei cittadini, che vedono ormai quei loro quartieri, sempre più coinvolti in violenze, furti e crimini di ogni genere, di contro, nella città etnea, sembra essersi configurata una forma di pax,  tra la criminalità locale e quella extracomunitaria, che di suo altresì porta i proventi di differenti ma propri business, tra cui il traffico dei migranti o la vendita di auto di lusso, mezzi d'opera, ovviamente rubati e trasferiti (non si comprende come...) in quei loro paesi d'origine... 
Ovviamente questa situazione, permette alla nostra mafia, di liberarsi di alcune incombenze e dedicarsi in maniera più incisiva a quel mondo redditizio dei cosiddetti "appalti", costringendo con questa strategia, le forze dell'ordine, a impegnarsi con investigazioni continue, nei confronti di quelle comunità criminali straniere, a prevenzione anche, di eventuali legami di quest'ultimi con quei gruppi di terrorismo internazionale...
Ormai è certo... hanno tutti paura, anche solo di parlarne, la gente si barrica a casa e non esce neppure nel balcone... per sentire quanto accade fuori...
La verità è che ormai siamo invasi!!!
Non parlo esclusivamente delle comunità africane o di quelle provenienti dai territori nei quali sono attualmente presenti dei conflitti, ma anche di tutte le altre presenti nei nostri territori, come ad esempio rumeni, georgiani, albanesi, cinesi, bengalesi (quest'ultimi dedicati nella vendita di oggettistica, accendini, cianfrusaglie, giocattoli, ma soprattutto rose...), che costituiscono un intero mercato a nero!!!
Miliardi di euro che producono evasione nel nostro paese, raccolta di denaro in contante che settimanalmente viene reinvestito in attività illecite o dirottato verso quei loro paesi d'origine, senza che nessuno -in particolare il nostro governo- dimostra d'essere capace di fermare o quantomeno limitare questo flusso costante di immigrati e di denaro sporco!!! 
Certamente, non si deve fare di tutta un'erba un fascio...
Già, fuori da quel contesto criminale... vi sono tante persone extracomunitarie perbene e oneste, grandi lavoratori che insieme alle loro famiglie, rispettano le nostre leggi e i nostri costumi, partecipano socialmente e non danno alcun modo di parlare di se...
Ecco, sono queste le persone che vogliamo e che siamo disposti ad accogliere, mentre per gli altri, per quanti cioè sono qui esclusivamente per creare problemi al nostro paese, ecco per quest'ultimi vi è una sola strada: dovranno essere in tempi celeri espulsi dal nostro paese!!!  

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo