Translate

sabato 7 gennaio 2017

Catania: costretto a scappare perché lo Stato non è in grado di proteggerlo!!!

E' incredibile quanto accade nella nostra città... e cioè, constatare come un semplice cittadino, nello svolgimento della propria mansione all'interno di una struttura pubblica, possa venire ferocemente aggredito da terzi e successivamente l'accaduto, dopo aver subito quelle vessazioni, invece di trovare conforto in quanti dovrebbero applicare quelle necessarie strategie (affinché tali incresciose situazioni non debbano mai accadere e soprattutto dimostrando il proprio appoggio nel sostenere quelle vittime), ecco, diversamente da ciò, si consiglia loro... d'abbandonare la propria terra, per possibili ritorsioni...
Non entro nei meriti di quanto accaduto (basta ricercare nel web...), ciò che risulta essere grave, è quanto realizzato successivamente dalle nostre istituzioni... attraverso la richiesta di allontanamento!!!
Allora cosa facciamo... scappiamo tutti???
Come, ci viene chiesto da ogni palco di non essere omertosi, di ribellarci a questo sistema criminale e poi... quando si compiono quei gesti "eroici", lo Stato cosa fa... ci lascia soli!!!
Non c'è bisogno d'andar lontano... basta già la mia vicenda personale per dimostrare quanto sopra... ma il sottoscritto, a differenza di quanto potrebbe venirgli richiesto...  non va da nessuna parte, anzi, rimane qui e fa quanto questo Stato (debole...) non è capace di fare!!!
La verità, è che dovrebbero andarsene loro... e non parlo di quei pseudo "criminali" (quelli andrebbero trasportati in un isola...), bensì di coloro che stanno seduti in quelle poltrone  e mandano in "esilio" quanti fanno il proprio dovere, di semplici e onesti cittadini....
Dopotutto loro e/o il loro familiari (senza aver fatto nulla... come per esempio presentare personalmente una semplice denuncia...) camminano con la scorta, mentre chi ha denunciato, chi ha fatto condannare criminali, ecc.., ecco questi per lo "stato" non possono essere difesi... anzi, vanno "abbandonati" o ancor meglio... "TRASFERITI" in un'altra regione!!! 
Ma fino a quanto si può essere così... vili, codardi e vigliacchi???
Come si può chiedere di fare ciò... ad un padre di famiglia???
Qual'è il messaggio che deve passare... che in questa città, già in questa terra... bisogna subire sempre incondizionatamente??? 
Cosa insegniamo ai ragazzini... già cosa dovrò riportare in questi giorni ad alcuni alunni delle nostre scuole, che le azioni violente commesse da pochi, hanno purtroppo il sopravvento sulle regole morali e sulla giustizia civile... 
D'altronde di quale giustizia stiamo parliamo, di quella che ancor prima di combattere, alza bandiera bianca e dichiara apertamente che la criminalità... vince sempre e in ogni occasione???
Ora, a fatto compiuto... si parla di "intensificare le misure di vigilanza al presidio ospedaliero Vittorio Emanuele nell'ambito del «piano coordinato di controllo del territorio»"... 
Sapete cosa si dice a Catania: "quannu a Sant'Aita sarubbanu...  ci miseru i canceddi i ferru"... ( quando  rubarono i gioielli della patrona della città S. Agata, hanno posto a protezione dei cancelli di ferro...). 
Dopo aver ascoltato tutti i notiziari nazionali, che riportavano dell'allontanamento del medico, ho pensato che forse sarebbe stato meglio vivere nel "Far West"...
In quel periodo almeno, qualcuno di quei cittadini (più coraggiosi e audaci), avrebbe forse potuto ripristinare quell'ordine e quella giustizia mal rappresentata da quella figura istituzionale posta in essere: già, l'avrete visto tante volte in quei film... quel debole sceriffo (quasi sempre ubriaco...) che oltre a non far nulla per paura, sceglieva di andar d'accordo con i criminali!!!
Sì... passa il tempo e mi accorgo ogni giorno di più, di quanto siano lontani da quegli insegnamenti (dati da quei nostri eroici... caduti nel compiere il proprio dovere...) i nostri attuali uomini (e donne), istituzionali... 
Uno di quelli era il giudice Borsellino che in una sua frase riportava: "E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti"...
Il sottoscritto ne predilige (sempre di lui...) un'altra: Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo